Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


VanessaB

Giovane Amico

  • "VanessaB" started this thread

Posts: 184

Activitypoints: 804

Date of registration: Sep 27th 2009

  • Send private message

1

Thursday, January 7th 2010, 12:00am

Terapia d'urto

Esistono dei metodi di gestione del paziente a "terapia d'urto"?

Potete parlarmi di questo modo di trattare?

Pavély

Un uomo e il suo cuore hikikomori

  • "Pavély" is male
  • "Pavély" has been banned

Posts: 3,480

Activitypoints: 12,379

Date of registration: Feb 25th 2009

Location: Roma

Occupation: Nessuno

  • Send private message

2

Thursday, January 7th 2010, 7:31pm

La tua domanda è rivolta alle Terapie dei momenti critici?

Ad esempio, quando una persona gravemente autistica, ha attacchi di rabbia?

O quando un ragazzo vuole suicidarsi?
Mein Herz, halt Dich an mir fest

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" is female

Posts: 5,559

Activitypoints: 18,621

Date of registration: Mar 13th 2008

Location: sicilia

  • Send private message

3

Thursday, January 7th 2010, 7:52pm

Non so nulla di questa terapia, ho sentito qualcosa e non penso faccia per me. Mi pare che la terapia d'urto metta il paziente di fronte ad un problema o trauma simile a quello per o di cui soffre in modo che affrontantolo lo superi. Ripeto per me sarebbe assolutamente fuori luogo. Io sono di quelle persone che ha bisogno di metabolizzare gli eventi e di fare opera di autoconvinzione per accettare e affrontare le situazioni.
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

4

Friday, January 8th 2010, 12:19am

esisteva, non so se esiste ancora... però io non sono totalmente contraria, anzi.. teoricamente l'individuo a volte ha bisogno di viversi una paura realmente per capire che non era così " malvagia " e poi quello che non uccide fortifica :D
non so se trovi un terapeuta disposto a indurti lo stimolo fobico o che so io ma io personalmente se un paziente me lo chiedesse lo farei. (solo se me lo chiede e solo se secondo me può fargli bene )

VanessaB

Giovane Amico

  • "VanessaB" started this thread

Posts: 184

Activitypoints: 804

Date of registration: Sep 27th 2009

  • Send private message

5

Wednesday, January 13th 2010, 2:45pm

A me dà l'idea che sia quasi sempre sbagliata, a meno che non si controlli il paziente 24 ore su 24. Mettere di fronte alla paura o al trauma il paziente in questo modo causa una reazione molto forte, difficile che poi la sappia gestire senza brutte conseguenze.

Pavely, non mi sono venuti in mente i casi che hai riportato tu, ma ho aperto il thread proprio per sapere cose che non mi vengono in mente. Volevi esprimerti sui casi che hai riportato?