Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

thebaolou

Utente Attivo

  • "thebaolou" is male
  • "thebaolou" started this thread

Posts: 116

Activitypoints: 381

Date of registration: Jul 25th 2008

Location: north east coast :)

Occupation: commesso

  • Send private message

1

Saturday, August 2nd 2008, 5:35pm

leggo che molti di noi assumono farmaci, e mi chiedevo: quanto appoggio facciamo su di loro?

io sono sconvolto dalle quantita di farmaci che vedo dare al centro di salute mentale, vorrei aprire una discussione dove ognuno dicesse la propria riguardo ai farmaci, in generale, dove ognuno puo dire cosa pensa.
e' un argomento che mi sta molto a cuore.
io prendo farmaci, ritengo che essi servano , ma spesso almeno per mia esperienza ho notato, che chi li prescrive o li da, lo faccia con troppa leggerezza.
credo che alcuni psichiatri aprofittino troppo del loro potere...
vorrei poter parlare con qualcuno riguardo questa cosa, per mia esperinza personale , nel mio terriotrio , ho visto cose che mi hanno sconvolto.
mi spaventa molto la leggerezza con cui certe sostanze vengono date ai pazienti, pero' io parlo di esperienze personali, cose che visto io, vorrei sentire anche le idee di qualcun altro riguardo il mondo dei farmaci e della loro ''pericolosita' ''
ciao a tutti.
when life is on a repeat... it's time to move on

michela

alla ricerca di me

  • "michela" is female

Posts: 242

Activitypoints: 831

Date of registration: Dec 23rd 2007

Location: Campania

  • Send private message

2

Saturday, August 2nd 2008, 6:12pm

Ti rispondo per quanto riguarda la mia esperienza personale. Faccio psicoterapia da quasi due anni. Quando sono andata la prima volta dal mio psichiatra mi hanno dovuta accompagnare per mano perchè avevo attacchi di panico ed erano circa due mesi che non uscivo da casa. Alla prima visita il mio psichiatra mi disse che sicuramente avevo bisogno di fare psicoterapia ma c'era anche bisogno del farmaco per un aiuto. Io non volevo prendere farmaci, credevo che avessero chissà quali controindicazioni. Il mio psichiatra, che è anche psicoterapeuta, mi disse che lui di solito risolve solo con la pasicoterapia, ma ci sono casi e casi. E mi fece questo esempio. Se un paziente viene da me e mi dice che non riesce a prendere l'ascensore perchè ha paura di rimanere chiuso dentro, io faccio psicoterapia perchè intanto quel paziente vive lo stesso bene, l'unico inconventiente è che si fa tanti piani a piedi. Se invece arriva una come me che da due mesi le viene la nausea al sol pensiero di uscire e passa le sue giornate chiusa in casa, c'è bisogno anche dell'aiuto del farmaco per cominciare a migliorare la sua vita.
Quindi ho cominciato a prendere lo Zoloft e piano piano non sai quante cose sono cambiate. Ora viaggio anche da sola, sono ancora più sicura di prima. Ma il mio medico ad oggi mi dice che il farmaco aiuta ma la cosa importante è la nostra forza di volontà. Se non ci impegnamo per uscirne fuori, il farmaco serve a poco.
Questa è la mia esperienza con il mio medico e posso dire che lui non abusa mai con i farmaci, ma li dà soltanto quando sono davvero necessari e per giusti periodi
Per quanto sia lungo il temporale, il sole torna sempre a brillare tra le nuvole. (K.Gibran)

thebaolou

Utente Attivo

  • "thebaolou" is male
  • "thebaolou" started this thread

Posts: 116

Activitypoints: 381

Date of registration: Jul 25th 2008

Location: north east coast :)

Occupation: commesso

  • Send private message

3

Saturday, August 2nd 2008, 6:53pm

grazie michela della tua risposta, mi fa piacere cosa hai scritto, e condivido pienamente quello che dici.mi solleva leggere queste cose
when life is on a repeat... it's time to move on

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" is male

Posts: 7,696

Activitypoints: 25,180

Date of registration: Jun 5th 2007

  • Send private message

4

Saturday, August 2nd 2008, 8:52pm

Io non amo i farmaci, e penso che questo ormai sia chiaro. Non prendo niente che sia più di un'aspirina da anni ormai, nemmeno quando mi fanno male i denti o soffro di dolori alla schiena.

Però mi rendo conto che esistono situazioni in cui i farmaci sono necessari, e in quei casi non li rifiuto. Nel caso riportato da michela i farmaci sono stati fondamentali, non si può negare...

Non sono contro i farmaci, ovviamente, ma trovo che a volte vengano prescritti con leggerezza. Una volta per esempio mi fu prescritta una cura a base di cortisone per il dolore alla schiena, e il risultato fu che stavo per morire. Se quel medico avesse cercato soluzioni alternative, o almeno avesse approfondito la situazione prima di prescrivermi una cura così pesante, sarebbe stato meglio.

Per fortuna non sono tutti così, ma una certa "leggerezza" esiste sicuramente. Ormai ti danno la pillola per qualsiasi cosa.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...

romina

Utente Fedele

  • "romina" is female

Posts: 395

Activitypoints: 1,335

Date of registration: Jun 20th 2008

Location: pavia

Occupation: insegnante

  • Send private message

5

Saturday, August 2nd 2008, 9:08pm

Molto brevemente perchè ho già scritto in merito . Io da fine agosto soffro di ansia con attacchi di panico. La mia vita era finita .Oramai mi ero trasferita al pronto soccorso.Ho rischiato il licenziamento ,non riuscivo ad alzarmi dal letto, non mi curavo ,insomma ero una larva.A novembre assumevo il sereupin e lo xanax , e fino a febbraio sono stata appena apena benino, poi ci sono ricaduta e lo psichiatra mi ha cambiato con lo zolft. Non mi soffermo sulla sofferenza del cambio per non deprimervi, sofferenza che è durata circa due mesi e mezzo.Da circa un mese mi sento rinata , più forte e migliorata in tutti i sensi. Miracolo della mia volontà dei farmaci ? Ai posti l'ardua sentenza. Certo un ruolo l'antidepressivo lo avrà pur svolto!
E poi seduta in mezzo ai vostri arrivederci ...... mi sentivo meno stanca di voi.... Ero molto meno stanca di voi.....