Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Finnicella

Giovane Amico

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 248

Activitypoints: 877

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

1

Monday, September 28th 2020, 1:47pm

Vegeterianesimo: carenze alimentari?

Da tempo sto pensando di diventare vegeteriana, per motivi etici, non di salute.
Ho visto che c'è un vecchio thread (fra l'altro chiuso), ma non è il tipo di discussione che vorrei fare.
La mia perplessità è di incorrere in possibili carenze alimentari, visto che fra l'altro sono già piuttosto magra e non particolarmente attenta a cosa cucino.
Va anche detto che però già adesso mangio pochissima carne (un po' di prosciutto o di pollo ogni tanto) e pochissimo pesce (solo un po' di tonno, raramente).
Voi cosa ne pensate? Ad es. per la vitamina B sarebbe sufficiente assumerla in pastiglie di tanto in tanto?

N.B. parlo di vegetarianesimo, NON di veganesimo (quindi continuerei a mangiare uova, latticini ecc.).
NON voglio fare discussioni del tipo vegetarianesimo si/no, "anche l'insalata soffre" ecc. ecc.

Vorrei parlare SOLO di come ovviare ad eventuali carenze alimentari legate al vegerarianesimo e delle vostre esperienze in proposito.

Grazie!

giandeg

Utente Avanzato

Posts: 678

Activitypoints: 2,385

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

2

Monday, September 28th 2020, 6:14pm

La cosa interessa anche a me. Di recente ho scoperto l'intolleranza al lattosio e noto che quando mangio carne rossa ho difficoltà digestive

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,681

Activitypoints: 5,620

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

3

Monday, September 28th 2020, 8:55pm

Eccomi vegetariana da 20 anni :)
Saprai bene che ci sono tante alternative, la soia in primis che poi è fatta in milioni di modi tipo in polpette, cotolette, straccetti, speziata con altri ingredienti o no. E prova anche diverse marche perché alcune cose ti potrebbero piacere altre no. Anche il seitan buono! ( Io me lo cucino in padella con le cipolle e bagnato col vino )
E secondo, anche questo fondamentale, i legumi, almeno tre volte a settimana.
Penso non ci sia bisogno di integratori ma non so parlane col tuo medico.
Io uso il ferro ma ho un' altra patologia in corso.
E complimenti per la scelta. Anche io motivi etici non appena ho saputo da dove provenisse la carne ( avevo 12 anni )

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 3,084

Activitypoints: 9,795

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

4

Tuesday, September 29th 2020, 5:01am

Ho seguito un'alimentazione vegetariana, quasi vegana per circa 10 anni. Senza però essere vegetariano. Essere vegetariani è uno stile di vita, a me fa semplicemente schifo mangiare roba che è stata viva, ma ideologicamente io sono un rozzo specista, quindi la mia non è mai stata una scelta etica.

In ogni caso la dieta vegetariana non presenta controindicazioni per la gran parte della popolazione, con alcune eccezioni.
Io, prima di ammalarmi, non avevo bisogno di integrare nulla ad eccezione della vitamina b12. Saltuariamente integravo anche gli omega 3 e il ferro, ma quest'ultimo essenzialmente perché:
1)Non mangiavo tutti i legumi che mi aveva indicato la nutrizionista.
2)Partivo da una condizione di lieve anemia sideropenica.

Poi Per mettere peso mi ammazzavo di frutta secca a merenda.

in linea di massima comunque non ci sono controindicazioni particolari, a meno che tu non abbia disbiosi e/o patologie autoimmuni. Questo è l'unico motivo per il quale io oggi sono costretto a integrare il pesce e il pollo due sere la settimana, sebbene mi provochino la nausea. Ma per una persona sana non ci sono problemi, anzi.

Brunomen

Utente Attivo

Posts: 20

Activitypoints: 81

Date of registration: Oct 3rd 2020

  • Send private message

5

Sunday, October 4th 2020, 10:20pm

Come carenza potresti avere la carenza di ferro e di vitamina B12, chevsi può evitare inserendo alcune verdure ed uova ad esempio.

Un altro problema è la carenza di amminoacidi essenziali (proteine di qualità), che si può risolvere con un integratore o combinando le fonti alimentari