Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

1

Tuesday, January 3rd 2017, 7:21pm

Bulimia

Salve, vorrei parlare di un problema che penso sia abbastanza frequente: la bulimia. Non penso di essere veramente bulimica, anche se ne ho parecchie caratteristiche. Il vomito da titolo non si riferisce al vomito che mi induco ma a quello spontaneo successivo alle abbuffate. Mi spiego meglio, e in breve. L anno passato ero molto magra e facevo molto sport, tanto e vero che non mi veniva il ciclo. Andai da una nutrizionista che mi disse che ero in amenorrea e mi prescrisse una dieta per aumentare la massa grassa. Io li ero già malata e alternavo abbuffate pazzesce a sedute di palestra altrettanto pazzesche di cardio di due ore e passa. Dopo questo comunque e con la maturita ho cominciato a mangiare e a non smettere e ho messo su grasso. Adesso continuo ad andare in palestra non con l insistenza di prima il problema è che mi abbuffo sempre e non metto più in atto mezzi compensatori con il risultato che sto ingrassando. Potete immaginare l impatto che questo ha sulla mia psiche. Non so più che fare. Secondo voi sto guarendo? Oltre a smettere la palestra smoderata la prossima tappa sarà anche il cibo smoderato? Aiutatemi perfavore

2

Wednesday, January 4th 2017, 9:16am

La cosa più saggia da fare è andare dal tuo medico di base e farti consigliare qualcuno esperto in disturbi dell'alimentazione.
Prima ci andrai e prima stara meglio, coraggio.
Consultando abbastanza esperti puoi trovare conferma a qualsiasi opinione.

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

3

Wednesday, January 4th 2017, 10:40am

Acronimo non so come dire io sono in cura da tanti anni ormai, non per disturbi alimentari(per sindrome di abbandono) anche se me li porto dietro da quando sono piccola, infatti ho cominciato a nove anni con l'anoressia. Non sapendo più dove sbattere la testa vengo su questo forum, sperando di potermi confrontare, perché ne ho incontrate tante di persone problematiche, ma gente con disturbi alimentari mai, ne io capisci se devo andare in cura specificamente per questo, o continuare la mia cura generica per sindrome di abbandono come sto facendo adesso. Sarei grata per qualsiasi consiglio . Non ci sto capendo più una mazza.

nowhere

Utente Fedele

Posts: 418

Activitypoints: 1,333

Date of registration: Oct 27th 2016

  • Send private message

4

Wednesday, January 4th 2017, 11:26am

Ma a chi ti cura per questa sindrome da abbandono non hai mai detto che soffri di disturbi alimentari da quando hai 9 anni? Il conforto che puoi trovare su un forum lascia il tempo che trova, parla con i tuoi medici.

5

Wednesday, January 4th 2017, 11:28am

Concordo con nowhere.
Consultando abbastanza esperti puoi trovare conferma a qualsiasi opinione.

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

6

Wednesday, January 4th 2017, 12:14pm

Ne ho parlato, lo sanno,lo sanno tutti, medici, genitori, tutti. Ma cosa vuoi, sono problemi, tutti ne hanno. Sono in cura, si aspetta. E nel frat tempo io sto male. E non Essendo neanche particolarmente in sovrappeso I miei se ne fregano per cosi dire. Io non so piu che fare, comincio a dubitare sulle mie capacita intellettive per uscire da questo problema.puo essere? Che non ce la faccio per questo?

nowhere

Utente Fedele

Posts: 418

Activitypoints: 1,333

Date of registration: Oct 27th 2016

  • Send private message

7

Wednesday, January 4th 2017, 1:17pm

No, non credo proprio che il problema sia l'intelligenza in questi casi. Tieni duro e se ti sembra di non fare progressi cambia specialisti. È vero che tutti hanno problemi ma non per questo devi trascurare i tuoi, anche perché a lungo andare rischi di trovarti con seri danni fisici.

8

Wednesday, January 4th 2017, 1:59pm

Credo che in questo periodo potrebbe esserti utile affidarti a dati oggettivi. C'è un ranger per giudicare il tuo peso, ci sono indirizzi specifici per giudicare equilibrata una dieta, idem per lo sport. Io peso dovrebbe fungere da semplice campanello d'allarme mentre l'alimentazione e lo sport da seguire senza farsi domande, sapendo che è richiesto per la tua salute. Questo semplicemente per non cadere in schemi patologici che già hai sperimentato.
namasté

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

9

Wednesday, January 4th 2017, 3:53pm

Mi sto attenendo a parametri oggetti, infatti e' questo il motivo per cui sono andata da una nutritionist a, per avere qualcosa di concreto fra le mani, che non fosse soggetto alle mille variazioni d'umore che io ho. Ma anche lei mi ricorda sempre che io in primis devo essere tranquilla e la sua prima domanda non è mai se ho seguito la dieta ma come mi sono sentita, perché le cose oggettive, obiettivamente non tengono se c'e una mente che non va. Se io so che devo mangiare un piatto di verdura ma sto male, ne mangio dieci di piatti di verdura.
Ora io non so se la terapia che sto seguendo sia quella sbagliata (di gruppo) o se ci voglia semplicemente del tempo, o se ci voglia piu tempo per me (individuale). Voi che ne pensate? So di trovare gente intelligente per questo chiedo a voi

10

Wednesday, January 4th 2017, 4:26pm

Vedi, ci sono questi due livelli....
da un lato conosci i dati oggettivi
dall'altro il tuo sentire

questi due livelli si intrecciano e influenzano. i dati oggettivi li puoi usare come linea guida, tu sai cosa dovresti mangiare e fare. riuscirci o meno non è così importante ora, nel dubbio segui quella strada e nel contempo lavori sul tuo profondo. il problema non sta nel piatto.

nella vita cosa fai?
namasté

nowhere

Utente Fedele

Posts: 418

Activitypoints: 1,333

Date of registration: Oct 27th 2016

  • Send private message

11

Wednesday, January 4th 2017, 4:46pm

Non credo che le misure e i numeri ti possano aiutare in questa fase, penso che dovresti provare ad ascoltare il tuo corpo, la fame, la stanchezza, la sazietà e il resto, ma parlo da profana. Da quanto tempo ti stai curando? Non volevo mettere in dubbio la professionalità di chi ti segue, ho sollevato la questione solo perché mi sembra strano che una persona che si sta curando venga su un forum a chiedere di cosa soffre e se è guarita, ma ora penso che avessi bisogno solo di qualcuno con cui condividere la tua esperienza più che di risposte. Ti auguro di stare meglio presto.

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

12

Wednesday, January 4th 2017, 5:46pm

Nella vita niente, ho spesso di studiare ho smesso tutto, ho troppi problemi d'ansia e di concentrazione (angosce di abbandono). Per rispondere in ordine: io sento delle cose fisica mente parlando, ma con la testa le rigetto o le diniego, forzando il fisico ad andare contro se stesso. Es: non ho fame, mi abbuffo perché merito di essere brutta e grassa. Mi faccio del male.

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

13

Wednesday, January 4th 2017, 5:51pm

Sono in cura in terApia di gruppo per una depression e maggiore da cinque anni e attualmente ho iniziato una terapia individuale che devo riprendere a breve. Questa psicologa da cui vado in individuale mi ha detto che se avessi iniziato prima in un anno sarei guarita. Ma possibile? Cosi tanta differenza tra un individuale e di gruppo?

14

Wednesday, January 4th 2017, 9:32pm

sul tipo di terapia non saprei dirti. personalmente ho sempre optato per terapie individuali, però appunto non saprei dirti se è più efficace o meno. ti posso solo consigliare di continuare la terapia, avere pazienza e lavorare seriamente. i problemi si possono superare.
namasté

boomerang96

Utente Attivo

  • "boomerang96" started this thread

Posts: 75

Activitypoints: 393

Date of registration: Jun 11th 2013

  • Send private message

15

Thursday, January 5th 2017, 5:41pm

Io lo spero, I problemi sembrano aumentare invece che diminuire. Ne escono sempre fuori di nuovi e necessitanother sempre di nuove cure per essere arrestati. Sembra che ci sia un angoscia senza fine dentro di me, ma non solo dentro di me , penso che come me tanti. Sarei curios a di sapere effettivamente di sapere sulla efficacia dell individuale rispetto la collettiva.

Used tags

vomito