Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Francesca2295

Nuovo Utente

  • "Francesca2295" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Nov 10th 2019

  • Send private message

1

Sunday, November 10th 2019, 5:50pm

Razionalità vs Emotività

Ciao a tutti: buona Domenica!!

Razionalità vs emotività: da quale parte tendi ad essere e quali sono le cose che ti contraddistinguono per avere l'una o l'altra? In altre parole, quali sono le azioni (o le non azioni) che ti fanno rispecchiare in una di queste due parti ?
E magari, se sei in una condizione di equilibrio tra le due: come l'hai raggiunta? In particolare: quali sono le piccole cose che una persona estremamente razionale può fare per essere più emotiva?

2

Tuesday, November 12th 2019, 9:39am

Razionalità sempre e comunque.

L'esempio che faccio sempre è sintetico quanto preciso:

Io non sono mai stato particolarmente studioso ma avevo compagni di classe che han passato le superiori a studiare come disgraziati.

Al momento dell'esame io freddo e razionale semplicemente ho reso il 100% di quello che sapevo prendendo ottimi voti.

Compagni che sapevano il triplo di me ma emotivi sono andati nel pallone e han preso voti più bassi.


Puoi essere preparato, puoi aver pianificato, puoi aver investito tempo, pazienza ecc... ecc... ma se sei emotivo in un attimo perdi tutto, prendi decisioni sbagliate ecc... ecc... quindi a che serve essere emotivi? A essere l'ennesimo ostacolo a se stessi?

ipposam

Amico Inseparabile

Posts: 1,004

Activitypoints: 3,158

Date of registration: Mar 25th 2015

  • Send private message

3

Tuesday, November 12th 2019, 12:47pm

Personalmente ho un buon equilibrio tra razionalità ed emotività.
Non so dire come l'ho raggiunto, nel mio caso credo sia un'indole personale, perché sono sempre stata così.
Ho un approccio razionale alla vita, anche forse accentuato dagli studi e dal tipo di professione che svolgo.
Sono però anche profondamente emozionabile, e questo dipende sicuramente dal mio lato emotivo.
Ritengo sempre e comunque preferibile avere un certo equilibrio anziché essere sbilanciati da una parte; l'eccesso di emotività può bloccare in molte situazioni del vivere quotidiano, ma l'eccesso di razionalità toglie poesia alla vita.

fuoco_fatuo

Giovane Amico

  • "fuoco_fatuo" is male

Posts: 211

Activitypoints: 603

Date of registration: Aug 20th 2013

Location: Roma

  • Send private message

4

Tuesday, November 12th 2019, 12:59pm

ho vissuto fino a pochissimo tempo fa una condizione che mi ha distrutto a più riprese l'esistenza: essere una persona molto emotiva senza avere coscienza di ciò; al contempo, per educazione ricevuta, ho sempre vissuto e deciso secondo la razionalità più dura.

ovviamente ciò mi ha portato a vivere grandi difficoltà per il contrasto che a volte - inevitabilmente - viene a verificarsi fra le due sfere. ho sempre preso tutte le mie decisioni con la testa senza mai dare ascolto alle emozioni e questo mi ha mandato in tilt un buon numero di volte, soprattutto in ambito relazionale.

la situazione è cambiata radicalmente grazie alla psicoterapia. ho imparato a riconoscere e denominare le emozioni (cosa che NON sapevo fare) e ad ascoltarle, accompagnandole sempre alla mia razionalità di base, per la quale comunque conservo la mia maggiore attenzione. i contrasti tutt'ora non mancano, ma non più al livello di prima. è bastato questo per campare molto meglio.

5

Tuesday, November 12th 2019, 1:25pm

Ciao a tutti: buona Domenica!!

Razionalità vs emotività: da quale parte tendi ad essere e quali sono le cose che ti contraddistinguono per avere l'una o l'altra? In altre parole, quali sono le azioni (o le non azioni) che ti fanno rispecchiare in una di queste due parti ?
E magari, se sei in una condizione di equilibrio tra le due: come l'hai raggiunta? In particolare: quali sono le piccole cose che una persona estremamente razionale può fare per essere più emotiva?
Personalmente, ho intrapreso un percorso in cui sono arrivata a un maggiore "equilibrio" (per me equilibrio non significa staticità, ma assenza di "conflitto") comprendendo che queste due entità, ovvero razionalità o emozione, in realtà non sono due perfette scissioni del nostro modo di essere.

La razionalità puo' essere (anche) una difesa del nostro "ego" a seguito di una "ferita" emotiva. Come anche uno stato di coscienza "superiore", ovvero un modo per guardarsi dentro con oggettività, già in questi due esempi si puo' capire come due stati di coscienza "razionale" siano molto diversi.

Uno ha i paraocchi, l'altro invece è un modo per comprendere anche cio' che è al di fuori della logica.

Vale anche per l'emotività, ci sono stati emotivi dove essa è empatia, grande "intuizione", creatività e connessione. Altri stati emotivi che sono invece una manifestazione di carenziale: come la rabbia, l'ira, ecc ...

Credo che una persona estremamente razionale, puo' riconoscere che in reltà, non è meno emotiva delle altre, né è detto che possa controllare la sua parte emotiva, semplicemente ha un sistema di difesa che gli impedisce di entrare in contatto con le sue emozioni e riconoscerle o con quelle degli altri. In genere tutte le persone "molto razionali" che ho conosciuto, non a caso erano anche iraconde (l'ira e la rabbia sono emozioni) ...

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,510

Activitypoints: 4,663

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

6

Thursday, November 14th 2019, 8:03pm

da quale parte tendi ad essere e quali sono le cose che ti contraddistinguono per avere l'una o l'altra? In altre parole, quali sono le azioni (o le non azioni) che ti fanno rispecchiare in una di queste due parti ?
E magari, se sei in una condizione di equilibrio tra le due: come l'hai raggiunta? In particolare: quali sono le piccole cose che una persona estremamente razionale può fare per essere più emotiva?


Io sono molto razionale e...altrettanto emotiva. (entrambe in eccesso)

Il più prezioso principio di "equilibrio" me lo donò un amico Psichiatra.
Quando mi spiegò che emotività e razionalità sono rette parallele dentro ciascuno di noi, ma che hanno un ponte (uno solo) di possibile contatto e interazione.
E quel ponte è l'ironia.
Che equivale a saper ridere dei propri picchi di emotività lirica...tanto quanto dei propri picchi di razionalismo ossessivo .

7

Friday, November 15th 2019, 9:38am

Ciao a tutti: buona Domenica!!

Razionalità vs emotività: da quale parte tendi ad essere e quali sono le cose che ti contraddistinguono per avere l'una o l'altra? In altre parole, quali sono le azioni (o le non azioni) che ti fanno rispecchiare in una di queste due parti ?
E magari, se sei in una condizione di equilibrio tra le due: come l'hai raggiunta? In particolare: quali sono le piccole cose che una persona estremamente razionale può fare per essere più emotiva?


non posso mettermi da una piuttosto che dall'altra parte, è impossibile, sono entrambe le cose!
sono razionalità ed emotività. sono un contenitore in cui pensieri ed emozioni vivono insieme.
sbagliamo se pensiamo che la razionalità sia in contrasto con l'emotività. i nostri pensieri e le nostre emozioni sono già contrastanti.

il punto (per me) è comprendere tutto questo meccanismo, avere contezza del contenitore che sono e soprattutto comportarmi in maniera autentica ovvero comportarmi fuori in maniera tale che la mia vita interiore rimanga in serenità.
namasté