Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

1

Wednesday, November 11th 2020, 1:28pm

Cattiverie verso gli animali

Io sinceramente non mi capacito, perché tutta questa cattiveria gratuita verso gli animali?
Ho appena letto di un'asinella che era usata per pet therapy con bambini ed è stata uccisa a fucilate da un anziano.
Comunque di notizie così se ne sentono quasi tutti i giorni. Perché?

DaliaBlu

Utente Avanzato

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 665

Activitypoints: 2,300

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

2

Wednesday, November 11th 2020, 1:44pm

Beh, c'è chi non si capacita della cattiveria e chi non si capacita della bontà (anche verso gli animali). Punti di vista.
Sulle creature indifese di solito si scatena l'aggressività e il livore di alcune persone, proprio in virtù della facilità con cui possono essere aggredite.

puntoliberatutti

Giovane Amico

Posts: 270

Activitypoints: 684

Date of registration: Jul 21st 2015

  • Send private message

3

Wednesday, November 11th 2020, 5:38pm

Io sinceramente non mi capacito, perché tutta questa cattiveria gratuita verso gli animali?
Ho appena letto di un'asinella che era usata per pet therapy con bambini ed è stata uccisa a fucilate da un anziano.
Comunque di notizie così se ne sentono quasi tutti i giorni. Perché?

Io sinceramente non mi capacito, perché tutta questa cattiveria gratuita verso gli animali?
Ho appena letto di un'asinella che era usata per pet therapy con bambini ed è stata uccisa a fucilate da un anziano.
Comunque di notizie così se ne sentono quasi tutti i giorni. Perché?

Io sinceramente non mi capacito, perché tutta questa cattiveria gratuita verso gli animali?
Ho appena letto di un'asinella che era usata per pet therapy con bambini ed è stata uccisa a fucilate da un anziano.
Comunque di notizie così se ne sentono quasi tutti i giorni. Perché?


In effetti di notizie simili se ne potrebbero trovare tutti i giorni, questa è balzata alle cronache probabilmente perchè di proprietá di un personaggio famoso. È un perchè a cui non so rispondere, penso che siano di più le persone indignate per l'accaduto che gli indifferenti.

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" is female

Posts: 3,744

Activitypoints: 10,713

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

4

Wednesday, November 11th 2020, 10:49pm

Il maltrattamenti degli animali fa parte degli indicatori predittivi e indica una pericolosità sociale.
Solitamente c'è una stretta correlazione tra il maltrattamento (o uccisione) di animali e ogni altro comportamento violento, antisociale e criminale.

Io mi tengo alla larga da persone che commettono atti del genere, e ti dirò di più io non tollero e non gradisco neanche le persone che praticano la caccia per puro sport e divertimento.

Germano

Utente Fedele

  • "Germano" is male

Posts: 333

Activitypoints: 1,020

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

5

Thursday, November 12th 2020, 4:00pm

Il maltrattamenti degli animali fa parte degli indicatori predittivi e indica una pericolosità sociale.
Solitamente c'è una stretta correlazione tra il maltrattamento (o uccisione) di animali e ogni altro comportamento violento, antisociale e criminale.

In india adorano gli animali perchè pensano che ci si potrebbe reincarnare in uno di loro e... infatti l'India è il posto più tranquillo del mondo. Criminalità zero.

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" is female

Posts: 3,744

Activitypoints: 10,713

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

6

Thursday, November 12th 2020, 6:50pm

In India l'elevato tasso di criminalità dipende prevalentemente dalle tensioni tra le comunità religiose o etniche.

Io mi riferivo a una correlazione tra violenza sugli animali e violenza verso il partner ad esempio. Ci sono studi che sostengono tale correlazione.

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 557

Activitypoints: 1,720

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

7

Saturday, November 14th 2020, 6:51pm

In India ci sono anche i templi dedicati ai ratti, e chi beve l'urina di vacca.
comunque può darsi che il cacciatore si sia sbagliato...|

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,089

Activitypoints: 9,526

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

8

Saturday, November 14th 2020, 7:28pm

Solitamente c'è una stretta correlazione tra il maltrattamento (o uccisione) di animali e ogni altro comportamento violento, antisociale e criminale.


Sostanzialmente sarei d'accordo, ma soltanto in relazione a quanti infieriscono sugli animali per il gusto di vederli soffrire/morire (e disgraziatamente ci sono, anche tra i bambini).

Però penso che tanti casi di maltrattamento (non per questo meno allarmanti) siano dovuti a semplicissima ignoranza. Ignoranza in tanti sensi, ma anche in perfetta buona fede e in persone che per altri versi sono "pezzi di pane". Soltanto che non sono state cresciute in questo tipo di sensibilità.

Ripenso a una famiglia di campagna, quando io ero bambina. Il gatto si teneva per evitare i topi, e i gattini.... :-MSTR ...era "normale" che venissero soppressi (chiedo perdono per l'immagine) sbattendoli di muso su una roccia...
Io sto ancora qui a chiedermi come ce la potessero fare, e come potessero farcela ad uccidere un qualunque animale che avessero allevato (dalla gallina al coniglio al maiale) e poi anche mangiarlo...
Eppure so che quelle persone non sono mai state "cattive". Erano solo abituate al concetto molto brutale che la vita va così. :|
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

9

Saturday, November 14th 2020, 7:43pm

Il cacciatore era solo uno dei tanti esempi che si leggono quasi quotidianamente. Mi viene in mente per es. poco tempo fa anche il ragazzino che ha ucciso un povero riccio usandolo come un pallone da calcio, ma ce ne sarebbero un'infinità, un po' in tutto il mondo.
Ovviamente amare gli animali non vuol dire essere necessariamente brave persone (anche Hitler amava i suoi pastori tedeschi), ma una persona che si diverte a seviziarli o ucciderli qualche "problema" ce l'ha. Ci si può limitare a non amarli, a non averne di propri, senza andare in giro a far loro del male.
Per fortuna a livello globale penso che la sensibilità ecologica e verso gli animali stiano migliorando rispetto al passato, tant'è che adesso questi episodi destano per lo più indignazione.

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,089

Activitypoints: 9,526

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

10

Saturday, November 14th 2020, 7:48pm

amare gli animali non vuol dire essere necessariamente brave persone (anche Hitler amava i suoi pastori tedeschi)

:hail:
E infatti non manca chi, in ambito psico (e da addetto ai lavori), coniuga l'attaccamento agli animali con forme (anche degne di nota) di misantropia.
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

11

Saturday, November 14th 2020, 7:49pm

Solitamente c'è una stretta correlazione tra il maltrattamento (o uccisione) di animali e ogni altro comportamento violento, antisociale e criminale.


Sostanzialmente sarei d'accordo, ma soltanto in relazione a quanti infieriscono sugli animali per il gusto di vederli soffrire/morire (e disgraziatamente ci sono, anche tra i bambini).

Però penso che tanti casi di maltrattamento (non per questo meno allarmanti) siano dovuti a semplicissima ignoranza. Ignoranza in tanti sensi, ma anche in perfetta buona fede e in persone che per altri versi sono "pezzi di pane". Soltanto che non sono state cresciute in questo tipo di sensibilità.

Ripenso a una famiglia di campagna, quando io ero bambina. Il gatto si teneva per evitare i topi, e i gattini.... :-MSTR ...era "normale" che venissero soppressi (chiedo perdono per l'immagine) sbattendoli di muso su una roccia...
Io sto ancora qui a chiedermi come ce la potessero fare, e come potessero farcela ad uccidere un qualunque animale che avessero allevato (dalla gallina al coniglio al maiale) e poi anche mangiarlo...
Eppure so che quelle persone non sono mai state "cattive". Erano solo abituate al concetto molto brutale che la vita va così. :|


Sostanzialmente condivido quello che dici Gloria, anche se va detto che anche in passato c'erano persone che avevano amore e rispetto per gli animali (v. la lezione di San Francesco), però la mentalità generale era quella che descrivi.
L'es. del gatto che fai quindi è veritiero e calzante, ma spero di non avere gli incubi stanotte :-NM

Finnicella

Utente Fedele

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 344

Activitypoints: 1,207

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

12

Saturday, November 14th 2020, 7:55pm

amare gli animali non vuol dire essere necessariamente brave persone (anche Hitler amava i suoi pastori tedeschi)

:hail:
E infatti non manca chi, in ambito psico (e da addetto ai lavori), coniuga l'attaccamento agli animali con forme (anche degne di nota) di misantropia.


Si, ma ripeto, io non pensavo al fatto che si debba avere un'adorazione per gli animali, che dobbiamo essere tutti vegetariani o dire "gli animali sono meglio delle persone". Sarebbe sufficiente non andare in giro a torturarli o trucidarli, oppure non prenderli come animali da compagnia per poi tenerli in condizioni indegne o abbandonarli. Io per es. non sono particolarmente amante dei cani (preferisco i gatti), ma non gli farei mai del male.

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 3,089

Activitypoints: 9,526

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

13

Saturday, November 14th 2020, 8:01pm

Sostanzialmente condivido quello che dici Gloria, anche se va detto che anche in passato c'erano persone che avevano amore e rispetto per gli animali (v. la lezione di San Francesco), però la mentalità generale era quella che descrivi.
L'es. del gatto che fai quindi è veritiero e calzante, ma spero di non avere gli incubi stanotte


Prima di tutto chiedo scusa per eventuali incubi da me indotti (e non sto scherzando: ti capisco e la vivo nello stesso modo).

Però, giusto per cercare di sorridere e valorizzando tutti gli spunti che hai fornito, posso dirti ?

I peggio racconti sulla TORTURA di animali mi derivano...dai ricordi adolescenziali di mio padre, quando era in Collegio Francescano ad Assisi....
Giochi di combriccole adolescenziali che oggi sono (deo gratias) da codice penale.
Non solo: cresciuto in Umbria...era ovvio che da giovane adulto andasse a caccia, come tutti a quel tempo!
Ti assicuro che in Umbria non c'era famiglia in cui non ci fossero fucili e cacciatori.
Eppure...credimi se puoi...mio padre era e resta la persona più buona, sensibile, generosa, intelligente che io abbia mai avuto la fortuna di conoscere! :alien:
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)