Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Santacruz

Utente amorevole

  • "Santacruz" is female
  • "Santacruz" started this thread

Posts: 550

Activitypoints: 907

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

1

Thursday, January 31st 2019, 5:36pm

Antibiotico

A dicembre ho preso due volte augmentin per un estrazione di un dente e poi ho avuto un complicazione e placche in gola.
Ieri mi sono tornate le placche e in più febbre a 39.
Oggi ho fatto il tampone e lunedì mi danno i risultati.
Solo che il mio medico mi vuole già far partire con l'antibiotico zimox subito perché ho febbre e gola messa male.
Secondo voi a prendere la terza volta l'antibiotico potrebbe già svilupparsi farmaco resistenza all'amoxillicina?
Mi sentirei più tranquilla ad aspettare il risultato del antibiogramma così da non prendere cose a caso.
Però il mio medico non mi ha dato strategie per arrivare a lunedì...
Ho solo uno spray alla propoli e tantum verde.

2

Thursday, January 31st 2019, 6:14pm

placche in gola con febbre alta....rimane solo l'antibiotico.
purtroppo

fidati del tuo medico, meglio iniziare prima piuttosto che trascinarsi il problema
namasté

Santacruz

Utente amorevole

  • "Santacruz" is female
  • "Santacruz" started this thread

Posts: 550

Activitypoints: 907

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

3

Thursday, January 31st 2019, 6:35pm

placche in gola con febbre alta....rimane solo l'antibiotico.
purtroppo

Già Huesera, temo di non avere alternative.
Speriamo bene!

4

Thursday, January 31st 2019, 6:36pm

Secondo voi a prendere la terza volta l'antibiotico potrebbe già svilupparsi farmaco resistenza all'amoxillicina?

Ciao Santacruz, siccome anche a me è capitato in più occasioni di prendere questi ed altri antibiotici avevo letto che le cosiddette resistenze (all'amoxicillina etc), si sviluppano quando gli antibiotici sono presi in assenza di condizioni necessarie (ad esempio una banale febbre). Infatti a me furono prescritti solo in casi di febbri molto forti che non scendevano con sola la tachipirina o in caso di placche di pus (ne ebbi alle tonsille e di recente per una brutta infiammazione/infezione gengivale).

Logicamente attieniti sempre e soltanto alle indicazioni del medico.

5

Thursday, January 31st 2019, 6:36pm

in bocca al lupo :friends:
namasté

Santacruz

Utente amorevole

  • "Santacruz" is female
  • "Santacruz" started this thread

Posts: 550

Activitypoints: 907

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

6

Friday, February 1st 2019, 3:32pm

Ieri sera prima dose e sta mattina seconda dose di zimox.
La febbre è già scesa e la gola va meglio.
Speriamo che i batteri non si incacchino troppo...
Cari batteri, vi voglio bene ma cerchiamo di convivere in pace...

7

Saturday, February 2nd 2019, 2:29pm

A dicembre ho preso due volte augmentin per un estrazione di un dente e poi ho avuto un complicazione e placche in gola.
Ieri mi sono tornate le placche e in più febbre a 39.
Oggi ho fatto il tampone e lunedì mi danno i risultati.
Solo che il mio medico mi vuole già far partire con l'antibiotico zimox subito perché ho febbre e gola messa male.
Secondo voi a prendere la terza volta l'antibiotico potrebbe già svilupparsi farmaco resistenza all'amoxillicina?
Mi sentirei più tranquilla ad aspettare il risultato del antibiogramma così da non prendere cose a caso.
Però il mio medico non mi ha dato strategie per arrivare a lunedì...
Ho solo uno spray alla propoli e tantum verde.

"Mi sentirei più tranquilla ad aspettare il risultato del antibiogramma così da non prendere cose a caso. "

Funziona cosi.
Gli antibiotici andrebbero centellinati.
Solo in casi estremi: invece si danno con estrema facilità e per evitare potenziali problemi (Supposti).
Alcune cose:
1)Nell'arco di due mesi ti ritrovi ad assumere lo stesso antibiotico.
2)Hai scritto in maniera sensata"perchè non attendere lunedi?"
A)Questione di vita o di morte?
B)Forse si poteva aspettare?
C)Gli altri due cicli di antibiotico (mi parrebbe identico, vado a memoria, e non ricordo la quantità sul dosaggio1000mg ,ma credo125 di acido clavulanico, ti han forse reso questa volta indispensabile l'uso di un farmaco che avresti forse potuto evitare se prima non avessi assunto 2 volte l'antibiotico rendendo il tuo organismo fragile?
D)Ci si lamenta perchè le persone assumono antibiotici in maniera enorme: inficiandone poi per sempre la funzionalità per il futuro degli altri....
ma son i medici che li prescrivono: questo mi sfugge...da paziente col caspita che l'otterrei senza ricetta...o no?
E)L'antibiogramma confermerà forse che serviva...ma sarebbe stato identico senza i precedenti cicli?



(Spero tu stia meglio quanto prima )
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Santacruz

Utente amorevole

  • "Santacruz" is female
  • "Santacruz" started this thread

Posts: 550

Activitypoints: 907

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

8

Saturday, February 2nd 2019, 9:42pm

D)Ci si lamenta perchè le persone assumono antibiotici in maniera enorme: inficiandone poi per sempre la funzionalità per il futuro degli altri....

Esatto Taigi, ti assicuro che quando ho proposto al mio medico di aspettare il risultato del tampone (tra l'altro fatto per mia iniziativa) non ho ottenuto alcuna risposta sensata.
Gli ho spiegato i miei dubbi, visto che l'avevo già preso 2 volte senza ottenere risposta.

Unica cosa positiva è che a 48 ore dall'inizio dell'assunzione la febbre è sparita e anche la gola va nettamente meglio. Lunedì avrò il tampone e l'antibiogramma così se non guariro' del tutto potrò valutare in modo mirato come procedere. Comunque la prossima volta cercherò un posto dove danno il risultato del tampone immediato.

9

Saturday, February 2nd 2019, 11:36pm

D)Ci si lamenta perchè le persone assumono antibiotici in maniera enorme: inficiandone poi per sempre la funzionalità per il futuro degli altri....

Esatto Taigi, ti assicuro che quando ho proposto al mio medico di aspettare il risultato del tampone (tra l'altro fatto per mia iniziativa) non ho ottenuto alcuna risposta sensata.
Gli ho spiegato i miei dubbi, visto che l'avevo già preso 2 volte senza ottenere risposta.

Unica cosa positiva è che a 48 ore dall'inizio dell'assunzione la febbre è sparita e anche la gola va nettamente meglio. Lunedì avrò il tampone e l'antibiogramma così se non guariro' del tutto potrò valutare in modo mirato come procedere. Comunque la prossima volta cercherò un posto dove danno il risultato del tampone immediato.


Significa che sta già funzionando.
Per fortuna.
L'antibiogramma confermerà m.probabilmente la decisione.
*Tanto lo saprai già, ma nel caso: segui per intero la cura impostata dal medico, ipotizzo sia di 6 giorni.
Chiedi come ripristinare flora batterica:non ti consiglio alimenti perchè non conosco magari tue intolleranze alimentari.
Per lunedi starai già bene, ma tu evita l'interruzione se non decisa e vai fino in fondo alla terapia prescritta.

Non faccio il nome di un principio attivo, ma il mio prof.su una mia domanda mi rispose anni fa che quell'antibiotico fosse ormai inefficace(per le troppe prescrizioni: infatti nel mio caso fu inefficace).
Il mio dentista me lo prescrisse : non lo sapeva.

Trovo molto strano vedere anche in tv le campagne per una prescrizione di antibiotici più responsabile, e gli stessi medici che li prescrivono sempre facilmente.

Ne dovrò assumere sicuramente uno per un piccolo intervento ad un dente problematico.
Ho rifiutato da poco per un altro dente : ed è andato tutto benissimo certo non era un nono(quindi un dente sopra l'ottavo anch'esso incluso, si chiama tecnicamente "Avulsione dentaria)

Già per una brutta tracheite in piene festività avevo dovuto assumerlo, dopo anni che per mia scelta evitavo se reputavo si potesse provare ad aspettare, ed il mio medico di base ne era contento."Tutti mi chiedono gli antibiotici, e si incavolano pure quando dico...aspettiamo ".
Tu sei stato l'unico a non chiedermene: ormai ha un bacino d'utenza notevole, poichè i medici non vengono rimpiazzati se muoiono o si ritirano in pensione.
Immagino quanti ne debba prescrivere.
Il medico è lei!
Per me si può aspettare gli risposi.
Molti tra l'altro hanno la brutta abitudine di autoprescriverseli:"tanto lo avevo in casa"(Sempre parole del medico,altro, anni fa)
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

This post has been edited 1 times, last edit by "Taigi" (Feb 3rd 2019, 9:52pm)


Santacruz

Utente amorevole

  • "Santacruz" is female
  • "Santacruz" started this thread

Posts: 550

Activitypoints: 907

Date of registration: Oct 18th 2017

  • Send private message

10

Tuesday, February 5th 2019, 12:03am

Il tampone era negativo, flora microbiotica non patogena...
Ma com'è possibile?
Avevo delle macchie bianche sulle tonsille... Possibile che non avessero origine batterica?
Domani vado dal medico e mi dirà...
Sto prendendo antibiotico per niente temo...
Intanto oramai sto bene. Oggi sono andata a lavoro, a tai chi è poi a coro.
Buona notte!

11

Tuesday, February 5th 2019, 8:26am

Non mi sembri una persona che abusa di antibiotici, per cui non ti ciucciare troppo. Con i problemi di gola i medici si affidano spesso all'esperienza, sbagliando anche, ma non credo tu rischi qualcosa per una cura di troppo. La resistenza antibiotica è un grosso problema ma non deriva da 1 cura di troppo. Non ti preoccupare.
Fatti spiegare dal medico e poi facci sapere se vuoi.
Intanto stai meglio!
namasté

12

Tuesday, February 5th 2019, 9:21pm

Il tampone era negativo, flora microbiotica non patogena...
Ma com'è possibile?
Avevo delle macchie bianche sulle tonsille... Possibile che non avessero origine batterica?
Domani vado dal medico e mi dirà...
Sto prendendo antibiotico per niente temo...
Intanto oramai sto bene. Oggi sono andata a lavoro, a tai chi è poi a coro.
Buona notte!


Il discorso sull'aspettare ...

Come già scritto da la huesera ...stai bene questo conta.

Purtroppo nel computo totale se non si rispettano regole precise si andrà incontro al rendere totalmente inefficaci tanti antibiotici se non tutti i principali.

I medici si affidano al certo, che in realtà non è certo per nulla.

SI da l'antibiotico alla cavolo: senza evidenza.

Quando si può tranquillamente attendere.

Ribadisco: cosi si fa danno agli altri.

Lo si fa indirettamente.

Il punto è che lei non avrebbe affatto abusato e avrebbe potuto attendere.

Mettiamo il caso che l'antibiogramma avesse dato esiti ancora diversi sui germi?

Avrebbe non solo assunto inutilmente un antibiotico ma pure quello sbagliato.

Quello è ottimo.

Cerchiamo di far si che i medici lo prescrivano responsabilmente, e che i pazienti non usino antibiotici da altre fonti(Amico, fratello, sorella, mamma...)

A me questa situazione ha creato seri disagi.

Proprio perchè l'antibiotico non poteva funzionare: prima si.

Usandolo a pioggia su milioni di persone negli anni lo hanno reso del tutto inefficace.

Il prof lo dava per scontato lo fosse, il medico dentista no...

significa portarsi avanti una cura di due cicli(mio caso) senza guarire.

Dopo ne devi assumere pure uno più potente: qualora se ne abbia il tempo ...

la mia infezione me ne dava il tempo.

Ma se fosse stata protratta e fosse stata peggiore: si sarebbe estesa con seri danni.

IL problema è estremamente rilevante.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)