Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

1

Thursday, February 4th 2016, 10:50am

Se la mattina quando ti svegli invece di pensare che "DEVI" andare a Scuola,lavoro,università,ecc.. hai mai pensato che "PUOI" andare a scuola, lavoro, università, ecc... ci hai mai pensato?

Ciao a tutti,
come sarebbe vivere senza pensare che DEVI ma che PUOI.....

Ciao e Grazie

Ipazia;

Sulla cattiva strada

  • "Ipazia;" is female

Posts: 686

Activitypoints: 2,355

Date of registration: Jun 5th 2014

  • Send private message

2

Thursday, February 4th 2016, 3:19pm

È vero che "puoi",nessuno ti obbliga.Ma siccome nessuno è immune dalle debolezze,può capitare a chiunque di vivere un momento di sconforto/ansia/tristezza...o comunque,di passare attraverso stati d'animo che fanno diventare il "posso andare all'università",un "posso pure stare a casa a mangiare cioccolata".Allora,in quel caso,il fatto che subentri un "tu devi",rende la persona meno esposta al rischio di rovinare la propria carriera per una debolezza passeggera.

Era un esempio,ma si può applicare a diversi ambiti.Il senso del dovere non significa costrizione,perché effettivamente non c'è nessuno a impedirti di buttarti giù,di perdere tempo,o semplicemente di dedicarti ad altro.È in primis una sorta di autotutela.
Non parlando poi del fatto,che se ognuno facesse solo ciò che può,e mai ciò che deve,non esplorerebbe mai i propri limiti (davvero ciò che pensiamo di "poter fare" è davvero tutto quello che è in nostro potere fare con i nostri mezzi?) sarebbe sempre confinato nel proprio "faccio solo quello che posso"..e questo secondo me,oltre ad essere avvilente,ti impedisce pure di pensare "in grande".
There is a crack in everything
That’s how the light gets in.

3

Thursday, February 4th 2016, 3:59pm

un "puoi" può avere diverse sfaccettature
può essere il puoi fare....ciò che gli altri non possono fare
può essere il puoi fare...del scelgo di fare x anziché y

non abbiamo il potere di fare come libertà assoluta
la nostra scelta è sempre limitata e condizionata
ma ragionare in termini di doveri diventa molto frustrante
ed è comunque molto diffuso perché libera anche dalla responsabilità della scelta
namasté

4

Thursday, February 4th 2016, 5:11pm

Io ho sostituito i "devo" con i "voglio e desidero".
Io voglio e desidero lavorare, perchè mi rende autonoma, mi dà dignità, mi nobilita.
Io voglio e desidero leggere e aumentare sempre la mia cultura, perchè la cultura rende liberi e apre la mente.
Io voglio e desidero nutrirmi in modo sano, anche mangiando cibi poco saporiti e privandomi dei dolci che amo, perchè un corpo in salute è la chiave per il benessere nella psiche.
ecc, ecc, ecc.....

Non esiste niente di "obbligatorio" nella Vita... Siamo sempre liberi di scegliere se fare o no qualcosa. Siamo perfino liberi di suicidarci!
E allora invece che pensare che "dobbiamo" fare qualcosa, impariamo semplicemente a fare delle scelte giuste.
Scegliamo, decidiamo, desideriamo.

Perchè volere è potere.....

5

Thursday, February 4th 2016, 9:43pm

Mai pensato, davvero, ma il mio ragionamento è questo:

DEVO = OBBLIGO = IMPOSIZIONE/FORZATURA

POSSO = STIMOLO = VOGLIA DI FARE

Nel primo caso dura poco e non funziona.

Nel secondo caso va bene e mi dà soddisfazione.

This post has been edited 1 times, last edit by "misamm" (Feb 4th 2016, 9:51pm)


Emanuele

Utente Passivo

  • "Emanuele" is male

Posts: 870

Activitypoints: 2,638

Date of registration: Nov 11th 2010

Location: Frittole

Occupation: Artista senza giacca e senza cappello (ho tante di quelle giacche e cappelli, però sono un artista e non ne uso)

  • Send private message

6

Friday, February 5th 2016, 12:01am

Ottime riflessioni!

Io infatti ogni mattina pensavo "VOGLIO non andare a scuola", poi finalmente dopo la terza media il pensiero si è tramutato in "POSSO non andare a scuola" e quindi alla fine ho smesso di andarci... e da quel giorno ho cominciato a farmi una cultura vera alla faccia dei miei ex compagni con diplomi e lauree che dicono "se avrei" e lavorano nei call center...

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

7

Wednesday, March 9th 2016, 10:43am

ciao a tutti e grazie,
non bisogna mascherarsi dietro i " Faccio quello che posso" ma bisogna fare di più...

ciao!

bub

Utente Attivo

  • "bub" is male

Posts: 54

Activitypoints: 169

Date of registration: Mar 9th 2016

  • Send private message

8

Wednesday, March 9th 2016, 11:04am

Se la mattina quando ti svegli invece di pensare che "DEVI" andare a Scuola,lavoro,università,ecc.. hai mai pensato che "PUOI" andare a scuola, lavoro, università, ecc... ci hai mai pensato?

Ma il "devi" dell'andare al lavoro c'è perché si ha bisogno magari di uno stipendio e se si decide di non andarci sempre lo stipendio non lo si incassa più perché si viene licenziati. Se si potesse non finire sul lastrico senza andarci, allora si potrebbe affermare che vale il "puoi". Il senso di costrizione c'è per questo motivo qua secondo me. Sarebbe bello poter vivere con una forma di libertà del genere "oggi non vado al lavoro ma incasso lo stesso", ma le cose stanno così adesso? A me sembra di no, per questo le persone si alzano la mattina e ci vanno al lavoro, altrimenti quasi nessuno ci andrebbe, soprattutto là dove il lavoro è molto usurante.

This post has been edited 2 times, last edit by "bub" (Mar 9th 2016, 11:11am)


1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Used tags

riflessione, vita