Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Technoleo88

Nuovo Utente

Posts: 12

Activitypoints: 43

Date of registration: May 22nd 2020

  • Send private message

16

Saturday, May 23rd 2020, 10:16pm

Quanti sono i post necessari?

Technoleo88

Nuovo Utente

Posts: 12

Activitypoints: 43

Date of registration: May 22nd 2020

  • Send private message

17

Sunday, May 24th 2020, 10:46am

Adesso che ci ripenso, la ragazza con cui mi sentivo il mese scorso aveva accennato dei discorsi di sesso per telefono, e mi aveva anche mandato delle foto spinte. Tutto di sua iniziativa.
Be, io vado in panico, lo ammetto. Cerco di pensare che la mancanza di esperienze sessuali non deve per forza equivalere a venire scaricati, ma comunque piombo nel caos.
Di primo acchito cerco di ribattere sullo stesso piano, ma temo sempre di dire cose che lascino sospettare la verità. Contemporaneamente mi dico di stare sereno, che conoscendo meglio la ragazza arriverà il momento di dirglielo... ma poi anche se mi avvicino ho paura che sia troppo presto, della serie: ciao, sono vergine!! Ahahaha ... o quasi.
E quando iniziano gli approcci erotici, che siano messaggi, frasi, o contatti fisici mi blocco. Non so cosa fare. Ho paura che si capisca e non riesco ad affrontare ciò senza vergognarmene, sentirmi in difetto, credere di dovermi giustificare.

18

Sunday, May 24th 2020, 12:14pm

Technoleo e come è andata quando sei uscito con quelle che non ti piacevano?
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

Technoleo88

Nuovo Utente

Posts: 12

Activitypoints: 43

Date of registration: May 22nd 2020

  • Send private message

19

Monday, May 25th 2020, 2:02pm

Ciao Sara.
Beh, da come si sono comportante non penso che abbiano mangiato la foglia fino al mio rifiuto netto do proseguire

Una mi ha chiesto come mai ci volesse tanto a fare sesso con me ( 3 appuntamenti) se con gli altri ragazzi era stato più veloce.
Poi sono uscito con un altra che mi aveva detto di essere single da 10 anni e che il suo ultimo ragazzo era stato anche l unico, alla fine dell adolescenza. Ecco, lei era meno insistente, però ogni tanto questo sesso saltava fuori nei discorsi. Ma quello che mi ha un po' inquietato è stato che da come parlava dava per scontato che ci saremmo messi assieme

20

Yesterday, 10:29am

È normale che molti di noi abbiano fantasticato, almeno una volta nella vita, di avere un rapporto sessuale con uno sconosciuto senza alcun tipo di vincolo. Sembrerebbe una di quelle fantasie dal finale felice e ricche di divertimento... Ma a parer mio bisogna comunque avere una certa esperienza ed equilibrio per poter capire ciò che realmente offre un rapporto sessuale privo della parte sentimentale...
Per un buon rapporto occorre assolutamente un coinvolgimento totale... Coinvolgimento fisico ma soprattutto quello mentale!!!
Dany

Tunnel

Nuovo Utente

  • "Tunnel" is male

Posts: 7

Activitypoints: 35

Date of registration: May 24th 2020

  • Send private message

21

Yesterday, 9:05pm

Ho 35 anni...
il sesso occasionale lo vedo come qualcosa che ti fa sentire un oggetto, penso sia brutto farlo privo di sentimento...poi sarò io complessato perchè ho una visione romantica.
Tornando alla domanda, se dovesse un giorno capitarmi mi sentirei a disagio sopratutto con una donna esperta, pensare di infilarsi il preservativo, i movimenti non armoniosi che potrei fare... cosa potrebbe pensare della mia inesperienza? Apparirò come un disadattato.

Lightspeed80

01110101 01101110 01100101 01101101 01110000 01101100 01101111 01111001 01100101 01100100 00100000 01110111 01101001 01110100 01101000 00100000 01100001 00100000 01110000 01101000 01100100

  • Send private message

22

Yesterday, 11:17pm

Sono single per scelta e per indole: in 40 anni non ho mai avuto una relazione sentimentale né rapporti sessuali.

Non vivo questa condizione con particolare disagio o inquietudine e non mi sforzo di modificarla perché dal mio punto di vista non è un problema. Probabilmente per altri uomini la situazione è diversa ma a me la mancanza di una partner non nuoce nè sul piano fisico nè su quello psicologico.

Qualcuno potrebbe classificarmi come asessuale; in realtà sono un eterosessuale “teorico”, privo di una forte libido e poco - o per niente - voglioso di passare alla pratica. Da adolescente forse avrei potuto baciare qualche coetanea, più che altro per curiosità e per sperimentare una sensazione nuova, ma non mi sarei spinto oltre, non vedendone la necessità.

Come ho già accennato in un altro thread, nelle donne apprezzo numerose qualità tra cui l’intelligenza, la sensibilità, la grazia, il fascino e la bellezza... eppure NON avverto l’esigenza di corteggiare ragazze, di cercare una compagna o di fidanzarmi.

Il mio comportamento “evitante” non è determinato da una carenza di autostima; sono riservato e per molti aspetti introverso ma non timido o insicuro. E non dipende neanche dal timore di essere respinto o da un atteggiamento ostile e pregiudizievole nei confronti del genere femminile, bensì da una scarsa propensione per le esperienze amorose ed erotiche, che esulano dalla sfera dei miei interessi e comunque mi sembrano difficili da gestire, in quanto basate su dinamiche troppo irrazionali e imprevedibili. Tale convinzione si è ulteriormente rafforzata in seguito alla lettura di alcuni threads su questo forum: infatti ho appreso che persino un banale e apparentemente innocente Like su Facebook può generare dubbi, fraintendimenti e sospetti.

In ogni caso non riuscirei ad adattarmi bene alla vita di coppia e tanto meno ad una convivenza, perché ho bisogno di una notevole autonomia e del rispetto dei miei spazi e delle mie abitudini. Considero importanti i legami familiari e le amicizie, quando sono autentiche, ma vivere con un’altra persona, fosse pure la più gentile ed educata del mondo, comporterebbe una significativa riduzione della libertà e della privacy che ho guadagnato quando sono andato ad abitare da solo. Un conto è frequentare i miei genitori, andandoli a trovare a casa loro (un appartamento a poca distanza dal mio, nello stesso condominio) un altro condividere l’ambiente domestico con una donna di cui non sono neppure consanguineo. Anche l’idea di svolgere molte attività insieme, ad esempio uscire tutti i fine settimana, fare shopping o andare in vacanza, mi lascia perplesso.

Gli incontri occasionali, che prevedono effusioni e contatti intimi con conoscenti superficiali (o addirittura con estranee! 8| ) mi attirano ancora meno di un rapporto stabile e duraturo e suscitano in me una certa diffidenza*.

Ho una personalità schizoide, che limita il mio coinvolgimento emotivo, mi rende più distaccato dalle passioni rispetto alla maggior parte delle persone e mi induce a preferire la razionalità e la logica al romanticismo e all'avventura.

Questo disturbo affligge** soltanto una piccola percentuale della popolazione ed è un bene che sia poco diffuso: se l'eccezione si trasformasse in regola e lo stimolo (biologico e affettivo) ad instaurare relazioni di coppia venisse meno la specie umana rischierebbe di estinguersi nel giro di una generazione.

* La grande popolarità di App e siti di appuntamenti ha anche un lato oscuro che talvolta viene sottovalutato. Non voglio addentrarmi in un lungo discorso e andare fuori tema; in questa sede mi limiterò ad osservare che incontrare degli sconosciuti può essere pericoloso, soprattutto per i soggetti più giovani e fragili.

** Non so se "affliggere" sia un verbo appropriato: io percepisco la personalità schizoide più come un modo alternativo di essere che come una patologia, perchè non ha un impatto negativo sulla mia qualità di vita, non mi toglie la serenità e non mi crea fastidi, a differenza del disturbo ossessivo-compulsivo.

This post has been edited 2 times, last edit by "Lightspeed80" (Today, 1:13am) with the following reason: Dimensioni font note


Lightspeed80

01110101 01101110 01100101 01101101 01110000 01101100 01101111 01111001 01100101 01100100 00100000 01110111 01101001 01110100 01101000 00100000 01100001 00100000 01110000 01101000 01100100

  • Send private message

23

Today, 12:29am

Post Scriptum:
Ho pubblicato un lungo post, che in parte ripete cose già scritte altrove, perchè il thread è rivolto agli over 35 che non hanno mai avuto un partner e io appartengo a tale categoria, ma NON mi propongo come "esempio" o "modello" da seguire. Al contrario, mi considero un caso piuttosto atipico. Ogni persona ha un vissuto diverso, irripetibile e unico. Ciò che può andare bene al sottoscritto può - comprensibilmente e legittimamente - essere del tutto insoddisfacente per molti altri.

E poi pensate alle possibili conseguenze... :crazy:
SE tutti fossero come me il mondo si trasformerebbe in una società di nerds che si riproducono soltanto per clonazione e allevano propri simili con cui giocare a D&D, discutere dei libri di Tolkien e guardare film di fantascienza. Non ci sarebbero più scenate di gelosia né tradimenti di partner né divorzi ma comunque non si raggiungerebbe la perfetta armonia: nascerebbero faide tra Orchi ed Elfi e continui battibecchi tra fans di Star Trek e seguaci di Star Wars.