Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Tanja

Giovane Amico

  • "Tanja" started this thread

Posts: 304

Activitypoints: 772

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

1

Saturday, March 21st 2020, 11:40am

Coronavirus e aggressività sociale

L avete notata anche voi ?sarà senz altro causa del clima di insicurezza che viviamo ...ma a volte è esagerata per futili motivi...esempio su un gruppo Facebook della mia zona ieri sera due signore( di una certa età tra l altro) discutevano virtualmente sul fatto che ci fossero o meno persone a passeggiare in una certa via in tempo di restrizioni...ebbene una diceva si ...una no...e fin qui nulla di strano ....poi in poche battute sono arrivate alle offese ...e poi alle minacce di denuncia alla polizia postale. ...cioè ditemi voi...spendere soldi e tempo in avvocati per una cosa del genere. ...

giandeg

Utente Fedele

Posts: 475

Activitypoints: 1,692

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

2

Saturday, March 21st 2020, 12:13pm

Di mestiere faccio digital forensic e ti assicuro che ci sono sempre stati questi soggetti.

Tanja

Giovane Amico

  • "Tanja" started this thread

Posts: 304

Activitypoints: 772

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

3

Saturday, March 21st 2020, 12:18pm

Si ma adesso è innegabile che ci sia esasperazione di certi comportamenti. .....da me tutti minacciano di denunciare e chiamare forze dell'ordine. ...

4

Saturday, March 21st 2020, 12:29pm

Concordo, l'altro ieri ho visto un video di una persona che gridava dal balcone perchè c'erano 3 e dico 3 persone in strada, in un paesino con pochi abitanti. Una portava il cane, l'altra aveva in mano le borse della spesa, la terza stava semplicemente passeggiando, era una persona anziana, magari doveva passeggiare per problemi medici (es: rischio di trombosi). Erano tutti a distanza di sicurezza, non stavano toccando niente e a giudicare dal video il paese era molto piccolo. Se uno vive a Milano a Roma o comunque in un centro con anche solo 20'000 abitanti, meglio che si astenga dalle passeggiate, perchè se tutti lo facessero, saremmo punto e a capo, ma in un un paese da 2000 abitanti/in un luogo isolato è normale che ci si senta più al sicuro e che si pensi di potersi concedere una passeggiata una volta alla settimana o una ogni due.
Tra l'altro dalle fonti ufficiali, per ora ci è stato detto che il virus si diffonde solo entrando in contatto con una persona infetta, non ci è ancora stato detto quanto tempo sopravvive sulle superifici e su quali, credo che per il momento non si sappia ancora. Se ci dicessero quanto tempo sopravvive sulle superfici, saremmo tutti più cauti.
Io ad esempio vivo in un paesino molto piccolo, la mia casa è molto vicina ad un campo con una bella passeggiata su una pista ciclabile, dove non passa quasi mai nessuno, oggi vorrei uscire un attimo e fare quel sentiero, ho appena dato un esame pesantuccio ieri per cui son chiusa in casa da prima che iniziasse questa pandemia, dal 29 Gennaio. Non incontrando nessuno sul sentiero non mi sembra di poter correre dei rischi o far correre dei rischi agli altri se uscissi e camminassi per 500 metri, ma mi sento in colpa a farlo e sto valutando se farlo o meno. Se fonti ufficiali mi dicessero che il virus sopravvive sull'asfalto, sul legno o sull'acciaio a lungo, mi asterrei del tutto a farlo.
Ci tengo comunque a sottolineare che non sto dicendo che non bisognerebbe stare chiusi in casa il più possibile, ma che bisogna giudicare situazione e situazione e che spesso gli insulti della gente sono gratuiti e odio profondamente gli insulti gratuiti. Come vi sentireste voi se, andando in farmacia a piedi per un farmaco a voi necessario, sentiste gridare dal balcone: " a casa, devi stare a casa!"?

This post has been edited 4 times, last edit by "jfx" (Mar 21st 2020, 1:00pm)


Leyla

Amico Inseparabile

  • "Leyla" is female

Posts: 1,235

Activitypoints: 3,712

Date of registration: Apr 3rd 2015

  • Send private message

5

Saturday, March 21st 2020, 12:42pm

Eccomi qui. Stamattina ho sbroccato.

Situazione 1. In fila davanti all'edicola per fare la ricaricabile un signore cerca di saltare le 3 persone in attesa (compresa la sottoscritta), perché secondo lui dentro non c'era nessuno, gli ho urlato "Venga fuori e aspetti il suo turno!", al che esce, mi guarda e fa: "Volevo solo controllare, che aggressività!". La mia risposta: "Aggressività sto [email protected]@o! Veda di non fare il furbo o provi a farlo da un'altra parte". Mio marito abbassa il finestrino della macchina e mi fa "Calma sorella sennò ti porto da un esorcista":
Situazione 2. In fila davanti alla farmacia da 20 minuti aspettando il mio turno arriva una
vecchietta che non ne vuole sapere di stare in fila e al mio, gentilissimo sto giro, sollecito
mi risponde: "Tanto se non te la prendi qui te la prendi da un'altra parte". Le ho fatto le corna e le ho detto: "Signora, a lei però non la curano, a me un tentativo lo fanno".
C'è una parte di me orgogliosa e una parte che si vergogna perché non sono usa a certi
comportamenti.
Il ricordo è un compromesso: gli uomini si difendono con quello.
(Tommaso Landolfi)

Tanja

Giovane Amico

  • "Tanja" started this thread

Posts: 304

Activitypoints: 772

Date of registration: Jul 20th 2016

  • Send private message

6

Saturday, March 21st 2020, 2:45pm

....

Concordo, l'altro ieri ho visto un video di una persona che gridava dal balcone perchè c'erano 3 e dico 3 persone in strada, in un paesino con pochi abitanti. Una portava il cane, l'altra aveva in mano le borse della spesa, la terza stava semplicemente passeggiando, era una persona anziana, magari doveva passeggiare per problemi medici (es: rischio di trombosi). Erano tutti a distanza di sicurezza, non stavano toccando niente e a giudicare dal video il paese era molto piccolo.

Anche da me fanno così. ...
Tra l'altro le nuove armi sono i telefonini. ..fotografo e faccio vedere al Sindaco chi c era in passeggiata. ..

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo tuttora, perché ho ancora tante destinazioni da raggiungere. Mentre il mondo appare pieno di cretini che navigano senza sapere dove andare, parafrasando Lucio Anneo Seneca

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,838

Activitypoints: 5,753

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

7

Saturday, March 21st 2020, 3:43pm

Diciamo la verità, a seguito dell'epidemia di Covid-19, è scoppiata una epidemia di Furbastr-20, e stanno emergendo parecchi "untori" …

Tipo il tizio che su un'isoletta viene osservato girare per le strade con due buste con alcuni ortaggi e frutta, poi visto in altra località due ore dopo, e poi sei ore dopo in altra località, sempre con le famose due buste, fermato da una pattuglia di vigili urbani, ai quali dichiara di essere uscito da poco per fare la spesa. Denunciato e … protesta la sua innocenza ...

O il tizio che dal fruttarolo prende una busta di plastica, lasciata sul bancone esterno per i clienti (per facilitare la scelta di cosa comprare e ridurre i tempi all'interno del negozio), la riempie di frutta e verdura e s'infila al volo dentro al negozio, incurante della fila esterna al medesimo negozio, dicendo che non aveva "capito" che c'era la fila e che, avendo solo da pagare, non pensava di avere fatto niente di male …

O quelli che giocavano a carte su un asciugamano in spiaggia …

P.
(----------;)-------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

8

Saturday, March 21st 2020, 4:48pm

Tanja, non ho capito, lo fai tu o lo fanno gli altri?

Pivaldo: certo, ma uno non può gridare dal balcone alla gente senza sapere quello che fanno, sta alle forze dell'ordine controllare e nel caso denunciare, se diventassimo tutti dei vigilantes, la situazione diverebbe insostenibile. Che ne sa chi mi guarda dal balcone che io non sto andando magari al lavoro\ a fare volontariato\ a prendere qualcosa di necessario?

Comunque, ritorando alla famosa passeggiata, la passeggiata oggi non la farò, ho visto ora il nuovo decreto del governo. Se non ci fosse stato il divieto l'avrei fatta?
Forse sì, forse no, non lo so. Nella mia testa ci sarebbero stati mille dubbi: "dovrei dare il buon esempio, perchè se esco io, poi esce anche il vicino e poi il vicino del vicino a fare una passeggiata e va a finire che ci incontriamo per strada: meglio stare a casa". "Vivo in un paese dove la densità di popolazione è talmente bassa che neanche normalmente ci si trova per strada, il sentiero è isolato e non troverei nessuno, festeggio l'esame e poi mi rinchiudo in casa: la faccio".
Ieri avevo ancora la possibilità di uscire a camminare, ma non l'ho fatto, perchè mi sembrava ingiusto uscire senza una vera necessità.
Tuttavia, se avessi fatto questa passeggiata da sola, non trovando sicuramente nessuno lungo il sentiero e stando a debita distanza delle sporadiche persone incrociate, non avrei costituito un pericolo nè per me, nè per gli altri. Poi sarei tornata a casa e mi sarei chiusa in casa per il mese successivo, sentendomi un attimo in colpa perchè non avevo dato per un attimo un buon esempio civico, ma di fatti non avrei potuto infettare\essere infettata da nessuno, se non dai sassi o dagli alberi. Non sarebbe stato un grande esempio di senso civico forse, perchè avrei potuto influenzare altre persone a fare lo stesso, ma neanche un comportamento a rischio date le caratteristiche del luogo in cui vivo.
Se, invece, vivessi a Milano, il discorso sarebbe diverso avrei avuto più probabilità di influenzare negativamente altre persone o di incontrare altre persone, ma anche in quel caso, fino a due giorni fa chi, gridandomi dal balcone di restare a casa, sarebbe stato inopportuno.

I provvedimenti del governo e la loro applicazione da parte delle forze dell'ordine sono necessari, perchè finchè non ci sono provvedimenti stringenti e si lascia al singolo, non sempre siamo tutti ragionevoli, lo abbiamo visto nelle ultime settimane. Tuttavia, i provvedimenti ci sono per limitare la diffusione del virus e da comuni cittadini nel giudicare i comportamenti delle persone, bisogna anche tener conto quanto quella determinata azione -non necessaria- possa di fatti agevolare la diffusione del virus. Con questo non intendo non rispettate le direttive del governo, lo dico solo perchè sto vedendo troppo astio, quando invece mi sembra che la maggioranza delle persone sta rispettando le direttive del governo da quando si è capito che direzione hanno preso le cose.

This post has been edited 7 times, last edit by "jfx" (Mar 21st 2020, 6:08pm)


9

Saturday, March 21st 2020, 5:32pm

L'isolamento e la quarantena, sono sempre stati fonte di grande stress e sofferenza per l'umanità quando sono stati applicati nel corso della storia. Ora sono misure necessarie perchè salvano la vita, ma sicuramente il benessere psicologico dei singoli individui ne risente, anche se è per il bene della collettività. L'insolamento sociale se qualcuno ha studiato un po' di psicologia, psichiatria o neuroscienze saprà che può portare a depressione e psicosi. Cosi come uno stato di isolamento forzato per una pandemia o un clima generale di pericolo costante, in soggetti predisposti possono far sviluppare sintomi simili al PTSD (disturbo post traumatico da stress). Quindi è perfettamente "normale" vedere parte della popolazione che vive in tensione e con maggiore aggressività. Certo questo non giustifica la maleducazione, l'isteria, il voler superare la fila, l'ultima cosa è tipica della mentalità che possiede l'Italiano medio che si base sulla furbizia e il non voler rispettare le regole.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

10

Saturday, March 21st 2020, 5:55pm

Sì, ma questa cosa che tutti puntano il dito contro tutti non mi piace, per quanto possa capire il nervosismo, non capisco l'astio nei confronti di persone che non si conoscono e mi fa anche un po' paura. Ho appena letto un articolo in cui ad una farmacista è stato buttato addosso un secchio d'acqua tornando dal lavoro. Di fronte a casa mia ho visto tagliare l'erba dei prati e dei campi, non gli ho gridato "restate a casa" stanno facendo un lavoro necessario e tra l'altro non entrano in contatto con nessuno per lavoro.
L'isolamento sociale è necessario, ma non si può gridare contro chiunque vediamo fuori dalle nostre quattro mura domestiche, far applicare le regole non spetta a noi e non spetta a noi giudicare chi passa sotto casa nostra.

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 503

Activitypoints: 963

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

11

Saturday, March 21st 2020, 6:11pm

Nel quartiere in cui abito tutti stanno rispettando i divieti imposti, vedo gente che esce solo per portare fuori il cane o per andare a fare la spesa. E' ovvio che l'isolamento forzato genera stress, anche perchè questa è una situazione senza precedenti. Ci sono due modi diametralmente opposti di reagire: c'è che se ne sbatte e fa finta che il problema non esista, e al contrario c'è chi è ossessionato da tutti e vede in chiunque metta il naso fuori casa un presunto "untore".

12

Saturday, March 21st 2020, 6:22pm

Esatto, Mayra, anche io vedo la stessa cosa da me. Prima che venisse imposto il divieto delle passeggiate, vedevo gente passeggiare (studio sul balcone), ma erano individui singoli ogni tanto, oggi non ho visto gente a passeggio.
è vero che nelle settimane inziali, quando i bar erano ancora aperti, molti sono usciti, ma il problema è che nessuno si era ancora reso conto della gravità della situazione, si pensava che i casi fossero stati tutti isolati nella zona rossa. Vedo gente che rispetta le regole che gli vengono date man mano e sono fiduciosa. Non si può odiare chiunque si veda uscire di casa per l'errore (spesso è errore)\furbizia di pochi.
Vero che sono due modi magari di reagire, ma ho notato che questo odiare chiunque fosse fuori casa sia stato anche incoraggiato nelle ultime settimane.

Pivaldo

Passato attraverso parecchie tempeste, navigo tuttora, perché ho ancora tante destinazioni da raggiungere. Mentre il mondo appare pieno di cretini che navigano senza sapere dove andare, parafrasando Lucio Anneo Seneca

  • "Pivaldo" is male

Posts: 1,838

Activitypoints: 5,753

Date of registration: May 27th 2015

Location: italia centrale (quando non viaggio)

Occupation: facciodame e sono orgogliosamente indipendente

  • Send private message

13

Saturday, March 21st 2020, 6:58pm

Non piace che la gente punti il dito nei confronti di chi viola le norme. Ne prendo atto e mi tengo le mie convinzioni.

Una delle critiche più forti nei confronti della società italiana è, da sempre, che non abbiamo una solida coscienza sociale e ci viene rivolta dal mondo anglosassone e nord-europeo.

Il mio intervento era incentrato sui furbastri che si incontrano e che giocano sulla comprensione di larga parte della popolazione, spesso basata sulla impossibilità di fare un processo alle intenzioni delle persone e, poi, con il solito ritornello che altri sono demandati ad accertare e giudicare (polizia, giudici, ecc.). Se per ridurre il contagio occorre rimanere in casa, occorre farlo e BASTA ! Non occorre un poliziotto per richiamare alla correttezza chi sbaglia, lo dovremmo fare tutti.

Non la penso così come tanti connazionali.
Certi comportamenti ambigui potevano essere comprensibili i primi giorni dopo l'adozione dei provvedimenti restrittivi. Poi siamo stati bombardati di informazioni, indicazioni e dibattiti, sui media di ogni genere. Non hanno fatto una bella figura decine di migliaia di giovani italiani, studenti, stagisti, che nella notte tra l'8 ed il 9 marzo hanno assaltato i treni per lasciare le loro sedi nel Nord Italia e scappare al centro Sud, a casa dei genitori. Circa il 15% sono risultati positivi al Covid-19 ed hanno aiutato ad infettare le loro regioni d'origine e, pure, i loro genitori.
Non è un bell'esempio di gioventù moderna. Dovrebbero vergognarsi e tornare indietro da dove sono venuti.
Come era stato richiesto ad un certo comandante che si è incagliato sugli scogli con la propria nave ... ed è sceso tra i primi.

Il problema è che non si sono sentiti colpevolizzati. Poi, la gente italiana, in una notevole percentuale, crede nell'utilità dell'ambiguità e non ha il coraggio di assumere pubblicamente atteggiamenti di riprovazione per comportamenti socialmente sconvenienti. Aggiungiamoci la complicità parentale e …

Riferirò ancora di peggio: agli occhi degli stranieri passiamo per un popolo che idolatra i potenti e poi li insulta e maltratta quando sono nella polvere.
Sai quante volte mi sono sentito dire all'estero che a noi: "ci piace uccidere l'uomo morto"; "siamo tutti figli putativi di Macchiavelli, senza scrupoli"; "siamo quelli che iniziano una guerra da una parte e la finiscono alleati all'altra parte"; "i carri armati italiani hanno il cambio montato al contrario: una marcia avanti e molte marce indietro" e potrei andare avanti per un pezzo. Sai quante volte mi sono arrabbiato ...

Sapete perché molta gente, in questi giorni di generale sofferenza, ha pensato che poteva prendersi certe libertà e fregarsene delle conseguenze ?
Perché non ha visto un controllo ficcante e puntuale di tipo repressivo: nella mia zona, a Roma, nelle ultime due settimane non ho visto un posto di blocco, una pattuglia della polizia che fermasse qualcuno (quando sono andato a fare la spesa in motocicletta). Come me, lo riferiscono parecchi amici sentiti al telefono che si recano ogni giorno al lavoro.

Poi, da un paio di giorni, hanno cominciato a sanzionare pesantemente quelli che colgono in fallo. E sta cambiando la musica.
Qualcuno ha cominciato a chiamare preoccupato, perché il figlio, il marito, l'amico, ecc. era stato fermato, gli è stata fatta contestazione formale della commissione di reati ed ha ricevuto l'intimazione a presentarsi la prossima settimana al Commissariato di zona per eleggere domicilio e nominare un legale di fiducia. Ed ha appreso che rischia fino a 6 anni di reclusione per inosservanza dei reati previsti dagli articoli 650 (inosservanza di disposizione delle Autorità) e 495 del codice penale (falsa autocertificazione). In alcuni casi si può vedere contestare il reato di "procurata epidemia", punito da 3 a 12 anni.

E qualcuno mi ha pure detto speranzoso: "ma tanto poi fanno l'amnistia …". Senza vergogna.

Non va … non va proprio questo modo di pensare.

Meno male che ci sono esempi di persone che fanno il loro dovere e sono applauditi.
E vengono definiti eroi. Appunto, persone che fanno cose fuori dall'ordinario.

P.
(-----------;)--------------)
Hold fast to dreams / For if dreams die /Life is a broken-winged bird / That cannot fly.
Hold fast to dreams / For when dreams go / Life is a barren field / Frozen with snow
(Dreams, Langston Hughes)

Desperate

Pera Culona

Posts: 308

Activitypoints: 952

Date of registration: Jan 19th 2020

  • Send private message

14

Saturday, March 21st 2020, 8:57pm

L'isolamento e la quarantena, sono sempre stati fonte di grande stress e sofferenza per l'umanità quando sono stati applicati nel corso della storia. Ora sono misure necessarie perchè salvano la vita, ma sicuramente il benessere psicologico dei singoli individui ne risente, anche se è per il bene della collettività. L'insolamento sociale se qualcuno ha studiato un po' di psicologia, psichiatria o neuroscienze saprà che può portare a depressione e psicosi. Cosi come uno stato di isolamento forzato per una pandemia o un clima generale di pericolo costante, in soggetti predisposti possono far sviluppare sintomi simili al PTSD (disturbo post traumatico da stress). Quindi è perfettamente "normale" vedere parte della popolazione che vive in tensione e con maggiore aggressività. Certo questo non giustifica la maleducazione, l'isteria, il voler superare la fila, l'ultima cosa è tipica della mentalità che possiede l'Italiano medio che si base sulla furbizia e il non voler rispettare le regole.


Beh, almeno è consolante sapere che è "normale", mettiamola così ;) . Io negli altri non ho avuto occasione di notarlo, anche perchè appunto siamo isolati, ma negli ultimi giorni, esattamente da giovedì, sono io a essere aggressiva.
Non c'è niente da fare, fino a un certo punto mi sono adattata, perchè ne comprendevo bene la necessità, ma adesso, con le nuove restrizioni, che nella mia regione sono in vigore da giovedì, mi è scattata l'insofferenza. Sono cresciuta con il culto della libertà individuale, e questo infittirsi di divieti mi provoca un istinto di ribellione che la razionalità non controlla più di tanto, perchè anche razionalmente non sono più convinta che gli ulteriori divieti siano così efficaci.
Giovedì notte non riuscivo a prendere sonno, cosa per me rarissima, tanto ero innervosita dopo aver letto degli ultimi provvedimenti regionali, poi prontamente recepiti dal governo, visto che s'innesca la gara a chi tutela di più, che però ora coincide con chi proibisce di più. E ieri ho sbroccato con una penosa figura di merda, prendendo a male parole la tizia che non voleva farmi entrare al supermercato perchè avrebbe chiuso entro un quarto d'ora.
Quello che mi ha preoccupato del mio comportamento veramente maleducato è stata la velocità della mia reazione, segno che, mentre di solito mi arrabbio di rado e sono in grado di discutere civilmente, ieri sono scattata come una iena, passando ovviamente dalla parte del torto.
Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo.
J.W.Goethe

15

Saturday, March 21st 2020, 9:47pm

Pivaldo: Modifico il post con questa frase inziale, perchè credo stiamo dicendo cose simili sotto certi punti di vista dopo aver riletto il tuo con meno fretta.

Concordo sul fatto che l'atteggiamento "faccio quello che voglio, tanto c'é l'amnistia" faccia arrabbiare e non poco, ma io credo di essermi espressa male, mi riferivo a un atteggiamento di odio gratuito nei confronti di chiunque sia fuori casa, ma sta facendo cose permesse e con le dovute precauzioni.Per questo, dicevo, mi sembra che gridare contro uno che porta a spasso un cane, un vecchietto che cammina da solo e uno che sta portando i sacchetti della spesa, sia cattiveria gratuita, anche perché tutte e 3 queste attività, tranne la passeggiata, sono ancora permesse e andando a far passeggiare il cane o a camminare in un piccolo paese, non rischio di infettare nessuno. Intendevo solo che ci volesse più clemenza nei confronti delle persone che si vedono passare sotto casa, non si sa perché sono uscite, dove stanno andando e come mai. Ci vuole anche più clemenza nei confronti di chi ha preso le regole un passo per volta, finché non si sapeva bene la gravità della situazione, ad esempio di chi è andato camminare finché ha potuto e poi ha smesso. Per quanto sí, sarebbe stato meglio chiudersi tutti in casa fin dall'inizio, finché il governo non vieta determinate cose, è normale che il cittadino medio continui farle, in quanto in esse ci vede uno spiraglio di libertà e pensa di non fare nulla di male, poichè in regola. Credo sia la natura umana, non solo di noi italiani. Non fate il processo a queste persone che han seguito le regole date mnan mano, c'è chi si è chiuso in casa fin dall'inizio, vero, ma non tutti la prima e la seconda settimana sono stati tanto previdenti, quando i contagi erano bassi e non si sapeva ancora che corso avrebbero preso le cose.
Ora sì, tutti dobbiamo stare a casa, qui in Lombardia sappiamo sulla nostra pelle che è rischioso uscire, mentre nelle altre regioni con meno contagiati avete la nostra storia come esempio. Chi pensa di potersi trovare tranquillamente con gli amici, non si è reso conto di ciò che rischia per i propri cari e per sé - se uomo specialmente- ma è sempre meglio non fare la pubblica gogna di chi si vede per strada, perché poi si va ingiustamente a gridare contro chiunque passi sotto casa propria.
La fuga a sud ha fatto arrabbiare anche me, ma posso capire il panico generale. Tieni inoltre conto che quella settimana circolavano ancora le notizie sul fatto che fosse una semplice influenza. Setto questo, è stata una b******* andarsene da una zona che sarebbe diventata rossa in poche ore, a una zona priva di contagi, concordo che quel caso è stato davvero un cattivo esempio di senso civico. Tuttavia, credo che chi l'abbia fatto si stia gà pentendo da solo. Credo inoltre che nelle ultime due settimane in molti abbiano capito che il sistema sanitario è ormai in tilt e vedo che tutti quelli che conosco si stanno attenendo alle regole e uscendo anche meno di quanto permesso, ma lo si fa perché ormai si è consci della situazione e prima non lo si era. Nessuno si aspettava qualcosa del genere, neanche molti medici.
Sicuramente è stato sbagliato diffondere inizialemente la notizia che fosse una semplice influenza, su quello io ho sempre cercato di informare bene i miei parenti e amici. Magari è stato fatto per placare gli animi, ma piuttosto si sarebbe dovuto mettere in guardia i cittadini della sua effettiva mortalità e contagiosità, pur sottolineando che inizialmente i casi sembravano localizzati ad un unica provincia e contenuti....ma con il senno di poi ne son piene le fosse.
Sono speranzosa, perchè vedo gente che si attiene alle regole, meglio focalizzarci sul positivo che vedere tutti come degli untori irrispettosi delle regole e furbi, no? Il virus non fa distinzioni e credo che più che il senso civico, ciò che spingerà molti alla quarantena sarà l'affetto per i propri cari più a rischio. Qualsiasi sia il motivo, l'effetto desiderato sarà ottenuto.

Io comunque ho amici sia in inghilterra che in Usa e da quel che mi fanno vedere e mi dicono, non se la passano benissimo, uno ieri mi ha mandato un video di due persone che si picchiavano al supermercato.

This post has been edited 4 times, last edit by "jfx" (Mar 21st 2020, 10:51pm)