Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Velista giovane

Giovane Amico

  • "Velista giovane" is male
  • "Velista giovane" started this thread

Posts: 139

Activitypoints: 606

Date of registration: Jul 13th 2010

  • Send private message

1

Saturday, April 21st 2012, 8:50pm

Cambiare ambiente = cambiare vita?

Secondo voi cambiare ambiente, in altre parole traslocare, andare a vivere altrove, può migliorare la propria vita? Io ho problemi di solitudine non ho amici, non ho mai avuto una ragazza. Chiedo a chi ha cambiato città, regione, o è andato a lavorare altrove, se la sua vita è migliorata. Ci sono film in cui il protagonista viene promosso o cambia lavoro arriva in questa nuova città e socializza facilmente è così? A volte ho la tentazione di fuggire, di andarmene in questo luogo in cui si sono consumati gli eventi che sono i miei brutti ricordi e i miei pochi bei ricordi. Immagino di prendere un aereo, raggiungendo l'aereoporto senza mai voltarmi indietro, fare il biglietto di solo andata e poi via.......

paciugo

°.....................°

  • "paciugo" is male

Posts: 7,833

Activitypoints: 23,811

Date of registration: Nov 10th 2008

Location: paciugandia

Occupation: paciugheggio

  • Send private message

2

Sunday, April 22nd 2012, 9:07am

Se come scrivi, i luoghi dove vivi ti evocano brutti ricordi e non hai niente che ti ci tiene legato, può essere un'idea quella di cambiare ambiente, ma ciò non vuol necessariamente dire cambiare vita, soprattutto se ci sono cose da risolvere dentro di te, se invece i problemi sono solo di contesto, allora il discorso può funzionare.

dora

Forumista Incallito

  • "dora" is female

Posts: 4,735

Activitypoints: 15,244

Date of registration: Mar 14th 2010

Location: Zacatecas

Occupation: Dama della Nuova Spagna

  • Send private message

3

Sunday, April 22nd 2012, 9:27am

Io sono andata via di casa a 18 anni, magari erano altri tempi. Per la mia generazione era un obiettivo fondamentale comunque passare alcuni anni lontano dalla famiglia, anche se poi si fosse optato per tornare. Nel mio caso è stato un vero e proprio "salvarsi la vita" in tutti i sensi, sia per le dinamiche familiari, sia perché semplicemente nella mia regione lavoro non c'era o era già allora molto precario. Sono stata anche per due anni all'estero, molto formativi (conservo ancora delle amicizie e riusciamo a vederci almeno una volta all'anno, sentendoci sempre). La solitudine c'è è vero, è una delle cose da affrontare comunque ma si rimedia iscrivendosi ad associazioni culturali, sportive o di volontariato, oppure partecipando alla vita del paese o della città che ci ospita. Lo rifarei assolutissimamente, ogn itanto torno al natìo borgo selvaggio e mi viene male a pensare a quale sarebbe stata la mia vita se fossi rimasta lì ;(

oltreilconfine

Nuovo Utente

  • "oltreilconfine" is male

Posts: 14

Activitypoints: 42

Date of registration: Apr 12th 2012

Location: oltre ogni confine conosciuto

Occupation: guardare i tramonti.

  • Send private message

4

Monday, April 23rd 2012, 4:22pm

Esci dal porto e vai in mare aperto.
Funziona cambiare ambiente per cambiare vita.
Spesso sono certi "ancoraggi" ad impedirci di crescere e vivere la vita in modo pieno e soddisfacente.
Così come cambiare aria in una stanza, o anche la disposizione dei mobili, mette in circolo una energia che mai si pensava di avere.
E si diventa pure belli! :assi:

Buon viaggio
" credo di aver trovato cosa occorra per essere felici: una vita tranquilla, appartata, in campagna. Con la possibilità di essere utile con le persone che si lasciano aiutare, e che non sono abituate a ricevere. E un lavoro che si spera possa essere di una qualche utilità; e poi riposo, natura, libri, musica, amore per il prossimo. Questa è la mia idea di felicità.

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" is male

Posts: 2,001

Activitypoints: 6,610

Date of registration: May 7th 2011

Location: Città del Capo

  • Send private message

5

Monday, April 23rd 2012, 4:36pm

Dipende come sei fatto, sei un tipo socievole? perchè se sei introverso e timido sarà difficile farti amici ovunque, e nel caso dovresti lavorare più su te stesso.

Per esperienza ti dico che i problemi che hai o i limiti del tuo carattere, li puoi evadere per un po quando cambi aria, te ne dimentichi, ma poi ritornano a bussare alla porta.

Insomma sai come si dice: "non si scappa da se stessi".

dac82

Giovane Amico

  • "dac82" is male
  • "dac82" has been banned

Posts: 178

Activitypoints: 687

Date of registration: Dec 7th 2011

  • Send private message

6

Monday, April 23rd 2012, 5:09pm

dipende molto dal perchè vorresti cambiare ambiente: se il problema è dentro te, ti seguirà ovenque andrai.
Lo puoi risolvere dove sei, oppure se cambi aria riuscirai a risolverlo ancora meglio...quello che chiedi è talmente soggettivo che non esiste una ricetta. L'unica cosa è che devi cercare di guardarti dentro e cercare di conoscerti meglio
Insomma sai come si dice: "non si scappa da se stessi".
ed io citerei questa:
"se vuoi scappare da un paese di diecila abitanti, significa che vuoi scappare da te stesso. E da te stesso non ci scappi nemmeno se sei Eddy Merx"
________________________________________________
"Un uomo solo che guarda il muro è un uomo solo.
Ma due uomini che guardano il muro è il principio di un'evasione."

________________________________________Jack Folla


Zauma

non ho nulla da dire

  • "Zauma" has been banned

Posts: 80

Activitypoints: 268

Date of registration: Dec 23rd 2011

  • Send private message

7

Saturday, April 28th 2012, 9:14pm

Dipende come sei fatto, sei un tipo socievole? perchè se sei introverso e timido sarà difficile farti amici ovunque, e nel caso dovresti lavorare più su te stesso.

Per esperienza ti dico che i problemi che hai o i limiti del tuo carattere, li puoi evadere per un po quando cambi aria, te ne dimentichi, ma poi ritornano a bussare alla porta.

Insomma sai come si dice: "non si scappa da se stessi".
quello che dice caos è la verità.aggiungo,se sei in pericolo di vita certo che cambiare luogo ecc.. è vitale,ma come dice caos,se è un problema di timidezza ecc...inutile fuggire.
non ho nulla da dire

sussurro

Utente Attivo

  • "sussurro" is male
  • "sussurro" has been banned

Posts: 34

Activitypoints: 112

Date of registration: Jan 20th 2012

  • Send private message

8

Saturday, April 28th 2012, 11:34pm

Quanto trovo attuale questo 3d.
Proprio ieri sera in chat si parlava di questo tema ed è molto bello sentire le varie campane.
Ciò che mi fa riflettere però è la domanda iniziale dell'autore: ma sono socievole, sono estroverso o introverso non avendo amici?
E' la stessa domanda che mi pongo da tanti anni pure io: che sono? Quasi tutti mi dicono che sono estroverso, sono allegro......ma è vero? Si lo sono durante il giorno, ma appena cala il buio, il mio stato d'animo cambia radicalmente. Odio la solitudine, odio il paese dove abito, non ho amici (non ho nemmeno nemici se è per quello) ma in me si forma come una specie di barriera protettiva che non mi permette di essere lo stesso uomo di giorno e di notte. E come dice l'autore del 3d, anch'io cambierò residenza tra pochissimi giorni. Spero mi serva, giovi ad essere più equilibrato, ad essere più sicuro di me stesso.
Qualcuno ieri sera in chat (Zauma) mi ha suggerito un metodo che per me è molto difficile da attuare ma ritengo sia veramente l'unico da seguire: essere se stessi senza dover soggiacere sempre ai giudizi degli altri. Invece purtroppo il mio carattere mi porta sempre lì: vale centomilavolte di più il comportamento degli altri o ciò che penso io.
E' mancanza di autostima? Può darsi. E' sentirsi inferiori agli altri anche se in cuor tuo dici di nò? Forse, anzi sicuramente. Ma perchè?????????????

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" is female

Posts: 1,574

Activitypoints: 4,847

Date of registration: Jul 26th 2010

Location: lazio

Occupation: commerciante

  • Send private message

9

Sunday, April 29th 2012, 6:44am

è difficilissimo essere se stessi , a volte puo essere anche un illusione , secondo me invece non dovresti aspettarti nulla, vivere al momento senza fare pronostici ....noi viviamo in comunita , non si puo non tener conto del giudizio altrui , sarebbe ancor piu deleterio proprorsi uno scopo per poi non poterlo raggiungere abbasserebbe ancor di piu l'autostima , è meglio distinguere i momenti in cui puo essere se stessi , da altri in cui non lo si puo essere , questo aiuta a conoscere se stessi ... essere se stessi a tutti i costi è una forzatura .....

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" is male

Posts: 2,001

Activitypoints: 6,610

Date of registration: May 7th 2011

Location: Città del Capo

  • Send private message

10

Sunday, April 29th 2012, 10:16am

Quoted

ma sono socievole, sono estroverso o introverso non avendo amici

Quoted

essere se stessi senza dover soggiacere sempre ai giudizi degli altri. Invece purtroppo il mio carattere mi porta sempre lì: vale centomilavolte di più il comportamento degli altri o ciò che penso io.


Pratica inapplicabile, se non sai nemmeno tu cosa vuoi essere, sarai sempre soggetto alle critiche altrui, ti faranno sempre male!

Mi sembra più realistica questa soluzione:

Quoted

è difficilissimo essere se stessi , a volte puo essere anche un illusione , secondo me invece non dovresti aspettarti nulla, vivere al momento senza fare pronostici ....noi viviamo in comunita , non si puo non tener conto del giudizio altrui , sarebbe ancor piu deleterio proprorsi uno scopo per poi non poterlo raggiungere abbasserebbe ancor di piu l'autostima , è meglio distinguere i momenti in cui puo essere se stessi , da altri in cui non lo si puo essere , questo aiuta a conoscere se stessi ... essere se stessi a tutti i costi è una forzatura .....