Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,650

Activitypoints: 4,964

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

16

Wednesday, August 7th 2019, 2:26pm

facendo cross threading :D col topic sull'obesità, il miglioramento , del proprio aspetto, della propria salute e delle proprie finanze sono tutte cose splendide e meritorie. Ma non dovrebbero essere mai scisse dal miglioramento personale interiore, perché restiamo repellenti con tutti i soldi e i muscoli del mondo se gli altri li guardiamo e giudichiamo nelle griglie inflessibli di aspetto e genere.Questa è la deriva incel ma non solo incel, da schivare.

Quindi a proposito di generi, scrivo pure qui a Luca che il mondo gira proprio ancora così: alla guerra dei sessi :rolleyes: viene difficile pure a me crederci ogni tanto, ma così è. I dati sui problemi maschili comunque sono anche a volte il rispecchiamento di problemi femminili: ad esempio se muoiono più uomini sul lavoro è perché più uomini in assoluto che lavorano sono di più e molte donne restano escluse. Se guardiamo d'altronde agli incidenti domestici dove il lavoro femminile (spesso misconosciuto e denigrato) è prevalente , loro sono le vittime del 70 e rotti %. Ovvio , perchè sono numericamente superiori agli uomini impegnati in quelle mansioni. Se aumentano le donne fra le vittime sul lavoro , vuol dire che lavorano di più , ma a quel punto quale sarà il problema maschile? Ritenersi estromessi dal lavoro?
così come se parliamo di problemi tipicamente maschili a suon di percentuali, a giudicare da quelle di percentuale per crimini violenti gli uomini avrebbero un problema di innata aggressività.

Il fatto che certi problemi però riguardino più uomini o più donne però resta più che altro lo specchio di com'è impostata la società, dentro la quale siamo tutti/e e tutti/e possiamo un minimo contribuire a migliorarla. E le maglie di genere andrebbero viste con molta più elasticità.

17

Wednesday, August 7th 2019, 11:05pm

Anche io trovo assurda la medicalizzazione di questo "disagio" e per come ho detto anche nell'altro Thread trovo proprio il "metodo scientifico" con cui si valuta un caso di bellezza/bruttezza tutto fuorché affidabile, preciso e ma in particolar modo universale.

Credo sia pieno di chirurghi estetici che sono disposti pur di guadagnare ad intervenire come chiede il paziente. Basti pensare ai casi famosi di personaggi che si sono completamente "deformati" il volto per rincorrere un'idea di bellezza ...

Peraltro non è assolutamente vero che la bellezza estetica sia nella "legge d'attrazione" (che non è un opinione mia, ma un'insieme di regole sul funzionamento della mente durante la fase di seduzione) il fattore unico e principale. Anzi, dimostrano che tendiamo per natura a percepire "bello/gradevole" cio' che è causa coinvolgimento emotivo. Ovvero una persona diventa "bella" attraverso la nostra percezione quando ad essa si associano specifiche emozioni che per l'individuo hanno un significato (ovviamente inconscio) particolare.

Questo non significa che non esista nessun "fattore estetico" nella vita.
Ma non è una determinante così assoluta.

Addirittura le emozioni che coinvolgono verso una persona piuttosto che un'altra non devono essere necessariamente positive. Vale anche per quelle negative purtroppo. Sono tante le persone che sentono forte spinta emotiva nel rifiuto o nel trovarsi in situazioni di difficile gestione, oppure in forme masochiste e molto spesso sono donne.

Per capirlo (chi almeno una volta si è innamorato) basta fare il percorso inverso: Finito l'amore la persona non appare piu' così gradevole o "unica", a prescindere dalla sua "oggettiva" bellezza.

Sono convinta che il discorso "red pill" pregiudichi pesantemente l'aspetto "rimanente" dei fattori attrattivi nonché quello determinante. Pur partendo da una base estetica "bassa".

E non perché in amore bisogna fare gli "zerbini" del genere femminile per avere riscontro, anche quello è qualcosa che non funziona, perché un atteggiamento pregiudicato anche in questo caso da paure.

Nella legge dell'attrazione ogni paura se assecondata porta diretta al fallimento, perché quando si ha paura di qualcosa (come del rifiuto) -e non ditemi che la misoginia di fondo a certe teorie Incel non sia una forma di paura perché non ci credo- tutto l'universo si muoverà perché quella paura diventi realtà.


Quando si è mossi dalla paura si agirà in modo già compromesso.

Ci sono una sacco di cose che si potrebbero "temere" ma siccome non fanno paura nella vita non sono causa di ostacolo. Poi non è un caso che tutte le paure siano legate alle condizioni di vita. Per persone che hanno paura di restare da sole si trovano sole, quelle che hanno paura dell'abbandono vengono lasciate quasi sempre prima che siano loro a staccarsi ecc ...

Una delle mie piu' grandi paure era essere giudicata, sentirmi mortificata e incompresa e sopratutto "non ricevere protezione" ... ho trovato un uomo che mi ha dato una per una le emozioni descritte sopra e non mi hai mai protetto o si è preso cura di me.

This post has been edited 1 times, last edit by "Juniz" (Aug 7th 2019, 11:14pm)


18

Thursday, August 8th 2019, 9:38am

E' vero che la teoria LMS presenta delle estremizzazioni in determinati ambiti e delle semplificazioni in altri, ma alcuni concetti li reputo piuttosto reali e non del tutto da scartare, se si cerca di analizzare come avvengono le interazioni umane dal punto di vista delle relazione sentimentali.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,650

Activitypoints: 4,964

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

19

Thursday, August 8th 2019, 1:39pm

E potresti dire esattamente quali concetti secondo te sono reali? Perché è anche possibile che nella mole di esagerazione , angoscia e infelicità che intossica queste prospettive ci siano anche cose da tenere più in considerazione.
In questo argomento finiamo sempre in un angolo proprio per la mancanza di chiarezza esplicita e verificabile da parte di chi sostiene queste tesi. Non c'è mai la famosa scala esemplificata dei voti, cioè con foto di tipi che li incarnano, né si dice con chiarezza cosa si ritiene davvero fondato.
Così tendiamo a restare nel "fumoso" :hmm: Quindi Adam almeno da parte mia che stento a trovare un senso in queste teorie e non mi raccapezzo con i tuoi canoni di voto apprezzerei lo "spiegone" teorico e con le figure :)

(nel frattempo quoto in toto Juniz. Mi ricordi uno psicologo piuttosto noto anni fa che diceva "In amore , è antipatico dirlo ma è così, ci succede quello che vogliamo ci succeda". Dove "vogliamo" era inteso in modo più o meno inconsapevole :thinking: )

20

Thursday, August 8th 2019, 6:22pm

Ma anche io credo che la teoria LMS non sia tutta da scartare. Sopratutto perché in chi la tratta si reciclano elementi valdi di PNL, teorie evoluzioniste, ecc.

Tuttavia gli articoli o siti che la trattano mettono tutti come perno assoluto la "bellezza" che poi è un controsenso con i restanti elementi sempre sostenuti in modo assoluto.

In ogni articolo che leggo ci sarà scritto "belloccio" un centinaio di volte nell'arco di poche righe e altrettanta centinaia di volte qualche appellativo dispregiativo verso "grasse", "obese", "figlie di papi", "Tinder" ecc ...

Anche nel materiale piu' strettamente "tecnico" che per definizione dovrebbe essere oggettivo e scevro di condizionamenti o "fazioso" si puo' vedere che non manca una frustrazione assordante e costante di fondo verso il genere femminile e verso dei presunti "belli/bellocci".

A questo punto mi chiedo, avendo io letto di legge di attrazione e seduzione, pur parlando di differenze maschili e femminili, nell'ambito non ho mai riscontrato questo "vizio".

Succede quando si tratta l'argomento Redpill ...

Non so se puo' aiutare concretamente una persona che parte con un disagio emotivo di base sentire confermato in modo "tecnico" questa frustrazione. Mi chiedo effettivamente quanti riescono ad usare questo materiale in modo funzionale, ottenendo un oggettivo miglioramento nelle relazioni interpersonali senza alimentare invece la loro già drammatica condizione "esistenziale".

This post has been edited 1 times, last edit by "Juniz" (Aug 8th 2019, 8:33pm)


arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,650

Activitypoints: 4,964

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

21

Friday, August 9th 2019, 1:07pm

Forse non mi è stato ancora linkato l'articolo "giusto" dove questi spunti siano usati in modo appropriato e non come un peggiorativo (la PNL) o in modo a dire poco banalizzato e grossolano (le teorie evoluzioniste). Ma credo che in una prospettiva distorta anche le migliori intenzioni finiscano solo per portare altro peggioramento... e con prospettiva distorta intendo sia quello delle persone che approdano a queste teorie già "ferite" interiormente, sia proprio quella di chi queste teorie le mette a punto e le diffonde :hmm:

22

Sunday, August 18th 2019, 11:19am

Un articolo interessante, senza ipocrisie e ben realizzato, in confronto al letamaio uscito nei mesi scorsi:

https://www.hikikomoriitalia.it/2019/08/…fTufeBVxlh0fGFY
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 1 times, last edit by "Adam Weasel" (Aug 18th 2019, 11:41am)