Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Anonimo1997

Utente Attivo

  • "Anonimo1997" started this thread

Posts: 82

Activitypoints: 302

Date of registration: Apr 21st 2019

  • Send private message

1

Sunday, August 11th 2019, 12:39am

Cambiare è un po' come morire?

I due termini, “cambiare” e “morire”, hanno significato diversi: “cambiare” significa “sostituire, subire una trasformazione, una modificazione”, “morire” significa “smettere di esistere”. Il mio supporre di considerare il cambiare come il morire nasce dalla seguente riflessione: se una cosa cambia, significa che ciò che era prima di cambiare ha smesso di esistere e quindi possiamo dire che ciò che era prima è come se fosse morto?
A volte mi chiedo cosa è rimasto di me di quando avevo per esempio 10 anni, è cambiato il corpo, sono cambiati gli interessi, a volte penso che è come se uno nella vita morisse ogni giorno perché ogni giorno cambia. Non so se si capisce cosa intendo :D se riuscite a capirmi, cosa ne pensate al riguardo?

Morpheus88

Utente Avanzato

  • "Morpheus88" is male

Posts: 610

Activitypoints: 1,829

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

Occupation: Freelance

  • Send private message

2

Sunday, August 11th 2019, 11:10am

Morte e vita sono concetti, la nostra mente cerca di dare significati alla realtà ma se ti ci metti a riflettere troppo ti rendi conto che sono solo generalizzazioni che ci danno l'illusione di aver compreso qualcosa che è più grande di noi.
Se io ti chiedessi ma sei sicuro di essere vivo, cosa significa vivere ed essere tu che risponderesti?
La risposta che mi sono dato io è che su alcuni temi non conviene sviscerare troppo perché ci si incarta soltanto, comunque giusto per curiosità la risposta che mi sono dato io alla tua domanda è stata questa "vivere significa cambiare per adattarsi e raggiungere i propri obiettivi, muore prima del tempo chi non cambia/evolve perché spreca il tempo utile della sua vita non raggiungendo i suoi obiettivi".

3

Sunday, August 11th 2019, 11:42am

Bisogna considerare che noi esseri umani siamo solo maschere che ricoprono un determinato ruolo all'interno della società, sapendo questo i concetti di morte e cambiamento assumono significati decisamente diversi. Il cambiamento in alcuni casi è assolutamente necessario se si vuole sopravvivere.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,988

Activitypoints: 21,299

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

4

Sunday, August 11th 2019, 3:30pm

Evoluzione....tutto evolve noi compresi
Hasta el buonismo siempre!!!

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,848

Activitypoints: 5,558

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

5

Sunday, August 11th 2019, 4:15pm

Una vecchissima canzone di Fiorella Mannoia che andava in radio quando ero ragazzina diceva "Come si cambia, come si cambia - per non morire" :D
..si cambia proprio per non morire, in effetti, ma si perdono certo un po' di pezzi nel tragitto. O vecchie pelli , come le lucertole.
A volte sono belle cose, e la nostalgia ci sta tutta.

A volte i cambiamenti sono imposti, la vita funziona anche così, sono sberloni e fanno un male dell'accidente. Se ne farebbe volentieri a meno malgrado tutto il tentativo di "prenderla con filosofia"..

comunque la grezzissima mia risposta alla tua domanda è "sì, è un po' morire per non morire tutto di botto visto che la cosa più sicura per non cambiare più è schiattare" :D

Anonimo1997

Utente Attivo

  • "Anonimo1997" started this thread

Posts: 82

Activitypoints: 302

Date of registration: Apr 21st 2019

  • Send private message

6

Sunday, August 11th 2019, 10:15pm


Se io ti chiedessi ma sei sicuro di essere vivo, cosa significa vivere ed essere tu che risponderesti?

In ordine risponderei:
- sì, sono sicuro
- al termine “vivere” il vocabolario gli dà più significati, e io cerco di dare alle parole il significato che gli danno i vocabolari
- "essere me stesso" non so cosa significhi e non so nemmeno se ha un significato… nel pensiero comune credo che significhi non essere falsi con gli altri oppure fare ciò che ci piace senza curarci del giudizio altrui.

Bisogna considerare che noi esseri umani siamo solo maschere che ricoprono un determinato ruolo all'interno della società, sapendo questo i concetti di morte e cambiamento assumono significati decisamente diversi.

Perché? In che modo il fatto che noi esseri umani siamo solo maschere che ricoprono un determinato ruolo all'interno della società fa assumere ai concetti di morte e cambiamento significati decisamente diversi? Chiedo scusa ma non ho capito, forse è colpa mia :)

Il cambiamento in alcuni casi è assolutamente necessario se si vuole sopravvivere.

Sono d’accordo su questo.

Evoluzione....tutto evolve noi compresi

Ciò che mi chiedevo io è se ciò che era prima di evolvere se si può considerare come morto…

Una vecchissima canzone di Fiorella Mannoia che andava in radio quando ero ragazzina diceva "Come si cambia, come si cambia - per non morire" :D
..si cambia proprio per non morire, in effetti, ma si perdono certo un po' di pezzi nel tragitto. O vecchie pelli , come le lucertole.
A volte sono belle cose, e la nostalgia ci sta tutta.

A volte i cambiamenti sono imposti, la vita funziona anche così, sono sberloni e fanno un male dell'accidente. Se ne farebbe volentieri a meno malgrado tutto il tentativo di "prenderla con filosofia"..

comunque la grezzissima mia risposta alla tua domanda è "sì, è un po' morire per non morire tutto di botto visto che la cosa più sicura per non cambiare più è schiattare" :D

Hai capito perfettamente cosa intendevo.
Comunque chissà se una volta morti non si cambi più… se l’anima esiste, chissà se può cambiare :hmm:

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,848

Activitypoints: 5,558

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

7

Sunday, August 11th 2019, 10:24pm

L'unico cambiamento certo è la decomposizione (allegria! :D ), dopo morti... l'anima boh, spero migliori se sopravvive all' "involucro".
Oggi una mia conoscente , coincidenza - o sincronicità :P - mi parlava di uno scenario post-mortem, per le anime, che aveva rivelato una mistica. Non era malaccio sai :)

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

8

Monday, August 12th 2019, 12:12am

ciò che era prima di cambiare ha smesso di esistere e

ma... cosa mai sarebbe quello stato di prima fisso e definito che d'un tratto vedi cambiare?

nulla rimane fermo, ogni frazione di secondo abbiamo cellule ed emozioni diverse, l'amico che ti vede dopo tre anni ti dice"come sei cambiato" ma tu che ti guardi allo specchio più volte al giorno non vedi il cambiamento da una volta all'altra.
Eppure c'è eccome, anche a distanza di pochissimo.

Perfino le ossa che sembrano stabili sono continuamente generate.
La fissità di un "individuo" è un'ipotesi di lavoro utile ma completamente falsa (ammesso che si possa definire chiaramente"individuo"- le piante e gli animali vivono come specie, non come individui, e immagino fosse così anche per i nostri più antichi progenitori).

Senza nemmeno contare gli infiniti punti di vista e quindi tutte le "interpretazioni" che di qualcuno/qualcosa si possono dare...
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

Elisa89

Ogni lasciata è persa

  • "Elisa89" is female

Posts: 384

Activitypoints: 1,201

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

9

Monday, August 12th 2019, 12:17am

Tutto troppo astratto... Vita morte anima esistenza cambiamento. Ci si perde in questi ragionamenti e non ne vieni fuori.
Tu in cosa credi? Chi crede fermamente in Dio crede sia lui ad essere la causa di tutto e che tutto avviene per un suo disegno, anche il cambiamento.
Io onestamente sono atea e la consapevolezza che noi non siamo nulla e non serviamo a nulla perchè siamo solo un piccolo puntino nella storia dell'universo... Beh mi rende difficiline le giornate!

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,848

Activitypoints: 5,558

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

10

Monday, August 12th 2019, 11:50am

Elisa difficile darti torto
il "panta rei" lo studiamo a scuola e non è che ci renda poi tanto più facili le cose :D

il cambiamento è costante e ce lo dobbiamo sorbire - che ci affascini o ci spaventi poco cambia (:D ) : dargli un senso e un "ordine" è più una costruzione della nostra volontà che qualcosa di insito nel cambiamento stesso. Finché navighiamo col vento in poppa nelle nostre vite (siamo giovani, stiamo bene in salute, viviamo emozioni vitali potenti come l'amore o la costruzione dei nostri obiettivi più desiderati, etc) il cambiamento può essere esaltante anche come sfida, quand'è ostico.
Ma a volte straccia la nostra vela il cambiamento, è indesiderato e ...insomma vederlo "in buona luce" è una faticaccia.
Andiamo a mantenere i professionisti della psicoterapia apposta :D

...oppure, cerchiamo - beato chi la trova - consolazione nelle più varie teorie mistiche, religiose e filosofiche :hmm:

Elisa89

Ogni lasciata è persa

  • "Elisa89" is female

Posts: 384

Activitypoints: 1,201

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

11

Monday, August 12th 2019, 1:54pm

Beato chi la trova questa consolazione! Un'amica in un momento di difficoltà mi ha detto "la vita e l'amore è scegliere ogni giorno con chi stare e cosa fare. Non si ferma ad una scelta di un momento ma ogni giorno questa scelta va rinnovata e accudita oppure cambiata se non da soddisfazioni". È proprio così

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests