Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Leyla

Amico Inseparabile

  • "Leyla" is female

Posts: 1,235

Activitypoints: 3,712

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

16

Monday, September 23rd 2019, 5:38am

Ciao Ipposam. Io ho sempre avuto problemi di sovrappeso/obesità, che hanno raggiunto il culmine 6 anni fa
quando sfiorai i 115 kg. Con lo sport, l'alimentazione regolare e un piano di dimagrimento molto "soft" adesso
entro in una taglia 48/50. Potrei dimagrire di più, ma per il momento non ne ho voglia. Sono una burrosa
signora veneto/trentina, con il culone e le tettone. E mi piaccio così. Mi piaccio più ora di quando avevo
20/30 anni, sto bene con il mio fisico e me ne prendo cura pur non cercando il dimagrimento.
Certo che ogni tanto anche io vorrei poter indossare certi tailleur maschili, tipo Julie Andrews in "Victor Victoria",
però poi mi passa.
Ma non credo ci sia nulla di male a volersi perfezionare, a tenerci a mantenere la propria forma fisica. Se non
diventa una ossessione.
Il ricordo è un compromesso: gli uomini si difendono con quello.
(Tommaso Landolfi)

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,130

Activitypoints: 6,404

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

17

Monday, September 23rd 2019, 12:45pm


entro in una taglia 48/50. Potrei dimagrire di più, ma per il momento non ne ho voglia. Sono una burrosa
signora veneto/trentina, con il culone e le tettone. E mi piaccio così. Mi piaccio più ora di quando avevo
20/30 anni, sto bene con il mio fisico e me ne prendo cura pur non cercando il dimagrimento..


Vorrei avere sottomano uno di quei meme divertenti con la scritta "PERFECTION" :)
Vorrei essere come te.
Non per questioni seduttive, proprio per piacermi come "sento di essere", o vorrei tornare ad essere.
Sono sempre stata una "donna di piacere", non nel senso (solo) sessuale, proprio nel senso che sono sempre stata molto connessa alla vita, alle sue gioie piccole e grandi di cui ho sempre saputo godere con intensità e sacralità (e anche questo, sarò blasfema o stramba, ma mi sembra una cosa abbastanza spirituale :) ) ...e questa "me" mi manca davvero tanto, ne vorrei recuperare anche solo un pochino.


Quoted

Dunque personalmente mi sento già fuori dai giochi, non mi interessa piacere all'altro sesso. Infatti nemmeno mi trucco, non indosso abiti provocanti, non sono in competizione con altre donne per l'aspetto. In realtà non credo di esserlo mai stata, non sono mai stata l'amica che ruba i fidanzati. Sono sempre stata più spirituale che fisica, e credo che ora a 40 posso esserlo ancora di più, lascio alle ventenni mostrare seni e gambe tornite, io sono altro, da un pezzo; non perché creda di non essere più bella o desiderabile (ho ancora riscontro del contrario) ma credo che anche il desiderio evolva e la parte fisica conti meno.



ti chiedo scusa perché da questa tua risposta è evidente che non sono riuscita a comunicarti nulla di quello che intendevo sulla questione in generale e sulla tua in particolare. Ho parlato del responso altrui perché comunque anche tu ne fai cenno ("Gli altri mi dicono che sono già perfetta" "continuo ad avere riscontri che seduco") etc. Mi sono lasciata prendere dalla chiacchiera :)

Dunque per quanto mi riguarda e fra una chiacchiera è l'altra per me non c'entra l'esterno, ma l'interno un po' traballante quando in assenza di problemi di salute e critiche esterne (che hanno comunque sempre un'importanza molto relativa, in assenza dei problemi di salute succitati) mettiamo questa enfasi sull'aspetto.
Molto spesso proiettiamo sull'aspetto le incertezze e gli affanni di una vita e di un "interno" dei quali non siamo appagati.
Mi chiedevo se per te forse la chiave di lettura quindi non sia tanto "magrezza ed età" ma "magrezza ed insicurezza".
Se non cerchi anche tu, come accade spessissimo, la rassicurazione dall'immagine nello specchio dell'immagine di te che vuoi avere proprio perché non la senti davvero forte e "raggiunta".
Ti vuoi rispecchiare emancipata, forte e "spirituale", risolta e "in controllo" dall'esterno, proprio perché all'interno non è così.

A volte essere all'altezza di ciò che ci raccontiamo di noi è molto faticoso, e forse il muscolo che dobbiamo allenare non è l'addominale, o almeno non solo quello, ma il muscolo della nostra consapevolezza. Siamo esageratamente esigenti con noi stessi o c'è davvero qualcosa di importante da risolvere?...

ipposam

Amico Inseparabile

  • "ipposam" started this thread

Posts: 1,105

Activitypoints: 3,496

Date of registration: Mar 25th 2015

  • Send private message

18

Monday, September 23rd 2019, 2:26pm


entro in una taglia 48/50. Potrei dimagrire di più, ma per il momento non ne ho voglia. Sono una burrosa
signora veneto/trentina, con il culone e le tettone. E mi piaccio così. Mi piaccio più ora di quando avevo
20/30 anni, sto bene con il mio fisico e me ne prendo cura pur non cercando il dimagrimento..


Vorrei avere sottomano uno di quei meme divertenti con la scritta "PERFECTION" :)
Vorrei essere come te.
Non per questioni seduttive, proprio per piacermi come "sento di essere", o vorrei tornare ad essere.
Sono sempre stata una "donna di piacere", non nel senso (solo) sessuale, proprio nel senso che sono sempre stata molto connessa alla vita, alle sue gioie piccole e grandi di cui ho sempre saputo godere con intensità e sacralità (e anche questo, sarò blasfema o stramba, ma mi sembra una cosa abbastanza spirituale :) ) ...e questa "me" mi manca davvero tanto, ne vorrei recuperare anche solo un pochino.


Quoted

Dunque personalmente mi sento già fuori dai giochi, non mi interessa piacere all'altro sesso. Infatti nemmeno mi trucco, non indosso abiti provocanti, non sono in competizione con altre donne per l'aspetto. In realtà non credo di esserlo mai stata, non sono mai stata l'amica che ruba i fidanzati. Sono sempre stata più spirituale che fisica, e credo che ora a 40 posso esserlo ancora di più, lascio alle ventenni mostrare seni e gambe tornite, io sono altro, da un pezzo; non perché creda di non essere più bella o desiderabile (ho ancora riscontro del contrario) ma credo che anche il desiderio evolva e la parte fisica conti meno.



ti chiedo scusa perché da questa tua risposta è evidente che non sono riuscita a comunicarti nulla di quello che intendevo sulla questione in generale e sulla tua in particolare. Ho parlato del responso altrui perché comunque anche tu ne fai cenno ("Gli altri mi dicono che sono già perfetta" "continuo ad avere riscontri che seduco") etc. Mi sono lasciata prendere dalla chiacchiera :)

Dunque per quanto mi riguarda e fra una chiacchiera è l'altra per me non c'entra l'esterno, ma l'interno un po' traballante quando in assenza di problemi di salute e critiche esterne (che hanno comunque sempre un'importanza molto relativa, in assenza dei problemi di salute succitati) mettiamo questa enfasi sull'aspetto.
Molto spesso proiettiamo sull'aspetto le incertezze e gli affanni di una vita e di un "interno" dei quali non siamo appagati.
Mi chiedevo se per te forse la chiave di lettura quindi non sia tanto "magrezza ed età" ma "magrezza ed insicurezza".
Se non cerchi anche tu, come accade spessissimo, la rassicurazione dall'immagine nello specchio dell'immagine di te che vuoi avere proprio perché non la senti davvero forte e "raggiunta".
Ti vuoi rispecchiare emancipata, forte e "spirituale", risolta e "in controllo" dall'esterno, proprio perché all'interno non è così.

A volte essere all'altezza di ciò che ci raccontiamo di noi è molto faticoso, e forse il muscolo che dobbiamo allenare non è l'addominale, o almeno non solo quello, ma il muscolo della nostra consapevolezza. Siamo esageratamente esigenti con noi stessi o c'è davvero qualcosa di importante da risolvere?...


Arianna il tuo è un ottimo spunto di riflessione, sicuramente in me c'è questo bisogno di controllo, e il bisogno di vederlo tangibilmente allo specchio. Sicuramente aspiro ad essere forte, risolta ed emancipata, forse lo sono, ma probabilmente ho invece anche un lato fragile che in ogni modo cerco di nascondere e annullare. In realtà ho sempre inseguito degli obiettivi (i più disparati) che avevano come fine ultimo proprio il sentirmi "sicura", ma questa sicurezza non l'ho mai raggiunta, nemmeno dopo aver raggiunto negli anni i vari obiettivi. Anzi, a dirla tutta, mi pare che nulla possa darmi quella sicurezza che cerco, mi pare a volte di essere in balia della vita, che basti pochissimo per turbare quelle poche certezze raggiunte. Temo che alla fine tutto si riconduca alla mancanza nella mia vita di una figura materna, ci sto ragionando mentre scrivo...alla fine è sempre quello il mio problema, non sentirmi amata da mia madre, non poter provare la sensazione rassicurante di essere accettata e amata incondizionatamente. Non so...mi è venuto in mente questo. Di certo, quando sono particolarmente magra mi sento meglio in generale, affronto meglio le contrarietà, mi pare (anche se è probabilmente tutta una illusione) di essere più forte e più solida se nello specchio sono sottile e tonica. Il difficile è costruirla quella consapevolezza di cui parli, mi piacerebbe avere dentro di me un punto fermo che non dipenda da nulla, nemmeno dall'aspetto e dal peso, ma vedo difficile il costruirlo.

aconito

Utente Fedele

  • "aconito" is male

Posts: 338

Activitypoints: 1,056

Date of registration: Aug 25th 2019

Location: nord italia

  • Send private message

19

Monday, September 23rd 2019, 4:23pm

Esattamente come Juniz pure io non vedo il perché di un fisico androgino in una donna, e lo dico da uomo.

Se una è androgina di natura, ok ... è così e basta.

Ma che una voglia diventarlo ... Beh ... Lo stile unisex proprio no eh ...

Per fortuna ci sono certe siciliane ... :D

Senza offesa Ipposam, sei libera di desiderare ciò che vuoi, soprattutto se in linea con l'armonia coniugale, ma non credo che possa oggettivarsi in un desiderio al plurale ...


Ciao :)
concordo. però, de gustibus.

Per me è un argomento scottante perchè da che mi ricordo mi sono sempre vista poco femminile e poco piacente. Mi dicono che sono magra, ma il mio sedere e le mie cosce non sono per niente d'accordo. Mi piacerebbe avere le forme giuste, perdere 3 kg di glutei cosce e pancia e rassodare sto sedere che cade.
Ma non combatto per avere il fisico che voglio sia perchè odio lo sport sia perchè amo mangiare!
rassodare gambe e glutei è abbastanza semplice seguendo facili esercizi fattibili anche a casa ma mantenendo costanza. ti garantisco che i risultati arrivano.
Un uomo senza religione è come un pesce senza bicicletta
Legge di Vique


ARTHUR BLOCH

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,638

Activitypoints: 4,406

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

20

Monday, September 23rd 2019, 9:19pm

Ipposam ...

Forse l'obiettivo non è la magrezza, ma la dimostrazione di saper "tirare le redini" e assumere il controllo, perché dimagrire è un atto di controllo.

Ingrassare vuol dire godersi i piaceri della vita, avere un atteggiamento più rilassato, meno inflessibile, e tutto questo è una rappresentazione simbolica inaccettabile per chi vuole avere conferme sulla propria capacità di padronanza.

Magari non è questo, ma questo è ciò che ho pensato mentre leggevo il tuo post.


:)

DaliaBlu

Utente Fedele

  • "DaliaBlu" is female

Posts: 493

Activitypoints: 1,707

Date of registration: Jul 28th 2017

  • Send private message

21

Tuesday, September 24th 2019, 5:37am

Trovo vagamente irritante quando una donna esprime pensieri legati al proprio fisico (quando questi non riguardano il piacere all'altro sesso) e puntualmente arriva qualche uomo che ribadisce quanto gli piaccia quel determinato fisico. Cioè, passa il messaggio che l'aspetto esteriore di una donna sia unicamente per la gioia degli occhi dell'uomo, è tanto svilente (a mio parere).
Non parlo tanto di commenti qui, ma in generale. È qualcosa che in questo caso non riguarda il piacere all'altro sesso, di cui Ipposam ha comunque già un riscontro.
Discorso un po' diverso, ma le ragazzine che ricercano la magrezza in quel caso malata non lo fanno mica per piacere all'altro sesso, anche loro sanno qual è l'ideale maschile, non sono sceme e in alcuni casi sono anche molto intelligenti.

This post has been edited 3 times, last edit by "DaliaBlu" (Sep 24th 2019, 6:26am)


22

Tuesday, September 24th 2019, 9:46am


Temo che alla fine tutto si riconduca alla mancanza nella mia vita di una figura materna, ci sto ragionando mentre scrivo...alla fine è sempre quello il mio problema, non sentirmi amata da mia madre, non poter provare la sensazione rassicurante di essere accettata e amata incondizionatamente. Non so...mi è venuto in mente questo. Di certo, quando sono particolarmente magra mi sento meglio in generale, affronto meglio le contrarietà, mi pare (anche se è probabilmente tutta una illusione) di essere più forte e più solida se nello specchio sono sottile e tonica. Il difficile è costruirla quella consapevolezza di cui parli, mi piacerebbe avere dentro di me un punto fermo che non dipenda da nulla, nemmeno dall'aspetto e dal peso, ma vedo difficile il costruirlo.


la sede fisica del passato è la zona delle anche, il basso ventre, i fianchi. tutta quella zona molto femminile e molto stretta e poco flessibile.
nello yoga (che poi in parte è l'esperienza della mente o anima attraverso il corpo, in entrambe le direzioni) ci sono alcune posizioni che lavorano in maniera molto intensa non solo sulla flessibilità ma proprio sulle nostre origini, sulla linea femminile del passato. imparando a stare in quelle posizioni, tendenzialmente poco piacevoli, può darti l'esperienza positiva dello spazio che comunque c'è. superata la fase della ristrettezza, si apre la sensazione di un luogo fisico più ampio e piacevole, in cui sentirsi bene e soprattutto in pace con quella linea femminile (è il tuo spazio). non è raro che in queste posizioni "salgano" alla mente (dal passato) immagini ed emozioni, anche molto forti.

mi pare che i pensieri e le sensazioni che stai toccando siano quegli aspetti sottilmente ed intimamente femminili, direi quasi quell'essenza femminile che è legata al nostro corpo, al nostro ventre e il legame con il passato, con le donne del nostro passato. hai mai letto "Donne che corrono coi lupi. Il mito della donna selvaggia" di Clarissa Pinkola Estés?

Trovo vagamente irritante quando una donna esprime pensieri legati al proprio fisico (quando questi non riguardano il piacere all'altro sesso) e puntualmente arriva qualche uomo che ribadisce quanto gli piaccia quel determinato fisico. Cioè, passa il messaggio che l'aspetto esteriore di una donna sia unicamente per la gioia degli occhi dell'uomo, è tanto svilente (a mio parere).
Non parlo tanto di commenti qui, ma in generale. È qualcosa che in questo caso non riguarda il piacere all'altro sesso, di cui Ipposam ha comunque già un riscontro.

maschi e femmini hanno un rapporto molto diverso con il proprio corpo. credo ci sia molta incomprensione tra i sessi sotto questo profilo. ciò che secondo me non bisogna mai fare, parlo come donna, è fermarsi al mero dato estetico. mi sta bene l'ambizione si sentirsi belle per sé e non necessariamente per l'uomo ma il femminile è qualcos'altro. è il rapporto intimo che trascende la bellezza, quel rapporto va coltivato e cullato. l'uomo gode del risultato, di una donna che è profondamente connessa al proprio femminile. non dobbiamo scontrarci né confonderci, talvolta basta vivere fianco a fianco senza "toccarsi".
namasté

This post has been edited 1 times, last edit by "la huesera" (Sep 24th 2019, 9:53am)


arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,130

Activitypoints: 6,404

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

23

Tuesday, September 24th 2019, 2:30pm


Arianna il tuo è un ottimo spunto di riflessione, sicuramente in me c'è questo bisogno di controllo, e il bisogno di vederlo tangibilmente allo specchio. Sicuramente aspiro ad essere forte, risolta ed emancipata, forse lo sono, ma probabilmente ho invece anche un lato fragile che in ogni modo cerco di nascondere e annullare. In realtà ho sempre inseguito degli obiettivi (i più disparati) che avevano come fine ultimo proprio il sentirmi "sicura", ma questa sicurezza non l'ho mai raggiunta, nemmeno dopo aver raggiunto negli anni i vari obiettivi. Anzi, a dirla tutta, mi pare che nulla possa darmi quella sicurezza che cerco, mi pare a volte di essere in balia della vita, che basti pochissimo per turbare quelle poche certezze raggiunte. Temo che alla fine tutto si riconduca alla mancanza nella mia vita di una figura materna, ci sto ragionando mentre scrivo...alla fine è sempre quello il mio problema, non sentirmi amata da mia madre, non poter provare la sensazione rassicurante di essere accettata e amata incondizionatamente. Non so...mi è venuto in mente questo. Di certo, quando sono particolarmente magra mi sento meglio in generale, affronto meglio le contrarietà, mi pare (anche se è probabilmente tutta una illusione) di essere più forte e più solida se nello specchio sono sottile e tonica. Il difficile è costruirla quella consapevolezza di cui parli, mi piacerebbe avere dentro di me un punto fermo che non dipenda da nulla, nemmeno dall'aspetto e dal peso, ma vedo difficile il costruirlo.


quello che hai scritto (e ho sottolineato) è un nucleo caldo, caldissimo
credo nella vita di chiunque, e probabilmente tanto più nella vita di chi si irrigidisce e posa da "tosto" per dimostrare il contrario (soprattutto a sé stesso, gli altri non sono poi così interessati :D ), che è "cresciuto" e non ha affatto bisogno di questo. Traguardo raggiungibile razionalmente e mentalmente, ma molto meno ai livelli più intimi e reali del nostro essere. Che abbiamo sperimentato o meno questa emozione. E' una necessità primordiale, che da qualche parte preme sempre. Ed è secondo me qualcosa di inestimabile, per quanto insicuri possa renderci, perché ci porta oltre tutte le finzioni e ci sa dire non solo l'amore che cerchiamo ma anche quello che sappiamo dare (e la vita, stringi stringi, in un modo o nell'altro, è tutta qui).
Non possiamo avere un controllo completo su questo, lo cerchiamo legittimamente altrove per ancorare la nostra vita a qualcos'altro. Soprattutto se abbiamo una natura sensibile e costruttiva come la tua :)

Quello che penso nel tuo caso e per quello che posso vedere dalla distanza, è che davvero più di quello che hai già ottenuto non puoi esigere da te stessa, se non l'averne cura amorevolmente come fai già. Quello che ti fa stare bene della cura del tuo fisico è una marcia in più che non deve diventare un cruccio o qualcosa di cui "punirti" se non raggiunta alla perfezione...è importante che quell' "eccedenza" di preoccupazione al riguardo la stai già usando per guardare nel tuo cuore e in quelle "regioni" che dice la huesera. Abbiamo anche un età un po' da "resa dei conti" e questo ha la sua importanza.

Arcadia2

Utente Attivo

Posts: 45

Activitypoints: 170

Date of registration: May 18th 2020

  • Send private message

24

Tuesday, May 19th 2020, 7:39pm

Io ho passato i cinquanta da un paio di anni e sono sempre stata androgina, sia da ragazzina che adesso. Un po' per il mio dna ed in parte anche per la vita che ho fatto ( disoccupazione, problemi, dispiaceri) che mi ha impedito di ingrassare. Ma ci ho fatto l'abitudine e mi accetto come sono.

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,612

Activitypoints: 5,336

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

25

Wednesday, May 20th 2020, 3:19pm

Ciao Ipposam è tutto molto soggettivo e come hai fatto notare vale anche a seconda delle fasi della vita. Ovviamente non farne diventare un' ossessione, al massimo usa dei vestiti che ti nascondono le curve se hai disagio a vederle.
Quanto a me sono curvy e molto felice di esserlo. In realtà non sono tanto fissata sul corpo,di più sul viso, infatti quando mi specchio guardo quello

ipposam

Amico Inseparabile

  • "ipposam" started this thread

Posts: 1,105

Activitypoints: 3,496

Date of registration: Mar 25th 2015

  • Send private message

26

Yesterday, 10:46am

Ciao Ipposam è tutto molto soggettivo e come hai fatto notare vale anche a seconda delle fasi della vita. Ovviamente non farne diventare un' ossessione, al massimo usa dei vestiti che ti nascondono le curve se hai disagio a vederle.
Quanto a me sono curvy e molto felice di esserlo. In realtà non sono tanto fissata sul corpo,di più sul viso, infatti quando mi specchio guardo quello


Secondo me il tema è che nel tempo è cambiato il concetto dello stare in forma.
Pensiamo ad esempio al fisico di Lady Diana; era sicuramente una donna bellissima e in forma, ma se paragoniamo il suo fisico a quello di Kate Middleton siamo lontanissimi.
Oggi va di moda un fisico skinny, quando io ero adolescente questo tipo di fisico non c'era proprio nell'immaginario.
Personalmente non ne faccio certo un'ossessione, ma come ho già scritto credo dipenda più da un bisogno di avere le cose sotto controllo che da un fatto estetico.