Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mar10

Nuovo Utente

  • "mar10" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Aug 29th 2019

  • Send private message

1

Thursday, August 29th 2019, 4:18pm

insicurezza cronica

Ciao a tutti, sono nuovo e mi sono iscritto per poter parlare con qualcuno dei miei problemi in anonimato. Spero che parlandone riesca ad ottenere qualche buon consiglio, oppure trovare da solo la soluzione ai problemi che mi affliggono.
Per fortuna per quanto riguarda la salute fisica non mi posso lamentare (incrocio le dita :) ) ma dal punto di vista psichico ho dei problemi di insicurezza che spesso mi gettano nello sconforto.
Il problema è che mi sembra di essere nato ieri nel vero senso della parola, non riesco a stare al passo con gli altri. In ufficio o con gli amici (ma è solo un esempio), quando parlano di politica sono tutti così preparati e io spesso non so che dire e preferisco stare zitto per non dire fesserie. Ho provato a studiare per conto mio ma mi scordo le cose, la memoria è come sabbia nelle mani aperte. Anche in famiglia spesso mi sento escluso dalla moglie e dalle figlie e non sono mai sicuro di niente perchè mia moglie è così efficente che si rivolgono quasi esclusivamente a lei .
Faccio sempre più fatica a prendere sonno la notte perchè mi assalgono i pensieri di non riuscire nella vita, di essere un fallito, e per zittire questi brutti pensieri guardo film e serie fino ad addormentarmi.
Il problema è che, pur avendo trovato da solo un lavoro e aver costruito una bella famiglia, continuo a più di 50anni a sentirmi insicuro, inadeguato alla vita, come un corridore che è e sempre ultimo nelle gare e che pur correndo come un matto sente che non ce la farà mai a raggiungere gli altri. Di questa cosa ne soffro fin da ragazzo ma speravo che un giorno, con l'età sparisse, invece no. Vivono in me due personalità, una seria e ipercritica e l'altra fanciullesca che si fanno guerra tutto il santo giorno e io mi sento sempre più stanco ed esaurito.
Capisco che questi problemi possono sembrare sciocchezze rispetto a cose ben più serie come la salute o i soldi, ma vivere tutti i giorni nella paura e nell'ansia non è uno scherzo, credetemi.

Grazie per lo sfogo e un saluto a tutti