Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Neshix

Utente Attivo

  • "Neshix" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 82

Date of registration: Jan 13th 2010

  • Send private message

1

Wednesday, August 13th 2014, 4:50pm

Stufo della comitiva

E' da qualche giorno, che a 30 anni suonati, mi rendo conto che probabilmente mi sono stufato di uscire con quella cerchia di amici che conosco da quando avevo 14 anni.
E' un malessere che, soltanto ora analizzandomi, mi rendo conto aver dentro da anni e anni, ma solamente ora riesco a focalizzarlo, non riesco più a trovare stimolanti quegli amici, con i quali sono cresciuto insieme, e che ora dopo tanti anni, non hanno più nulla da dirmi, siamo tutti inoltre cambiati, se prima le passioni adolescenziali che ci legavano erano forti, ora sono totalmente assenti, o vengono vissute individualmente in maniera più blanda.

Quelle volte in cui accetto di vederli, mi rendo conto che siamo delle caricature di noi stessi, c'è ancora il fattone che passa la serata a fumare, quello che si ubriaca tutte le volte, l'altro che cerca ancora di fare il capo branco come ai tempi del liceo, ecc ecc.... Si parla solo di stupidaggini e non si tira mai su un discorso importante, presi singolarmente siamo sicuramente persone brillanti, ma insieme io non mi ci vedo più, e questa cosa mi dispiace da morire, perche sono ormai anni che scompaio per mesi interi, e spesso dai discorsi che saltano fuori vogliono farmelo pesare, come se li snobbassi, si sentono traditi probabilmente.
Ma non è cosi, è solamente che crescendo non trovo più stimolante fare certe radunate, posso capire qualche evento importante, ma loro tutt'ora a 30 anni ancora hanno voglia e tempo di organizzare quasi a cadenza settimanale certe uscite...

A volte penso che bello sarebbe trovare delle persone con cui parlare delle proprie passioni, poter progredire anche professionalmente e imparare cose nuove, darsi dei consigli e via dicendo.
Ho iniziato anche a frequentare altre persone, con passioni simili alle mie, con le quali uscire non è piu un "dovere", solamente che tra chi ha figli, e chi lavora tutto il giorno come il sottoscritto non ci si riesce a vedere piu di una volta ogni due mesi....

Come potrei comportarmi con i miei vecchi amici? per carità voglio loro un bene dell'anima, ma semplicemente non riesco più a reggerli, ed a affrontare quelle situazioni che mi riportano indietro di 10 anni...
Sto adottando da tempo la tattica di dare il contentino una volta ogni tanto, perche non vorrei perderli... ma a quanto pare forse fa più danni che altro, visto che vengo visto come un opportunista...

Neptune

♋️♐️

  • "Neptune" is male

Posts: 767

Activitypoints: 2,330

Date of registration: Jun 13th 2013

  • Send private message

2

Wednesday, August 13th 2014, 6:01pm



A volte penso che bello sarebbe trovare delle persone con cui parlare delle proprie passioni, poter progredire anche professionalmente e imparare cose nuove, darsi dei consigli e via dicendo.



Si trovano, il problema è che:

Quoted

Ho iniziato anche a frequentare altre persone, con passioni simili alle mie, con le quali uscire non è piu un "dovere", solamente che tra chi ha figli, e chi lavora tutto il giorno come il sottoscritto non ci si riesce a vedere piu di una volta ogni due mesi....


Non c'è via d'uscita...
Io sono stato molto sincero con gente che conoscevo da anni, ho detto apertamente come ormai la pensavo... il risultato è che ogni tanto ci si vede ma nessuno pretende e fa pesare niente.
Ed è quel che ti consiglio di fare, parlare apertamente con i tuoi vecchi amici, tirando nella critica però anche te stesso che hai partecipato passivamente...

Per il resto anche io mi sono isolato molto negli ultimi anni per i tuoi stessi motivi, la pacchia è durata pochi anni perchè quei pochi veri amici con i quali fare e parlare di tutto hanno messo su famiglia o si sono pesantemente accoppiati, sposati... li vedo poco purtroppo. ...e spesso in ambienti e atmosfere famigliari (chi ha figli, chi quasi..) che mi fanno sentire fuori luogo...
L'alternativa sono i vecchi cani sciolti della strada, ma è un circolo vizioso, vuoto a perdere...

Dopo i 30 anni qui in Italia non è che hai molte scelte, o metti su famiglia o fai la vida loca. La via di mezzo è zona molto, molto limitata e rara da trovare... Diventa necessaria un'esperienza all'estero a un certo punto, presso popoli e culture molto differenti magari...
"See the diameter of your knowledge, is the circumference of your activity"

Neshix

Utente Attivo

  • "Neshix" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 82

Date of registration: Jan 13th 2010

  • Send private message

3

Wednesday, August 13th 2014, 6:28pm



A volte penso che bello sarebbe trovare delle persone con cui parlare delle proprie passioni, poter progredire anche professionalmente e imparare cose nuove, darsi dei consigli e via dicendo.



Si trovano, il problema è che:

Quoted

Ho iniziato anche a frequentare altre persone, con passioni simili alle mie, con le quali uscire non è piu un "dovere", solamente che tra chi ha figli, e chi lavora tutto il giorno come il sottoscritto non ci si riesce a vedere piu di una volta ogni due mesi....


Non c'è via d'uscita...
Io sono stato molto sincero con gente che conoscevo da anni, ho detto apertamente come ormai la pensavo... il risultato è che ogni tanto ci si vede ma nessuno pretende e fa pesare niente.
Ed è quel che ti consiglio di fare, parlare apertamente con i tuoi vecchi amici, tirando nella critica però anche te stesso che hai partecipato passivamente...

Per il resto anche io mi sono isolato molto negli ultimi anni per i tuoi stessi motivi, la pacchia è durata pochi anni perchè quei pochi veri amici con i quali fare e parlare di tutto hanno messo su famiglia o si sono pesantemente accoppiati, sposati... li vedo poco purtroppo. ...e spesso in ambienti e atmosfere famigliari (chi ha figli, chi quasi..) che mi fanno sentire fuori luogo...
L'alternativa sono i vecchi cani sciolti della strada, ma è un circolo vizioso, vuoto a perdere...

Dopo i 30 anni qui in Italia non è che hai molte scelte, o metti su famiglia o fai la vida loca. La via di mezzo è zona molto, molto limitata e rara da trovare... Diventa necessaria un'esperienza all'estero a un certo punto, presso popoli e culture molto differenti magari...
Il dire tutto chiaramente sarebbe come dici te il gesto migliore e ci si leverebbe un bel peso indubbiamente...


Conoscendone pero un paio di individui, che sono molto permalosi e pettegoli, irrimediabilmente spaccherei il rapporto... Ho spesso spiegato che il mio non voler partecipare a queste uscite è dovuto alla stanchezza post-lavoro (visto che stacco dopo le 22), e che quindi non me la sento di uscire troppo tardi per "bere una birretta e fare due chiacchiere"...
loro mi rispondono che sto seduto dietro un pc ed è una scusa la stanchezza...
A questo punto ci sarebbe da mandarli a quel paese.... ma perche dovrei? dopotutto sono risposte di chi sta facendo la vittima capricciosa, ed è meglio non dargli peso...

io Mi trovo molto bene invece con chi si è affermato professionalmente e anche a livello sentimentale, infatti le volte che frequento quel qualcuno è gente che convive o sposata, come me del resto, persone con le quali riesco a dialogare sul mio vissuto attuale, o di lavoro su come progredire professionalmente...
Purtroppo con loro o si parla di politica, e quindi ci si scalda e iniziano i soliti luoghi comuni, o si parla di quanto è bona quella e quanto è stronzo quell'altro....

Sai è come se mentalmente stessi andando avanti e loro siano rimasti a 15 anni fa, forse sembro presuntuoso ma è cosi... almeno dal mio punto di vista, il che mi fa strano, perche sono comunque persone intelligenti, quasi tutti laureati...

Come dici te sto vagliando molto seriamente l'idea di espatriare... ho una voglia assurda di chiudere con tutto, sia lavoro che amici, ed andare avanti con la mia compagna... una sorta di rivincita cosi per dire...

This post has been edited 1 times, last edit by "Neshix" (Aug 13th 2014, 6:41pm)


Neptune

♋️♐️

  • "Neptune" is male

Posts: 767

Activitypoints: 2,330

Date of registration: Jun 13th 2013

  • Send private message

4

Saturday, August 16th 2014, 12:48pm

Se sono veri amici capiscono il tuo punto di vista e se sono anche un minimo sani di mente lo condividono.
Non so quindi quanto valga la pena fingere per non rovinare un rapporto così...
Se ti accusano di stare seduto dietro un PC, prova a invitarli a casa tua se è possibile. Altrimenti valuta tu se vale la pena essere diretto e sincero, ottenendo il consenso o la chiusura... In qualsiasi caso dai un taglio a questa pantomima. ;)
"See the diameter of your knowledge, is the circumference of your activity"

dissolto

Utente Fedele

Posts: 361

Activitypoints: 1,209

Date of registration: Oct 5th 2013

  • Send private message

5

Thursday, August 21st 2014, 5:59pm

dici che fanno solo discorsi superficiale ma che singolarmente sono persone valide.
Il problema credo sia il gruppo troppo numeroso , per questo motivo io preferisco vedermi con 1/2 amici al massimo , perchè in questo caso si riesce a parlare più in "intimità" anche di argomenti più profondi e personali
Potresti cercare di uscire qualche volta con uno o massimo due di questi amici invece che col gruppo intero