Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

16

Thursday, September 24th 2015, 10:28pm

forse questa impossibilità a viaggiare è dettata sopratutto dal fatto che i miei non mi darebbero il permesso...che si ricollega forse a una cosa più ampia..

nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

17

Sunday, September 27th 2015, 12:27am

permesso??? aah, ma sei ancora minorenne dunque? Non avevo capito!

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

18

Sunday, September 27th 2015, 11:18am

non sono minorenne ormai da anni....però piano piano sto uscendo dalla sfera genitoriale..

Turok

Utente Attivo

Posts: 18

Activitypoints: 75

Date of registration: Sep 26th 2015

  • Send private message

19

Monday, September 28th 2015, 10:22am

Viaggiare è molto bello, credo sia del tutto normale desiderarlo.

Soprattutto per noi, che abbiamo tanti di quei pensieri, problemi e sofferenze.
Io sono quasi sempre stato chiuso in casa, uscivo solo quando raramente avevo le compagne, di cui l'ultima, mi portava in giro, ad esempio a Gardaland, e mi sentivo molto in imbarazzo, mi diceva: ma dove sei vissuto prima? riferito al fatto di non essere mai andato li, o da altre parti...

Anche io preferisco partire con qualcuno, solo una volta sono andato in un posto da solo, e mi sentivo male, sentivo di essere sfigato, più di quanto magari già lo fossi.
Inoltre come dice diana, secondo me viaggiare e visitare posti è bello farlo almeno in 2, condividere i momenti, non sentirsi soli in un posto sconosciuto...

nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

20

Monday, September 28th 2015, 11:45pm

mah...io vado da sola senza farmi problemi. Se poi qualcuno vuol venire, è benvenuto, ma altrimenti prendo e vado, di sicuro non rinuncio!
Poi comunque se soggiorni negli ostelli trovi tante persone con cui parlare. Ed in ogni posto che sono andata c'erano ragazzi e ragazze da sole, che viaggiavano per conto loro, e mai nessuno mi è parso sfigato!

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

21

Tuesday, September 29th 2015, 10:02am

diciamo che dipende molto anche da come si è cresciute di mentalità.

io ho sempre viaggiato con al mia famiglia. il problema grosso è che la mia famiglia non è abituata all'individualità.
sia mia madre che mio padre fanno attività separate, ma molte cose le fanno insieme. e sopratutto mia mamma si agia su questo comportamento.
così come il resto della famiglia.
siamo in tanti e si tende tanto a fare le cose in gruppo(ma poi la famiglia non è unita veramnete). perchè molto probabilmente da giovani dovevano badare ai fratelli o comunque non c'era tutta questa libertà.
io vengo vista come quella strana(che per esempio in 4 anni non ha mai presentato il suo ragazzo e non è mai venuto a mangiare a casa mia) o che vorrebbe più privacy in casa.
la solitudine nella mia famiglia viene vista come una cosa brutta e da evitare come la peste.

infatti ho sempre contato sul gruppo a cui appoggiarmi o a qualcuno di più carismatico(amica o ragazzo)come ho appreso sin da piccola. da poco sto sperimentando il rapporto con il singolo e riuscire ad affrontare le cose senza aiuto.
inoltre mi sto rendendo conto che molti giudizi su di me non corrispondono al vero.
non sono la stessa persona dipinta dalla mia famiglia.


è una continua lotta contro ciò che pensano gli altri di me. questo credo che sia il primo passo da effettuare.

This post has been edited 2 times, last edit by "diana33" (Sep 29th 2015, 10:10am)


nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

22

Tuesday, September 29th 2015, 7:21pm

ti capisco molto bene, e ti consiglio di cercare di emanciparti prima possibile. Sai, a volte bisogna stare molto attente ai giudizi che da la famiglia su di te, soprattutto se non corrispondono al vero, perchè ti possono influenzare in modo negativo portandoti ad avere un'immagine di te stessa sbagliata o diversa da cosa sei tu veramente. se vuoi un consiglio, cerca di diventare indipendente il piu presto possibile e di fare le tue esperienze a prescindere da loro. Viaggiare per conto tuo è uno dei modi di fare la tua vita senza nessuna intromissione esterna. Anzi da come ti sei descritta, secondo me dovresti fare delle esperienze di volontariato o lavoro all'estero, per provare a stare dei periodi piu lunghi senza la famiglia, proprio per confrontarti con te stessa e metterti alla prova. Vedrai che ti fortificherai :)

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

23

Tuesday, September 29th 2015, 7:36pm

grazie nanchina infatti mi sto ricredendo su molte cose.

io sono quella fragile, bugiarda, viziata, egoista, asociale, musona....mi sono sentita dire tante cose dall'infanzia e non ho ancora capito perchè. certo competere con dei genitori che comunque sono delle persone molto aperte non è facile, ma piano piano sto creando un'immagine di me più vera, che non corrisponde a ciò che dicono.
certo a qualcuno sarò antipatica o una che parla troppo, ma non credo di essere ai livelli sopra riportati.

adesso sto cercando un corso o un lavoretto per stare fuori di casa(dopo 5 anni).
prima di spostarmi all'estero devo un po' fortificarmi e togliere i pregiudizi sul lavoro(e qui ne ho parecchi), magari chissà, il futuro potrebbe portarmi un'esperienza all'estero.

Leyla

Giro di valzer

  • "Leyla" is female

Posts: 1,029

Activitypoints: 3,094

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

24

Wednesday, September 30th 2015, 1:08pm

Ho abitato molti anni all'estero e in quel periodo ho anche viaggiato molto da sola, ma solo Europa e USA.
Ammiro le donne che riescono ad andare in paesi "rischiosi" da sole.
Viaggiare mi manca moltissimo e i due posti dove tornerei anche subito sono il sud ovest dell'Irlanda e la
Bretagna.
“Il refuso è un contributo involontario alla pluralità delle verità e un correttivo alla monotonia dei significati.”

nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

25

Thursday, October 1st 2015, 1:36am

Venite a visitare l'Asia e ll'America latina, lol! :)

nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

26

Thursday, October 1st 2015, 1:37am

grazie nanchina infatti mi sto ricredendo su molte cose.

io sono quella fragile, bugiarda, viziata, egoista, asociale, musona....mi sono sentita dire tante cose dall'infanzia e non ho ancora capito perchè. certo competere con dei genitori che comunque sono delle persone molto aperte non è facile, ma piano piano sto creando un'immagine di me più vera, che non corrisponde a ciò che dicono.
certo a qualcuno sarò antipatica o una che parla troppo, ma non credo di essere ai livelli sopra riportati.

adesso sto cercando un corso o un lavoretto per stare fuori di casa(dopo 5 anni).
prima di spostarmi all'estero devo un po' fortificarmi e togliere i pregiudizi sul lavoro(e qui ne ho parecchi), magari chissà, il futuro potrebbe portarmi un'esperienza all'estero.



io te lo auguro con tutto il cuore :)

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

27

Thursday, October 1st 2015, 12:43pm

voi sapete qualcosa del volontariato diciamo "prolungato"? che mi faccia andare all'estero o anche in italia?(non sapendo bene l'inglese...)

nanchina

Amico Inseparabile

  • "nanchina" is female

Posts: 1,156

Activitypoints: 3,596

Date of registration: Jul 9th 2015

  • Send private message

28

Friday, October 2nd 2015, 1:51am

se cerchi su internet è pieno di enti e associazioni che cercano volontari, specialemte in asia, africa, america latina, nei paesi piu poveri. Poi ci sono diversi tipi di volontariato: con i bambini, per la fauna, ecc... L'unico problema di queste associazioni è che chiedono cifre abbastanza alte
per partecipare ( io non posso permettermelo) quindi il problema diciamo che è solo questo. Ma se non hai problemi, cerca su internet e vedrai che è pieno di associazioni, sia religiose che laiche.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned
  • "diana33" started this thread

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

29

Friday, October 2nd 2015, 11:53am

no non intendevo questo...intendevo qualcosa tipo il servizio civile o il volontariato internazionale...
intendo un'esperienza che sia tutelata.
di queste associazioni ne conosco una che opera in africa a cui ogni tanto la mia famiglia contribuisce facendo qualche donazione(perché conosciamo una persona che è tra gli organizzatori e sappiamo dove finiscono i soldi)....questa persona spende cifre molto alte per stare li solo 2 settimane(quello che gli permette il lavoro), quindi so bene quanto si spende.

Rename

Giovane Amico

Posts: 233

Activitypoints: 923

Date of registration: Aug 29th 2013

Location: Toscana

Occupation: Studente

  • Send private message

30

Saturday, October 3rd 2015, 3:39pm

Ciao, viaggiare è una delle cose più belle che esistano a mio avviso. Non è solo bella dal punto di vista della scoperta e della cultura, ma è anche utile, guarda caso, proprio per emanciparsi e formarsi, per prendere sicurezza di se e così via.
Naturalmente ha anche un costo, lo so bene. Ultimanente ho cercato destinazioni - anche europee - che avessero un costo abbordabile e ho cercato di viaggiare in bassa stagione. La Spagna è una di queste, ma ce ne sono diverse.
Per il fatto di viaggiare da sola, ci sono lati positivi e negativi: un ragazzo lo si tende a mandare a viaggiare con più facilità, per una ragazza che viaggia da sola, invece, la famiglia ha sempre qualche dubbio, lo so perchè ho una sorella più piccola e pur essendo i miei apertissimi so che al momento farebbero difficoltà a lasciare andare da sola, se non appunto per un viaggio di studio ad esempio, o con un paio di amiche.

Io sono un paio di anni che sono single e quindi ho iniziato a viaggiare da solo (quando magari i miei amici non potevano o come è successo a te, erano fidanzati): all'inizio è stato un salto nel buio, pur avendo viaggiato molto ma sempre in compagnia. Poi però quando vedi che con una buona organizzazione riesci a farlo, a goderti il viaggio, a spendere il tempo come più ti piace (puoi stare anche tre ore in un museo a fissare un dipinto, se ti piace, è questo il bello di viaggiare da soli, gestisci il tempo come vuoi) ti senti magicamente in pace con te stesso, riesci a staccare la spina dalla quotidianità e tutto il resto. Puoi cambiare programmi all'improvviso senza dover rendere conto al tuo compagno di viaggio.

Quindi se puoi prima o poi rischia! :) Certo all'inizio rimani vicina all'Italia, a distanza di poche ore di volo, così sai sempre che in caso di emergenza sei raggiungibile.
La Morte si alzò[...]accese un fiammifero, lei che avrebbe potuto distruggere il foglio di carta con lo sguardo,[...]tornò a letto, si abbracciò all'uomo e, senza ben capire quello che le stava succedendo, Lei che non dormiva mai, sentì che il sonno le faceva calare dolcemente le palpebre. Il giorno seguente non morì nessuno.