Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

16

Friday, June 1st 2018, 1:17pm

Ennesimo esempio: ieri ho rivisto una ragazza che mi piace moltissimo.
E' una situazione un po' paradossale, poiché con lei c'è già stato qualcosa - è scattato un bacio, in più d'una occasione - ma la situazione non è mai decollata per vari motivi (non ultimo il fatto che è appena uscita da una storia che l'ha ferita parecchio; già, un classico!).
Ecco: ieri mi sentivo come un liceale (timido) al ballo di fine anno (ok, attingete all'immaginario statunitense, visto che da noi 'ste cose non esistono).
Con la consapevolezza che quella sarebbe stata l'ultimissima occasione di vederla, in assouto.

La sua vicinanza mi inebriava e (come al solito) mi pareva di fosse "calore" anche da parte sua, ricercando spesso il contatto fisico, standomi molto vicina e così via.
C'è stato un momento, un unico momento, in cui sostanzialmente eravamo soli, a buona distanza dal resto del gruppo.
Pareva l'occasione ideale quantomeno per provare a baciarla di nuovo (una cosa che non capita da mesi).
Purtroppo, però, ho aspettato troppo a "lanciarmi" e il momento è passato.

Ci hanno raggiunto gli altri amici e, naturalmente, quel momento di "tensione" si è via via affievolito.
Oggi, naturalmente, mi mangio le mani, anche perché so per certo che difficilmente la rivedrò.
Quello spiraglio che s'era apparentemente aperto tra le sue barriere si è richiuso, e non sono riuscito a ricreare quel momento.

Io non penso che questa sia la donna della mia vita, e penso che se una persona è interessata a te in qualche modo non esistono "momenti sbagliati" (nemmeno appena dopo una rottura sofferta).
Però, cacchiarola se mi piace!
Se desidero vederla, se ci sto male quando non c'è, se penso e ripenso a lei qualcosa inequivocabilmente la provo, e vorrei vivermela per quel che possa valere.
E sento che anche in lei c'è ancora qualche scintilla di quella fiamma che ci ha fatto rapidamente arrivare al bacio poco tempo dopo esserci conosciuti.

Il problema però è che ieri era l'ultimo giorno del corso che frequentavamo, d'ora in avanti non credo che riuscirò a strapparle "a freddo" un'uscita.

Sticazzi, mi passerà pure questa, però intanto ieri avrei potuto vivermi un momento intenso con lei (fosse anche un "semplice" bacio, che tanto desidero darle nuovamente) e invece no, perché non ho "osato".

Questo è ciò che odio di me: il non riuscire, il più delle volte, a "cogliere l'attimo" con una ragazza nonostante mi stia lanciando segnali, se non inequivocabili, quantomeno molto promettenti.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,347

Activitypoints: 19,369

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

17

Friday, June 1st 2018, 2:30pm

la prossima volta baciala...niente scherzi!
She is so beautiful
I've got no words to describe

18

Saturday, June 2nd 2018, 5:18pm

scusami, eh.
Capivo l'800 e le problematiche che creava comunicare solo col telegrafo, ma ormai, esistono i telefoni.
Esistono i social network, non credo che sia esattamente "introvabile".
Smettila di piangere sul latte versato e datti una bella scrollata: invitala ad un caffè, a vedere un film, qualcosa di "neutro" ma non troppo.
Visto quello che c'è stato, dubito che ti dia un no secco.
Su, coraggio!

Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

19

Sunday, June 3rd 2018, 3:27pm

scusami, eh.
Capivo l'800 e le problematiche che creava comunicare solo col telegrafo, ma ormai, esistono i telefoni.
Esistono i social network, non credo che sia esattamente "introvabile".
Smettila di piangere sul latte versato e datti una bella scrollata: invitala ad un caffè, a vedere un film, qualcosa di "neutro" ma non troppo.
Visto quello che c'è stato, dubito che ti dia un no secco.
Su, coraggio!


Forse non mi sono spiegato: quando siamo a distanza il discorso cambia.
Tra i mille impegni (soprattutto per il lavoro che fa) e il fatto di essere uscita da poco da una storia deludente, al momento è molto refrattaria ai miei tentativi di vederla al di fuori del corso.
Quando ci vediamo al corso, invece, si instaura una chimica che probabilmente necessita solo di un sostanziale spegnimento dei neuroni (da parte di entrambi) affinché ci lasciamo andare.

Questo non significa che non possa scriverle anche in questo momento e proporle un'uscita, o addirittura di dirle ciò che penso o provo al riguardo (se voglio, so essere molto diretto e schietto).
E non sto dicendo che non lo farò.
Dico solo che l'effetto sarà decisamente diverso, e questo perché qualche carattere QWERTY e qualche emoji non possono sostituire l'elettricità che percepisco dal vivo.

Ci sono momenti e situazioni più favorevoli, ed altri meno favorevoli.
Ed io giovedì me ne sono lasciato sfuggire uno che prometteva davvero molto bene :dash: :rolleyes:

equilibrio?!

Utente Attivo

  • "equilibrio?!" is male

Posts: 46

Activitypoints: 206

Date of registration: Sep 28th 2012

  • Send private message

20

Tuesday, July 17th 2018, 7:45am

Geniale :thumbup:


Sti tre poi... :D



5. Non riuscite a scegliere una persona in particolare
Siete talmente "choosy" che non vi va mai bene nessuna (o nessuno). Anche inconsciamente trovate sempre qualche aspetto che vi frena nel lasciarvi andare persino con quelle ragazze (o ragazzi) che sembrano ben disposte nei vostri confronti. E questo perché, probabilmente, nel vostro DNA (vedi punto 3) parte automaticamente uno stupido film in cui vi vedete già infelicemente sposati con questa PincoPallina, quando magari vuole (legittimamente) solo farsi una bella cavalcata, almeno per iniziare.
E voi, sciocchi, andrete in bianco anche stasera.

6. Reprimete i vostri istinti (probabilmente perché siete "troppo educati")
Ok, questo punto è strettamente correlato al primo ma voglio andare un po' più a fondo.
Anche in voi c'è un animale selvaggio che freme dal desiderio di sbattere al muro quella brunetta che vi lancia occhiatine licenziose, ma probabilmente provenite da una cosiddetta "buona famiglia" che vi ha cresciuto con valori come il rispetto, lo "stare al proprio posto", il non parlare in maniera volgare e così via. Tutto molto giusto, almeno nei salotti della Londra vittoriana. Ma tutto questo, per quanto vi renda affascinanti e rispettati nella vita quotidiana, sul lavoro e pressoché ovunque, in realtà costituisce una struttura mentale difficile da scavalcare (il famoso "Super-Io" di cui parlava Freud) al fine di lasciare libero sfogo alla parte più istintiva (l'"Es", sempre per Freud).
Non voglio adagiarmi sui cliché, ma un po' è vero che i "cattivi ragazzi" e le "cattive ragazze" hanno più fascino, se non altro perché sono più spigliati e liberi da catene mentali.
Non dico che bisogna essere str*nzi sul serio, ma magari ogni tanto qualche libertà verso se stessi è giusto prendersela. Anche perché, su, i bacchettoni e le principessine sono noiosi.
E invece.

9. Volete scopare oggi stesso, ma di fatto sognate il grande amore
Ed eccoci alla motivazione vera e propria, che in pratica abbraccia tutte le altre.
Siete stati innamorati nella vostra vita, o comunque avete sentito le famose farfalle nello stomaco, quel senso di profonda connessione o quantomeno di sufficiente fiducia nei confronti di un'altra persona, e desiderato esattamente quello.
Senza una forte motivazione a spingervi di fatto vi rompete le p*lle di provarci con PincoPallina, anche in nome di una sana e sincera sessione di ginnastica.
E senza un feeling sufficiente, senza quel minimo di complicità, di confidenza e di fiducia nei confronti della ragazza (o ragazzo) che pur vi attizza, non vi sentite a vostro agio all'idea di rompere il ghiaccio con lei, di contattarla, di proporle di uscire, di provare a baciarla, di spogliarvi davanti a lei, di condividere la vostra o la sua camera da letto e così via.
Solo quando avete un briciolo di connessione emotiva le cose vi sembrano più naturali, solo che...

VittorioT

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: May 7th 2019

  • Send private message

21

Tuesday, September 18th 2018, 10:03am

11: quelle che conosco in chat abitano sempre troppo lontano, non voglio ospitare nessuna a casa mia, odio viaggiare e non vale la pena perdere tempo solo per una botta e via.
In realtà mi riconosco parzialmente in qualche altro profilo, ma non è così determinante: non mi farei problemi ad andare con una geograficamente vicina (a patto che mi prenda mentalmente e che non debba pagare) solo per sesso occasionale, così come non rinuncerei ad approfondire la conoscenza nel tentativo di iniziare una relazione sentimentale.

Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

22

Friday, June 14th 2019, 4:00pm

Dopo un anno la mia situazione non è cambiata :rolleyes:
Mi ci avvicino sempre di più, sempre di più, sempre di più... ma ad oggi non ho ancora fatto sesso.
Quantomeno, non sesso penetrativo.
Se si escludono dei ritorni di fiamma con una mia ex (comunque senza sesso penetrativo), con tutte le ragazze che ho frequentato quest'anno (non poche, devo ammettere) avrei avuto mille chance, e invece non riesco mai ad andare oltre un certo punto.

Ogni situazione è diversa, ma la costante è che seppure con alcune (giusto un paio) sia addirittura arrivato a condividere il letto (cosa già molto "in là", per me), non siamo mai andati oltre un po' di petting.

Il sesso continua ad essere qualcosa di incomprensibile, per me.
Quello penetrativo, poi, mi fa venire ansia al solo pensarci.

Avrei bisogno di incontrare qualche ragazza più intraprendente e soprattutto comprensiva, alla quale potermi aprire e dirle "Guarda, sono praticamente un novellino ed è bene che tu lo sappia".

Ma ad oggi non l'ho ancora incontrata, e il sesso per me continua ad essere qualcosa che mi attira molto in senso astratto, ma che mi crea molti disagi sul piano concreto, per un mix di motivi elencati nel post di apertura.

arianna73

Utente Avanzato

Posts: 826

Activitypoints: 2,492

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

23

Friday, June 14th 2019, 4:23pm

Kylo, penso sempre che una buona dose delle tue ansie derivi dall'enorme sopravvalutazione della questione "esperienza(età".
Quando alla maggior parte delle donne quello che "serve" per stare bene anche sessualmente con un uomo è che questi riesca a porsi in relazione con loro - proprio loro, non la proiezione delle sue-di lui ansie e bisogno di certezze, conferme, rassicurazioni etc.
E quando dico questo "porsi in relazione" non intendo affatto grandi amori, promesse nuziali, premesse tipo "ho intenzioni serie".
Quel tipo di comunicazione che scalda l'atmosfera e mette tutti e due a proprio agio, che non scatta facilmente e automaticamente, ma certo le si mettono un bel po' i bastoni fra le ruote se ci si concentra sulle proprie "abilità" sotto giudizio :)

Per il resto grazie per aver rispolverato questo thread, mi sono sinceramente divertita a leggerlo e penso ancora di più che se usassi la metà dell'energia e dell'autoironia che metti nell'analizzare i tuoi blocchi per fare un passettino verso la ragazza che hai davanti davvero e non lo spauracchio-ansia-da-prestazione che le fai recitare, ti sentiresti quantomeno un po' più sereno :)

le mie ragioni per non scopare sono altre, ma stasera io sarò l'11ma ragione per cui non scoperà un ragazzo che si è intestardito a frequentarmi :D , spero la serata si concluderà sufficientemente presto da permettergli di "recuperare" con altre candidate ;)

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,347

Activitypoints: 19,369

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

24

Friday, June 14th 2019, 8:11pm

Anche io nel club dei "non scopanti" :roftl:
She is so beautiful
I've got no words to describe

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 245

Activitypoints: 650

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

25

Friday, June 14th 2019, 10:46pm

Come diceva qualcuno non vorrei mai far parte di un club che mi accettasse tra i suoi soci... ma per voi farò un'eccezione! :prrr:

Io sono sostanzialmente nella stessa situazione di Kylo, ma con una trentina d'anni di più e dopo due relazioni consecutive per un totale di venti anni.
Ma mio equilibrio psicofisico è cambiato solo di recente: dopo gli ultimi anni con pochissimo sesso, dopo la difficoltà della separazione - con ancora strascichi più che importanti - e dopo l'attesa batosta del ritrovarsi soli (per me porta aperta alla depressione) e dopo mesi e mesi di desiderio sessuale senza meta o peggio frustrato dalle chat, che funzionano bene solo per chi sa già esattamente "cosa" vuole del tutto indipendentemente da "chi", ho finalmente deciso che basta.

Cioè non basta sperare, ma basta pensarci.

È assolutamente vero, il sesso senza un'intesa profonda (che può essere anche la porta spazio-temporale di un'ora o due) lo trovo inutile e faticoso.

Non so se sono demisessuale, ma di certo non sono un genitale, e non lo sono mai stato.
La tanto agognata penetrazione la vedo come la ciliegina su di una torta che ti mangi con avidità... può essere divertente allora sbafarsi anche tutte le ciliegine... ma un pacchetto di ciliegine mi ha sempre disgustato, non fa per me.
Ok.
È così.
Lo accetto.

Ora devo conoscere più gente, frequentare di più gli amici - che con la coppia "piccioncini" prima e con la coppia in crisi poi sono stati messi da parte - e voglio dedicare tutte le energie fisiche e mentali a me stesso, a rinsaldare la mia dignità e la mia autostima, nella convinzione che solo una persona equilibrata può attirare persone equilibrate.
Di certo, negli ultimi tempi, quando mi incazzavo perché il mio sacrosanto bisogno di "tenerezza" non era mai soddisfatto - non trovando o, peggio, trovando - portavo al mondo un me nevrotico e incazzato che forse per primo non avrebbe saputo davvero aprirsi e apprezzare quel che c'era.

"Pretendere" qualcosa è il modo migliore perché il mondo ti risponda col gesto dell'ombrello.

"Aprirsi" davvero e senza difese è infinitamente più difficile e rischioso, ma la posta in gioco vale la pena.

Spero che questo stato d'animo rimanga e si consolidi.
Non me la sento di consigliarlo a nessuno, perché ci si può arrivare solo da soli.

E complimenti Kylo per la tua straordinaria ironia, sembrerebbe una via super-privilegiata per instaurare nuovi rapporti nel modo migliore!
Forse che allora non sia terminato il momento in cui ti serviva raccontarti?
Forse che a questo punto non potrebbe essere meglio che ti vivi le cose tra te e te, cercando di "sentirle" profondamente nel corpo, invece di confermare così una tua identità "da imbranato" che sotto sotto ti gratifica?
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

Kylo

Utente Attivo

  • "Kylo" started this thread

Posts: 104

Activitypoints: 392

Date of registration: Dec 28th 2015

  • Send private message

26

Saturday, June 15th 2019, 12:49pm

Ragazzi e ragazze, vi ringrazio per i complimenti e per gli incoraggiamenti! ;)
Non vorrei peccare di superbia (lungi da me!), ma con il massimo candore vi confermo che l'ironia (soprattutto "auto-") e la capacità di far ridere non mi sono mai mancate. Anzi: mi hanno da sempre caratterizzato.

Tutti mi considerano una persona brillante, un animale sociale, e pochissimi (quelli che mi conoscono più a fondo) sanno che sotto sotto sono un timidone insicuro con tutto un mondo (sentimentale e sessuale) da scoprire.
Sarà per questo che le ragazze magari si aspettano che sia io a fare le mie "mosse"? Chissà. Forse dovrei comportarmi più da timidone :)

Scherzi (?) a parte, mi allaccio soprattutto a quanto detto dalla cara arianna73 (ormai la mia lettrice #1!): forse più che esperienza dovrei usare la parola abitudine.

Non sono abituato all'intimità in generale, al sesso in particolare.
E al sesso penetrativo meno che a tutto il resto.

Questa poca o nulla abitudine fanno sì che io viva lo stare con una ragazza più come un continuo domandarmi quale sia la prossima cosa giusta da fare, piuttosto che lasciarmi andare.

Penso che il 99% dei maschi etero escano la sera, specie il weekend, con la speranza (anche remota) di tornare a casa con qualcuna (o di andare a casa di qualcuna).
Al momento, mi "conforta" di più l'idea di tornarmene da solo nel mio letto, nel mio relax, nel mio agio, piuttosto che con qualsiasi bella ragazza possa conoscere.

Poi magari esco e vedo decine di ragazze (nei locali, nelle feste, nei gruppi di amici o semplicemente in giro) che mi fanno sangue, che trovo super-eccitanti e che istintivamente mi fanno impazzire gli ormoni, e in quel caso vorrei poter liberare l'istinto che è in me.
Ci riesco, quando ci riesco, ballando, flirtando, ma so che poi me ne torno nella mia confort zone.

Per questo mi domando sempre se sbaglio a non vivermi certe situazioni fino in fondo (anche perché, ragà, è vero che nessuno ci corre dietro ma il tempo vola e un giorno potrei non essere più molto attraente, o potrei anche avere disfunzioni sessuali dovuti all'età), o se semplicemente faccio bene a seguire i miei stati d'animo, anche se questi stati d'animo non vanno quasi mai oltre il flirt o il bacio.

Sono pochissimi i casi in cui una ragazza mi eccita così tanto, e c'è così tanta sintonia tra noi (anche immediata, nata lì per lì), da riuscire a dimenticare ogni blocco mentale.

arianna73

Utente Avanzato

Posts: 826

Activitypoints: 2,492

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

27

Saturday, June 15th 2019, 1:19pm

Di male in peggio :D con la parola "abitudine" ti infogni nella paranoia sempre più :D
Se ci si "abitua" al sesso penetrativo come preferisci catalogare, o ad avere una ragazza random nel letto, non è che sia segno di tutto sto divertimento ed eccitazione eh ...io non faccio la stizzacervelli quindi il bisogno di rassicurazione non posso esplorarlo e risolverlo, penso solo che dovresti assecondare quello che senti senza ammorbarti di tutti questi giudizi.
Almeno prova per un periodo a non farti queste sovrastrutture piuttosto pesanti,senza sentire il ticchettio dell'orologio prostatico (cioè hai la fortuna di non avere l'ossessione di quello biologico che tocca alle donne e ti crei fantasmi sulle future defaillances? :D ) e fai-non-fai quello che ti fa sentire a tuo agio davvero.
Ah, ironia e timidezza a braccetto sono sexy. Te l'ho detto pure altre volte, secondo me se ti "disarmi" un po' va solo meglio.

Che poi il mondo è bello perché è vario. Il ragazzo che ieri con me ha passato una piacevole (e ovviamente castissima ) serata ha un paio d'anni in più di te e il problema opposto. "Quaglia" pure troppo ma si affligge di non riuscire a vivere sentimenti "profondi" malgrado lo desideri e sia un animo galante :rolleyes: (imho: è vero che è uno degli ultimi giovani uomini galanti del pianeta, ma povero, a sfarfalleggiare ci sta comodissimo :D)

edit:

Citato

nella convinzione che solo una persona equilibrata può attirare persone equilibrate

Luca quanto hai ragione. (anche se ieri fra gelato e patatine fritte il giovane Antoine Doinel mi ha esposto la sua teoria del tutto opposta, affascinante ma troppo giovane: per me troppa fatica!)

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" is male

Posts: 1,452

Activitypoints: 4,081

Date of registration: Mar 25th 2010

Occupation: Pucci

  • Send private message

28

Saturday, June 15th 2019, 11:05pm

È una lista simpatica :D
Rimandendo più sul serio però: che cosa se ne fa un uomo di ina donna che desidera essere corteggiata?
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

arianna73

Utente Avanzato

Posts: 826

Activitypoints: 2,492

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

29

Sunday, June 16th 2019, 12:22pm

Si diverte! Molti uomini , piuttosto energici, amano la fase del corteggiamento. Li diverte e li gratifica.
Per quel che riesco a ricordare di quando non ero un'ameba a-libidica come ora , anche a me divertiva e gratificava il gioco della seduzione.

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" is male

Posts: 1,452

Activitypoints: 4,081

Date of registration: Mar 25th 2010

Occupation: Pucci

  • Send private message

30

Sunday, June 16th 2019, 1:39pm

Diverte anche me; quando gioco nel bdsm.
Fuori dal momento ludico sessuale lo trovo, personalmente, patetico per uomo e donna.

Mi piace il tuo "piuttosto energici"...fa capire molte cose.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll