Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

1

Monday, February 23rd 2015, 1:13pm

Camminare, cambiare vita, combattere l’apatia

Ho descritto in questo mio precedente thread le questioni legate al mio aspetto.
Se leggete il mio messaggio di risposta a la huesera, probabilmente capirete che oggi l’umore è decisamente migliore dei giorni scorsi.

Non che sia cambiato molto nel corso del week-end (ove per cambiare intendo un mutamento permanente o quantomeno che perduri per un certo periodo di tempo), ma è accaduto un piccolo evento che mi ha dato qualcosa su cui dovrò riflettere con la mia terapeuta.

Ho trascorso la giornata di ieri in compagnia di una mia ex-compagna di Università con cui ho mantenuto buoni rapporti, tanto che è stata lei a fornirmi il nome della psicologa da cui vado da circa un anno.

Cosa abbiamo fatto, durante le circa otto ore trascorse insieme? Nulla di particolare, a parte parlare e …camminare


Se dovessi dare un nome alla giornata di ieri, si chiamerebbe senz’altro Su e giù per Milano. Eccovi un breve excursus delle tappe seguite, con le distanze
calcolate da Google Maps:


1. Dalla Stazione Centrale a Piazza XXV Aprile: 1500 metri

2. Da Piazza XXV Aprile a Piazza della Repubblica: 800 metri

3. Da Piazza della Repubblica alla zona di Moscova (Largo Treves): 1100 metri

4. Da Largo Treves alla Pinacoteca di Brera: 350 metri

5. Dalla Pinacoteca di Brera a Piazza della Scala: 600 metri


6. Da Piazza della Scala a Piazza Duomo, lungo Galleria Vittorio Emanuele: 400 metri


7. Da Piazza Duomo alle Colonne di San Lorenzo, percorrendo via Torino: 1200 metri


Sommando tutto, si ottiene un totale di 5950 metri, praticamente 6 chilometri. Per quanto mi riguarda, tutto il percorso è stato fatto con uno zaino di circa 10 chili sulle spalle.

Certo, lungo il percorso di ci sono state delle soste più o meno lunghe, ma ciò non toglie che – alla fine della giornata – mi sentissi stanchissimo e…felicissimo. Avevo trascorso il tempo chiacchierando con una mia amica, in una città che adoro, senza farmi stressare da metropolitane o mezzi pubblici in generale.

Una cosa che sto cominciando a capire di me stesso è questa: che sia solo od in compagnia, io adoro camminare. Altre attività sportive non mi attirano (nemmeno la corsa, ovvero l’attività più simile al camminare).
Sentire i muscoli delle gambe rigidi alla fine della giornata, il resto del corpo un po’ stressato dalla lunga fatica fisica fatta in un posto che mi piace ed in un modo che mi piace…Beh, ragazzi, che dire? Mi fa sentire vivo! Infatti, ieri sera ero sì stanco ma, rispetto ad altri giorni (in cui ho camminato molto meno e faticavo a
scrollarmi di dosso l’apatia), avevo ancora voglia di uscire, come ho poi fatto.

In qualunque città mi trovi, io mi sento molto a mio agio quando sono su una strada: questa cosa la devo dire alla mia terapeuta.



Ps: qualcuno ha bisogno di una guida a Milano?

This post has been edited 2 times, last edit by "mpoletti" (Feb 23rd 2015, 4:23pm)


2

Monday, February 23rd 2015, 3:48pm

:) :) che bella cosa!
camminare è come respirare
se fatto consapevolmente, è vivere veramente

in tema: hai mai visto Il cammino per Santiago?
è un film di Emilio Estevez con Martin Sheen e racconta la vita attraverso il cammino.

per me camminare è un'attività terapeutica vera e propria, ho capito tante cose semplicemente mettendo un piede davanti all’altro. una escursione in particolare è diventata La gita mistica. a differenza tua, scelgo le montagne anziché la città, calcolo i m di dislivello anziché i km percorsi, sono costretta a scegliere l’attrezzatura in base alle stagioni ma la sostanza non cambia: ad ogni passo la mente si libera ed il pensiero diventa limpido, chiarissimo.
namasté

Fireheart

Mein Herz Brennt

  • "Fireheart" is male

Posts: 504

Activitypoints: 1,568

Date of registration: Oct 18th 2012

  • Send private message

3

Monday, February 23rd 2015, 4:53pm

Non posso che approvare.
Io abito a Venezia e qui si cammina dappertutto essendo un'unica gigantesca zona pedonale. E una delle cose che mi impensierisce di più del trasferirmi in terraferma (come noichiamiamo tutto quello che c'è fuori da Venezia) è che dovrò almeno parzialmente rinunciare alle camminate.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

4

Monday, February 23rd 2015, 8:16pm

Fireheart, un giorno o l'altro, prendo il treno da Milano e mi farai da guida a Venezia :D .
Tornando sull'argomento e per rispondere alla tua affermazione, ritorno ora da un piccolo esperimento, se così posso chiamarlo.
Approfittando del fatto che era una bella giornata e che non ho impegni questa sera, ho fatto il percorso tra l'ufficio e casa mia a piedi, che normalmente faccio con metropolitana e tram.
Seguendo il binario del tram (tanto per essere sicuro del tragitto) ho percorso la distanza di circa 6,2 chilometri in un paio d'ore.
Mentre facevo il tragitto...mi sono ricordato di questo film (guardare video :D )

outis

Nuovo Utente

  • "outis" is male

Posts: 11

Activitypoints: 40

Date of registration: Feb 22nd 2015

Location: Bologna

Occupation: studente

  • Send private message

5

Monday, February 23rd 2015, 11:45pm

fare attività fisica in generale e soprattutto attività che prevedono un mutamento del paesaggio intorno a noi (camminata, corsa, bici) non solo fa benissimo al fisico e aiuta con i chili di troppo, ma soprattutto fa bene all'anima: ci permette di distrarci dalle nostre paure più grandi e ci fa smettere di pensare ai nostri problemi più stupidi; un passo dopo l'altro raggiungiamo una meta, compiamo un percorso, vediamo cose e persone, facciamo scorrere più velocemente il sangue nelle vene, ristabiliamo il contatto con noi stessi, sentiamo la vita. dovremmo tutti ritagliarci qualche ora a settimana per fare attività all'aperto, soprattutto ora che inizia la bella stagione.

e come hai giustamente detto tu non c'è nulla che ti faccia sentire più vivo di quella leggera stanchezza la sera! l'attività fisica, l'aria aperta e la natura sono gli antidepressivi più antichi e più efficaci che siano mai stati inventati.
Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai niente. Sii gentile. Sempre.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

6

Tuesday, February 24th 2015, 9:16am

fare attività fisica in generale e soprattutto attività che prevedono un mutamento del paesaggio intorno a noi (camminata, corsa, bici) non solo fa benissimo al fisico e aiuta con i chili di troppo, ma soprattutto fa bene all'anima: ci permette di distrarci dalle nostre paure più grandi e ci fa smettere di pensare ai nostri problemi più stupidi; un passo dopo l'altro raggiungiamo una meta, compiamo un percorso, vediamo cose e persone, facciamo scorrere più velocemente il sangue nelle vene, ristabiliamo il contatto con noi stessi, sentiamo la vita. dovremmo tutti ritagliarci qualche ora a settimana per fare attività all'aperto, soprattutto ora che inizia la bella stagione.

e come hai giustamente detto tu non c'è nulla che ti faccia sentire più vivo di quella leggera stanchezza la sera! l'attività fisica, l'aria aperta e la natura sono gli antidepressivi più antichi e più efficaci che siano mai stati inventati.

outis,
concordo, ma per me ci sono anche aspetti psicologici, psicanalitici e inconsci.
Tra terapia e varie cose extralavorative, sta emergendo un aspetto di me che non avevo mai considerato: io adoro camminare in città.
Perciò:
  1. Vero quanto sostieni a proposito dell'attività fisica, ma per me corsa e bicicletta (che hai citato anche tu) sono - in un certo senso - troppo veloci. Quando ero adolescente, andavo spesso in bicicletta, ma con un obiettivo di migliorare i tempi di percorrenza su un certo percorso. Ora la camminata mi permette i benefici fisici senza rinunciare ad altre mie passioni e mie necessità: avere un momento in cui posso agire lentamente, senza pensare alle preoccupazioni
  2. Come ho già sperimentato sulla mia pelle,trovo molto meno stimolante una camminata in luoghi più isolati (es.: montagna, campagna o parco cittadino); anche senza interagire, io devo essere circondato da persone
  3. Chissà perchè, devo sempre fissarmi una meta più o meno precisa. Non mi basta dire esco a fare due passi, ma devo dire una cosa vado in quel luogo con questo scopo preciso. Se vogliamo, è quello che ho fatto ieri: dovevo rincasare dall'ufficio.

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Feb 24th 2015, 9:22am)


Fireheart

Mein Herz Brennt

  • "Fireheart" is male

Posts: 504

Activitypoints: 1,568

Date of registration: Oct 18th 2012

  • Send private message

7

Tuesday, February 24th 2015, 6:57pm

Fireheart, un giorno o l'altro, prendo il treno da Milano e mi farai da guida a Venezia :D .

Certo! ;)

outis

Nuovo Utente

  • "outis" is male

Posts: 11

Activitypoints: 40

Date of registration: Feb 22nd 2015

Location: Bologna

Occupation: studente

  • Send private message

8

Tuesday, February 24th 2015, 11:23pm

ah ma certo, ognuno ha i suoi modi di godersi il proprio tempo e la propria attività fisica! ;)

io sono sempre andato a correre da quando avevo 12-13 anni per il gran senso di libertà che mi dava e proprio per scaricarmi, poi trasferitomi a Bologna (città in cui ci si può anche dimenticare di qualsiasi tipo di trasporto motorizzato) ho scoperto il piacere della camminata urbana, e infine un paio d'anni fa ho scoperto anche la bicicletta ma non alla ricerca della prestazione quanto piuttosto del paesaggio e di posti nuovi da scoprire (cicloturismo).. il succo e la 'terapeuticità' restano validi comunque!
Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai niente. Sii gentile. Sempre.

Lady Joan Marie*

Regina D'Autunno

  • "Lady Joan Marie*" is female

Posts: 265

Activitypoints: 910

Date of registration: Nov 6th 2011

  • Send private message

9

Wednesday, February 25th 2015, 1:27pm

Io mi sento viva quando sento una musica che mi piace, ma anche leggere e scrivere lo trovo davvero edificante!
Corteggiata da l'aure e dagli amori,
siede sul trono de la siepe ombrosa,
bella regina dè fioriti odori,
in colorita maestà la rosa.

CLAUDIO ACHILLINI ^^

10

Wednesday, February 25th 2015, 4:01pm

Si nasce non soltanto per morire, ma per camminare a lungo, con piedi che non conoscono dimora e vanno oltre ogni montagna…

(Alda Merini)
namasté

11

Thursday, February 26th 2015, 5:41pm

Io amo camminare.
L'ho sempre fatto.
Soprattutto nelle belle giornate primaverili.

Lo trovo terapeutico.
Infatti lo consiglio sempre a tutti.
Quando ti senti più stressato, prendi e vai a all'aria aperta e fatti una bella camminata...

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

12

Friday, February 27th 2015, 2:28pm

La huesera, ammetto di conoscere poco la Merini, ma la citazione ci sta tutta ed è molto
bella.


Memedesima,
concordo con te. Le camminate mi stanno aprendo un mondo e riesco a notare la troppa frenesia che mi circonda. Come
puoi capire, ho seguito il tuo consiglio ancor prima che tu me lo dessi.

tuberosa

Utente Attivo

  • "tuberosa" is female

Posts: 32

Activitypoints: 131

Date of registration: Jul 14th 2015

Occupation: insegnante

  • Send private message

13

Friday, July 31st 2015, 1:01pm

che bello trovare qualcuno che la pensa come me, io adoro camminare e come te non trovo a me congeniali gli sports in generale.......ciò però mi fa sentire apatica....meno male che non sono sola, credevo di essere l'unica ed è terribilmente frustrante sentirsi unici in negatività!

MB

Uno qualunque.

  • "MB" is male

Posts: 640

Activitypoints: 2,000

Date of registration: Aug 29th 2010

  • Send private message

14

Saturday, August 1st 2015, 8:11pm

sono d'accordo in teoria... una volta lo ero anche nella pratica, ma ora fatico ad (ri)abituarmi. La natura è raggiungibile solo in auto, nei surrogati di natura forniti dalle città sulle prime sto bene ma alla lunga mi viene tristezza.
Girare da solo per negozi e simili non mi piace (al max librerie, meglio se di usato). Il turismo preconfezionato mi stimola poco.
Tristezza + dispiacere + scarsi stimoli + lacune fisiche da cui non riesco a liberarmi (che al mio corpo fanno passare una normale passeggiata per la scalata di un monte) = solitudine = apatia più o meno totale.
La voglia di muovermi combatte quotidianamente con la realtà deprimente.

riccioinletargo

la voce sincera

  • "riccioinletargo" is female

Posts: 1,366

Activitypoints: 4,792

Date of registration: Nov 23rd 2008

  • Send private message

15

Sunday, August 2nd 2015, 2:02pm

sono d'accordo in teoria... una volta lo ero anche nella pratica, ma ora fatico ad (ri)abituarmi. La natura è raggiungibile solo in auto, nei surrogati di natura forniti dalle città sulle prime sto bene ma alla lunga mi viene tristezza.
Girare da solo per negozi e simili non mi piace (al max librerie, meglio se di usato). Il turismo preconfezionato mi stimola poco.
Tristezza + dispiacere + scarsi stimoli + lacune fisiche da cui non riesco a liberarmi (che al mio corpo fanno passare una normale passeggiata per la scalata di un monte) = solitudine = apatia più o meno totale.
La voglia di muovermi combatte quotidianamente con la realtà deprimente


Che tristezza! Un anziano direbbe le stesse cose, e tu sei giovane! Anche se non hai un motivo, esci e cammina ovunque c'è una strada, qualcosa succederà. Provare per credere. La vita è movimento, la morte è immobilità.

Used tags

ansia, apatia, camminare