Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


CoinOperator

Utente Attivo

  • "CoinOperator" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 82

Date of registration: Aug 25th 2014

  • Send private message

1

Thursday, August 18th 2016, 9:15am

Statistiche su ricadute da "psicofarmaci" dopo i primi 6 mesi

Buongiorno a tutti,
Sto valutando una cura farmacologica, quindi vorrei valutare il rischio effettivo di rimanerne invischiato.
Esistono delle statistiche sulle ricadute dopo i primi 6 mesi di terapia su persone che assumono per la prima volta "psicofarmaci"?

Grazie

CoinOperator

Utente Attivo

  • "CoinOperator" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 82

Date of registration: Aug 25th 2014

  • Send private message

2

Thursday, August 18th 2016, 10:16am

Credo che siano dati di estrema importanza per chi, come me, ha un disturbo almeno gestibile, ma che non gli permette di vivere serenamente ogni momento.
Si tratta di una situazione sulla quale è l'ideale valutare, se una terapia con i tutti gli effetti collaterali annessi, vale la pena essere intrapresa per migliorare la qualità della vita a 360°

E poi mi chiedo come dati di questo tipo, non siano disponibili in bella vista, in qualsiasi punto di riferimento informativo per le cure farmacologiche.

Alex_Rox

Giovane Amico

Posts: 203

Activitypoints: 637

Date of registration: Mar 9th 2017

  • Send private message

3

Thursday, March 9th 2017, 3:27pm

Ciao! Alcune informazioni si possono riguardare sulla pagina wikipedia degli SSRI (link), praticamente i farmaci di prima scelta in questi casi, ed in cui c'è scritto che

Secondo alcuni autori inoltre, l’uso a lungo termine di antidepressivi SSRI\SNRI può portare allo sviluppo di depressione cronica[16]: gli iniziali miglioramenti sono a volte seguiti, dopo mesi di trattamento, dalla ricomparsa di forme ansioso-depressive stavolta resistenti al trattamento farmacologico[17][18]. Ciò prende il nome di "Disforia tardiva"[19].

4

Friday, March 31st 2017, 2:18am

Buongiorno a tutti,
Sto valutando una cura farmacologica, quindi vorrei valutare il rischio effettivo di rimanerne invischiato.
Esistono delle statistiche sulle ricadute dopo i primi 6 mesi di terapia su persone che assumono per la prima volta "psicofarmaci"?

Grazie
Ciao CoinOperator.
Allora ,provo a risponderti.

Non si rimane invischiati in una cura , ma in un disturbo da curare semmai non lo si tratta.
La cura , questa parola "cura" ha un significato profondo.
Torno alla risposta : se non hai avuto vantaggi dalla sola terapia psicologica ,psicoterapica, ed è stata valutata dallo specialista la possibilità di trattare la tua situazione con uno o più farmaci e quelli di riferimento saranno ad esempio gli SSRI citati, ti consiglierei di affidarti allo/a specialista che ti dirà esattamente le tempistiche .
Quindi : dopo aver specificato che il tuo referente sarà esclusivamente un medico specialista, ti posso scrivere che per esperienza personale anche di lettura oltre che di assunzione dei farmaci , non li abbandonerei se non prima di 12 mesi.
Se il medico ti consiglia diversamente , tu segui esattamente quello che valuterà, la mia è solo un'opinione, informata, ma personale da utente come te.
Esistono statistiche su tutti i farmaci e comparazioni , ci son siti medici appositi.

Esiste anche un relativamente nuovo farmaco non SSRI ma di ce ne sono anche di altre classi), ma Multimodale, di nuova generazione , molto promettente.
Quindi prova ad andare da uno specialista e dialoga e lui valuterà cosa e se dartelo.
Consigli affinchè tutto funzioni.
Sii sincero ed esponi completamente i tuoi problemi .
Chiedi informazioni al medico e fidati delle sue risposte.
Segui alla lettera le modalità di assunzione .
Non scoraggiarti se momentaneamente ti sembrerà di peggiorare, perchè per funzionare avrà bisogno di tempo e tu ti dovrai adattare a lui.
dosaggi e farmaci possono cambiare nel corso della terapia, all'inizio si va per tentativi.
Il medico è li per aiutarti.
Se ti dovesse dire di aumentare i dosaggi , fallo fino a che ti dirà diversamente.
Non avere fretta , per migliorare ci vorrà del tempo, cosi come ipotizzo ci sia voluto tanto tempo per arrivare al tuo disturbo.
Non so quale sia.
Le linee guida e le statistiche sulle quali si basano, indicano come migliore terapia la cognitivo comportamentale + farmaci .
Una terapia di soli farmaci , non è la migliore.
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

This post has been edited 1 times, last edit by "Taigi" (Mar 31st 2017, 8:38pm)


Used tags

6 mesi, statistiche