Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

holly89

Nuovo Utente

  • "holly89" is female
  • "holly89" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Oct 15th 2010

  • Send private message

1

Wednesday, November 10th 2010, 7:48pm

come posso aiutarla?

ho scoperto che una conoscente/amica soffre di bulimia..io ne sono uscita da poco quindi non mi è stato difficile notare l'odore particolare dell'alito,le ghiandole salivari gonfie,occhi gonfi,dimagrimento repentino,attenzione eccessiva all'alimentazione...cosa dovrei fare?non è abbastanza amica per prendermi la confidenza di parlarne, ho paura che mi possa considerare invadente e offendersi..e se invece gliene parlassi,in che modo dovrei farlo?

This post has been edited 1 times, last edit by "holly89" (Nov 10th 2010, 7:53pm)


wavesequence

Colonna del Forum

  • "wavesequence" is male

Posts: 1,680

Activitypoints: 5,297

Date of registration: Oct 29th 2008

Location: Mestre

Occupation: architetto, non so ancora per quanto...

  • Send private message

2

Wednesday, November 10th 2010, 8:35pm

Dipende dal tipo di confidenza che c'è tra te e la tua conoscente/amica.
A mio avviso se è più conoscente che amica, dovresti prendere l'argomento un po' alla larga, ma in ogni caso arrivare al punto senza eccessivi giri di parole.
Se è più amica che conoscente, non mi farei tanti scrupoli ed andrei dritta al sodo.

Poi, in base alla sua reazione, vedi se è il caso di proseguire con il tuo tentativo di farle capire che si sta facendo male da sola oppure lasciarla nel suo brodo.

Tieni anche presente che Oscar Wilde diceva: "Tutte le cose peggiori nascono dalle migliori intenzioni" ;)
Nel senso che tu cerchi di salvarla e lei ti manda candidamente a quel paese....
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche


holly89

Nuovo Utente

  • "holly89" is female
  • "holly89" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Oct 15th 2010

  • Send private message

3

Thursday, November 11th 2010, 10:11am

grazie per la risposta..però più concretamente secondo te che parole dovrei usare per "prenderla un pò alla larga come dici tu"? e comunque è più amica che conoscente..

wavesequence

Colonna del Forum

  • "wavesequence" is male

Posts: 1,680

Activitypoints: 5,297

Date of registration: Oct 29th 2008

Location: Mestre

Occupation: architetto, non so ancora per quanto...

  • Send private message

4

Thursday, November 11th 2010, 11:30am

grazie per la risposta..però più concretamente secondo te che parole dovrei usare per "prenderla un pò alla larga come dici tu"? e comunque è più amica che conoscente..

Non prendertela ma... si vede che fai parte delle "nuove generazioni"... poco abituate a pensare e ad usare il cervello.
Premesso che non so quanta confidenza vera c'è tra lei e te, inizierei a dirle che hai avuto la sensazione o hai percepito un suo non ben preciso disagio. Questo disagio (apparente) lo hai riconosciuto proprio dagli elementi descritti nel tuo primo post. Siccome questi sintomi portano inequivocabilmente a qualcosa che hai vissuto sulla tua pelle, vuoi sapere se anche lei sta passando un periodo non felice che compensa con il cibo...

Insomma, questo è uno dei tantissimi modi per capire se la tua amica soffre di questi disturbi. Qualora dovesse negare, cerca di insistere ma no farle il processo. Se continua a negare, lasciala nel suo brodo perché nessuno ti ha chiesto di fare la crocerossina.
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche