Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

marsh

Padroncina del Gatto con gli Stivali

  • "marsh" has been banned
  • "marsh" started this thread
  • Send private message

1

Saturday, September 12th 2009, 8:42pm

Cosa ne pensate delle studentesse che si prostituiscono per riuscire a pagarsi gli studi?

La notizia è arrivata (anzi, arrivò, tempo e tempo fa) dalla Francia e dall'Inghilterra.

lia62

un' onda....

  • "lia62" is female

Posts: 838

Activitypoints: 3,606

Date of registration: Jan 5th 2009

Location: Negli Abissi

  • Send private message

2

Saturday, September 12th 2009, 8:47pm

che gli piace...andassero ha lavorare...come le prostitute che lo fanno per i figli.... :whistle:
Se un uomo la mattina conosce la retta via, potrà morire la sera stessa senza alcun rimpianto. Confucio

marsh

Padroncina del Gatto con gli Stivali

  • "marsh" has been banned
  • "marsh" started this thread
  • Send private message

3

Saturday, September 12th 2009, 8:55pm

Da quel che si legge molte lo fanno per disperazione, altre perché con poco tempo guadagni tanti soldi quanto un lavoro part-time, altre semplicemente perché un lavoro part-time toglierebbe troppo tempo allo studio (i posti di lavoro più facili sono nei call center, con orari che spesso invadono quelli delle lezioni universitarie).

In ogni caso mi chiedo come si riesca a far certe cose con più persone se non per piacere, a meno che non si dissocino tutte al momento dell'atto. E poi, se un cliente ti vede per strada, se becchi uno studente della tua università o una conoscenza...pensateci un attimo, la cosa peggiore è che possa girare la voce "in pieno giorno".

geppo1983

Pilastro del Forum

  • "geppo1983" is male

Posts: 2,304

Activitypoints: 7,604

Date of registration: Apr 1st 2009

  • Send private message

4

Saturday, September 12th 2009, 9:13pm

E' un lavoro come un altro, quand'è che ce lo mettiamo in testa? E' un lavoro come un altro, soltanto che in questo si guadagna di più, tremendamente di più. Tu dici come fanno a fare quelle cose... e come fa un soldato a sparare addosso ad altri esseri umani come lui? Come fa un finanziere a comprare un'azienda per poi chiuderla e vendersi i macchinari? Come fanno tutti i dipendenti e gli operai a non prendere a calci nei coglioni il loro capo ogni momento?

E' un lavoro come un altro.

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" is male

Posts: 7,696

Activitypoints: 25,180

Date of registration: Jun 5th 2007

  • Send private message

5

Saturday, September 12th 2009, 10:28pm

Sposto in "Sesso e Psiche" su richiesta dell'autrice.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...

francesca2812

Utente Fedele

  • "francesca2812" is female

Posts: 337

Activitypoints: 1,137

Date of registration: May 26th 2009

Location: cosenza

Occupation: consulente finanziario

  • Send private message

6

Saturday, September 12th 2009, 11:35pm

E' un lavoro come un altro, quand'è che ce lo mettiamo in testa? E' un lavoro come un altro, soltanto che in questo si guadagna di più, tremendamente di più. Tu dici come fanno a fare quelle cose... e come fa un soldato a sparare addosso ad altri esseri umani come lui? Come fa un finanziere a comprare un'azienda per poi chiuderla e vendersi i macchinari? Come fanno tutti i dipendenti e gli operai a non prendere a calci nei coglioni il loro capo ogni momento?

E' un lavoro come un altro.


si certo è un lavoro come un altro ma ci vuole coraggio e soprattutto indole nel farlo

geppo1983

Pilastro del Forum

  • "geppo1983" is male

Posts: 2,304

Activitypoints: 7,604

Date of registration: Apr 1st 2009

  • Send private message

7

Saturday, September 12th 2009, 11:39pm


si certo è un lavoro come un altro ma ci vuole coraggio e soprattutto indole nel farlo

Ma a fare il minatore ci vuole più coraggio che a fare la prostituta? Andare centinaia di metri sotto terra a respirare la polvere.
Oppure salire su una impalcatura di 15 metri per costruire una casa (o sul "trabbattello"... che vi lascio immaginare cos'è...) o magari portare un aereo, o fare il medico a malattie infettive o in un reparto in cui ci sono bambini che muoiono di cancro.

MMMmmmhhh... se ci pensi bene, c'è di peggio che fare la prostituta.

francesca2812

Utente Fedele

  • "francesca2812" is female

Posts: 337

Activitypoints: 1,137

Date of registration: May 26th 2009

Location: cosenza

Occupation: consulente finanziario

  • Send private message

8

Saturday, September 12th 2009, 11:43pm


si certo è un lavoro come un altro ma ci vuole coraggio e soprattutto indole nel farlo

Ma a fare il minatore ci vuole più coraggio che a fare la prostituta? Andare centinaia di metri sotto terra a respirare la polvere.
Oppure salire su una impalcatura di 15 metri per costruire una casa (o sul "trabbattello"... che vi lascio immaginare cos'è...) o magari portare un aereo, o fare il medico a malattie infettive o in un reparto in cui ci sono bambini che muoiono di cancro.

MMMmmmhhh... se ci pensi bene, c'è di peggio che fare la prostituta.


ci penso eccome ma sono lavori diversi, come è diversa la persona che li fa! credo che ci sia differenza tra dare via il proprio corpo e rischiare la vita su di una impalcatura!

geppo1983

Pilastro del Forum

  • "geppo1983" is male

Posts: 2,304

Activitypoints: 7,604

Date of registration: Apr 1st 2009

  • Send private message

9

Saturday, September 12th 2009, 11:45pm

Ah dici pure che ci vuole indole? Non c'avevo fatto caso.

Bhe, chi sceglie di essere prostituta forse si, ma chi ce la costringono no, chi è costretta non lo fa per indole.

Poi ovviamente ci vuole indole per ogni cosa, io preferirei morire di fare o zappare la terra piuttosto che fare il minatore, perchè proprio me la faccio sotto a pensare di andare centinaia di metri sotto terra.

Quindi probabilmente anche per fare la prostituta per scelta, ci vuole una certa predisposizione, ma non credere che sia quella che dici tu... una donna che fa la prostituta per scelta, non è necessariamente una donna "libertina" o superficiale, è soltanto una che riesce a distinguere le cose, e ad accettare di sfangare la giornata in quel modo, proprio come fa un'infermiera in uno ospizio.

marsh

Padroncina del Gatto con gli Stivali

  • "marsh" has been banned
  • "marsh" started this thread
  • Send private message

10

Saturday, September 12th 2009, 11:51pm

Gli uomini se fanno sesso allo stesso modo delle prostitute non si sentono morire dentro, hanno altri bisogni fisiologici - si dice che gli uomini ragionino con 'quello', il corrispettivo delle donne è ragionare con l'utero, ovvero fare le materne senza razionalità vera (ma fare le materne sembra quasi nobile, non si pensa che anche in questo spesso non c'è una mediazione ed è uno sfogo istintivo alla pari del riempimento di testicoli maschile). Forse un ragazzino che si è concesso al padre o allo zio ecc. in modo prolungato forse potrebbe capire.

Mi chiedo se quelle studentesse non muoiano dentro quando fanno certe cose. Caspita, guadagni e perciò, terminata quell'oretta di morte interiore e violazione del nostro luogo sacro (non si parla di anatomia), hai i soldi per studiare e vivere senza contare i centesimi pure per il cibo.

francesca2812

Utente Fedele

  • "francesca2812" is female

Posts: 337

Activitypoints: 1,137

Date of registration: May 26th 2009

Location: cosenza

Occupation: consulente finanziario

  • Send private message

11

Saturday, September 12th 2009, 11:52pm

Ah dici pure che ci vuole indole? Non c'avevo fatto caso.

Bhe, chi sceglie di essere prostituta forse si, ma chi ce la costringono no, chi è costretta non lo fa per indole.

Poi ovviamente ci vuole indole per ogni cosa, io preferirei morire di fare o zappare la terra piuttosto che fare il minatore, perchè proprio me la faccio sotto a pensare di andare centinaia di metri sotto terra.

Quindi probabilmente anche per fare la prostituta per scelta, ci vuole una certa predisposizione, ma non credere che sia quella che dici tu... una donna che fa la prostituta per scelta, non è necessariamente una donna "libertina" o superficiale, è soltanto una che riesce a distinguere le cose, e ad accettare di sfangare la giornata in quel modo, proprio come fa un'infermiera in uno ospizio.


..........non hai tutti i torti! certo le donne che sono costrette a farlo, bè non mi riferivo a loro! le ho sempre capite e spesso mi fanno molto dispiacere

geppo1983

Pilastro del Forum

  • "geppo1983" is male

Posts: 2,304

Activitypoints: 7,604

Date of registration: Apr 1st 2009

  • Send private message

12

Sunday, September 13th 2009, 12:08am

Mi chiedo se quelle studentesse non muoiano dentro quando fanno certe cose.

Ripeto. Passa 8 ore sotto l'acqua in un campo di pomodori. Vai a fare il minatore. Pulisci il culo ai vecchi di uno ospizio. Entra in una casa in fiamme per tentare di salvare un perfetto sconosciuto di 150kg che è rimasto li dentro. Passa una giornata con la divisa scomoda e un mitra in mano che non sai manco se è carico ad aspettare che qualcuno decida di fare un attentato all'ambasciata che sorvegli. Prendi una laurea in medicina e guarda in faccia una moglie di 20 anni con un bambino in braccio e dille che suo marito non sopravviverà all'ennesimo incidente sul lavoro.
Poi vediamo se non ti senti morire dentro come o più di una studentessa che si prostituisce per pagare l'affitto e i vestiti.

marsh

Padroncina del Gatto con gli Stivali

  • "marsh" has been banned
  • "marsh" started this thread
  • Send private message

13

Sunday, September 13th 2009, 12:14am

Hai una sensibilità...

Una persona che subisce un abuso sessuale, volente o nolente, ha compromesso il sistema psico-fisico. Chi l'ha subito nell'infanzia spesso continua a presentare per tutto il resto della sua vita caratteri infantili. Vive come se non ci fosse, come se non stessero capitando a lui le cose. Mi chiedo come possano sentirsi quelle studentesse, ma immagino che molte di loro non si facciano problemi e abbiano una vena un po' lussuriosa.

geppo1983

Pilastro del Forum

  • "geppo1983" is male

Posts: 2,304

Activitypoints: 7,604

Date of registration: Apr 1st 2009

  • Send private message

14

Sunday, September 13th 2009, 12:24am

Ovviamente quando dico "Passa 8 ore sotto l'acqua in un campo di pomodori." e tutte le altre frasi del mio post precedente, erano rivolte a un "tu" generico, mica a te personalmente! E' un modo di dire... voi state dicendo che le ragazze che fanno le prostitute, devono essere portate per farlo, perchè è un lavoro che fa morire dentro, e io vi sto facendo notare che ci sono un'altra infinità di lavori che fanno morire dentro e che sono pagati di meno!
Mi chiedo come possano sentirsi quelle studentesse, ma immagino che molte di loro non si facciano problemi e abbiano una vena un po' lussuriosa.
Lo spero per loro... così potrebbero riuscire meglio a gestire il carico di fatica che la vita riserva ad ognuno di noi.

This post has been edited 3 times, last edit by "geppo1983" (Sep 13th 2009, 12:31am)


Six

Rompiballe cronica

  • "Six" is female

Posts: 387

Activitypoints: 1,182

Date of registration: Feb 4th 2009

Location: Milano (ma sun de Zena)

Occupation: Vendo gastriti

  • Send private message

15

Sunday, September 13th 2009, 10:44am

E' un lavoro come un altro...
parere da uomo, proprio.

Lascia che uno sconosciuto ti faccia tutto quel che vuole, che violi ogni tuo orifizio, che ti tratti come un oggetto. Lasciati violare in ogni tuo briciolo di dignità.
E poi prova a dire che è un lavoro come un altro.

Quelle che lo fanno sono talmente misere dentro, talmente insicure, che non sanno trovare altro modo per sopravvivere se non gettando via le uniche cose veramente importanti della loro vita: la loro dignità e il loro corpo.

Non mi fanno pena, perché sono pigre e ignoranti (non si parla di cultura ovviamente), ma nel contempo ho pena per tutti quelli che non riescono a credere alle loro vere forze.

Tra parentesi se si va avanti così il ruolo della donna non si riscatterà mai dall'essere un grazioso oggettino decorativo.
Perciò io maledico il modo in cui sono fatto

Il mio modo di morire sano e salvo dove m'attacco

Il mio modo vigliacco di restare sperando che ci sia

QUELLO CHE NON C'E'


1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests