Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo ancora. Ma ho scoperto che non sopporto i cretini, vecchi o giovani che siano.

  • "Pivaldo" is male
  • "Pivaldo" started this thread

Posts: 1,583

Activitypoints: 4,911

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

1

Sunday, July 28th 2019, 9:44pm

Uno di meno - Una maestra di meno

Una breve riflessione sullo sciagurato commento sulla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso venerdì a Roma, postato sul profilo FaceBook della professoressa Eliana Frontini.
La professoressa in questione, che insegna storia dell'arte e disegno dell'Istituto Pascal di Romentino, a Novara, avrebbe affermato di essere stata “fraintesa” perché “intendevo dire che chi sceglie di  fare il carabiniere  deve accettare anche i rischi del mestiere. Se fosse morto un idraulico, un professore, un fornaio sarebbe stato diverso”.

Avrebbe avuto più dignità se avesse affermato di credere nella rivoluzione dello Stato che le paga lo stipendio e che per lei i componenti delle forze dell'ordine sono dei nemici che è bene uccidere. Almeno avrebbe dimostrato di essere conseguente con la propria concezione di vita.
Così è sembrata semplicemente incapace di ragionare: non ha provato a spiegare cosa intendesse con la locuzione “uno di meno”. Anche i suoi giovani studenti sanno che esprime il compiacimento per l'eliminazione di un avversario, un nemico.

Ho letto che è stata disposta la sospensione della professoressa , e probabilmente verrà licenziata entro breve. Sarà pure così, ma la giustificazione di una simile sanzione va evidenziata anche a scopi educativi.

Il commento più comune è che un docente dovrebbe esprimere le proprie convinzioni sempre con il filtro della funzione pubblica che svolge nella società ed il pensiero che dovrebbe insegnare ai suoi studenti come ci si comporta nella vita. Oppure che avrebbe dato un cattivo esempio ed oltraggiato un servitore dello Stato che lei ha giurato di servire.

Ma credo che la pochezza della sua pretesa spiegazione denoti una malintesa intelligenza, una certa deficienza di logica conseguenzialità. E dunque una profonda incapacità nell'insegnare.

Chiunque offende una persona non può pensare di farla franca se viene denunciato. Eppure tutti i giorni si incontrano individui che pronunciano o gridano offese, senza consapevolezza della gravità dei loro comportamenti, pensando di avere la libertà di esprimersi così. Non pensano che stanno offendendo la libertà degli altri: forse non hanno chiaro il concetto di libertà ed i sui naturali limiti (libertà, dignità e rispetto degli altri).

Quasi sempre questi individui si comportano con arroganza e strafottenza, perché si sentono intoccabili fino a quanto qualcuno gli chiede conto di quanto hanno fatto. Quando compaiono innanzi ad un poliziotto o carabiniere o, addirittura, innanzi ad un giudice cambiano atteggiamento, diventano tutti dei poveri cristi, dei padri di famiglia, dei disgraziati che si rimangiano pubblicamente quanto hanno detto. Storie di ordinaria ipocrisia e pochezza morale.

Se non vengono perseguiti i colpevoli di questi comportamenti spesso è un problema di prova dell'offesa, ma un post sul proprio profilo FB non consente alcuna via di fuga. E' la più perfetta autodenuncia. Dunque, anche sotto questo profilo si rileva scarsa intelligenza.

Meglio perderli che trovarli questi maestri di incongruenze.

P.

(-----------;)-------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 347

Activitypoints: 1,076

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

2

Monday, July 29th 2019, 7:44pm

Le idee politiche della maestrina, cioè l'odio per qualsiasi autorità e quindi anche per la divisa, sono cosa comune tra il corpo "insegnanti" della skuola pubblica..

Qualche mese fa ne arrestarono un'altra che lanciava "oggetti contundenti" (uso il linguaggio tipico..) ai poliziotti schierati in Val di Susa...
tutta marmaglia di estrema sinistra prestata ai 5 stelle.

Detto questo non se ne può più neanche di questo continuo ricorso ai tribunali per qualsiasi sciocchezza.
altra aberrazione diventata patologica da Mani Pulite in poi.
Adesso poi c'abbiamo gli "eroi" di mani pulite invitati dalle maestrine a tenere lezioni sulla "legalità" nelle scuole...
Qui mi trattengo, anche perchè non siamo sul forum di Termometro Politico : D

3

Monday, July 29th 2019, 7:55pm

Credo che la gente abbia dismparato a chiudere la bocca, c'entrano relativamente il ruolo che hai nella società e le tue idee politiche, sono il buon senso e l'educazione che sono venuti meno in questa società.

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,634

Activitypoints: 4,394

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

4

Monday, July 29th 2019, 11:56pm

Le idee politiche della maestrina, cioè l'odio per qualsiasi autorità e quindi anche per la divisa, sono cosa comune tra il corpo "insegnanti" della skuola pubblica..

Qualche mese fa ne arrestarono un'altra che lanciava "oggetti contundenti" (uso il linguaggio tipico..) ai poliziotti schierati in Val di Susa...
tutta marmaglia di estrema sinistra prestata ai 5 stelle.

: D


Pivaldo, il tuo ragionamento è piacevole da leggere, come sempre del resto, ma la spiegazione secca e concisa la fornisce Crobatus. E il fatto che lui lo dica essendo del tutto privo di quella ipocrisia che caratterizza questi nostri anni, è come una boccata di aria fresca ...

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 347

Activitypoints: 1,076

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

5

Tuesday, July 30th 2019, 1:25am

rafiki
c'è anche un fatto di educazione, è vero, ma anche fosse stata educata, il problema è cosa insegna agli studenti.
Poi ci meravigliamo che ci sono i "black bloc" che lanciano sassate ai poliziotti antisommossa...
Finchè la "destra" non pensa a una seria riforma dell'istruzione, non finanziaria ma di metodo, cioè sul tornare alla scuola com'era una volta, saremo sempre punto daccapo...

grazie Nathanim,
qualche giorno fa un poliziotto a Napoli ha sparato a un cane sguinzagliato dal padrone-malvivente, e i titoli dei giornali sono stati per il "povero cane" "ucciso solo per aver difeso il padrone".
Quindi oltre alle aggressioni quotidiane, specie da parte degli africani (che sono il 5-6 % della popolazione) i poliziotti devono anche subire le campagne dei giornali, per cui al minimo uso della forza parte la gogna mediatica e giudiziaria, senza che abbiano la minima cognizione della pericolosità di una situazione.

Leyla

Santa Impazienza

  • "Leyla" is female

Posts: 980

Activitypoints: 2,947

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

6

Tuesday, July 30th 2019, 5:40am

Sono figlia di un carabiniere che ha vissuto in prima persona la stagione del terrorismo in
Veneto negli anni '70/'80.
Ricordo la paura costante di mia madre, tanto che mio padre decise di dirle che era stato
assegnato ad un ruolo di ufficio.
Ricordo gli occhi di mio padre quando un suo collega veniva ucciso nell'adempimento del
dovere.
La morte del vicebrigadiere Riega, così come la morte di chiunque stia svolgendo funzioni
di protezione e assistenza dello Stato, e quindi dei cittadini, mi fa incazzare.
Quando cominiciano ad accadere fatti di questo genere, quando non si rispettano più
nemmeno le forze dell'ordine vuol dire che lo Stato non funziona, la società non funziona.
Detto ciò, ai due americanini del [email protected]@o non faranno nulla, si attaccheranno alla benda e
adios, non se ne parlerà più. Vedi funivia del Cermis.
Parlando della professoressa: ho letto ieri che ora va affermando che ha agito conto terzi,
ha postato opinioni non sue. Non importa. La gravità e lo squallore dell'affermazione è tale
che questa ominide andrebbe licenziata e mandata a zappare in solitaria un campo di terra
in qualche posto sperduto nel mondo. E sono stata tranquilla perché vorrei scrivere altro.
Questa donna non merita nulla. Non merita scuse, non merita pietà, non merita altro che
...sto zitta o mi bannano.
Grazie Crobatus anche da parte mia per aver espresso in sintesi anche in linea di massima
anche il mio pensiero.
La quiete di coloro che ci hanno preceduto non può alleviare l'inquietudine di coloro che seguono.

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 376

Activitypoints: 582

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

7

Tuesday, July 30th 2019, 7:52am

Fortunatamente non tutti gli insegnanti odiano qualsiasi autorità a prescindere. Secondo me in questa storia non c entrano le idee politiche ma il Buon senso che a questa professoressa sembra mancare nella maniera più assoluta quindi e giusto che non faccia più l insegnante.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,008

Activitypoints: 21,359

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

8

Tuesday, July 30th 2019, 8:31am

Purtroppo la madre degli imbecilli é sempre incinta a prescindere dallo schieramento. Un tempo le cavolate si dicevano al bar o in piazzetta . Oggi coi social le vediamo tutti
Elì, Elì, lemà sabactàni

9

Tuesday, July 30th 2019, 9:34am

Purtroppo la madre degli imbecilli é sempre incinta a prescindere dallo schieramento. Un tempo le cavolate si dicevano al bar o in piazzetta . Oggi coi social le vediamo tutti


Spero di non andare fuori tema, ma a proposito di tutta questa storia e di quello che hai detto mi domando, perche' oggi la gente non vede l'ora di far sapere a tutto il mondo come la pensa su qualsiasi cosa?
Il mondo e' pieno di pazzi

solitario92

Amico Inseparabile

  • "solitario92" is male

Posts: 1,208

Activitypoints: 3,469

Date of registration: Oct 24th 2015

  • Send private message

10

Tuesday, July 30th 2019, 9:36am

Crobatus ha più o meno detto tutto. La scuola è purtroppo infestata da "insegnanti" di ideologia sessantottina, che odiano lo Stato e i suoi rappresentanti (salvo poi chiamarli in soccorso quando serve). Considerando che l'educazione di molti giovani è in mano a questi individui, non c'è da stupirsi che le cose vadano in malora.
Ciò che più detesto di questi soggetti, al di là delle idee folli e ripugnanti che propugnano, è l'incoerenza. Questa qui sputa veleno sul sacrificio di rappresentati dello stesso Stato che gli paga lo stipendio. Inoltre è anche una vigliacca, visto che adesso cerca di evitare le conseguenze di quello che ha scritto con fantasiose giustificazioni. Insomma, non ha nemmeno il coraggio di difendere le proprie "idee".
Altra piccola considerazione da fare è che la gente si è davvero rimbecillita. Scrivere certe cose sui social significa mettersi nei guai fino al collo. Ormai non c'è più il senso della misura, né un minimo di consapevolezza del fatto che le azioni avranno delle conseguenze.

11

Tuesday, July 30th 2019, 1:35pm

Quoted

Fortunatamente non tutti gli insegnanti odiano qualsiasi autorità a prescindere


Che poi anche gli insegnati comunque detengono una forma di autorità, e sono anche loro considerati delle figure istituzionali...
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,882

Activitypoints: 5,660

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

12

Tuesday, July 30th 2019, 1:48pm

Una in più che ha perso l'occasione di tacere.
Purtroppo i social permettono l'immediata esternazione delle ca**ate, un tempo nella strada fra casa e bar sport dove andare a spararle grosse, già un minimo di buonsenso si era ricostituito.
E' l'altra faccia della medaglia della libertà di espressione globalizzata e istantanea, non censurata.

Quando leggo questo genere di imbecillità mi chiedo quanto si debba essere scollati dalla realtà della vita e della morte per uscirsene così. Stendo un velo pietoso sul lombrosismo peloso della signora sull' intelligenza dello sguardo del defunto, perché verrebbe da dire da quale pulpito sia facciale, sia di intelligenza, sia di "coraggio" (ha provato a rimangiarsi tutto, lasciamo perdere...).

Altro discorso è quello culturale, è vero, c'è tutta una retorica molto bimbominkia, si sarebbe detto un tempo, per cui se vuoi essere "contro" e "alternativo" ti devi scrivere ACAB sulle Nike che ti comprano papà e mammà, ed è spiacevole constatare che alligna come precipitato di una pseudo cultura di "sinistra" anche in chi dovrebbe avere strumenti culturali e addirittura educativi.
Mi spiace ricordare che anche Camilleri buonanima spesso diceva che nelle cose di repressione i Carabinieri "ci bagnavano il pane", portando avanti idee che hanno avuto il loro fondamento all'epoca del brigantaggio.
Oggi l'Arma come qualsiasi realtà umana ha i suoi appartenenti perbene e farabutti. C'è gente che andrebbe buttata fuori a calci nel sedere e gente che fa il suo lavoro - rischioso e difficile -per uno stipendio non certo esaltante.

Fortunatamente credo che a dispetto di tutte le strumentalizzazioni e le cavolate in Italia prevalga una visione più equilibrata delle forze dell'ordine.

edit: Leyla sono d'accordo con te sull'epilogo scontato della vicenda (e condivido tutti gli interventi fin qui). Ovvio ma vero che a parti invertite due italiani sarebbero già stati abbattuti, semplicemente.Tra l'altro vedo già il tepore della sinistra sulla faccenda, non sia mai che soffi il vento nella vela di Salvini, prima dobbiamo fare polemica con l'avversario, e chissene del carabiniere morto e della giustizia. Vedremo onorevoli garantisti dai pargoli americani. Tristezza ancora peggiore di quella della maestraminkia.

This post has been edited 1 times, last edit by "arianna73" (Jul 30th 2019, 1:53pm)


fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,008

Activitypoints: 21,359

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

13

Tuesday, July 30th 2019, 4:23pm

Purtroppo la madre degli imbecilli é sempre incinta a prescindere dallo schieramento. Un tempo le cavolate si dicevano al bar o in piazzetta . Oggi coi social le vediamo tutti


Spero di non andare fuori tema, ma a proposito di tutta questa storia e di quello che hai detto mi domando, perche' oggi la gente non vede l'ora di far sapere a tutto il mondo come la pensa su qualsiasi cosa?


Quasi tutti (io per primo) abbiamo una vena narcisista
Elì, Elì, lemà sabactàni

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 2,997

Activitypoints: 9,499

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

14

Tuesday, July 30th 2019, 5:06pm

Sui social la gente si augura la morte ogni giorno maledice insulta minaccia sputa veleno etc Se adesso aprissi facebook/instagram e andassi sulle pagine di modelle/politici/personaggi/etc, troverei centinaia di schifezze fra i commenti. Ci hanno detto di esprimere sempre la nostra opinione e lo stiamo facendo. Saltuariamente, dall'oceano di queste schifezze, ne viene pescata una da parte di una testata, che viene replicata da altre 300 e diventa un caso.
Mi sembrano gli stessi giochini che fa...che ne so io...la Barbara d'urso di turno che dopo aver messo nella casa del grande fratello Fabrizio Corona e la sua ex, il giorno dopo ti fa 3 ore di puntata sul maschilismo...

15

Tuesday, July 30th 2019, 6:57pm

d'accordo con aiden
semplicemente vergognoso, come una buona fetta di esternazioni
ormai ogni cretino ha il suo pubblico
purtroppo non è il pubblico a far diventare più intelligenti, anzi, è l'università degli idioti
namasté