Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" is female

Posts: 3,329

Activitypoints: 9,433

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

16

Sunday, October 20th 2019, 7:53pm

Cara Angel, credo che un po' tutti abbiamo (seppur in minima parte) paura del confronto, di mostrarci per come siamo e del giudizio degli altri. Tra l'altro bisogna dire che siamo circondati da una società mediamente aggressiva e esigente, e rifugiarsi in atteggiamenti di difesa risulta la soluzione più immediata e semplice.
Fai bene a confrontarti e a seguire un percorso psicologico, ti aiuterà sicuramente a trovare un po' si sicurezza e a risolvere i tuoi problemi.

Anche io ti consiglio di non chiuderti in casa e di non isolarti dal mondo.
Un abbraccio

Cuoresolitario96

Utente Attivo

  • "Cuoresolitario96" is male

Posts: 61

Activitypoints: 153

Date of registration: Mar 22nd 2017

Occupation: Studente

  • Send private message

17

Monday, October 21st 2019, 9:10pm

Ciao angel,sappi che non sei la sola
Anch'io sono molto sulle mie,a dire il vero quasi preferisco così, perché non sto bene in mezzo agli altri,lo vivo come stress.In passato ho sempre avuto pochi amici(nessuno vero )e ho passato interi anni di seguito senxa mai uscire con nessuno o avere uno straccio di amico.Questo ovviamente non fa bene all'animo umano(tranne ad alcuni )perché siamo esseri sociali che si completano,si sentono realizzati dal confronto e dall'interazione con gli altri.Il problema vero sai qual'è? Che se non stai bene con te stesso/a avrai difficoltà ad approcciare con gli altri,non riuscirai a creare legami profondi e sinceri con gli altri.Quindi il primo passo innanzitutto è cercare di volersi bene lo stesso,accettare la situazione e poi cercare di migliorarsi,mettersi alla prova.Più facile a dirsi che a farsi

Settembre

Giovane Amico

  • "Settembre" is male
  • "Settembre" has been banned

Posts: 302

Activitypoints: 983

Date of registration: Jun 11th 2019

Location: Campania

  • Send private message

18

Tuesday, October 22nd 2019, 6:46pm

Angel, ho pensato anche questo.
Essendo che forse non hai tanti amici, allora la mente si focalizza troppo su quei pochi che hai e hai paura di guastare i rapporti. Se invece non fosse così allora saresti più serena perché avresti delle alternative e quindi la paura di perdere qualcuno scomparirebbe o comunque si attenuerebbe. Forse almeno in parte il tuo stress arriva da questo.
Scusami se mi sono permesso.

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 161

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

19

Thursday, November 7th 2019, 7:10pm

Quando si ha paura del giudizio altrui accade per due motivi fondamentali, molto spesso coesistenti: Il timore della non appartenenza (sociale) o della perdita dell'appartenenza, e pensare di sé ciò che si pensa possano pensare gli altri. Nel primo caso c'è il pressante bisogno di socialità e pariteticità che l'essere umano ha anche nel dna sotto la forma di quel che cognitivisti e neurobiologi chiamano sistema motivazionale di affiliazione e sistema motivazionale del rango (o competizione). Il secondo è un "riflesso", in questo caso si riflette nel giudizio altrui ciò che si ritiene di essere. In questi casi si tratta di convincimenti soprattutto inconsci, ma possono anche presentarsi allo stato cosciente. Pensaci. Se ti vergogni è perché pensi male di te.
Però permettimi. Il fatto che pensi negativo su te stessa e ti giudichi negativamente non significa e non dimostra che queste tue idee su te stessa siano realtà: La realtà è una cosa, i pensieri sono altro.
Ma guardiamo la cosa anche da un altro punto di vista, già individuato da Arianna73, e cioè il circolo vizioso che si instaura tra comportamenti, paure e pensieri, non solo in te ma anche in coloro che si approcciano a te.
Tu hai paura del giudizio altrui perché questo ti produrrebbe sofferenza e, assai probabilmente, temi assai tale sofferenza, al punto da considerarla come non sopportabile. Anche la vergogna produce sofferenza. In genere si ha paura di qualcosa perché si temono le conseguenze negative che ne potrebbero scaturire e a seguire la sofferenza che si dovrà subire. Come vedi si tratta di paure a cascata, ma anche di previsioni a cascata, solo che queste previsioni sono solo appena tangenti al livello conscio e di questi, generalmente, non si conserva memoria o non ci si accorge di averli avuti.
Se tu ti distanzi dagli altri, gli altri fanno lo stesso nei tuoi confronti. Perché? Perché non sono te, non sanno quel che accade dentro di te e i tuoi comportamenti li possono interpretare solo attraverso quel che vedono. Possono, A ESEMPIO, pensare che hai la puzza sotto al naso, o che li stai snobbando, oppure che non sei interessata a relazionarti con loro, o che pensi male di loro. Vedi quanti modi ci sono di interpretare i tuoi comportamenti? E si tratta tutte di interpretazioni diverse dalle tue reali intenzioni e motivazioni.
L'essere umano non ha il potere di leggere nella mente altrui. L'unico modo per farsi comprendere è il linguaggio verbale, e anche questo è suscettibile di fraintendimenti.
Se non affronti le tue paure e, quindi, le convinzioni negative che hai su te stessa, resti al palo. In tal senso, penso che hai fatto la scelta giusta a cominciare un percorso psicoterapeutico. Tuttavia, ci vuole anche la determinazione ad affrontare le paure nella vita reale, anziché evitare. Buona fortuna.



Grazie della spiegazione. Aggiungo solamente che questa paura del giudizio è nata in seguito a essere stata giudicata molto male. Non mi sono espressa bene di sicuro, ad esempio quando ero a scuola e avevo la tosse, i miei compagni di classe mi prendevano in giro. Ci sono stati anche altri episodi non solo a scuola, ma anche in famiglia. Perciò penso che questa mia paura di essere giudicata sia nata dopo aver passato determinate situazioni.
:)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 161

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

20

Thursday, November 7th 2019, 7:13pm

Cara Angel, credo che un po' tutti abbiamo (seppur in minima parte) paura del confronto, di mostrarci per come siamo e del giudizio degli altri. Tra l'altro bisogna dire che siamo circondati da una società mediamente aggressiva e esigente, e rifugiarsi in atteggiamenti di difesa risulta la soluzione più immediata e semplice.
Fai bene a confrontarti e a seguire un percorso psicologico, ti aiuterà sicuramente a trovare un po' si sicurezza e a risolvere i tuoi problemi.

Anche io ti consiglio di non chiuderti in casa e di non isolarti dal mondo.
Un abbraccio


Grazie della risposta. Hai proprio ragione, ci troviamo in una società davvero aggressiva e anche insensibile. Sono completamente sola, ecco perché non ho voglia di uscire e questo peggiora il mio problema....
:)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 161

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

21

Thursday, November 7th 2019, 7:15pm

Ciao angel,sappi che non sei la sola
Anch'io sono molto sulle mie,a dire il vero quasi preferisco così, perché non sto bene in mezzo agli altri,lo vivo come stress.In passato ho sempre avuto pochi amici(nessuno vero )e ho passato interi anni di seguito senxa mai uscire con nessuno o avere uno straccio di amico.Questo ovviamente non fa bene all'animo umano(tranne ad alcuni )perché siamo esseri sociali che si completano,si sentono realizzati dal confronto e dall'interazione con gli altri.Il problema vero sai qual'è? Che se non stai bene con te stesso/a avrai difficoltà ad approcciare con gli altri,non riuscirai a creare legami profondi e sinceri con gli altri.Quindi il primo passo innanzitutto è cercare di volersi bene lo stesso,accettare la situazione e poi cercare di migliorarsi,mettersi alla prova.Più facile a dirsi che a farsi


Esattamente. Anche nelle amicizie o relazioni, mi allontano per paura che mi possa criticare. Ma per lo più che possano criticare e prendermi in giro per il mio disturbo di ansia e attacchi di panico. Anche perché ho trovato tanta gente cattiva…
:)

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female
  • "angel110" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 161

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

22

Thursday, November 7th 2019, 7:16pm

Angel, ho pensato anche questo.
Essendo che forse non hai tanti amici, allora la mente si focalizza troppo su quei pochi che hai e hai paura di guastare i rapporti. Se invece non fosse così allora saresti più serena perché avresti delle alternative e quindi la paura di perdere qualcuno scomparirebbe o comunque si attenuerebbe. Forse almeno in parte il tuo stress arriva da questo.
Scusami se mi sono permesso.


Scusa di che, non ti preoccupare. Purtroppo è proprio così :(
:)

Similar threads