Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,223

Activitypoints: 4,432

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

1

Friday, March 13th 2015, 11:06am

Lettera di addio alle amicizie tossiche

Premessa: ciò che scriverò di seguito non si riferisce a nessun utente del forum, ma alle persone che mi hanno fatto male nella vita.

Cari amici,
mi permetto di chiamarvi per l’ultima volta così, solamente perché qualsiasi altra definizione sarebbe offensiva e non voglio abbassarmi al vostro livello.
Voi siete persone che ho conosciuto in vari periodi della mia vita: la scuola dell’obbligo, quella superiore, l’Università e poi il lavoro.
Ogni volta che ho conosciuto uno di voi, credevo di aver trovato una persona che meritava di essere stimata e che vedeva oltre il mio aspetto estetico o la mia insicurezza. Consapevole del fatto che la conoscenza ha bisogno di tempo e di cure affinché si trasformi in amicizia, mi sono buttato anima e corpo in questo lavoro. Non è un caso che usi questo termine: l’amicizia è un sentimento, forse il più bello di tutti, ma deve essere coltivato perché dia i suoi frutti.
Proprio per questo motivo ho dato ad ognuno di voi un modo per restare in contatto reciproco: il profilo Facebook, la mail, il numero di cellulare. Come si può rimanere amici senza restare in contatto?
La coltivazione non è solo questo: occorre anche sapersi ascoltare reciprocamente. In altre parole, occorre instaurare un rapporto paritario e capire che ogni opinione ha diritto di essere presa in considerazione.
Voi, con me, non avete fatto nessuna d queste due cose. La prova è nel numero di chiamate fatte ad ognuno di voi, nel numero di risposte ricevute e nel numero di chiamate ricevute: in altre parole, nella quantità di tempo che io ho cercato di trovare per voi ed in quella che voi avete cercato di trovare per me. In quest’ultima settimana ho ricevuto solo 3 chiamate, nessuna delle quali da parte di ognuno di voi, ovviamente.
Durante gli anni mi sono dato qualsiasi tipo di giustificazione. Spesso mi rispondevo: “Vedrai che si sono solo dimenticati il cellulare acceso e che ora non possono rispondere: quando vedranno la chiamata persa, mi richiameranno!”. Sono arrivato persino ad autoaccusarmi di essere sbagliato. Con voi mi sono sempre sbagliato: ancora attendo una risposta a molti SMS in cui mi sono firmato con nome e cognome, perciò non avete nemmeno la giustificazione di aver cancellato il mio numero e di non sapere chi vi stava chiamando.
I contatti tra me e voi, comunque, non si erano azzerati: ogni tanto, anche se sempre più raramente, riuscivo a comunicare con voi, ad interessarmi di voi e a chiedervi vostre notizie. Voi non facevate lo stesso con me: ero io che – spontaneamente – vi dicevo queste cose di me. Spesso vi chiedevo consiglio. Da voi ricevevo una risposta imperativa: “Devi fare così!”, mentre avrei preferito sentirmi rispondere: “Io, al posto tuo, farei così”. Per voi sembrerebbe una questione di poco conto…ma quante volte mi avete rinfacciato di esprimermi malamente con voi, senza rendervi conto che voi avete fatto la stessa cosa con me?
Tutto questo mi ha fatto capire molte cose, vado ad elencarle:

1.Voi non vi considerate uguali a me, ma superiori a me: ricordatevi, però, che nell’amicizia non c’è distinzione fra “Uomini e Caporali” (per citare Totò), bensì un rapporto paritario fra due persone, in cui le divergenze di opinioni possono esserci, ma in cui ogni opinione ha pari dignità
2.A proposito di dignità, io ho sempre cercato di preservare la vostra, mentre voi avete cercato sempre di distruggere la mia. Una scusa che mi avete detto molte volte è: “Se ti dico che devi fare così, lo faccio solo per spronarti!”. “Spronare” – in questa accezione – significherebbe incitare qualcuno a fare qualcosa. Il verbo “dovere”, tuttavia, indica un obbligo in ogni sua accezione. Ora so che vi giustificherete accusandomi di dare troppa importanza alle parole, ma ricordatevi che la grammatica italiana è molto precisa: “Devi fare così” ha un significato ben diverso da “Io, al posto tuo, farei così”.
3.Questo vostro comportamento non mi aiutava, ma mi intossicava. Come ogni intossicazione, rischiavo di morire lentamente. Pertanto, per non morire, ho deciso di allontanarmi definitivamente da voi.
A questo punto, credo che vi immaginiate da parte mia una frase di scuse, tipo un: “mi dispiace”….invece, non mi dispiace assolutamente. Riconosco di avere sbagliato a fidarmi di voi in passato, non certo del passo che sto compiendo ora, perché voi siete parte in causa del mio malessere. Non pretendo che voi vi scusiate con me: riconosco di pretendere troppo dal vostro ego.
Forse avrei potuto perdonarvi, ma sarebbe stata l’ennesima volta in cui sarei stato troppo accondiscendente nei vostri confronti senza ricevere nulla in cambio: le scusa vanno fatte da una parte ed accettate dall’altra. Quante volte mi sono scusato sinceramente con voi? Tantissime! Quante volte avete sinceramente accettato le mie scuse? Molte meno! Quante volte voi vi siete scusati con me? Solo quando l’errore era troppo evidente per essere negato: non avete mai considerato la mia percezione o il fatto che io potessi avere opinioni divergenti dalle vostre.
La mia potrebbe sembrarvi una decisione fulminea: di fulmineo, invece, c’è solo il gesto. L’azione è stata meditata ed elaborata nel tempo. Di questo devo ringraziare la mia terapeuta, alla faccia di chi – ed è fra di voi – diceva di non vedere i risultati.
Non so se avrete qualche reazione a questo mio gesto: sappiate, però, che non me ne importa…così come voi non vi siete importati di me in passato.
Addio
Mpoletti (finalmente libero da condizionamenti mentali)

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Mar 13th 2015, 11:47am)


anonimo1981

Giovane Amico

  • "anonimo1981" is male

Posts: 177

Activitypoints: 566

Date of registration: Mar 12th 2015

Location: nord Lombardia

  • Send private message

2

Saturday, March 14th 2015, 1:25pm

secondo me faresti meglio ad evitare, capita che "amici" scompaiono di botto, di solito quando si fidanzano o conoscono altra gente :thumbdown: gli hai detto che andavi da una psicologa ?? be io ste cose me le tengo per me, raccontare i tuoi problemi puo' non essere una buona idea, parlane con la psicloga o su forum come questo e basta, gli amici nel 90% dei casi sono amici solo quando ricevono qualcosa in cambio, sono davvero pochi quelli a cui interessa davvero come stai o aiutarti, se ti reputano noioso, depresso o musone ti abbandoneranno, purtroppo la realtà è questa, almeno io la penso cosi' quando hai un problema tutti spariscono, forse pretendi un po troppo da persone che credi amiche, e le hai "stancate"
Scusa quanti anni hai ?

This post has been edited 1 times, last edit by "anonimo1981" (Mar 14th 2015, 1:32pm)


Belfalas

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,288

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

3

Saturday, March 14th 2015, 6:10pm

Non ho capito due cose:
1. Hai intenzione di lasciare questa lettere qui sul forum in forma simbolica o vuoi lasciare un messaggio simile realmente a queste persone?
2. In buona sostanza la tua recriminazione principale sta nel fatto di esserti sentito trascurato e non sufficientemente ricambiato da queste persone a livello di disponibilità e attenzione giusto?

Indipendentemente dalle precisazioni che mi vorrai dare ciò che mi colpisce maggiormente in questa lettera è lo stile diffuso e verboso, e il tono risentito, compunto, vagamente avvocatesco e contegnoso, e per questo involontariamente un po' infantile, con cui lanci un ultimo enfatico messaggio a gente che non ti si filava e tutt'ora presumibilmente non ti si fila...
Io vedo questo come una conferma dell'intenso, eccessivo investimento che hai nella presenza e nel parere degli altri su di te e sulla tua vita, questa stessa lettera nel suo contenuto e nella sua forma ne è chiara espressione (l'ultima? Te lo auguro), ma mi viene da pensare che se davvero ti fossi liberato da questa dipendenza non avresti sentito il bisogno di questa retorica "lettera di addio". Dai un po' l'impressione di un attore sul palco che si rivolge ad una platea vuota...
Dimmi che ne pensi

anonimo1981

Giovane Amico

  • "anonimo1981" is male

Posts: 177

Activitypoints: 566

Date of registration: Mar 12th 2015

Location: nord Lombardia

  • Send private message

4

Saturday, March 14th 2015, 6:26pm

aggiungo che pure io potrei mandare una lettera del genere ai tanti che si proclamavano amici e poi son spariti proprio come han fatto con te, di certo non la mando, a queste persone non frega niente di me e a me non frega niente di loro, non gli darei mai tutta st' importanza, penso che si farebbero solo una gran risata e mi sputtanerebbero in giro :D meglio non essere impulsivi e ragionare prima di fare le cose.

lisa83

Utente Fedele

Posts: 365

Activitypoints: 1,126

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

5

Saturday, March 14th 2015, 7:27pm

lisa83

mpoletti...ti esprimo la mia solidarietà, se sei giunto a questa fase significa che hai sofferto prima molto...Penso di capire, nella mia vita c' è stata un' amicizia decennale che si è sradicata...inutile dire con immenso dolore da parte mia, ho donato tutto, ma proprio tutto, a quella persona. Tutto ciò che si potrebbe desiderare io gliel' ho dato...Aveva la mia completa fedeltà, e questo x me da sola basterebbe a renderti la persona più felice ed emotivamente protetta del mondo. Ti dirai :" Se era così evidentemente non se ne andava", e invece no...E' subentrata una cosa esterna, che mi ha resa bisognosa e fragile in quel momento, lei ha scelto di sentirsi forte senza di me. La mia opinione è che le persone non capiscono la tua sensibilità, preferiscono vivere una vita lontane dai problemi anche se passeggeri, cioè una vita di illusioni, xchè solo in tv non esistono mai problemi...
Ma la lettera la spedirai a loro?

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,223

Activitypoints: 4,432

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

6

Saturday, March 14th 2015, 9:01pm

Per iniziare, ringrazio tutti per le risposte, a cui rispondo in ordine di ricezione.
Anonimo1981: ho appena compiuto 36 anni. So che questa lettera può sembrare infantile, ma avevo bisogno di qualcosa di simbolico che sancisse il passo; inoltre, avevo bisogno di sfogarmi. Ironia della sorte, una delle amicizie abbandonate è proprio la persona che mi ha girato il nome della mia terapeuta. Agli altri abbandonati, non l’ho mai raccontato spontaneamente; siccome (come hai potuto capire dalla lettera scritta) non si sono mai interessati a me, loro non me l’hanno mai chiesto. Ammetto che i musoni non piacciano granché a nessuno, ma trovo odioso evitare la frequentazione di un musone senza almeno cercare di comprendere il suo disagio. A proposito del non dare molta importanza alla questione, trovo molto difficile farlo, visto che tenere i rapporti con loro mi è costata enorme fatica senza grandi risultati.
Belfalas: ho scritto questa lettera anche per sfogarmi un’ultima volta con queste persone. Mi reputo una persona abbastanza accondiscendente e comprensiva: capisco che ognuno abbia i propri problemi eccetera. Tuttavia – per usare le tue parole – non essere filato nemmeno di striscio mi fa sentire usato. Diversamente da ciò che pensi, non è un ultimo tentativo per aggiustare un rapporto. Il mio è, piuttosto, un modo per elaborare definitivamente il lutto: finora non mi ero rassegnato veramente alla perdita. Quanto allo stile, ho scritto questa lettera di getto, senza pesare le parole e senza fare correzioni, salvo gli errori di battitura; come puoi capire leggendo anche questa mia risposta, è un mio limite essere verboso. A proposito del parere degli altri, un tempo mi sentivo giudicato negativamente e dietro le spalle; ora sto imparando a lasciar correre, anche se non sempre riesco a farlo. Le persone a cui è rivolta questa lettera sono quelle che facevano leva su queste mie caratteristiche, che mi volevano cambiare come volevano loro, ecc. In parole povere, ostacolavano la psicanalisi e la mia vita.
Lisa83: il tuo commento mi ha veramente commosso. Come avrai capito da quanto scritto fin qui, la lettera è puramente simbolica e non la spedirò a loro: non capirebbero, traviserebbero il messaggio e cercherebbero di farmi tornare sui miei passi, magari considerandomi bisognoso di cure psichiatriche. Parlo così perché – in passato – mi è già capitata una cosa simile: meglio evitare. A proposito della tua amicizia, posso suggerirti di ascoltare con attenzione il peso della valigia di Luciano Ligabue? La trovi su youtube: fammi sapere cosa ne pensi. Mi farebbe piacere ricevere un tuo messaggio privato in proposito.

anonimo1981

Giovane Amico

  • "anonimo1981" is male

Posts: 177

Activitypoints: 566

Date of registration: Mar 12th 2015

Location: nord Lombardia

  • Send private message

7

Saturday, March 14th 2015, 9:22pm

cercherebbero di farmi tornare sui miei passi, magari considerandomi bisognoso di cure psichiatriche. Parlo così perché – in passato – mi è già capitata una cosa simile: meglio evitare.


Ecco vedo che hai capito, mandare questa lettera sarebbe solo controproducente, meglio sfogarsi qui sul forum. :thumbup:

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,223

Activitypoints: 4,432

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

8

Saturday, March 14th 2015, 11:22pm



Ecco vedo che hai capito, mandare questa lettera sarebbe solo controproducente, meglio sfogarsi qui sul forum. :thumbup:



Infatti è quello che ho fatto :D

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Mar 14th 2015, 11:35pm)


lisa83

Utente Fedele

Posts: 365

Activitypoints: 1,126

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

9

Sunday, March 15th 2015, 2:25pm

lisa83

[email protected] Ascolterò il pezzo tra poco e ti farò saxre x mp, mi fa piacere parlare con una persona emotivamente intelligente! Io al tuo contrario la lettera l' ho spedita davvero...ed ovviamente la risposta che mi è giunta è stata l' ennesima delusione...Ha concluso la lettera con una di quelle frasi che non vogliono dire niente ma che tornano 'bene', nel senso che contengono quei paroloni che imbambolano solo i cretini, pensa te...Il nostro rapporto è stato uno di quei cicloni che se hai la fortuna di provarli ti lasci completamente trasportare senza opporre resistenza alcuna, dovunque ti porti. E così mi sentivo: la ragazza + fortunata della Terra. Questa amicizia non era assolutamente a senso unico, io sono una persona molto razionale, difficilmente idealizzo qualcuno, facevamo crescere il nostro rapporto insieme giorno dopo giorno. X questo mi aspettavo che capisse il mio gesto e le mie parole, in fondo in chi ho riposto tutto questo x 10 anni? Questo credevo, e quando mi è arrivata la risposta di questo ero convinta, ma ha solo confermato ciò che purtroppo si è dimostrata con me negli ultimi anni, cioè una persona vuota, e molto povera di sentimenti...Questo è, l' essere umano è debole, anche chi pensavi che ne fosse lontano non è immune da questo meccanismo malsano, la malattia ed il dolore annoiano, ed anche chi diceva di volerti bene più di tutto si allontana, scegliendo divertimenti e leggerezza.

Complicated soul

Utente Attivo

  • "Complicated soul" is female

Posts: 86

Activitypoints: 279

Date of registration: Nov 8th 2013

  • Send private message

10

Sunday, March 15th 2015, 3:08pm

Mpoletti hai fatto bene a 'sfogarti' quissù senza inviare alcuna lettera ;) Gli avresti dato ancora l'importanza che, da quanto racconti, non meritano .
Anche io, come lisa83 e molti altri, sono stata delusa da una mia cara amica quando avevo 19 anni e da quell'episodio sono cambiata io nel rapportarmi agli altri possibili amici. Ora ne ho 31 di anni e sento molto la mancanza di una comitiva di persone davvero presenti e fraterne...ma forse sogno un pò qualcosa che vedo nei miei telefilm preferiti e che nella realtà non avrò mai...chissà. :)
Credo però, che anche noi determiniamo il modo in cui ci tratteranno i possibili amici...forse non va bene pretendere da loro attenzioni che magari dovremmo dedicarci noi stessi per primi.
Poi, se con tutta la disponibilità che diamo loro, (senza mai però farci tappetino) vediamo che siamo sempre noi a chiamare per primi, sempre e solo noi a invitarli ad uscire...beh forse dopo un pò di tentativi è meglio staccarsi per un pò e andare avanti per la nostra strada perchè, forse, in giro ci saranno altre persone più simili a noi e diposte ad esserci amici sul serio. Magari per un lunghissimo periodo di tempo...
In bocca al lupo a noi tutti ;)

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,288

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

11

Sunday, March 15th 2015, 5:07pm

Ammetto che i musoni non piacciano granché a nessuno, ma trovo odioso evitare la frequentazione di un musone senza almeno cercare di comprendere il suo disagio


Il tuo desiderio di comprensione è legittimo, così la tua delusione per non aver ottenuto ciò che volevi; ciò detto puoi trovare l'atteggiamento di queste persone odioso quanto ti pare ma non esiste al mondo un solo essere umano che abbia il dovere di comprendere te e il tuo disagio, questa è una pretesa da parte tua, non sta scritto da nessuna parte. A volte ci sono persone che si decide di evitare perché in fondo non ci piacciono, perché ci rimandano sensazioni sgradevoli, perché non abbiamo abbastanza energie per stargli accanto, perché non ne abbiamo voglia, perché abbiamo di meglio da fare, perché è così e basta...
Credo che sia un gesto di maturità prenderne atto senza drammi e infantilismi...

ofelia

Amico Inseparabile

  • "ofelia" is female

Posts: 868

Activitypoints: 3,176

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

12

Tuesday, March 17th 2015, 10:47am

Hai fatto benissimo a scrivere questa lettera, anche se solo simbolica rappresenta il primo passo per guardare avanti e soprattutto scegliere persone vive, vere e che siano degne della tua amicizia. Non bisogna accontentarsi di persone che ci danno solo le briciole, come fanno molti, ma sapere e avere il diritto di scegliere le persone che davvero hanno voglia di stare con noi e condividere emozioni. Quindi hai fatto bene e chi non ti cerca, chi non ti chiama, chi non ti pensa non si merita affetto da te. Adesso che hai capito questo puoi iniziare a dare il tuo affetto a chi ritieni sia davvero degno della tua amicizia. Perchè l'amicizia, come l'amore, non si deve elemosinare, ma si deve dare solo a chi la merita, alle persone positive, che ti fanno stare bene e che vogliono davvero condividere qualcosa con te. Hai fatto questo passo ed è un passo di amore verso te stesso, perchè hai capito che tu vali e che se gli altri non si sono accorti del tuo valore allora non vale la pena chiamarli amici. Bravissimo :)
fine della storia, della vita, della strada, della....

Used tags

amici, amicizie