Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


zibibbo

Utente Fedele

Posts: 439

Activitypoints: 1,445

Date of registration: Dec 15th 2014

  • Send private message

16

Saturday, April 18th 2020, 4:03pm

Buongiorno a tutti,
qualcuno ha esperienza di viaggi in solitaria? Io vorrei provarci questa estate, ma ho paura! In realtà vorrei unire del volontariato (siti come Workaway, conoscete?) e poter stare insieme ad altre persone, magari anche condividere la sistemazione con altri volontari. Insomma, un'esperienza diversa! Io parlo abbastanza bene l'inglese, per cui sarei per l'estero. Qualcuno ha esperienza?

Sono andato in Romania da solo. Era il mio primo viaggio in solitaria.
Ma avendo vissuto alcuni anni lontano da casa nel nord Italia, da solo, l'idea di un viaggio all'estero non mi preoccupava.
E' una mera questione logistica: ti porti il necessario per sopravvivere: google maps, due panini, varie forme di pagamento (cash liquido + paypal + bancomat + contactless)
Powerbank per cellulare.
app salva-chiappe come: airbnb, mytaxy, uber.
app per i treni e per i voli


Infine dato che da soli ci si annoia anche, ed e' la verità, una cosa intelligente è farsi hostare da un locale ad esempio con couchsurfing, airbnb.. e entrare prima della partenza in qualche gruppetto di "Italiani a xxxxxxxx". Troverai giovani italiani (e non) che organizzano cose.

Non da ultimo, tutto questo socializzare con persone travellers come te, o migranti, ti permetterà di conoscere ragazze e... passare anche piacevoli serate.... posso dirtelo per esperienza diretta e di amici miei.

GoodLuck!

zibibbo

Utente Fedele

Posts: 439

Activitypoints: 1,445

Date of registration: Dec 15th 2014

  • Send private message

17

Saturday, April 18th 2020, 4:23pm

Aggiungo:
era sotto capodanno e una famiglia di Arad mi invito' tramite couchsurfing a passare il capodanno (la multi ani) con loro.
E' stato strano un bel po' ma sono stato trattato bene e ho adesso ho molta meno paura di trovarmi in situazioni totalmente imprevedibili.

Altra cosa: ho viaggiato con pochissimo budget, perchè volevo mettermi in difficolta' e dimostrare a me stesso che posso fare quello che voglio anche senza l'ansia fissa del danaro, accettando di rinunciare a -rinunciabili- comfort.

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,612

Activitypoints: 5,336

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

18

Saturday, April 25th 2020, 3:08pm

E' passato un po' di tempo dal post dell'utente, comunque rispondo anche io :)
il mio unico viaggio in solitaria è stato in Italia, nello specifico a San Benedetto del Tronto, di cui avevo tanto sentito parlare, ho scelto un periodo estivo senza essere incasinato ovvero fine Agosto. Il tempo era volutamente limitato perchè sapevo già che da sola mi sarei annoiata, ovvero 3 notti, e uno di quei giorni l'ho perso stando a letto perchè non avevo voglia di fare niente e avevo già visitato il centro il giorno prima U.U
Alcuni mi potrebbero dire " ma perchè tipo non hai preso un pulman per andare a vedere un paese vicino"? ecco per me, per mia natura, paurosa e abitudinaria, è stato già tanto essere andata li', non riuscivo anche a spostarmi e lasciare il mio punto fisso e sicuro, che era la casa che avevo preso in affitto XD. Sono assurda lo so :( ho anche una paura immotivata di perdermi e non trovare la strada del ritorno.
Ecco, mi sono ricordata anche di un giorno passato a Roma, completamente da sola, perchè la mia amica accompagnatrice era in albergo con la febbre XD anche li' tanta paura di perdermi..andai a Villa Borghese e non trovavo l'uscita ahahah. Quindi ne deduco che forse non riuscirei mai ad andare all'estero, ho bisogno di parlare e comprendere la lingua per chiedere informazioni :D

se potete mi sapreste indicare un gruppo, di quelli che cercava l'utente, in modo da partire e comunque fare qualcosa, volontariato o altro, con persone possibilmente della tua stessa nazionalità?

Aiden il venerabile

Pilastro del Forum

Posts: 3,052

Activitypoints: 9,685

Date of registration: Dec 25th 2009

  • Send private message

19

Saturday, May 2nd 2020, 2:21am

Ne ho fatti un sacco, principalmente per lavoro, ma diverse volte anche per piacere.

Non lo vedevo come un problema, mi stressa di più il viaggio in compagnia.
Ormai però sono ridotto uno straccio ed evito, che magari muoio e mi ritrovano stecchito in albergo da solo

Lightspeed80

01110101 01101110 01100101 01101101 01110000 01101100 01101111 01111001 01100101 01100100 00100000 01110111 01101001 01110100 01101000 00100000 01100001 00100000 01110000 01101000 01100100

  • Send private message

20

Sunday, May 3rd 2020, 2:40am

L'ultimo vero viaggio risale a diversi anni fa, ma nell'età adulta ho quasi sempre viaggiato in solitudine, per essere meno vincolato e assecondare i miei ritmi. Non tutti si divertirebbero a visitare tre musei e una mezza dozzina di chiese nella stessa giornata, ma a me piace così. Quando mi trovo in una città d'arte italiana o straniera cerco di non sprecare tempo.

Le uniche eccezioni sono stati dei tour guidati in pinacoteche e siti archeologici dove erano ammessi soltanto gruppi. Oppure gite dalla mattina alla sera (senza pernottamento fuori) con un paio di amici di vecchia data. In quelle occasioni facevamo un giro tutti insieme per vedere i monumenti più importanti e pranzavamo in compagnia ma a volte ci separavamo per un'ora o due dandoci appuntamento presso una piazza o un parcheggio, in modo da dare a ciascuno la libertà di fare ciò che preferiva. Io visitavo l'ennesimo edificio storico scattando 120 foto, nel frattempo un amico poteva andare in un negozio di souvenir a comprare un regalino per la fidanzata e magari l'altro amico si fermava a bere qualcosa al bar. E nessuno litigava.

Desperate

Pera Culona

Posts: 313

Activitypoints: 967

Date of registration: Jan 19th 2020

  • Send private message

21

Monday, May 4th 2020, 9:24am

Posso farti conoscere mio padre come compagno di viaggio ideale ;) . I tre musei e la mezza dozzina di chiese hanno traumatizzato le mie vacanze fino all'adolescenza :D . Infatti adesso prima di riuscire a farmi entrare in un museo bisogna essere molto convincenti. E non pensare che sia troppo vecchio. A casa sua è un normale settantasettenne con gli acciacchi dell'età, ma basta che esca dal comune di residenza per ritrovare misteriosamente le energie dei vent'anni. Due anni fa sono tornata in viaggio con lui, dopo esattamente trent'anni dall'ultima volta, e mi ha massacrato esattamente come quando era giovane. :rolleyes:
Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo.
J.W.Goethe

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,768

Activitypoints: 23,653

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

22

Monday, May 4th 2020, 10:01am

temo che per un bel pò non si viaggerà nè da soli nè accompagnati
I feel stupid and contagious

(Subcomandante Fran)

Desperate

Pera Culona

Posts: 313

Activitypoints: 967

Date of registration: Jan 19th 2020

  • Send private message

23

Monday, May 4th 2020, 6:34pm

Fuori dall'Italia di sicuro. Ma spero ancora che a giugno torni possibile spostarsi fuori regione. Certo, nelle scegliere una meta, bisognerà tener conto anche di fattori nuovi, ma meglio che niente.
Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo.
J.W.Goethe

Tanja

Giovane Amico

Posts: 294

Activitypoints: 742

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

24

Tuesday, May 5th 2020, 8:18am

Io mai annoiata in viaggio da sola...certo bisogna scegliere bene la meta...attinente ai propri interessi...a me piacciono sia luoghi storici che luoghi con bellezze naturali...o dove fare attivita fisica...
Le cittadine di mare tipo che non hanno bellezze naturali tipo nord ...ecco quelle ci andrei una sera ma non ci passerei una settimana da sola ...

Lightspeed80

01110101 01101110 01100101 01101101 01110000 01101100 01101111 01111001 01100101 01100100 00100000 01110111 01101001 01110100 01101000 00100000 01100001 00100000 01110000 01101000 01100100

  • Send private message

25

Tuesday, May 5th 2020, 12:25pm

. A casa sua è un normale settantasettenne con gli acciacchi dell'età, ma basta che esca dal comune di residenza per ritrovare misteriosamente le energie dei vent'anni.


Il signor... "Pero" mi sta già assai simpatico! :thumbsup:
Quasi posso "vederlo" mentra cammina con passo deciso ed una cartina in mano.
Vuol dire che ha ancora una curiosità giovanile ed un sano interesse a scoprire e conoscere il mondo.

.
temo che per un bel pò non si viaggerà nè da soli nè accompagnati


L'attuale situazione è sotto diversi aspetti drammatica, ma questa è la sezione del forum intitolata "Positività e buoni propositi" per cui voglio sforzarmi di non essere troppo pessimista e di vedere il bicchiere mezzo pieno... o pieno per un quarto... comunque non del tutto vuoto.

Le limitazioni sui viaggi internazionali forse daranno a milioni di connazionali l'opportunità di esplorare località del nostro paese che non hanno mai visitato. Abbiamo la fortuna di avere a due passi da casa (in ogni regione) città d'arte, bellissimi borghi, paesaggi stupendi. Spesso però non conosciamo bene queste realtà (vale anche per me: mi muovo di rado e a volte la mia esperienza è più "libresca" che di prima mano; ma vedere un affresco dal vivo è molto più bello che in foto) e preferiamo destinazioni esotiche e lontane.

E in certi casi si verificano situazioni paradossali. Non voglio criticare le scelte o i gusti altrui perchè ognuno ha il diritto di passare le ferie nel modo che gli è più congeniale ma soltanto descrivere un dato di fatto. Molti si sobbarcano un viaggio in aereo della durata di 10-12 ore per raggiungere un'isola dei Caraibi o un atollo del Pacifico... ma poi restano per l'intero periodo (o quasi) all'interno di un villaggio turistico con personale e ospiti quasi esclusivamente italiani, animatori italiani, cibo italiano, musica italiana, tv che trasmettono film e programmi italiani. Certo, la vegetazione tropicale, la sabbia bianca, l'acqua cristallina possono avere il loro fascino ma alla fine è come aver visitato una "exclave" italiana a 5000 chilometri da casa. :)

Spero che il 2020, nonostante tutti i problemi, diventi l'anno della riscoperta dei nostri tesori. Il mio augurio è dettato anche da ragioni economiche. Essendo "obbligati" a passare le vacanze in Italia compenseremo almeno in parte l'assenza di turisti stranieri e contribuiremo ad aiutare il settore alberghiero e della ristorazione, gravemente danneggiato dalla lunga chiusura forzata. Magari mangeremo piedine sotto i pini di Cesenatico invece che sotto le palme di Bora Bora, il piccolo chiosco sul lungomare romagnolo non fallirà ed una famiglia di 4 o 5 persone riuscirà ad arrivare alla fine del mese. :beer:

.
nelle scegliere una meta, bisognerà tener conto anche di fattori nuovi, ma meglio che niente.


Talora la novità può essere un... ritorno all'antico. Negli anni del dopoguerra e del "boom" molti dei nostri nonni, SE e quando potevano permettersi di andare in villeggiatura, avevano la consuetudine di trascorrere il periodo di riposo estivo sempre nel solito luogo, alloggiando in qualche pensione o prendendo in affitto una piccola casa; forse questo costume era un po' monotono e "provinciale" ma aveva anche dei risvolti positivi dal punto di vista umano e sociale: la frequentazione abituale di una località favoriva la nascita di amicizie, anche durature, tra famiglie di villeggianti provenienti da città e regioni diverse. Tanti milanesi e lombardi ricordano con nostalgia la mitica Versilia anni 60 (parte in sottofondo la canzone di Mina "Stessa spiaggia, stesso mare").

This post has been edited 1 times, last edit by "Lightspeed80" (May 5th 2020, 12:32pm)


Desperate

Pera Culona

Posts: 313

Activitypoints: 967

Date of registration: Jan 19th 2020

  • Send private message

26

Tuesday, May 5th 2020, 4:59pm

Il signor Pero, che essendo uomo non è partcolarmente periforme, ormai oltre le buone vecchie cartine usa anche Google Maps e Google Earth 8) (però non chiedergli di leggere un messaggio sul cellulare, quello è troppo :D )
Va bè, stiamo andando un po' off topic, ma concordo che, se sarà almeno possibile spostarsi all'interno del territorio nazionale, il vincolo di restarein Italia può diventare l'opportunità di conoscerla meglio. Spesso sono più attratta da mete straniere, ma anche l'Italia offre la possibilità di accontentare quasi tutti i gusti e ci sarebbero tantissime cose che vorrei vedere. Insomma, magari fossero solo questi i problemi creati dal Covid 19...!
Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo.
J.W.Goethe