Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

sassy89

Nuovo Utente

  • "sassy89" is female
  • "sassy89" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 23

Date of registration: Jun 25th 2012

Occupation: studentessa

  • Send private message

1

Monday, June 25th 2012, 2:20pm

problemi di timidezza

Scrivo per confrontarmi con voi e chiedere a chi vive la mia stessa situazione come affronta i problemi. Sono una ragazza di 22 anni, piuttosto carina, dicono. Sono una persona molto introversa, timida, difficilmente parlo di me agli altri, il più delle volte sto zitta e non riesco a dire la mia; solo con una ragazza con cui ho condiviso gli anni delle superiori riesco ad essere veramente me stessa. Sono molto insicura, ho paura di essere giudicata, di non essere accettata per quello che sono e quindi mi precludo da sola la possibilità di farmi conoscere davvero; è una sorta di circolo vizioso, più mi metto nell'angolo, più non vengo considerata e più di conseguenza la mia autostima scende. Il più delle volte, quando in rari slanci di coraggio, mi butto in qualche conversazione, indosso una maschera, non riesco ad abbattere il muro che auto-creo come difesa. Molti dicono dicono che a prima vista sembro una persona altezzosa e antipatica ma è solo l'impressione, fa tutto parte di un personaggio che interpreto per nascondere la mia vera personalità. Qualche tempo fa' mi sono resa conto di alcune cose che mi hanno particolarmente turbata: mi sono accorta che non chiamo mai le persone per nome, e quando sono proprio costretta a farlo mi sento molto imbarazzata come se avessi paura di attirare l'attenzione su di me, di sottolineare la mia presenza; inoltre difficilmente sono io la prima a salutare gli altri, il più delle volte aspetto di essere salutata come se avessi l'esigenza della conferma che la persona che mi trovo davanti vuole davvero considerarmi. Arrossisco spesso e ho paura che gli altri se ne accorgano. Forse esco con le persone sbagliate, sono amici del mio ragazzo e sono il mio esatto opposto..persone frizzanti, che amano divertirsi, essere protagonisti, non hanno peli sulla lingua, si prendono continuamente in giro..io percepisco questa differenza e mi sento fuori luogo. Quando mi viene proposto qualcosa da fare tutti insieme mi creo 1000 scuse per evitarla, anche se, quando non riesco proprio ad evitare di esserci, magari mi diverto e sono felice di non essere stata a casa. Potrei scrivere di altre 1000 situazione spiacevoli ma mi limito a queste che sono quelle che mi fanno soffrire di più. C'è qualcuno che condivide la mia stessa situazione? Voi come la vivete? Come cercate di uscirne? Vorrei tanto poter migliorare ma non so da dove cominciare perché nel momento in cui faccio un passo avanti succede puntualmente qualcosa che mi blocca e torno al punto di partenza.

Similar threads

Used tags

amici, relazioni, timidezza