Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,638

Activitypoints: 4,406

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

76

Tuesday, September 17th 2019, 7:24pm

Infatti Leyla io perdo un sacco di tempo a leggere le etichette ...


:D

Comunque non sono fissato, la bistecca la mangio ancora e continuerò a mangiarla. Quello che conta, se vogliamo parlare di etica, è che l'animale non soffra quando è macellato, non che non venga mangiato affatto.

Anche io cominciai anni fa con un'etica molto più stringente, poi studiando e rendendomi conto di certi aspetti della vita che sono lunghi da spiegare qui, ho capito che non esiste un'etica superiore, come se fosse espressione di un Dio a cui tutti dovrebbero soggiacere, di conseguenza che mangiare carne sia "non etico" è molto relativo.

Non lo è se uno pensa che la morale correlata a questo fatto sia universale e al di sopra delle altre, quando si scopre che non è così, si torna a mangiare carne qualora la si fosse abbandonata. Quindi per me conta che l'animale sia allevato a terra e non in batteria, e che sia trattato degnamente, visto che anche loro provano dolore.

Fermo restando questo, lo mangio tranquillamente senza sentirmi in colpa, perché manca la vera fonte della colpa.

Quindi magari sorrido un pò di più di quei tristi vegani ... Altri potenziali fascisti come gli antifascisti e gli amanti degli insetti ... :D Scherzo eh ... :D Mangiatevi pure il vostro piatto di grilli belli arzilli (grilli appunto) che io me magno la bistecca assieme a Leyla ...

:D

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 446

Activitypoints: 1,380

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

77

Tuesday, September 17th 2019, 7:24pm

Lui è un salutista dell'ultima generazione (per cui non ti dico le CIFRE spese in semi e bacche di ogni tipo ...e persino per i grilli liofilizzati provenienti dall'Inghilterra).


anche alla mia iguana piacevano i grilli

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,638

Activitypoints: 4,406

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

78

Tuesday, September 17th 2019, 7:31pm

E magnateve un petto de pollo .... Arrosticini ... Frittura di pesce ... Calamari ... Erbetta e vongole ...

Lasciate i grilli a chi ha grilli per la testa ...


:D

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,054

Activitypoints: 6,176

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

79

Tuesday, September 17th 2019, 7:40pm

i vegani i grilli nun se li magnano Nat, sempre bestioline sono :assi:

Francamente pure io preferisco una panzanella bella vegana ai grilli in polvere o meno :P

In tutti i casi vegano non vuol dire automaticamente salutista. Quest'estate a Londra ho potuto constatare la quantità di cibo porco ma vegano, junk food purissimo cruelty free :D che se magnano i britannici di tutte le tendenze alimentari, con fantozziano e liberatorio rutto libero e pinte alcoliche :assi:

(credo comunque che stiamo andando leggermente OT, ridurre il consumo di carne a livelli normali , ridurre il consumo di porcherie gratificanti ma insane , essere vegani ed essere salutisti/fissati sono tutte cose diverse fra loro :) )

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,638

Activitypoints: 4,406

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

80

Tuesday, September 17th 2019, 8:08pm

Di la verità Arianna bella ...

Che il rutto in quel di Londra l'hai fatto anche tu alla faccia del grillo ... :D

:D

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,534

Activitypoints: 4,007

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

81

Tuesday, September 17th 2019, 8:51pm

Oddio, scusatemi.....corro da Mc....
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

ipposam

Amico Inseparabile

Posts: 1,025

Activitypoints: 3,221

Date of registration: Mar 25th 2015

  • Send private message

82

Tuesday, September 17th 2019, 11:01pm

}
Esatto Natahim...credo che difficilmente vedremo precari o cassintengrati con prole dedicarsi all decrescita felice. bellissima l'autoproduzione...peccato che richieda tempo (e anche piu' risorse di partenza di quanto si creda). é vero c'è chi decide di mangiare male per comprarsi il telefonino (che poi in reltà ormai è quasi sempre in abbonamento), ma io (da vetero sinistrorso operaista e anche per esperienza mia personale) immagino comunque le tante persone che ormai passano la giornata tra vari "lavoretti" tutti precari per sbarcare il lunario. Orari spezzati, paghe irrisorie. Francamente non ce li vedo poi a farsi il pane a casa, comprare semi e semini o andare a zappettare l'orto collettivo.
Non parliamo del fotovoltaico a casa....
Nel frattempo magari i figli crescono e non gli puoi dare solo pappa d'avena (rigorosamente Bio)


Scusate probabilmente il tema della decrescita felice é out of scope, però ecco non comprendo il nesso tra decrescita felice e livello reddituale, é chiaro che c'é chi non é in grado di fare scelte, ma non credo si parlasse di questo e io di certo non mi riferivo a una classe sociale o economica particolare. Il movimento di per sé propone un modello di vita più sostenibile e inclusivo di altri, di certo non si prefigge l'eliminazione di gap socio economici, cosa che riterrei del tutto utopica.

gloriasinegloria

Amico Inseparabile

Posts: 1,561

Activitypoints: 4,823

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

83

Wednesday, September 18th 2019, 12:18am

Lasciate i grilli a chi ha grilli per la testa ...

:thumbup:

Per tranquillizzare tutti : quell'ordinativo di grilli è finito nella spazzatura :D
Con me che pensavo "ma pensa che giro del mondo che hanno dovuto fare per finire in un sacchetto della differenziata, pore bestiole..."

Ma che ancora prima mi ero chiesta, e questo me lo chiedo anche per tanti semi e anche per tanti vegetali e farine bio : ma da quali mondi e filiere verranno, e in quanti magazzini terzomondisti in fatto di igiene saranno stati immagazinati , prima di arrivare sulle nostre tavole?

...E intanto ascolto in tv qualcosa sulle mille virtù dei semi di melone, che lavati ed essiccati sarebbero pieni di ottime virtù...e che tutti buttiamo nella spazzatura........

Stesso dicasi per tanta frutta e verdura "a kilometro zero" : a pochi km da casa mia è pieno di piccoli coltivatori che vendono direttamente i propri prodotti dell'orto e c'è la ressa per prodotti come le fragole o i pomodori.
Parola di Carabiniere NAS : "se facessimo ispezione a questi dovremmo sequestrare tutto, perchè è tutta roba cresciuta appena oltre il guardrail dell'autostrada, e più tossica di così non è possibile!".

Posso sbagliare, ma mi sento molto più tranquilla nel prendere le verdure surgelate di buona marca . Penso che i controlli siano seri in linea di massima, e che comunque - come negli investimenti - c'è la possibilità di differenziare il rischio, nel senso che nella busta di spinaci della grande industria...ci finiscono spinaci che vengono da tante zone d'Italia, e ...per quanto tossica possa essere una...mica mi capiterà sempre quella!
Il problema vero è per la frutta e verdura che deve essere acquistata fresca... Non le acquisto per principio (di salute) se provengono da due Regioni italiane, e purtroppo mi è capitato di girare tre supermercati per acquistare pomodori e fragole che non venissero proprio da quelle due Regioni... Che poi la spesa diventa un'indagine, perchè l'obbligo di indicare la provenienza NON c'è, e ti trovi quell'etichetta melensa "provenienza Italia" .....
Allora ti rimane di guardare le scritte sulle cassette che le contengono...e regolarmente scopri che la provenienza è proprio da quelle due zone... :ohno:

Leyla

Giro di valzer

  • "Leyla" is female

Posts: 1,030

Activitypoints: 3,097

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

84

Wednesday, September 18th 2019, 5:31am

"E magnateve un petto de pollo .... Arrosticini ... Frittura di pesce ... Calamari ... Erbetta e vongole ..."

Concordo totalmente.
“Il refuso è un contributo involontario alla pluralità delle verità e un correttivo alla monotonia dei significati.”

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,171

Activitypoints: 21,855

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

85

Wednesday, September 18th 2019, 6:51am

"E magnateve un petto de pollo .... Arrosticini ... Frittura di pesce ... Calamari ... Erbetta e vongole ..."

Concordo totalmente.


Mia nonna, due guerre alle spalle, diceva...meglio morire sazi che digiuni
Allontana da me questo calice.....

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,171

Activitypoints: 21,855

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

86

Wednesday, September 18th 2019, 7:00am

Penso che per non andare giustamente OT prima o poi aprirò un topic sulla decrescita felice. Si è detto che la riduzione del gap tra classi sociali sia utopia quando invece secondo me dovrebbe e potrebbe benissimo essere tra i primi punti di un programma economico. Come negli ultimi 30 anni questo gap è stato ampliato, con i disastri che vediamo, non vedo perché si debba ritenere impossibile ridurlo.
Allontana da me questo calice.....

87

Wednesday, September 18th 2019, 8:41am

la carne va ridotta, se volete e credete per etica ma in primis per l'impatto ambientale. mangiamo quasi 70 kg di carne a testa (tendenza in costante crescita), richiedendo per la sua produzione (foraggio) una quantità di acqua spaventosa e rilasciando co2 in maniera massiccia. a luglio di ogni anno abbiamo finito le risorse, vivendo "a credito".

per me è questo il nocciolo della questione e ci costerà il pianeta perché ognuno di noi tende a pensare solo alla propria breve vita. il fast food, per cui carne a bassa costo da produzione intensiva, non va proprio preso in considerazione, la carne dovrebbe tornare a essere quella che era una volta: un bene di lusso da concedersi con estrema parsimonia.
namasté

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,171

Activitypoints: 21,855

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

88

Wednesday, September 18th 2019, 8:51am

un bene di lusso da concedersi con estrema parsimonia.


si si...per me lo è
ogni tanto nel poco che dormo mi sogno una bella chianina ...morirò tra le fiamme dell'inferno
Allontana da me questo calice.....

89

Wednesday, September 18th 2019, 9:15am

la carne va ridotta, se volete e credete per etica ma in primis per l'impatto ambientale. mangiamo quasi 70 kg di carne a testa (tendenza in costante crescita), richiedendo per la sua produzione (foraggio) una quantità di acqua spaventosa e rilasciando co2 in maniera massiccia. a luglio di ogni anno abbiamo finito le risorse, vivendo "a credito".

per me è questo il nocciolo della questione e ci costerà il pianeta perché ognuno di noi tende a pensare solo alla propria breve vita. il fast food, per cui carne a bassa costo da produzione intensiva, non va proprio preso in considerazione, la carne dovrebbe tornare a essere quella che era una volta: un bene di lusso da concedersi con estrema parsimonia.


Quando sento dire che bisogna ridurre il consumo di carne perche' non e' sostenibile mi domando ma se riduciamo il consumo di carne quindi andremo a mangiare altro, e quest'altro che andremo a mangiare quindi dovra' aumentare la produzione andando a incasinare sempre l'ambiente.
Io non credo che la soluzione al problema sia l'abbassare il consumo di carne, secondo me il problema e' il problema e cioe' il costante aumento demografico della popolazione mondiale, questo non potra' far altro che aumentare i problemi di sostenibilita'.
Purtroppo e' difficile mettere d'accordo miliardi di persone su quello che sarebbe giusto fare per il bene del pianeta, sarebbe bello che tutti prendessero i mezzi per evitare di inquinare sarebbe bello che tutti mangiassero in modo equilibrato senza provocare l'insostenibilita' delle risorse pianeta, ma purtroppo da che mondo e' mondo chi ha di piu' in termini economici vuole mangiare e spostarsi come vuole. Il benessere ha portato proprio questi aspetti che oggi sono diventati problemi, ed e' difficile cambiare le proprie abitudini.
Onestamente io sono un carnivoro e ammetto che avrei difficolta' a diminuire di mio il consumo di carne, tanto e' vero che ancora non l'ho fatto, quindi per quanto mi riguarda non avendo l'"etica" di cui sopra, e sbagliando perche' penso solo alla mia breve vita, l'unica soluzione sarebbe quella di non trovarla piu' al supermercato.
Il mondo e' pieno di pazzi

90

Wednesday, September 18th 2019, 9:17am

Mia nonna, due guerre alle spalle, diceva...meglio morire sazi che digiuni


La saggezza e' sempre la saggezza, come dargli torto.
Il mondo e' pieno di pazzi

Similar threads