Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

91

Sunday, February 4th 2018, 10:33pm

Mi spiace Aiden: grazie per avermelo fatto notare.

Per me è difficoltoso leggere i vostri post, spesso li ricopio per poi cancellare le parti alle quali rispondo.

Quindi comprendo la situazione inversa.

Adesso ho scritto cosi: magari poi nei prossimi proverò ad accorpare le frasi.

Son anche disgrafico quindi fatico e spesso devo correggere numerose parole nelle quali "mischio" le lettere(La mente di ciascuno di voi riuscirebbe a leggerle lo stesso: meccanismo comune a chiunque o quasi, ma ne verrebbe fuori un post esteticamente bruttino)
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,997

Activitypoints: 9,499

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

92

Monday, February 5th 2018, 5:01am

Ti chiedo scusa allora, non lo potevo sapere

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

93

Sunday, February 11th 2018, 1:42am

Polemiche a parte ci tengo a fare il nome della pagina Facebook dei genitori di un bambino che il 29 agosto del 2016 (a 5 anni di età) ha fatto il richiamo per i seguenti vaccini :

MMR (Morbillo / Parotite / Rosolia)

SALK (Antipolio)

DTPA (Difterite / Tetano / Pertosse)

Sette in un colpo solo.

Dopo 2/3 giorni (questo lo scrive la madre che pubblica il video) è letteralmente perso con lo sguardo nel vuoto.
Nei 4 video precedenti pubblicati sulla pagina il bambino a neanche quattro anni cantava, scherzava con la sorellina, parlava, interagiva, rideva.

La pagina Fb si chiama "Christian E la sua storia". In molti di questi video Christian muove la testa a scatti e in molti altri piange ininterrottamente e, quando riesce, a distanza di più di un anno e mezzo, dice a malapena una frase biascicata a fatica. Una regressione improvvisa rispetto a com'era prima.

Una regressione impressionante da vedere nel video, la madre gli rivolge diverse domande e il bambino sembra ipnotizzato, non risponde, ha lo sguardo perso nel vuoto.

Questo accade dopo 2/3 giorni dalla somministrazione di 6 vaccini, la madre dice di averlo messo a letto che era ancora lui e di aver svegliato un altro bambino.

Come si può continuare a credere che i vaccini non comportino rischi o, peggio ancora, ignorare completamente un problema simile ?

95

Sunday, February 11th 2018, 12:26pm

Argomento delicatissimo quello sui vaccini Andrea.

Servono : non sono contro i vaccini ne lo sarò mai.

Occorre però prudenza e controllo.

Mancano entrambe.

Tanti in un arco di tempo non lungo e senza valutare che andranno inoculati a bimbi piccolissimi e forse (forse) troppi (forse alcuni un dippiù over norma).

E la loro "purezza " scevrità da inquinanti sia da porre all'attenzione dei virologi.

Purtroppo almeno in Italia abbiamo un Ministro che non mi pare sia medico.
Quei ruoli andrebbero assegnati solo a medici.

Poi quello che manca son in controlli preventivi sui bimbi: li possono sopportare, non tutti son uguali.

*Sia chiaro e indiscutibile: le vaccinazioni hanno salvato e salvano milioni di vite e debellano malattie devastanti.

Nei forum dove si tratta di autismo si dava erroneamente un causa effetto vaccini /autismi.
Cosa ampilissimamente smentita.

NON lo causano affatto.

Sul troppi siamo d'accordo: ma il tutto va valutato da persone qualificate esperte in tal tematiche, spesso invece interviene la stampa e le paure che ingenera.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

96

Sunday, February 11th 2018, 8:45pm

Taigi, tu dici:

"Servono: non sono contro i vaccini ne lo sarò mai."

E nemmeno io sono mai stato aprioristicamente contro i vaccini.

Mi chiedo però una cosa, mi chiedo come mai fino all'anno scorso, quando i vaccini obbligatori per legge erano ancora solo quattro (Difterite, Tetano, Antipolio Epatite B) già si utilizzava un esavalente che obbligava i bambini a 6 vaccini. Cioè i 4 obbligatori + quello per la Pertosse + quello per la Heamophilus B.
il nome commerciale è Infanrix Hexa, leggi cosa succedeva nel 2003:

"Il tribunale di Pesaro ha pronunciato una sentenza storica per l’Italia. Una famiglia, la cui bambina era deceduta di Sids (“morte in culla”) a pochi giorni dalla vaccinazione con l‘Esavalente, si è vista riconoscere un risarcimento di 200.000 euro più un vitalizio di circa 700 euro al mese ed un ulteriore indennizzo ancora da quantificare.

La battaglia legale è andata avanti fra rinvii, appelli e ricorsi. Alla fine il tribunale ha ritenuto che che la morte della minore sia da attribuire alla somministrazione del vaccino. La notizia è presente su diverse testate giornalistiche fra cui il Viverepesaro e Resto del Carlino che riporta le parole dell’avvocato della famiglia, Luca Ventaloro:
“La bambina iniziò ad accusare molto presto una serie di sintomi ricollegati alla vaccinazione. Dolori articolari continui, totale inappetenza, sovvertimento del rimo del sonno/veglia. Alla morte avvenuta durante il sonno fece seguito l’autopsia che stabilì che la causa finale era stata una polmonite interstiziale. Il vaccino esavalente era stato composto da antipolio, una difto-tetanica, anti epatite B, anti pertosse e antiemofilo.”
Questo vaccino, il cui nome commerciale è Infanrix Hexa è usato anche in Italia per vaccinare i bambini già dal 2°-3° mese di vita, In quasi tutta Italia il vaccino esavalente (un’unica fiala vaccinale contro 6 germi) è stato silenziosamente imposto scalzando i 4 vaccini prima disponibili e i genitori si sono trovati obbligati, senza alcuna legge dello Stato, a somministrare ai loro figli 6 vaccini contemporaneamente invece dei 4 obbligatori. Ciò è accaduto nonostante si sappia che il rischio che un bambino ha di subire danni da vaccino è tanto maggiore quanto più il bambino è piccolo e tanto è maggiore il numero di vaccini somministrati contemporaneamente."

Oggi invece, alle quattro vaccinazioni già obbligatorie prima (Difterite, Tetano, Poliomelite ed Epatite B) si aggiungono quelle per Pertosse ed Heamophilus B (Esavalente Infanrix Hexa). Più i vaccini per Morbillo, Parotite e Rosolia (la trivalente Mpr) + Varicella e Meningococco B e C.

C'è un'altra sentenza riguardo lo stesso 'esavalente ed è quella che condanna il ministero della salute a versare per tutta la vita un assegno bimestrale a un bambino di 9 anni diventato autistico a causa dello stesso Vaccino somministratogli nel 2006 (Infanrix Hexa Sk prodotto da GlaxoSmithKline)

Il Tribunale del Lavoro di Milano ha affermato l’esistenza di un nesso causale tra quel vaccino Ie l’autismo, e condannato appunto il Ministero della Salute che aveva adottato quel farmaco.
Quel farmaco era già stato tolto in altri 19 paesi europei. Da noi invece, nonostante il Ministero della salute sia stato condannato a risarcire, quell'esavalente ora contempla 6 dei 12 vaccini diventati obbligatori col decreto.

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

97

Sunday, February 11th 2018, 10:17pm

Una sentenza definitiva che ha condannato il Ministero della Salute, quindi non lo dico io Taigi, leggi :

http://www.repubblica.it/salute/medicina…cino-101357013/

98

Sunday, February 11th 2018, 11:45pm

Ciao Andrea !

Te ne scrivo dopo anni (tanti) che combatto post di persone che continuano a perseverare su non verità nesso/causalità tra vaccini e autismo ad esempio.

Il che non corrisponde al vero: i vaccini non causano autismi.

§
So che tu sei sempre in buona fede quando scrivi.

L'esempio era indipendente da quelli da te posti.
§
Penso che se i vaccini siano "Puliti"cioè, liberi da sostanze estranee ad essi (inquinanti) e se vengono prescritti in maniera assennata,non mi trovi in disaccordo con l'immunizzare da malattie fino a eradicarle completamente .

Al di la delle sentenze: penso non sia sbagliato anche se(mi spiace scriverlo , ma siamo in Italia) imporne 10/12, se per controvalore si eradicano malattie pesanti, anche quelle che a noi paiono siano normali (esempio: morbillo,dove anche la Germania lo rende obbligatorio)...

Mi spiace scriverlo perchè qui le raccomandazioni non si rispetterebbero, in altri Stati invece si.

Qui anche per scrivere che un qualcosa sia vietato si deve scrivere"è rigorosamente vietato".

Tempo fa ho dovuto spiegare la differenza a due stranieri: mi chiedevano che differenza ci fosse!

Se una cosa è vietata lo è e basta.

Se una norma è a tutela della collettività questa non andrebbe disattesa.

La Legge ha sempre previsto un risarcimento per i danni da vaccino (se dimostrati).

I danni da vaccino ci saranno anche nel migliore dei casi: 1 su..............

ma i vantaggi saranno spropositatamente di più rispetto ai danni potenziali da vaccini.

Se la Nazione dove viviamo ne indicava 10/12 e le altre no, non credo che sia la Nostra Nazione a sbagliare.

Sbaglia quando non fa controlli, o sbaglia quando nomina Ministro un non medico.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

99

Monday, February 12th 2018, 4:40am

Okkèy Taigi, allora permettimi di farti una domanda provocatoria, quella minima percentuale di bambini che si ammalano anche se minima non dovrebbe esistere secondo noi ?

Perchè il problema che si pone è che se ci fosse anche un solo caso ogni 10milioni di bambini vaccinati, quella percentuale, seppur minima, non potrebbe in ogni caso sfuggire alla morte, nè all'autismo, nè a qualunque altro problema vaccino/indotto se, ed è così, per legge i genitori sono di fatto obbligati a sottoporre i figli a un Trattamento Sanitario Obbligatorio o, in alternativa, pagare 7500 euro all'anno fino a che lo stato non tolga ai genitori negligenti la potestà del figlio per vaccinarlo con la forza prima di affidarlo a un'altra famiglia.

100

Monday, February 12th 2018, 12:42pm

Okkèy Taigi, allora permettimi di farti una domanda provocatoria, quella minima percentuale di bambini che si ammalano anche se minima non dovrebbe esistere secondo noi ?

Perchè il problema che si pone è che se ci fosse anche un solo caso ogni 10milioni di bambini vaccinati, quella percentuale, seppur minima, non potrebbe in ogni caso sfuggire alla morte, nè all'autismo, nè a qualunque altro problema vaccino/indotto se, ed è così, per legge i genitori sono di fatto obbligati a sottoporre i figli a un Trattamento Sanitario Obbligatorio o, in alternativa, pagare 7500 euro all'anno fino a che lo stato non tolga ai genitori negligenti la potestà del figlio per vaccinarlo con la forza prima di affidarlo a un'altra famiglia.


Andrea dipende da come ci si ponga delle domande.
1) Anche una sola vita è sacra
2)Lo sono tutte le vite
3)La logica del vaccinare consiste nell'eradicare nel lungo termine, lungo termine condizionato da un fattore oggettivo: la disparità sia economica che educazionale delle varie Nazioni nel Mondo.
Le disparità son enormi, se analizzi a mente fredda la situazione e confronti i dati statistici, ti rendi conto di quanto finora la medicina ufficiale ha fatto per l'Umanità intera.
Descrivo di disparità poichè queste oltre a incidere direttamente e indirettamente sulla mortalità neonatale, rendono queste tempistiche di lunga durata, questo a discapito di tutti.
Andrebbe messa in atto una scelta: non far pagare ai Governi e anche li rendere obbligatorie le vaccinazioni.
4)Il problema etico che ti poni parte da un ragionamento apparentemente indiscutibile: la vita anche di una sola persona.
Ma è mal posto, cioè, interpolato male.
La problematica della morte di uno e la non morte di milioni di bimbi nel lungo termine.
5)Pensare che non abbiano effetti potenzialmente pesantissimi su una percentuale anche limitatissima di individui sarebbe irreale, illogico, e nessuno scienziato o casa farmaceutica , Governo potrebbe mai sostenere il contrario.
Il rischio morte/danni anche gravi è messo sempre in conto.
6)L'Italia obbliga: altri non obbligano.
Comunque rendono impossibile scegliere diversamente.
Non è assolutamente un atto libertario questo.
Ma qui che vaccinerebbe i propri figli se non obbligato a farlo?
Una percentuale minima di genitori, e solo verso malattie che "loro" valutano come pericolose.
uno dei punti che non consideriamo è che tutto questo di cui discutiamo è un settore estremamente tecnico,del quale conosciamo solo poco se non pochissimo, e non capiamo alcune cose: ne potrebbero discutere degli immunologi.
7) tempo fa ho letto un post di un medico.
Nessuno mette in dubbio il numero di ruote necessario all'atterraggio di un aereo: nessuno si interroga se magari levandone alcune si attererrebbe ugualmente e senza danni.Nessuno si pone la domanda di quanti piloni e strutturazione debba sostenere un ponte che consente il passaggio di milioni di auto ...
ma si mettono in dubbio alcune scelte sulle quali non consociamo abbastanza (non siamo immunologi), ne studiosi in tal senso (cioè possiamo addentrarci in ragionamenti complessissimi).
Mi potrai scrivere che la maggior parte degli specialisti che prescrivono farmaci conoscano ben poco di farmacologia ed i farmaci li si prescrivano su base statistica o di indottrinamento/condizionamento delle case farmaceutiche che spingono per l'uso spesso smodato di una classe di farmaci piuttosto che un altra
(con giustificazioni anche queste apparentemente coerentissime: selettività d'azione e minimi effetti collaterali.Poi si scopre che valutando le statistiche nell 'una ne l'altra cosa si verifica se non sulla carta, e gli studi di revisione ne attestano l'incoerenza, ma il sistema è avviato, ora anche esteso ad altre classi che verso la modesta efficacia di farmaci definiti "Innovativi" soppiantano quelle finora di riferimento, ma questo per evidenze sia di studi che di utilizzazione)

Nelle vaccinazioni questo non accade: ne ,nei numeri , ne,nell'efficacia statistica: le morti per alcune malattie son debellate.

L'autismo non lo creano ne lo debellano: non si conosce una causa univoca di questa condizione.

Si possono si discutere nel numero raffrontandoli con Nazioni virtuose : la Svezia ad esempio.

Ma anche la stessa Italia (fino a poco tempo fa) .

DI fatto la durata media della vita in Italia è forse seconda solo a quella del Giappone(loro la hanno superiore e di molto rispetto alla nostra)

DI fatto non si informano le persone sul fatto che in Italia stia decrementando rispetto a solo pochi anni fa.

Come sai: e cambiando in una delle tematiche affrontate su questo thread, le percentuali di potenziali malati di tumore passeranno da 1 su 3 a 1 su 2 persone nate dopo il 1960.

Non credo a causa dei vaccini, ma dell'alimentazione (principalmente secondo gli oncologi),poi tutti i restanti inquinanti.

Oltre che cause non specificate.

Un se o un ma crea l'inverso di quanto ti proponga Andrea : morte, e danni futuri in maggior numero rispetto a quanto ci si possa quantificare.

Che poi esistano Lobbies e che ci sia un mercato che lucri su queste cose, è da mettere in conto e mettendolo in conto vanno messe in atto le difese che facciano da filtro in questo.

*Quando si arriva alla disputa In Tribunale è sempre una sconfitta per tutti.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

101

Monday, February 12th 2018, 12:57pm

La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

102

Thursday, February 22nd 2018, 4:42pm

Beata te Nadia

"Beata te, Nadia Toffa, che vivi in un mondo in cui avere il cancro fa sentire fighi"
Il messaggio su Facebook dell'utente Catia Brozzi fa migliaia di condivisioni

"Beata te, cara Nadia che vivi su un altro pianeta, un pianeta dove avere il cancro fa sentire fighi". In un post apparso su Facebook e condiviso al momento quasi 100mila volte, un'utente ha voluto rispondere alle parole di Nadia Toffa, che, durante una puntata delle Iene, ha confessato di aver combattuto e sconfitto un cancro.

"In questi due mesi mi sono curata, ho fatto la chemioterapia e la radioterapia dopo l'operazione", ha detto in diretta su Italia, "Mi hanno tolto il cento per cento di quel cancro, ma ho fatto le terapie preventive perché poteva essere rimasta una cellula malata non ci si deve vergognare, non mi devo vergognare neppure di questa parrucca che indosso. Non trattateci da persone malate, siamo dei guerrieri. Chi combatte contro il cancro è un figo pazzesco".



Sono una tua ammiratrice, felice x la tua ripresa, ma ... a volte, esageriamo tutti un po con le parole, magari presi dall'entusiasmo.

Beata te cara NadiaToffa che in due mesi hai scoperto di avere un tumore, hai fatto l'intervento, chemio e radio , sei già al lavoro e ti dichiari guarita (????)
Sai , qui , nel mondo di noi comuni mortali , ci sono persone che in due mesi non riescono neanche ad avere una diagnosi , dati i tempi biblici delle prenotazioni ospedaliere, magari muoiono ancor prima di sapere di che male soffrissero .
Qui ci sono persone che dopo addirittura decine di anni , quando ormai tutte le statistiche di questo (sporco) mondo li davano finalmente per GUARITI hanno ricominciato tutto daccapo .
Qui ci sono Persone che dopo 11 anni si sono visti somministrare lo stesso protocollo ufficiale già applicato 11 anni prima , per poi scoprire dopo un anno di cura che il ' protocollo ufficiale' era sbagliato allora come oggi ..... beh , si sa, la medicina fa passi da giganti , bisogna solo capire in quale direzione . Qui , nel
Nostro mondo ci sono medici indottrinati afflitti da sindrome di onnipotenza a rispettare un maledetto PROTOCOLLO senza tenere conto del fatto che ogni persona ha con se' una storia diversa , un organismo diverso e che può reagire in mille modi alle terapie ufficiali .... fino a lasciarci la pelle, perché qui , nel nostro mondo , i medici ci avvisano del fatto che il Protocollo Ufficiale , può funzionare .... ma può anche ucciderci .
Qui , curarsi , é un terno al lotto .
Abbiamo imparato che se nei reparti di oncologia ti servono il latte a colazione , un panino con la mozzarella a pranzo e un bel dolcetto a cena tu devi dire : grazie, rifiuto e vado avanti ,perché quello che non avete studiato voi , se permettete ,avendo un po' di tempo libero ( di notte) lo faccio io .
Qui abbiamo imparato che quando il Protocollo non funziona , non è mai colpa della chemio , è colpa del tuo organismo che non ha risposto bene ! E allora il
Medico che fa ? chiude il cassetto rispedendoti a casa e dicendo ai tuoi parenti : tenetela tra gli affetti più cari (e chi se le dimentica queste parole .)
Qui, nessuno osa andare oltre il protocollo . Quei pochi che lo fanno , si guardano bene dal farsi pubblicità . Sai , cara Nadia , qui.... se un medico osa contraddire il Maledetto Protocollo , rischia la radiazione . Perché noi qui non siamo PERSONE , siamo solo numeri , statistiche ( che poi chissa' chi le fa queste statistiche ).....sopravvivenza a 5 anni ... a 10 anni .... hai sentito bene ... qui statistiche a 2 mesi , purtroppo non esistono.
Però qui , esistono realmente persone fighe , e sai chi sono secondo me ? Sono le persone che assistono un malato oncologico .
Sono quelli che devono mantenere il sorriso, ogni giorno mentre corrono da un ospedale all altro in cerca di risposte.
Sono quelli che piangono di nascosto .
Sono quelli che decidono di interpretare le parole del medico dando valenza al '50% positivo ' perché rifiutano di sentire quel '50% negativo ' .
Sono quelli che decidono anche di mentire guardando negli occhi la persona amata ,ripetendo che andrà tutto bene mentre il loro cuore batte così forte che rischiano di trovarselo fuori dal petto .
Le persone fighe , sono quelle che provano un senso di impotenza devastante, ma si comportano da supereroi.
Le persone fighe , sono quelle che tengono per mano , per una notte intera la persona amata ,sapendo bene che quella potrebbe essere l'ultima notte .
Le persone fighe , sono quelle che hanno deciso di accompagnare gli ultimi istanti di quella persona , cantando una ninna nanna .... magari proprio quella che lei cantava a te da bambina ....Le persone fighe , sono anche quelle che l ultima notte restano in disparte , perché sanno bene che il
Loro cuore non reggerebbe alla vista dell ultimo respiro .
Le persone fighe sono quelle che restano lì per prendersi L ultimo respiro , nonostante sappiano che quell ultimo respiro non permetterà più loro, in seguito , di respirare con naturalezza .

I malati no , cara Nadia , loro non sono fighi e non credo neanche si sentano fighi .
Sono solo PERSONE che vorrebbero essere trattate dai medici come tali e non come semplici casi da inserire nelle loro maledettissime statistiche , sono persone che non vorrebbero perdere la loro dignità , cosa alla quale sono invece condannate dal progredire della malattia .
Beata te cara Nadia .... che vivi su un altro pianeta , un pianeta dove avere il cancro fa sentire fighi .
Cit.M.C.

http://m.huffingtonpost.it/2018/02/22/be…ghi_a_23368232/

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,997

Activitypoints: 9,499

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

103

Thursday, February 22nd 2018, 5:42pm

E questo post invece mi sento di condividerlo al 100%...beata lei per davvero, mah...

darkdesire

Giovane Amico

Posts: 145

Activitypoints: 442

Date of registration: Feb 20th 2018

  • Send private message

104

Thursday, February 22nd 2018, 8:13pm

non c`e` niente di figo nell`avere il cancro, la gente ci soffre e muore per il cancro!
When I was an alien
Cultures weren't opinions

105

Thursday, February 22nd 2018, 11:20pm

Ciao Andrea!

Credo Che Nadia intendesse solo che non ci fosse nulla di cui vergognarsi ad avere una malattia, nel suo caso un tumore, il "sentirsi fighi"
penso lo abbia inteso con un "non vi vergognate" (Con quelle terapie devastanti ma tra le poche validate e previste dal SSN, si subiscono pesantissime ripercussioni).
Le auguro abbia ragione: sia guarita e per sempre,personaggio famoso o meno che sia.Tra l'altro è molto simpatica,e spero si m rimetta quanto prima possibile: quelle terapie son molto pesanti, anche quando funzionano come nel suo caso.
Il messaggio è positivo: sebbene quel programma NON mi sia mai piaciuto.
Anche se la sensazione è che "noi signori e signore nessuno", non avremmo avuto tante chances pari a quelle di un personaggio famoso (della tv in questo caso), nell'aver SUBITO accesso alle terapie, anche perchè il percorso pre terapie diventa un vero Calvario(Un 'amico si stà curando solo dopo 10 mesi da quando lo si ipotizzava).
L'accesso alle cure non è identico per chiunque.
Ecco : questo sarebbe da "attenzionare al nostro Ministero Della Salute.
Nel mentre rispetto agli esami di mesi prima le aree colpite son ben maggiori (si poteva/doveva intervenire subito: ma lui è uno di noi, un signor nessuno).
Compreso l'aspetto relativo all'aiuto economico per chi sceglie di sottoporsi a queste terapie.
Tempo fa pensavo fosse automatico il riconoscimento all'assegno, invece altro Calvario : Commissioni Giudicanti e forse se, e per alcuni no.
Intanto va verso il suo quarto ciclo di Chemioterapia.
Dovrebbe essere palese e automatico: invece non lo è.
Storture di un Sistema assurdo e classista.
Non guardo nemmeno i programmi sulla prevenzione sulle malattie: in tv è propagandato come essenziale.
Provate a usufruirne :Tempistiche?
Allora eliminiamo le trasmissioni balla dai mass media.
Nella mia città manca il reparto di Cardiologia, se l'infartuato resiste in ambulanza fino alla città più prossima (28 km di extraurbana dopo l'essere uscito dal marasma del traffico , forse avrà diritto al suo diritto alle cure, sperando che nel mentre la situazione non abbia devastato sia il cuore e il suo "cervello")
(La città del mio amico è la stessa: i mesi no, le cure dopo ...10 mesi, l'Ospedale doveva essere il medesimo(Doveva) )
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Similar threads