Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 512

Activitypoints: 990

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

31

Monday, November 11th 2019, 8:48pm

In alcune circostanze e normale incazzarsi, ma incazzarsi non significa necessariamente covare rabbia.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,845

Activitypoints: 23,891

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

32

Monday, November 11th 2019, 10:51pm

Ma certo che mi arrabbio anche io....ovvio. ho tutto lo spettro delle emozioni. Però non covo un oscuro desiderio di provocare sofferenza alla jocker. Per questo dico che anche nel mio lato più oscuro non mi riconosco nel personaggio.
La prima volta fa sempre male
La prima volta ti fa tremare
Sei tu sei tu sei tu chi può darti di più

(Subcomandante Fran)

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 2,601

Activitypoints: 8,034

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

33

Tuesday, November 12th 2019, 1:26am

incazzarsi non significa necessariamente covare rabbia


Infatti : chi si incazza sfoga la rabbia, quindi non ha modo di covarla. :P


non covo un oscuro desiderio di provocare sofferenza alla jocker.


Dato per ovvio quel che è già stato detto (da Diverso, mi sembra), e cioè che nessuno qui abbia accumulato i traumi e le frustrazioni di Joker, resta il quotidiano di tutti , che invariabilmente comporta (prima o poi) traumi e frustrazioni per tutti, sia pure di proporzioni lillipuziane rispetto a Joker.

Io sono sempre possibilista e quindi non posso escludere che all'infuori dell'autrice del thread, e di Leyla e me, si assista al trionfo dello zen assoluto, tale per cui...tutti tranne noi tre...siano fatti in modo che ...se uno gli dà un pugno in faccia (materiale o metaforico che sia) ...col sorriso porgono pure l'altra guancia.
Mi perplime un attimo, non essendo nata ieri e non vivendo in clausura, però...

Non è carino personalizzare tra utenti, e quindi spersonalizzo, parlando seriamente e con il massimo rispetto dell'argomento che tocco.
Chi si vede un congiunto (padre, figlio, madre) uccisi per altrui STUPIDITA' (la pallottola vagante, l'errore di persona, l'auto guidata da un dopato, ecc.) vive un trauma pazzesco.
Spesso chi lo subisce è gente assolutamente normale e anche buona, semplice, e che sicuramente non si è mai alzata al mattino con il progetto "devo far soffrire tizio" (vogliamo pensare ai genitori di Marco Vannini, come prototipo?)

E' a tutti noto che queste vicende terribili siano poi solitamente elaborate, con la speranza di sublimarle, nella "ricerca della giustizia" , e siccome si tratta di persone miti ...attendono quella "giustizia" dalla Giustizia.

Ma in realtà : anche quella ricerca di "giustizia" a cui a tutti viene spontaneo unirsi...ma non è forse una ricerca di vendetta?

Non è forse il desiderio di veder soffrire il criminale idiota nella misura più possibile vicinae possibilmente superiore a quella della sofferenza (insanabile) che il criminale idiota ha inferto?

Questo è Umano. Semplicemente Umano. E, salvo incontrare mai chi porga l'altra guancia dopo aver preso uno sganassone sulla prima, personalmente vivo come camomilla in odor d'ipocrisia negare questo.

Io non amo le americanate, ma il processo psicologico era già stato magistralmente reso da Monicelli , in "Un borghese piccolo piccolo"...
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,845

Activitypoints: 23,891

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

34

Tuesday, November 12th 2019, 7:23am

La domanda era specifica: siamo tutti Joker? Io purtroppo no. Sul fatto della violenza che scaturisce da traumi il fatto è stato Più profondamente rappresentato dalla figura di Hannibal Lecter. Nel film di Joker quello che non mi è piaciuto ed è psicologicamente inaccettabile è l'esaltazione collettiva del male da parte della città. Appunto la filosofia del siamo tutti Joker.
Che è quello che va di moda oggi. Chi è cattivo è vero, chi è buono è ipocrita.
Se vi piace tanto...Poi non lamentatevi se sulla metro vi cavano un occhio con un ombrello.

Hasta el buonismo siempre...
La prima volta fa sempre male
La prima volta ti fa tremare
Sei tu sei tu sei tu chi può darti di più

(Subcomandante Fran)

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,128

Activitypoints: 6,398

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

35

Wednesday, November 13th 2019, 12:40pm

La domanda era specifica: siamo tutti Joker? Io purtroppo no. Sul fatto della violenza che scaturisce da traumi il fatto è stato Più profondamente rappresentato dalla figura di Hannibal Lecter. Nel film di Joker quello che non mi è piaciuto ed è psicologicamente inaccettabile è l'esaltazione collettiva del male da parte della città. Appunto la filosofia del siamo tutti Joker.
Che è quello che va di moda oggi. Chi è cattivo è vero, chi è buono è ipocrita.
Se vi piace tanto...Poi non lamentatevi se sulla metro vi cavano un occhio con un ombrello.

Hasta el buonismo siempre...


:D :D :D

ripetendomi dal primo messaggio, chiaro che siamo tutti ambivalenti, che abbiamo le nostre oscurità rimorsi rimpianti etc.
Siamo umani.
Non siamo necessariamente Joker , per questo.
Il resto è appunto un po' una banalizzazione-generalizzazione del male

per l'aspetto personale richiesto: in gioventù l'impulsività e l'ira mi hanno portato a fare delle cose che non rifarei, ma la vita prosegue... personalmente pure io oggi sventolo la bandiera di fran...ogni tanto mi girano le balle , ovvio, ma sempre meno a lungo, e solo per motivi via via più seri. A cosa mi ha portato essere gentile? Beh , tutte le meglio cose soprattutto alla distanza. Certo una gentilezza subita, non autoimposta in circostanze amare.
Con la malvagità premeditata e le vendette cervellotiche da sempre sono una frana, mollo il colpo. Citando una ragazza geniale "Sticazzi and carry on" ;)

36

Friday, November 15th 2019, 3:35pm

E il vostro lato nascosto? Lo state nascondendo bene?


Si lo riesco a nascondere bene, la mia indole e' essere Joker, sopratutto nell'essere vendicativo.

In generale non mi piace il buonismo a tutti i costi.
Il mondo e' pieno di pazzi

gloriasinegloria

Pilastro del Forum

Posts: 2,601

Activitypoints: 8,034

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

37

Friday, November 15th 2019, 4:54pm

In generale non mi piace il buonismo a tutti i costi.



Se mi autorizzi............................copio e sottoscrivo! :hail:
Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso. (L. Tolstoj)

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,128

Activitypoints: 6,398

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

38

Friday, November 15th 2019, 6:08pm

il buonismo come vocazione al martirio anche no, ok porgere l'altra guancia ma alla fin fine in una faccia di guance ce ne sono solo due.
Per quanto, se è una vocazione (rara) sincera, pur non comprendendola sospendo ogni giudizio.

il buonismo come ipocrisia, ancora meno, questo termine nacque proprio per denunciare un paraculismo spericolato, più ancora che per polemizzare con il politically correct spinto all'estremo.
nacque proprio per discutere quelli che dietro la facciata erano giganti di cinismo e opportunismo che il joker in confronto è un micetto inoffensivo.

però col tempo "no al buonismo" è precipitato nella banalizzazione opposta e specularmente paracula, il crogiolarsi compiaciuto nel "è tutto una m..." per dare con piena licenza il proprio contributo...fecale. O sottintendere che "eh così è la vita, tutto fa schifo io mi adeguo e anzi t'insegno a campare con un calcione nei denti, ringraziami mi raccomando".

da questa banalità del male 2.0 :P mi viene da dire come il protagonista di un bel romanzo "...preferisco di no".
perché secondo me si campa peggio, ma soprattutto per me è contraddire la mia indole e quindi alla fine , campare peggio.

non è che con questo si diventa "santi" o si sconfigge la nostra ombra una volta per tutte.
però - sempre secondo me - scappando dalle omologazioni del momento , si guadagna l'occasione di vivere in modo un poco più autentico