Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

16

Friday, June 7th 2019, 9:36pm

:hmm:
ho la sensazione che in ogni commento "recitare sé stessi" sia stato inteso in modi diversi...


Temo di sì, Luca :)

Cerco di esemplificare per fare capire che intendevo

Se io sono un poliziotto e mi metto la divisa e al mattino vado in pattuglia a fermare le auto, io "recitò" me in quel ruolo.. e magari sono uno spocchioso supponente e arrogante, con fare velatamente intimidatorio

Se a sera tolgo la divisa e vado a casa dalla mia bambina piccola senza madre che è scappata, e le faccio mille coccole e tante feste "recito me" nel ruolo di padre ...

Se dopo che la piccola l'ho messa a letto vado da quella del piano di sotto a fare il biscaro e a invitarla a salire da me per bere qualcosa "recitò me" nel ruolo di cacciatore

Chi sono io?

Una persona arrogante e sgradevole? (Poliziotto)
Un padre meraviglioso e uomo eccezionale? (Padre)
Un battitore di pezzi tremendo e senza scrupoli? (Seduttore del dopo cena)

Sono tutti e nessuno.. sono sempre io, che mi recitò diversamente e mi spendo diversamente nelle varie situazioni e scenari della Vita
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

venezia

Utente Attivo

  • "venezia" has been banned

Posts: 77

Activitypoints: 266

Date of registration: Apr 17th 2019

  • Send private message

17

Saturday, June 8th 2019, 2:25am

Chi sono io?
Sono tutti e nessuno.. sono sempre io, che mi recitò diversamente e mi spendo diversamente nelle varie situazioni e scenari della Vita
Scorpio, scusa, hai scoperto l'acqua calda??
Mi pare ovvio che ognuno di noi tiene un comportamento diverso in base al ruolo che riveste in quel determinato momento o contesto.
Cosa dovrebbe fare il poliziotto, il padre amorevole con chi arresta?
Qui non si tratta del "chi sono io" ma del comportarsi in modo adeguato al contesto.

Poi esiste la metarelazione, dove ognuno di noi intrattiene con una determinata persona un tipo di relazione parallela a quella "ufficiale" adeguandosi al comportamento della persona stessa, è una cosa consapevole, una specie di recitazione delle parti, ma consapevole.
Che non c'entra nulla con l'avere una maschera, perché l'unica maschera è l'inganno.

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

18

Saturday, June 8th 2019, 8:20am



Scorpio, scusa, hai scoperto l'acqua calda??
Mi pare ovvio che ognuno di noi tiene un comportamento diverso in base al ruolo che riveste in quel determinato momento o contesto.
Cosa dovrebbe fare il poliziotto, il padre amorevole con chi arresta?
Qui non si tratta del "chi sono io" ma del comportarsi in modo adeguato al contesto.

.


Questa è solo una chiave di lettura, ma io ne descrivevi una diversa

Che sia ovvio, è ovvio, come è ovvio che non hai colto il senso di quello che intendevo

E cioè che il signor Rossi nel ruolo di poliziotto "reciti se stesso" in modo completamente diverso dal signor Bianchi (suo collega)

E basta essere stati fermati da una pattuglia della polizia in vita propria, per cogliere già questa differenza

Sono adeguati entrambi a fare i poliziotti, ma NEL ruolo attivano diverse parti di loro che portano dentro di loro come individui.

Forse qualcuno legge "recita di se" e traduce con "imbroglio dell'altro" ma non ci incastra nulla

Il senso era un po' questo, se dopo questa specifica rileggi con attenzione il post di apertura potrebbe esserti più chiaro
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,867

Activitypoints: 5,615

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

19

Saturday, June 8th 2019, 11:22am

Scorpio chi sei tu? Sei appunto "quella confederazione di anime" e secondo la stagione di te e del tuo giorno che vivi cambia l'anima al timone, per dirla con Tabucchi :)

...non ci stiamo ponendo in questo thread un pensiero/dilemma inedito, ignoto, nuovo, con una sola possibile lettura, passibile di mille interpretazioni varianti con l'esperienza, la cultura, il periodo storico....
Tuttavia questo non esaurisce il suo interesse, anzi.

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

20

Saturday, June 8th 2019, 11:58am

il thread è molto interessante, ma in questo periodo della mia vita sono di gran lunga più turbato dal fatto che, pur comportandomi in modo patologicamente onesto trasparente e accomodante (un errore, lo ammetto) quando si creano contrasti chi mi vuole combattere e contrastare mi dà tranquillamente del disonesto e perfino dell'aggressivo, negando le evidenze più lampanti.

la mia conclusione è che nei rapporti l'aggressività (o diciamo pure la dominanza energetica) conta più di qualunque obiettività e ragionevolezza... ma sarebbe un altro topic!
mi viene in mente... la nipote di Mubarak! :roftl:
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

21

Saturday, June 8th 2019, 12:15pm

Scorpio chi sei tu? Sei appunto "quella confederazione di anime" e secondo la stagione di te e del tuo giorno che vivi cambia l'anima al timone, per dirla con Tabucchi :)

..


Si Arianna, ma sgusci via dall'"argomento così come intendevo porlo

Non so se Perché non lo metti a fuoco

Faccio un esempio: metti che tu hai (tra l'altro) un'anima tirannica .
E qui sono sul tuo discorso

Ora metti che tu l'anima tirannica la metti prepotentemente in gioco nella recitazione di te quando al lavoro sei maestra di asilo (e tu sai bene che ce ne sono parecchie di donne beccate dalle telecamere)

Oppure metti che questa anima tirannica all'asilo non si attiva nella recitazione di te, e sei una maestra dolcissima e premurosa

Però.. quando torni a casa col marito lo tratti come un pezzo di merda dal primo all'ultimo minuto (e nella recitazione di te come coniuge ecco che entra in gioco la tua anima tirannica)

Io non so se mi spiego.. a me sembra semplice, ma forse non lo è :)
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,867

Activitypoints: 5,615

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

22

Saturday, June 8th 2019, 12:18pm

edit: questa è per Luca ;)
A dispetto della divagazione dall'idea forse iniziale di Scorpio, nel discorso "essere o recitare" c'è di mezzo anche un pubblico. "Gli altri", fantasmatici o reali, formano un pubblico più o meno interessato e più o meno "pagante".

Tu prima hai scritto ad esempio che ammettere i propri limiti e "gettare la maschera" fa avvertire come "pericolosi". Esatto. Spezza determinati equilibri, creatisi non necessariamente in malafede. Nel momento di ... pupù che sto attraversando la mia fragilità che non riesco più a nascondere (quante volte ho scritto che questo forum mi fa bene perché almeno non devo indossare una maschera pesantissima di normalità e "tutto ok"...) è vissuta come un trauma e poi come un dispetto, quasi una truffa in malafede per sconvolgere così, giusto per il gusto di, gli altri.
Mi sono resa conto che "il mio pubblico" mi aveva vissuto come una persona in grado di tirare avanti più o meno in mezzo a tutto, che a questa mia età e con le mie esperienze "doveva" essere scafata e resistente a tutto. Non mi sono cucita volontariamente addosso questo personaggio, sto provando a capire come posso avere collaborato a crearlo, ma mi sfugge molto.
Mi sto rispondendo, anche con l'aiuto della mia psic, che anche gli altri hanno i loro equilibri raggiunti con poca o tanta fatica - anche inconsapevole - e la turbativa che la mia fragilità "svelata" comporta è una sorta di onda d'urto che mette in allarme e sulla difensiva.

Le reazioni che ricevo "contro" quindi non come un volontario essere str.... verso la mia sofferenza, ma un meccanismo di difesa per non ricordare troppo nitidamente quant'è penoso arrabbattarsi nell'esistenza. Niente di personale, insomma... o non troppo :rolleyes:

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

23

Saturday, June 8th 2019, 12:21pm

In effetti, Luca , io mio interesse, riprendendo le frasi di LaHuesera non era affatto sollevare animi feriti o turbati da una qualche vicissitudine personale

Secondo me si confonde "recitare" con "fingere" .. ma recitare è recitare (sono un poliziotto mi recito da poliziotto) fingere è fingere (sono un farabutto, mi vesto da poliziotto e vado a fregare qualche vecchietto della sua pensione)

Non so se mi spiego :)
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,867

Activitypoints: 5,615

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

24

Saturday, June 8th 2019, 12:53pm

Scorpio mi è chiaro, ma la tua impostazione è a sua volta abbastanza "sgusciante" dall'idea di "recita"
Queste "anime" sono parti di noi reali, che tira fuori la nostra condizione di vita offrendoci o meno la possibilità(necessità di esternarle.
Note o ignote, esplicite o latenti, sono reali.

Per dire, tu non reciti la parte del padre amorevole perché rispondi alle aspettative della società o di tua moglie però poi dentro di te per i tuoi figli provi un affetto a malapena tiepido e sei molto lieto di toglierteli dalle scatole appena puoi :) Magari anche sentendoti in colpa. Tu sei un padre amorevole perché è una parte di te. Hai un'anima paterna, che non può reggere il timone di tutta la tua giornata perché sei anche altro - un lavoratore, un partner - ma che magari può partecipare sotto forma di benevolenza gioviale verso la donna che ami e di pazienza "genitoriale" verso i tuoi colleghi più impacciati e inesperti.

Il fatto di non essere 100% una cosa sola h24 secondo me non si configura nel "recitare" una parte ma nell' "essere". Nessuno dovrebbe aspettarsi questo da sé o dagli altri (essere una cosa sola sempre e comunque in tutte le occasioni) perché sarebbe abbastanza innaturale :)
La linea di distinzione fra "essere" e "recitare" per quanto mi riguarda è nel conflitto o nella patologia che porta nelle nostre vite. E non è una linea necessariamente nettissima. Per esempio il personaggio di Will Smith in Suicide Squad è un super-sicario che però è anche autenticamente un amorevole papà :) Sono sue "anime" :)

Birdy

Colonna del Forum

  • "Birdy" is male
  • "Birdy" has been banned

Posts: 1,710

Activitypoints: 5,213

Date of registration: Jul 5th 2015

  • Send private message

25

Saturday, June 8th 2019, 1:20pm

Mi interrogherei sul concetto di "essere se stessi".
Per come lo intendo io essere se stessi equivarrebbe ad assecondare le proprie pulsioni.
Il tenersi troppo distanze da esse è alla base delle (nostre) nevrosi; queste altro non sono che il tentativo di conciliare pulsioni profonde e "richieste" della società.
Un certo scarto è inevitabile (e desiderabile aggiungerei) altrimenti da nevrotici diventeremmo degli psicotici in perfetto corto circuito con le nostre pulsioni (o equivalentemente con le aspettative altrui).

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

26

Saturday, June 8th 2019, 1:34pm

Scorpio mi è chiaro, ma la tua impostazione è a sua volta abbastanza "sgusciante" dall'idea di "recita"
Queste "anime" sono parti di noi reali, che tira fuori la nostra condizione di vita offrendoci o meno la possibilità(necessità di esternarle.
Note o ignote, esplicite o latenti, sono reali.

Per dire, tu non reciti la parte del padre amorevole perché rispondi alle aspettative della società o di tua moglie però poi dentro di te per i tuoi figli provi un affetto a malapena tiepido e sei molto lieto di toglierteli dalle scatole appena puoi :) Magari anche sentendoti in colpa. Tu sei un padre amorevole perché è una parte di te. Hai un'anima paterna, che non può reggere il timone di tutta la tua giornata perché sei anche altro - un lavoratore, un partner - ma che magari può partecipare sotto forma di benevolenza gioviale verso la donna che ami e di pazienza "genitoriale" verso i tuoi colleghi più impacciati e inesperti.

Il fatto di non essere 100% una cosa sola h24 secondo me non si configura nel "recitare" una parte ma nell' "essere". Nessuno dovrebbe aspettarsi questo da sé o dagli altri (essere una cosa sola sempre e comunque in tutte le occasioni) perché sarebbe abbastanza innaturale :)
La linea di distinzione fra "essere" e "recitare" per quanto mi riguarda è nel conflitto o nella patologia che porta nelle nostre vite. E non è una linea necessariamente nettissima. Per esempio il personaggio di Will Smith in Suicide Squad è un super-sicario che però è anche autenticamente un amorevole papà :) Sono sue "anime" :)


Il problema è che appunto non ci si intende :)

Perché io se faccio il padre (nel tuo esempio) non recito "UNA PARTE" ma recito ME nella PARTE

Se questa differenza non la cogli (e da come hai scritto probabilmente non la cogli) non ci potremo mai incontrare in questo confronto :)
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

27

Saturday, June 8th 2019, 1:42pm

Mi interrogherei sul concetto di "essere se stessi".
Per come lo intendo io essere se stessi equivarrebbe ad assecondare le proprie pulsioni.
Il tenersi troppo distanze da esse è alla base delle (nostre) nevrosi; queste altro non sono che il tentativo di conciliare pulsioni profonde e "richieste" della società.
Un certo scarto è inevitabile (e desiderabile aggiungerei) altrimenti da nevrotici diventeremmo degli psicotici in perfetto corto circuito con le nostre pulsioni (o equivalentemente con le aspettative altrui).


È un po' diverso, ma anche questo argomento molto interessante..

Dipende da dove si colloca il "se" secondo me

Se il "se" lo si colloca" esclusivamente sulle proprie pulsioni, probabilmente si, è così

Io ad esempio lo colloco in un contesto integrato tra pulsionalita' e razionalità, in cui però queste due parti sono in aperto e costante contatto e dialogo interno.

Dialogo nel senso non che una parte comanda e l'altra esegue supinamente, ecco :)
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

28

Saturday, June 8th 2019, 7:08pm

sempre col dubbio di non aver inteso bene .

seguendo birdy - e perdonatemi se passo dal filosofico al personale - io davvero non ne posso più di essere disponibile, responsabile, affidabile e onesto e di avere poi gli altri comunque contro, ognuno per i suoi motivi, esattamente come se mi comportassi da stronzo.

Allora:
1) quella del bravo ragazzo è una maschera che mi è stata applicata da piccolo mio malgrado e mi sta soffocando
2) mi piace recitare la parte del bravo ragazzo e inconsciamente mi aspetto approvazione invece, come ampiamente assodato negli ultimi tempi, ognuno si fa i suoi interessi, e non voglio vedere il mondo com'è
3) recito apposta la parte del bravo ragazzo ma sotto sotto sono un bastardo egoista e non me ne accorgo
4) sono tutte e due le cose e non lo accetto perché non voglio crescere

Mentre scrivo mi pare che la verità sia inafferrabile, ammesso che ci sia...
(liberissimi di ignorare il bieco tentativo di dirottare il thread sui cavolacci miei :-PL )
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

Scorpio1963

Utente Fedele

  • "Scorpio1963" is male
  • "Scorpio1963" has been banned
  • "Scorpio1963" started this thread

Posts: 520

Activitypoints: 1,623

Date of registration: Feb 21st 2019

Location: Toscana

  • Send private message

29

Saturday, June 8th 2019, 7:16pm

sempre col dubbio di non aver inteso bene .

seguendo birdy - e perdonatemi se passo dal filosofico al personale - io davvero non ne posso più di essere disponibile, responsabile, affidabile e onesto e di avere poi gli altri comunque contro, ognuno per i suoi motivi, esattamente come se mi comportassi da stronzo.

Allora:
1) quella del bravo ragazzo è una maschera che mi è stata applicata da piccolo mio malgrado e mi sta soffocando
2) mi piace recitare la parte del bravo ragazzo e inconsciamente mi aspetto approvazione invece, come ampiamente assodato negli ultimi tempi, ognuno si fa i suoi interessi, e non voglio vedere il mondo com'è
3) recito apposta la parte del bravo ragazzo ma sotto sotto sono un bastardo egoista e non me ne accorgo
4) sono tutte e due le cose e non lo accetto perché non voglio crescere

Mentre scrivo mi pare che la verità sia inafferrabile, ammesso che ci sia...
(liberissimi di ignorare il bieco tentativo di dirottare il thread sui cavolacci miei :-PL )


Luca dirotta dove vuoi e anzi.. bella la tua esposizione di te e il tuo sfogo, e hai ragione

Diciamo che essere un bravo ragazzo più che una maschera è una etichetta.. e ahimè te la porti dietro pure cambiando maschera

Il tuo sfogo è importante, molto, e mi piace un casino

Perché anche il bravo ragazzo ha i suoi bisogni, ecchecxazz!!

Ed è giusto odiare una etichetta apparentemente positiva
Attento a quel che desideri: potresti ottenerlo..

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

30

Saturday, June 8th 2019, 7:53pm

è vissuta come un trauma e poi come un dispetto, quasi una truffa in malafede per sconvolgere così, giusto per il gusto di, gli altri.

vero verissimo.
infatti mi aiuta molto pensare che tutti hanno le loro fragilità.
ma poi in consessi dove le "maschere" prevalgono, io mi accorgo di chiudermi a riccio, e questo non mi fa bene...
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP