Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

1

Thursday, October 17th 2019, 12:04pm

Solitudine a un età giovane

Ciao a tutti. Ultimamente stavo pensando di aprire un thread ma non ho avuto il coraggio di farlo e quindi rimandavo...ma ora sono qui e voglio scrivere qualcosa. Sono una ragazza di 21 anni che si è trovata, piano piano, a causa di problematiche di cui ne parlerò in un altro thread, sola. Sto soffrendo molto perchè vorrei avere almeno un amica ma alla fine si sono rivelati tutti quello che erano in realtà. Mi hanno abbandonato nel momento in cui avevo più bisogno. Io sono una persona molto disponibile, che tende ad aiutare tutti nel mio piccolo, ma quando sono io ad avere un problema tutto quello che sento è : "Mi dispiace...passerà"- e io odio sentirmi dire questo. Ho un carattere un po' complicato, non mi apro facilmente e ho sempre paura del giudizio della gente. Una persona potrebbe benissimo dirmi:" ma esci e vedi che farai un sacco di amicizie..frequenta bei posti..."- No, non è così che posso fare. Come ho già detto ho problematiche di tipo ansioso che non mi permettono di fare ciò. Non riesco nemmeno a trovare una persona che mi voglia bene sul serio..sui social, una volta, mi scrivevano dei ragazzi che volevano conoscermi meglio ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi....Insomma volevo solo un po' di comprensione da parte vostra, un po' di sostegno...Qualcuno si sente così?
:)

Purple Haze

at the Gates of Dawn

Posts: 870

Activitypoints: 2,759

Date of registration: Jul 12th 2015

Location: Toscana

  • Send private message

2

Thursday, October 17th 2019, 2:57pm

beh, ho due anni più di te e anche io mi sento solo. Ho tre amici, ma tutti conosciuti online e distanti da dove vivo. Capisco che possa essere davvero brutto sentirsi soli e avere difficoltà a relazionarsi

Quoted

alla fine si sono rivelati tutti quello che erano in realtà. Mi hanno abbandonato nel momento in cui avevo più bisogno


a differenza tua, nessuno mi ha abbandonato; sono io ad allontanarmi per paura di non piacere

Quoted

sui social, una volta, mi scrivevano dei ragazzi che volevano conoscermi meglio ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi


mai capitato
Peace & Love

Le nuove catene sono digitali, distruggile!

Nasci, studi, e vai a lavorare, per comprare quello che non hai, e così ti scordi che sei vivo

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,974

Activitypoints: 5,936

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

3

Thursday, October 17th 2019, 3:19pm

ciao Angel, la solitudine è una condizione molto trasversale. Prescinde dalle età, ci si può ritrovare profondamente soli in qualsiasi contesto, i motivi possono essere infiniti. Ricordo un bel thread di qualche tempo fa "Ma non sarà che siamo tutti soli?" o una cosa del genere :D e credo che se usi il search troverai tanti altri riferimenti a questo tema enorme, praticamente la pandemia del mondo moderno.
Quindi sicuramente , per paradossale che suoni, non sei sola nel sentirti così.

Probabilmente aprendoti poco alle persone come dici di fare, favorisci la loro minimizzazione dei tuoi problemi e i loro "mi dispiace, passerà". D'altra parte se hai problematiche di tipo ansioso queste creano un'ulteriore difficoltà di immedesimazione e comprensione in chi non ne soffre, e spesso fa vergognare-chiudere ulteriormente chi le vive.

Tu stai facendo qualcosa per questi problemi?

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

4

Thursday, October 17th 2019, 3:53pm

beh, ho due anni più di te e anche io mi sento solo. Ho tre amici, ma tutti conosciuti online e distanti da dove vivo. Capisco che possa essere davvero brutto sentirsi soli e avere difficoltà a relazionarsi

Quoted

alla fine si sono rivelati tutti quello che erano in realtà. Mi hanno abbandonato nel momento in cui avevo più bisogno


a differenza tua, nessuno mi ha abbandonato; sono io ad allontanarmi per paura di non piacere

Quoted

sui social, una volta, mi scrivevano dei ragazzi che volevano conoscermi meglio ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi


mai capitato


Grazie della risposta. Si, anche io mi allontano facilmente ma non perchè ho paura di non piacere ma per paura di essere giudicata.
:)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

5

Thursday, October 17th 2019, 3:57pm

ciao Angel, la solitudine è una condizione molto trasversale. Prescinde dalle età, ci si può ritrovare profondamente soli in qualsiasi contesto, i motivi possono essere infiniti. Ricordo un bel thread di qualche tempo fa "Ma non sarà che siamo tutti soli?" o una cosa del genere :D e credo che se usi il search troverai tanti altri riferimenti a questo tema enorme, praticamente la pandemia del mondo moderno.
Quindi sicuramente , per paradossale che suoni, non sei sola nel sentirti così.

Probabilmente aprendoti poco alle persone come dici di fare, favorisci la loro minimizzazione dei tuoi problemi e i loro "mi dispiace, passerà". D'altra parte se hai problematiche di tipo ansioso queste creano un'ulteriore difficoltà di immedesimazione e comprensione in chi non ne soffre, e spesso fa vergognare-chiudere ulteriormente chi le vive.

Tu stai facendo qualcosa per questi problemi?

ciao Angel, la solitudine è una condizione molto trasversale. Prescinde dalle età, ci si può ritrovare profondamente soli in qualsiasi contesto, i motivi possono essere infiniti. Ricordo un bel thread di qualche tempo fa "Ma non sarà che siamo tutti soli?" o una cosa del genere :D e credo che se usi il search troverai tanti altri riferimenti a questo tema enorme, praticamente la pandemia del mondo moderno.
Quindi sicuramente , per paradossale che suoni, non sei sola nel sentirti così.

Probabilmente aprendoti poco alle persone come dici di fare, favorisci la loro minimizzazione dei tuoi problemi e i loro "mi dispiace, passerà". D'altra parte se hai problematiche di tipo ansioso queste creano un'ulteriore difficoltà di immedesimazione e comprensione in chi non ne soffre, e spesso fa vergognare-chiudere ulteriormente chi le vive.

Tu stai facendo qualcosa per questi problemi?



Grazie della risposta. Controllerò i thread di cui parli. Penso che hai ragione, mi apro poco all'inizio ma queste tipi di frasi "Mi dispiace,passerà" mi sono state dette anche da persone che conoscevo benissimo. Persone che consideravo amici. Hai davvero ragione... al momento mi sto impegnando per cercare di superare questi problemi ma è molto difficile.
:)

Purple Haze

at the Gates of Dawn

Posts: 870

Activitypoints: 2,759

Date of registration: Jul 12th 2015

Location: Toscana

  • Send private message

6

Thursday, October 17th 2019, 4:12pm

beh, ho due anni più di te e anche io mi sento solo. Ho tre amici, ma tutti conosciuti online e distanti da dove vivo. Capisco che possa essere davvero brutto sentirsi soli e avere difficoltà a relazionarsi

Quoted

alla fine si sono rivelati tutti quello che erano in realtà. Mi hanno abbandonato nel momento in cui avevo più bisogno


a differenza tua, nessuno mi ha abbandonato; sono io ad allontanarmi per paura di non piacere

Quoted

sui social, una volta, mi scrivevano dei ragazzi che volevano conoscermi meglio ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi


mai capitato


Grazie della risposta. Si, anche io mi allontano facilmente ma non perchè ho paura di non piacere ma per paura di essere giudicata.


sono cose legate tra loro: se a una persona non piaci, è perché ti giudica negativamente.
Peace & Love

Le nuove catene sono digitali, distruggile!

Nasci, studi, e vai a lavorare, per comprare quello che non hai, e così ti scordi che sei vivo

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

7

Thursday, October 17th 2019, 4:22pm

beh, ho due anni più di te e anche io mi sento solo. Ho tre amici, ma tutti conosciuti online e distanti da dove vivo. Capisco che possa essere davvero brutto sentirsi soli e avere difficoltà a relazionarsi

Quoted

alla fine si sono rivelati tutti quello che erano in realtà. Mi hanno abbandonato nel momento in cui avevo più bisogno


a differenza tua, nessuno mi ha abbandonato; sono io ad allontanarmi per paura di non piacere

Quoted

sui social, una volta, mi scrivevano dei ragazzi che volevano conoscermi meglio ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi


mai capitato


Grazie della risposta. Si, anche io mi allontano facilmente ma non perchè ho paura di non piacere ma per paura di essere giudicata.


sono cose legate tra loro: se a una persona non piaci, è perché ti giudica negativamente.



Giusto..non mi sono spiegata bene. Intendevo, mi allontano facilmente dalle persone per la paura di un giudizio negativo in base ai miei problemi di ansia. Ho sempre vergogna a parlarne e questo mi fa risultare un po' fredda e anche "strana".
:)

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,974

Activitypoints: 5,936

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

8

Thursday, October 17th 2019, 4:36pm


Grazie della risposta. Controllerò i thread di cui parli. Penso che hai ragione, mi apro poco all'inizio ma queste tipi di frasi "Mi dispiace,passerà" mi sono state dette anche da persone che conoscevo benissimo. Persone che consideravo amici. Hai davvero ragione... al momento mi sto impegnando per cercare di superare questi problemi ma è molto difficile.


A volte possiamo avere bisogno di un po' di aiuto, ne hai parlato col tuo medico di base?
Per quanto riguarda il tuo timore di essere giudicata negativamente che ti crea quella sorta di barriera protettiva per cui risulti "fredda" e "strana" in parte ti rispondi da sola: si innesca un circolo vizioso, più si teme il giudizio altrui meno ci si apre, meno ci si apre più si riducono le possibilità di comunicare, e meno si comunica più ci si sente soli.
Non è assolutamente facile spezzare questo circolo vizioso ma è possibile. Intanto prova a ricordare che al di là di quello che si ammette e della facciata che tutti provano a mettere su, sentirsi vulnerabili, soli e ansiosi non è affatto un problema solo tuo :)

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,600

Activitypoints: 4,536

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

9

Thursday, October 17th 2019, 5:02pm

ciao.....hai 21 anni, il fiore della tua gioventù, le tue ansie e problemi sono quelli che accomunano la vostra generazione. Non voglio aprile discorsi filosofici perchè non ne ho le capacità, ma la frase che mi ha colpito di più è stata """ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi""".
Partiamo dal presupposto che amici, almeno per il sottoscritto è una parola grossa, un proverbio cinese (credo) cita """"se nella tua vita hai avuto tre amici, allora hai vissuto una splendida e grande vita""".
Poi scusa, vergogna di chi e cosa? io avrei vergogna di essere un serial killer, uno stupratore etc. essere ansiosa o un po complicata è una vergogna? Il giudizio della gente per quanto tu possa essere la "migliore e più basata" ci sarà sempre. Inizia piano piano. vedrai che i tuoi problemi sono comuni a tante persone, non ti chiudere a riccio, anche se non puoi cambiate il tuo carattere certamente puoi smussare gli angoli.......in bocca al lupo...... :thumbup:

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

10

Thursday, October 17th 2019, 6:29pm


Grazie della risposta. Controllerò i thread di cui parli. Penso che hai ragione, mi apro poco all'inizio ma queste tipi di frasi "Mi dispiace,passerà" mi sono state dette anche da persone che conoscevo benissimo. Persone che consideravo amici. Hai davvero ragione... al momento mi sto impegnando per cercare di superare questi problemi ma è molto difficile.


A volte possiamo avere bisogno di un po' di aiuto, ne hai parlato col tuo medico di base?
Per quanto riguarda il tuo timore di essere giudicata negativamente che ti crea quella sorta di barriera protettiva per cui risulti "fredda" e "strana" in parte ti rispondi da sola: si innesca un circolo vizioso, più si teme il giudizio altrui meno ci si apre, meno ci si apre più si riducono le possibilità di comunicare, e meno si comunica più ci si sente soli.
Non è assolutamente facile spezzare questo circolo vizioso ma è possibile. Intanto prova a ricordare che al di là di quello che si ammette e della facciata che tutti provano a mettere su, sentirsi vulnerabili, soli e ansiosi non è affatto un problema solo tuo :)



Ho iniziato un nuovo percorso psicologico da qualche mese...comunque grazie davvero.
:)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

11

Thursday, October 17th 2019, 6:31pm

ciao.....hai 21 anni, il fiore della tua gioventù, le tue ansie e problemi sono quelli che accomunano la vostra generazione. Non voglio aprile discorsi filosofici perchè non ne ho le capacità, ma la frase che mi ha colpito di più è stata """ma io li ho sempre allontanati per vergogna dei miei problemi""".
Partiamo dal presupposto che amici, almeno per il sottoscritto è una parola grossa, un proverbio cinese (credo) cita """"se nella tua vita hai avuto tre amici, allora hai vissuto una splendida e grande vita""".
Poi scusa, vergogna di chi e cosa? io avrei vergogna di essere un serial killer, uno stupratore etc. essere ansiosa o un po complicata è una vergogna? Il giudizio della gente per quanto tu possa essere la "migliore e più basata" ci sarà sempre. Inizia piano piano. vedrai che i tuoi problemi sono comuni a tante persone, non ti chiudere a riccio, anche se non puoi cambiate il tuo carattere certamente puoi smussare gli angoli.......in bocca al lupo...... :thumbup:



Grazie mille.
:)

Settembre

Giovane Amico

  • "Settembre" is male

Posts: 302

Activitypoints: 983

Date of registration: Jun 11th 2019

Location: Campania

  • Send private message

12

Thursday, October 17th 2019, 6:36pm

Guarda carissima Angel, anche stavolta hai la mia comprensione. Di sicuro non c'è nulla di cui vergognarsi anche se so che è difficile quando poi hai a che fare con la gente. Con me e credo anche con altri sul forum, non ti dovresti vergognare di nulla.
Purtroppo sai come sono fatte le persone? In generale non se ne fregano niente di nessuno, non vogliono sentire parlare di problemi e, quando non hanno più interessi su di te, ti abbandonano anche. Pensano solo ai fatti loro e ai divertimenti.
Io personalmente non ho molte amicizie proprio perché la situazione è quella descritta prima, a questo punto sono io per primo che preferisco stare più in solitudine. Tu hai 21 anni, ti capisco, non hai 70 anni che puoi dire: tanto ho vissuto, purtroppo ci sono i problemi ma almeno la giovinezza e altri anni ancora lì ho passati bene o comunque non troppo male. Quindi ti capisco, io stesso ne ho 32 e quindi purtroppo tu stai anche peggio di me. Tra l'altro più sei giovane e più i problemi non si sopportano.
Io non ti giudico, mi dispiace veramente e spero di essere almeno un po' riuscito a confortarti.
Ti mando un caro abbraccio :)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

13

Thursday, October 17th 2019, 6:53pm

Guarda carissima Angel, anche stavolta hai la mia comprensione. Di sicuro non c'è nulla di cui vergognarsi anche se so che è difficile quando poi hai a che fare con la gente. Con me e credo anche con altri sul forum, non ti dovresti vergognare di nulla.
Purtroppo sai come sono fatte le persone? In generale non se ne fregano niente di nessuno, non vogliono sentire parlare di problemi e, quando non hanno più interessi su di te, ti abbandonano anche. Pensano solo ai fatti loro e ai divertimenti.
Io personalmente non ho molte amicizie proprio perché la situazione è quella descritta prima, a questo punto sono io per primo che preferisco stare più in solitudine. Tu hai 21 anni, ti capisco, non hai 70 anni che puoi dire: tanto ho vissuto, purtroppo ci sono i problemi ma almeno la giovinezza e altri anni ancora lì ho passati bene o comunque non troppo male. Quindi ti capisco, io stesso ne ho 32 e quindi purtroppo tu stai anche peggio di me. Tra l'altro più sei giovane e più i problemi non si sopportano.
Io non ti giudico, mi dispiace veramente e spero di essere almeno un po' riuscito a confortarti.
Ti mando un caro abbraccio :)



La penso esattamente come te e ti ringrazio tantissimo per queste parole di conforto :)
:)

Mareaovest

Nuovo Utente

  • "Mareaovest" is male

Posts: 12

Activitypoints: 43

Date of registration: Oct 7th 2019

Location: Castellammare di Stabia

Occupation: blogger

  • Send private message

14

Sunday, October 20th 2019, 6:26pm

Quando si ha paura del giudizio altrui accade per due motivi fondamentali, molto spesso coesistenti: Il timore della non appartenenza (sociale) o della perdita dell'appartenenza, e pensare di sé ciò che si pensa possano pensare gli altri. Nel primo caso c'è il pressante bisogno di socialità e pariteticità che l'essere umano ha anche nel dna sotto la forma di quel che cognitivisti e neurobiologi chiamano sistema motivazionale di affiliazione e sistema motivazionale del rango (o competizione). Il secondo è un "riflesso", in questo caso si riflette nel giudizio altrui ciò che si ritiene di essere. In questi casi si tratta di convincimenti soprattutto inconsci, ma possono anche presentarsi allo stato cosciente. Pensaci. Se ti vergogni è perché pensi male di te.
Però permettimi. Il fatto che pensi negativo su te stessa e ti giudichi negativamente non significa e non dimostra che queste tue idee su te stessa siano realtà: La realtà è una cosa, i pensieri sono altro.
Ma guardiamo la cosa anche da un altro punto di vista, già individuato da Arianna73, e cioè il circolo vizioso che si instaura tra comportamenti, paure e pensieri, non solo in te ma anche in coloro che si approcciano a te.
Tu hai paura del giudizio altrui perché questo ti produrrebbe sofferenza e, assai probabilmente, temi assai tale sofferenza, al punto da considerarla come non sopportabile. Anche la vergogna produce sofferenza. In genere si ha paura di qualcosa perché si temono le conseguenze negative che ne potrebbero scaturire e a seguire la sofferenza che si dovrà subire. Come vedi si tratta di paure a cascata, ma anche di previsioni a cascata, solo che queste previsioni sono solo appena tangenti al livello conscio e di questi, generalmente, non si conserva memoria o non ci si accorge di averli avuti.
Se tu ti distanzi dagli altri, gli altri fanno lo stesso nei tuoi confronti. Perché? Perché non sono te, non sanno quel che accade dentro di te e i tuoi comportamenti li possono interpretare solo attraverso quel che vedono. Possono, A ESEMPIO, pensare che hai la puzza sotto al naso, o che li stai snobbando, oppure che non sei interessata a relazionarti con loro, o che pensi male di loro. Vedi quanti modi ci sono di interpretare i tuoi comportamenti? E si tratta tutte di interpretazioni diverse dalle tue reali intenzioni e motivazioni.
L'essere umano non ha il potere di leggere nella mente altrui. L'unico modo per farsi comprendere è il linguaggio verbale, e anche questo è suscettibile di fraintendimenti.
Se non affronti le tue paure e, quindi, le convinzioni negative che hai su te stessa, resti al palo. In tal senso, penso che hai fatto la scelta giusta a cominciare un percorso psicoterapeutico. Tuttavia, ci vuole anche la determinazione ad affrontare le paure nella vita reale, anziché evitare. Buona fortuna.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,528

Activitypoints: 3,989

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

15

Sunday, October 20th 2019, 7:34pm

Concordo pienamente con gli utenti sopra. Io sono in un'altra età, però la paura del giudizio altrui mi ha sempre condizionato, rendendomi a volte cinico, severissimo con me stesso ma pure con gli altri. Ecc..ecc...ed ultimamente, a causa dei problemi gravi successi, mi ritrovo spesso a vergognarmi di uscire di casa. Quindi non hai rubato ne ucciso, forse avrai commesso degli errori o forse no, ma non chiuderti in casa, non avere paura degli altri, è vero che possono ferire. Ma anche gli altri avranno i loro difetti, duemila anni fa, qualcuno disse: ''chi è senza peccato scagli la prima pietra'' tranne il babbo.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Similar threads