Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

finally

Giovane Amico

  • "finally" has been banned
  • "finally" started this thread

Posts: 176

Activitypoints: 535

Date of registration: Feb 21st 2019

  • Send private message

1

Thursday, April 11th 2019, 2:21pm

La Disregolazione emotiva

Ciao a tutti, spero sia la sezione giusta per parlare di questo argomento.
Leggendo l'interessante post del Dott. Congiu riguardo al DBP , mi è caduto l'occhio su questo termine, appunto, la disregolazione emotiva.
Ora, data la mia curiosità riguardo gli argomenti di psicologia (a volte anche un po' morbosa) sono andata a cercare cosa significhi questo termine, e ho trovato il mondo.

Riporto uno degli articoli più semplici:

"È essenziale per il nostro benessere essere capaci di gestire le nostre emozioni sia positive sia negative, sia quelle potenti come la rabbia, sia quelle difficili come la tristezza, l’ansia o la depressione. Quando questo non ci riesce possiamo dire di essere in uno stato di disregolazione. Stati ansiosi, attacchi di panico, comportamenti compulsivi, depressione, dipendenze, disturbi dell’alimentazione, difficoltà a dormire, ecc., sono alcuni dei più comuni segnali di disregolazione
All’inizio della vita è la connessione con la madre, con il corpo della madre, a funzionare come regolatore del sistema nervoso e del corpo del bambino. La capacità di autoregolazione è all’inizio appresa attraverso la relazione con la madre. Una connessione salutare madre bambino è di importanza essenziale nel dar forma allo sviluppo.

Ogni volta che una madre tocca o accarezza o consola il proprio bambino, sta regolando il suo sistema nervoso: interrompere la connessione tra il bambino e la madre è traumatizzante e se il processo di regolazione tra madre e bambino subisce delle interferenze, il bambino non sviluppa le capacità basilari per l’auto-regolazione.

La stabilità di questa connessione originaria è di particolare importanza nel dare forma alle modalità individuali di relazione col corpo, con il sé, e con gli altri ed è un importante strumento nella pratica clinica, sfruttata in mdo particolare in quelle discipline psico-corporee, come l'Analisi Funzionale, che basano sul contatto corporeo l'efficacia del loro intervento.

Una capacità di auto-regolazione compromessa può influire negativamente sullo sviluppo della persona, creando continua instabilità e facendo della vita una lotta continua.

La disregolazione degli affetti è considerata al centro dell’accentuata vulnerabilità allo stress e ai traumi, e sembra essere un elemento centrale delle problematiche fisiche e psicologiche.

C’è un bisogno di sentirci a nostro agio in noi stessi e nel nostro corpo, di sentirci regolati, per poterci sentire a nostro agio nella vita. Bisogno che è così forte che quando siamo in uno stato di non regolazione cerchiamo ad ogni costo di trovare la regolazione di cui abbiamo bisogno.

Le persone sentono il bisogno di fumare, perché nonostante sia nocivo per la salute, il fumo di sigaretta offre una forma di regolazione attraverso la nicotina.

Lo stesso per ogni comportamento o sostanza che induce abitudini autodistruttive di dipendenza, come le droghe, l’alcool, la sessualità, il cibo, il lavoro. Cerchiamo quindi di sostituire queste forme nocive di auto-regolazione con forme più salutari, riportando al centro il corpo e il contatto."

Questo è un articolo tratto da "cure naturali"




Qualcuno ne ha esperienza di guarigione attraverso la psicoterapia ?

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" is female

Posts: 3,111

Activitypoints: 8,765

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

2

Thursday, April 11th 2019, 11:32pm

Sposto il thread nella sez. più adatta
(Riflettiamo insieme)


Elettra per lo staff di moderazione

Morpheus88

Utente Avanzato

  • "Morpheus88" is male

Posts: 593

Activitypoints: 1,778

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

Occupation: Freelance

  • Send private message

3

Friday, April 12th 2019, 7:45am

Nella cognitivo comportamentale si fa largo uso della regolazione emotiva (se il terapeuta è bravo), è un punto cardine della riuscita terapeutica.

finally

Giovane Amico

  • "finally" has been banned
  • "finally" started this thread

Posts: 176

Activitypoints: 535

Date of registration: Feb 21st 2019

  • Send private message

4

Friday, April 12th 2019, 9:48am

Grazie Morpheus :)

arianna73

Utente Attivo

Posts: 119

Activitypoints: 371

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

5

Saturday, April 13th 2019, 4:45pm

Grazie per l'articolo! E per il thread, interessante davvero. Nei miei quattro rudimenti di psicoterapia non so dove collocare questa nozione ma è uno spunto interessante. (ed io sono, di certo soprattutto adesso, disregolatissima... forse anche come generazione appartengo a una schiera di persone che pur amatissime dalle loro mamme hanno avuto contatti corporei ridottissimi ed essenziali)

p.s. non so quanto ci sia di psicologico o di oculistico, a ma al primo sguardo avevo letto "DISGREGAZIONE emotiva"...

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests