Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

1

Friday, October 2nd 2015, 11:41am

La Negativita' Dei Social Network

Ciao a tutti,

apriamo questo thread per invitarvi a riflettere insieme sulla qualità delle relazioni sui Social Network e su come queste influenzino le vite "reali" delle persone....

Davvero pensate che per conoscere persone e rapportarsi ci si possa limitare al solo uso del pc?
secondo me è molto riduttivo... in quanto il rapporto con altre persone deve essere vissuto "realmente", facendo assieme
delle esperienze tipo (passeggiare, andare in biblioteca, cenare, fare sport assieme ecc...)

secondo me è innegabile che un social network possa dare continuità ad una relazione ( d'amicizia; d'amore; familiare ecc..) ma che è nata nel mondo "reale"... mentre il contrario secondo me è impensabile e "forse" anche "nocivo" in quanto può illudere e deludere.

Una persona non può mettersi davanti al PC e pensare di essere in "relazione" con altre persone, se questa resta comunque sola davanti al PC....!!!

Ciao e Grazie!

Oakley

Niente.

  • "Oakley" is male

Posts: 127

Activitypoints: 689

Date of registration: Apr 25th 2015

  • Send private message

2

Friday, October 2nd 2015, 3:46pm

Quoto. Io ho quasi abbandonato del tutto Facebook, e se voglio parlare con un amico, gli mando un messaggio per organizzare qualcosa fuori.

MB

Uno qualunque.

  • "MB" is male

Posts: 640

Activitypoints: 2,000

Date of registration: Aug 29th 2010

  • Send private message

3

Friday, October 2nd 2015, 6:44pm

c'è anche chi non ha nessuno "fuori" e si accontenta... in fondo non si può andare in giro a pretendere amicizia.
Cmq mi sembra che chi scrive su Facebook sia consapevole che sia solo una grande vetrina.

whathappensinvegas

vivete e sentitevi liberi

Posts: 85

Activitypoints: 255

Date of registration: Oct 3rd 2015

Location: un posto chiamato Italia

  • Send private message

4

Sunday, October 4th 2015, 10:24pm

ciao, se vivi la tua vita reale e non abusi del social network è facile rendersi conto che come ogni social nella gran parte dei casi è fine a se stesso, e che nella maggior parte dei casi non ha una vera utilità pratica :)
Prima o poi vomiterò tutta la merda che ho dentro tutta in un colpo, e il mondo si accorgerà finalmente di me.


la realtà è quella che hai davanti, gli ideali dovresti pestarli con i piedi nudi

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

5

Wednesday, October 7th 2015, 11:17am

Quoto. Io ho quasi abbandonato del tutto Facebook, e se voglio parlare con un amico, gli mando un messaggio per organizzare qualcosa fuori.



Davvero usi facebook solo per mandare messaggi e poi esci e hai rapporti dal vivo??? mi sembra proprio un'ottima modo di utilizzarlo!!!
penso che anche tu ti sarai reso conto che il rapporto dal vivo da molto di più....
PER CUI ADESSO USCIAMO TUTTI E POI CI RITROVIAMO "QUI... PER POCHI MINUTI :-) " A RACCONTARCI LE SPLENDIDE AVVENTURE :-)

Ciao e Grazie!

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

6

Wednesday, October 7th 2015, 11:29am

c'è anche chi non ha nessuno "fuori" e si accontenta... in fondo non si può andare in giro a pretendere amicizia.
Cmq mi sembra che chi scrive su Facebook sia consapevole che sia solo una grande vetrina.



per me non ci si può accontentare... tipo se andiamo in piscina, in biblioteca, al parco ecc.. di sicuro prima o poi conosceremo qualcuno
e passeremo dei bei momenti... tutti da raccontare :-)

sicuramente chi ha la consapevolezza che facebook sia solo una grande vetrina è da ammirare, purtroppo tanti altri sono "imprigionati" in mondi virtuali senza rendersene conto.... e passano troppo del loro tempo "dentro facebook"...

ciao e grazie!!!

fata del bosco

Utente Attivo

  • "fata del bosco" started this thread

Posts: 61

Activitypoints: 323

Date of registration: May 28th 2015

  • Send private message

7

Wednesday, October 7th 2015, 11:38am

ciao, se vivi la tua vita reale e non abusi del social network è facile rendersi conto che come ogni social nella gran parte dei casi è fine a se stesso, e che nella maggior parte dei casi non ha una vera utilità pratica :)



mi piace la tua riflessione... e soprattutto la parola "abusi", come dicevo il social network può essere utile ma se
"usato... e non che sia lui a usare noi".

Henk

Utente Attivo

Posts: 47

Activitypoints: 218

Date of registration: Apr 15th 2015

  • Send private message

8

Wednesday, October 7th 2015, 8:54pm

Davvero pensate che per conoscere persone e rapportarsi ci si possa limitare al solo uso del pc?
secondo me è molto riduttivo


Non tutti la pensano allo stesso modo e te lo assicuro. Io stesso non la penso così. Nel senso che secondo me i social network al giorno d'oggi vengono utilizzati nel modo sbagliato in quanto essendo nati principalmente per TENERSI IN CONTATTO CON AMICI E PARENTI LONTANI, attualmente non è di certo così. Lo si utilizza per conoscere gente stando dietro uno schermo e spesso e volentieri ci si finge qualcuno che non si è.
Ma questo argomento è spazioso se vogliamo considerare l'identità delle persone dietro uno schermo (si pensi ai pedofili che... si fingono coetanei di adolescenti ma questo è un altro campo che comunque rientra nell'utilizzo dei social network).
quindi si, io penso che è prettamente impossibile dire di avere una vita sociale soddisfacente se ci si limita a utilizzare i social network in questo modo pessimo ed errato completamente, nonchè nocivo.

Una persona non può mettersi davanti al PC e pensare di essere in "relazione" con altre persone, se questa resta comunque sola davanti al PC....!!!


niente da aggiungere circa l'ultima frase.

whathappensinvegas

vivete e sentitevi liberi

Posts: 85

Activitypoints: 255

Date of registration: Oct 3rd 2015

Location: un posto chiamato Italia

  • Send private message

9

Thursday, October 8th 2015, 5:05pm





Citato da "whathappensinvegas"



ciao, se vivi la tua vita reale e non abusi del social network è facile rendersi conto che come ogni social nella gran parte dei casi è fine a se stesso, e che nella maggior parte dei casi non ha una vera utilità pratica



mi piace la tua riflessione... e soprattutto la parola "abusi", come dicevo il social network può essere utile ma se
"usato... e non che sia lui a usare noi".



ciao, effettivamente se ne sta abusando, ma vedo che anche tanti lo hanno iniziato a prendere come un modo per "cazzeggiare" :)

magari sbaglio, ma ho osservato che Facebook viene utilizzato più dalle femmine che dai maschi, te che pensi?
Prima o poi vomiterò tutta la merda che ho dentro tutta in un colpo, e il mondo si accorgerà finalmente di me.


la realtà è quella che hai davanti, gli ideali dovresti pestarli con i piedi nudi

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,840

Activitypoints: 26,953

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

10

Sunday, October 11th 2015, 7:42pm

Hai ragione. Oggi sono uscito senza accederlo fino ad ora.

Chiedevo a tutti a cosa stai pensando, cosa pensi di fare,di raccontarmi i fatti suoi. E ogni tanto dice: Mi Piace!

Per ora ho trovato chi mi segue: due poliziotti e uno psichiatra. :police:
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Ipazia;

Sulla cattiva strada

  • "Ipazia;" is female

Posts: 686

Activitypoints: 2,355

Date of registration: Jun 5th 2014

  • Send private message

11

Monday, October 12th 2015, 6:10pm

I lutti e facebook,è questa secondo me la cosa più tragica.

Io non demonizzo i social e non riuscirei nemmeno ad analizzare il fenomeno nel suo insieme...ma penso sia evidente per tutti lo squallore dato dai messaggini nella bacheca di una persona morta da poco.
La trovo una cosa ai limiti dell'osceno,poi magari sono io.

Gente che commenta con le faccine tristi,gente che mette i cuoricini...cioè,penso che dai social certe cose dovrebbero necessariamente stare fuori.

Posso "capire" chi pubblicizza la propria vita sul proprio profilo....ma i messaggi di cordoglio sulla bacheca sono così macabri,così tristi...è che i social sono per propria natura improntati alla condivisione,al commento di ogni cosa....ma penso che in certi casi facciano proprio perdere il senso del pudore.
There is a crack in everything
That’s how the light gets in.

whathappensinvegas

vivete e sentitevi liberi

Posts: 85

Activitypoints: 255

Date of registration: Oct 3rd 2015

Location: un posto chiamato Italia

  • Send private message

12

Monday, October 12th 2015, 6:45pm

mi viene in mente un discorso simile da fare per gli auguri di "buon compleanno" postati direttamente in bacheca: ma è tanto difficile mandare un messaggio privato alla persona interessata?
Prima o poi vomiterò tutta la merda che ho dentro tutta in un colpo, e il mondo si accorgerà finalmente di me.


la realtà è quella che hai davanti, gli ideali dovresti pestarli con i piedi nudi

puntoliberatutti

Giovane Amico

Posts: 221

Activitypoints: 537

Date of registration: Jul 21st 2015

  • Send private message

13

Monday, October 12th 2015, 11:08pm

qualcuno nei messaggi sopra dice che sono nati per...
qualcun altro penserà che sarà utile per...
in ogni caso a me sembra che se ne dia troppa importanza, o meglio che questi programmi come li chiamo io e che adesso vengono chiamati social abbiano preso troppa importanza.
Certo chi l'ha inventato fb ci ha visto lungo e probabilmente il suo successo sarà andato oltre le sue aspettative, dato che a quel che mi risulta è nato per cercare di approcciare le ragazze dei campus americani.
Ho letto il libro DENTRO FACEBOOK scritto da una che faceva parte dell'assistenza ancora ai tempi della nascita stessa di questo social, diventata ad un certo punto molto vicina a Zuckenberg, mi ha impressionato il fatto di come gli stessi ideatori siano finiti ad essere risucchiati nel vortice di questo meccanismo... sarà stato l'effetto novità, un po' come accadde 15-20 anni fa con le prime chat, l'effetto di scoprire fatti personali, anche la condivisione di foto, pensieri e quan'altro, che appaiono con un semplice clic, la loro necessità di promuoverlo e lanciarlo a 100 all'ora nel rapido mondo delle tecnologie prima che lo facessero altri.
Sicuramente ad un certo punto ne avranno capito le potenzialità commerciali e non solo, soprattutto di gestione dei dati personali (anche questi usati particolarmente per fini commerciali e chissà cos'altro).
A volte succede qualcosa per cui le cronache cominciano a parlare di una certa persona, subito a vedere cosa ha scritto sulla sua bacheca di fb, dove spesso i pensieri non sono espliciti ma piuttosto criptati in una verità che non esiste al di fuori di chi scrive e che ogniuno interpreterà a modo suo.
Anch'io tante volte vedo degli usi che mi sembrano fuori da ogni logica, altri vedranno me fuori da ogni logica nell'uso di fb.
io ad esempio non ho installato fb sullo smartphone e non capisco chi invece ce l'ha continuamente attivo...credo la maggior parte delle persone.
Se sto vivendo un'esperienza non è così importante condividerla in tempo reale con i miei amici di fb, reali o presunti, quanto piuttosto sia di viverla con le persone che ho a fianco, siano i miei migliorissimi amici o meno.
Poi sul fatto che la vita vera è al di là degli schermi di pc, smartphone o tablet è fuori di dubbio, sembra però che per un certo numero di persone che forse nemmeno le statistiche riescono a quantificare finiscano per perderne il controllo e spacciarlo per qualcosa di simile alla realtà...
questo probabilmente vale per i più giovani, una parte dei nativi digitali (ma non solo)... persone che vogliono fuggire la realtà o che trovano la loro zona di comfort con il filtro di uno schermo, forse semplice pigrizia o se vogliamo comodità nel raggiungere un ampio numero di persone con il minimo sforzo.
Sta di fatto che oggi ho sentito in radio una cosa che ritengo piuttosto interessante e utile, e cioè il parlare nelle scuole di questi social network e internet in generale, secondo me sarebbe utile dedicarci delle ore proprio a programma scolastico, in una sorta di educazione a questi mezzi di comunicazione che ormai, volenti o nolenti, fanno parte del nostro quotidiano, soprattutto dei più giovani.

This post has been edited 1 times, last edit by "puntoliberatutti" (Oct 12th 2015, 11:15pm)


Ipazia;

Sulla cattiva strada

  • "Ipazia;" is female

Posts: 686

Activitypoints: 2,355

Date of registration: Jun 5th 2014

  • Send private message

14

Monday, October 12th 2015, 11:56pm

mi viene in mente un discorso simile da fare per gli auguri di "buon compleanno" postati direttamente in bacheca: ma è tanto difficile mandare un messaggio privato alla persona interessata?


A parte che la maggior parte delle persone che fanno gli auguri su facebook lo fanno perché è facebook ad averglielo ricordato...e poi molti lo fanno perché sperano di ricevere gli auguri a loro volta,in modo da avere la bacheca piena.Per me che dimentico tutti i compleanni è utile questo promemoria....anche se poi faccio gli auguri in privato.Infatti poi non sono queste cose di per sé ad irritarmi,quanto il fatto che alcuni lo facciano per mostrare agli altri di avere tanti amici,di essere legati a un sacco di persone...quando è ovvio che non è così.

Nel caso dei lutti è ancora più grottesco...se anziché condividere l'emoticon con il gatto che piange una persona gestisse emozioni così intime in privato,nessuno la vedrebbe...
There is a crack in everything
That’s how the light gets in.

whathappensinvegas

vivete e sentitevi liberi

Posts: 85

Activitypoints: 255

Date of registration: Oct 3rd 2015

Location: un posto chiamato Italia

  • Send private message

15

Tuesday, October 13th 2015, 1:36pm

@Ipazia

in fin dei conti Facebook è diventato per molti un modo per mettersi in mostra, una vetrina virtuale, quello che sei veramente nella realtà passa in secondo piano...
Prima o poi vomiterò tutta la merda che ho dentro tutta in un colpo, e il mondo si accorgerà finalmente di me.


la realtà è quella che hai davanti, gli ideali dovresti pestarli con i piedi nudi