Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Monday, January 27th 2020, 3:41pm

Ritalin per ADHD

Cosa ne pensate del Ritalin somministrato ai bambini per trattare l'ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività)? Io lo trovo eticamente alquanto discutibile. Kurt Cobain e Henry Rollis dei Black flag durante l'infanzia hanno assunto il Metilfenidato il principio attivo del ritalin che come struttura farmacologica è molto simile ad un anfetamina, in quanto rientra tra gli inbitori selettivi della recapitazione della dopamina, e hanno avuto problemi nel corso della loro vita. Alcune persone dopo averlo assunto affermano di essere costretti ad assumere antidepressivi per trattare disturbi depressivi, e altri antipsicotici per cercare di controllare episodi di mania indotti dal farmaco.

Io non sono contrario alle terapie farmacologiche, ma l'uso di questo farmaco durante l'infanzia mi lascia piuttosto perplesso...
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

DaliaBlu

Utente Fedele

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 489

Activitypoints: 1,695

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

2

Friday, April 17th 2020, 8:10am

Guarda Adam, ti dico solo che in Italia è bandito e comunque in generale non vengono usati psicofarmaci con i bambini (sempre in Italia, non conosco la situazione all'estero), si preferiscono di gran lunga altri approcci.

Se posso permettermi una lettura sociologica, negli USA, che è la patria della valutazione sull'achievement, sulla performance e su tutto ciò che è facilmente e velocemente valutabile, una valutazione insomma più quantitativa che valutativa (basti pensare ai test a crocette o al successo dei test del QI), la pillola, in questo caso di Ritalin, viene vista come perfettamente efficace e efficente, oltre a dare un effetto immediato (aspetto da non sottovalutare).
Un mio stesso professore (italiano) lamentava questo bando e diceva che secondo lui era un farmaco assolutamente necessario per questi bambini, che altrimenti erano destinati negli anni ad una vita sregolata e infelice, fino al fallimento sociale.
Sebbene ci siano statistiche a riprova del fatto che un mancato trattamento di questa disabilità (così è classificata), come d'altronde di altre, porti a forme di disadattamento sociale, altri approcci, non farmacologici, sono oggi possibili.

Personalmente trovo che sia sbagliato dare un farmaco ad una così giovane età, fondamentalmente perché non sappiamo ancora con certezza che effetti ci possono essere su un cervello ancora totalmente in formazione come quello del bambino. Se già per gli adulti si scoprono sempre più effetti collaterali, che può accadere ad un bambino?

3

Thursday, April 23rd 2020, 5:29pm

Purtroppo Dalia esistono bambini costretti ad assumere psicofarmaci vari, questo anche in Italia e a mio avviso non fa molto onore ai vari reparti di neuropsichiatria infantile. Comunque anche se il Ritalin non è legale in Italia, ma sembra in stato di approvazione esistono farmaci anaologhi. Il Metilfenidato come struttura farmacologica è un anfetamina, esistono altri farmaci che come meccanismo d'azione aumentano la trasmissione dopaminergica stimolanti e non. Poi esistono bambini che per trattare altre condizioni assumono antidepressivi e antipsicotici, senza che esistano studi su quello che può accadere a lungo termine.

E' vero che l'ADHD non trattato può portare a fallimento sociale, ma il fatto che la società non voglia trovare un modo per aiutare l'inserimento anche di chi non rientra in determinati canoni, secondo me non giustifica l'utilizzo di certi farmaci sui minori.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.