Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,281

Activitypoints: 4,655

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

1

Tuesday, March 10th 2015, 12:08pm

Bloccato dal giudizio altrui

Più va avanti la psicanalisi, più mi rendo conto che – nella maggior parte dei casi – non ho fatto le esperienze che avrei voluto semplicemente perché sono stato bloccato prima dal giudizio altrui. La domanda che mi traumatizza è: “Se compio questa determinata azione, cosa penseranno gli altri di me?”. Sostituite questa determinata azione con i gesti (grandi e piccoli) che fanno sì che una persona sia unica, irripetibile e stia bene con sé stessa.
Per esempio, non ho mai cambiato look sia perché non ho trovato un’alternativa che mi piacesse o convincesse, sia perché temo di essere giudicato negativamente dagli altri.
Personalmente, invidio le persone che stanno bene con sé stesse, che riescono a dire: “Mi presento con questo look perché io mi sento bene così!”.
Se dovessi individuare una causa, direi che è dovuta alla mancanza della trasgressione adolescenziale. A causa del timore di punizioni o litigi in famiglia, mi sono sempre comportato come volevano i miei genitori.
Le rare volte che ho disobbedito agli ordini ricevuti fortunatamente non è accaduto nulla di male, ma il malessere provocato dai litigi ed il pensiero di aver causato dolore ai miei genitori scatenava un profondo senso di colpa.
Ora la voglia di essere veramente chi si è sta gradualmente salendo, ma è ancora più debole del senso di colpa.
Ora: data l’età (36 anni) potrei fare ciò che voglio. Tuttavia, sono molto legato agli altri e temo molto che una mia qualsiasi decisione li possa allontanare da me.
Gradirei avere una qualsiasi considerazione, partendo da una domanda: “Se non si fa del male agli altri, è giusto fare ciò che si vuole veramente?”

2

Tuesday, March 10th 2015, 3:35pm

Premesso che muoversi sui binari del giusto e sbagliato in questo tipo di problema mi sembra del tutto inutile, ti dico che per me la domanda più interessante è: cosa voglio, cosa desidero e di cosa ho bisogno veramente?

Il giudizio altrui non ha bloccato solo le manifestazioni ma prima ancora i pensieri, la cura di sé.
namasté

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 502

Activitypoints: 1,363

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

3

Tuesday, March 10th 2015, 3:36pm

Ti capisco! Anche io vengo da un condizionamento familiare decisamente repressivo e castrante, sarà una sottigliezza ma io credo che la mancata trasgressione adolescenziale fosse nel tuo caso già una conseguenza di uno schema di comportamento, di un'atmosfera emotiva familiare già ampiamente ineriorizzata, almeno per me è stato così. Comunque io ti vedo all'inizio di un cammino di consapevolezza che promette molto bene...
Una domanda... come sei messo a rabbia? La senti? Riesci ad esprimerla?
E' un fattore molto importante nel cammino di liberazione dai condizionamenti, da non saltare, da gestire con cura...
Ho la sensazione che dovrai incazzarti parecchio da qui in avanti...non essere avaro in tal senso ;)
Ciao :)

This post has been edited 2 times, last edit by "Belfalas" (Mar 10th 2015, 3:49pm)


Danny

Utente Avanzato

  • "Danny" is male

Posts: 816

Activitypoints: 2,497

Date of registration: Jun 10th 2012

Location: Europa

  • Send private message

4

Tuesday, March 10th 2015, 4:09pm

ciao,

ti comprendo alla perfezione dato che ho avuto un´adolescenza estremamente simile alla tua, mai una ribellione, mai una ragazzata, mai uno scontro, nessuna esperienza particolare, ecco perché mi ritrovo adesso a Dover iniziare quasi da Zero.

Adesso che di anni ne ho 33 ho deciso di prendere in mano la mia vita e sto riuscendo a sbottare ed esprimermi come meglio credo sia con lo stile di vita che con il look, semplicemente seguo le mie sensazioni e se mi sento una Rockstar mi vestiró un po´piu´rock e cosi´via, senza curarmi di Cosa dicono.
Le persone sono molto occupate a pensare ai propri di problemi, credimi, non stanno a guardare Cosa fai tu.

Agisci fai quello che ti pare, prova a cambiare e divertiti a constatare le reazioni che gli altri possono avere.

OhNo!

Nuovo Utente

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Mar 5th 2015

  • Send private message

5

Tuesday, March 10th 2015, 4:18pm

Io ho esattamente il tuo stesso problema, da adolescente non effettivamente non ho mai fatto nulla di fuori dagli schemi, non avevo mai pensato a questo come possibile spiegazione dei miei attuali problemi. Comunque, io la vedo un pò diversamente: le persone in realtà tendono a giudicare gli altri, lo fanno spesso e spesso perchè loro stesse hanno delle insicurezze. Ma sono sempre giudizi che rimangono circoscritti, che vengono presto dimenticati, e che noi stessi dovremmo imparare ad ignorare proprio per la loro inconsistenza. Mi rendo conto di quanto sia difficile, ovviamente.

ofelia

Amico Inseparabile

  • "ofelia" is female

Posts: 904

Activitypoints: 3,347

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

6

Tuesday, March 10th 2015, 4:46pm

Se si vuole provare a fare alcune cose che non si sono mai fatte allora inizia con piccole cose. basta provare qualcosa alla volta, non tutto insieme, così tu stesso ti abituerai al cambiamento in te e magari abituerai anche gli altri. Ma credo che sia arrivato davvero il tempo di fare quello che vuoi perchè se finora hai tralasciato questa parte così importante di te è tempo che tu la sviluppi e la mostri anche all'esterno e se sei convinto di ciò che sei non avere paura del giudizio degli altri. Chi non ti accetta per quello che sei non si merita nulla di te. Quindi prova già da domani a fare una cosa per te stesso, una cosa che ti piace, anche piccola. Vestiti come ti piace, inizia con un accessorio, un colore diverso, prova qualcosa che veramente esprime la tua personalità.
Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,281

Activitypoints: 4,655

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

7

Tuesday, March 10th 2015, 5:01pm

Ringrazio tutti per le considerazioni avute fin qui: rispondo alle domande che mi avete fatto finora.
- la huesera : la domanda cosa voglio, cosa desidero e di cosa ho bisogno veramente? me la faccio ogni giorno, più volte al giorno. Sono arrivato al punto di mettermi seduto alla scrivania con un foglio e una penna, cercando di elencare i miei desideri; allo stato attuale, il foglio resta desolatamente bianco.
- Belfalas: per quanto riguarda la rabbia, la sento. Non è una sensazione costante: mi arrabbio quando ho un contrasto con qualcuno durante un dialogo, anche per una semplice divergenza di opinioni. Purtroppo, non riesco ad esprimerla come vorrei: sono ancora bloccato un po’ dall’educazione e dalla bassa autostima che mi “impediscono di litigare”, se così possiamo dire. Per anni, sono stato abituato ad ingoiare il rospo…e credimi, ne ho ingoiati tanti.
- Danny: concordo sul fatto che le persone hanno molti problemi a cui pensare. Chissà perché, però, quando dialogo con qualcuno mi sento spesso giudicato e analizzato. Basta uno sguardo che io giudico torvo per sentirmi giudicato. Per quanto riguarda il fare quello che mi pare, ci sto provando ma, come ho detto rispondendo a la huesera, non riesco ancora a farlo come vorrei.

guarigione

Giovane Amico

Posts: 135

Activitypoints: 454

Date of registration: Aug 24th 2014

  • Send private message

8

Wednesday, March 11th 2015, 10:46pm

Caro amico capisco benissimo il tuo problema....

sotto c'è un catastrofismo ma sappi cjhe sono molto rarre le situazioni catastrofiche.....purtroppo si stato vittima della tua famiglia...
sono stati troppo rigidi e sei venuto troppo quadrato...
sii come vuoi ma sappi una cosa....viviamo in un mondo di azione e reazione, potrai fare qualcosa che indispettisce qualcuno o far accadere qualcosa che forse non vorresti che accada ma è il prezzo che si paga ad essere liberi...
come vantaggio comportamentale hai la zona di comfort di un mondo che riesci a prevedere e quindi a soffrire meno del tuo dolore
ma in cambio hai dato la tua libertà....
ora il vantaggio sta cedendno e hai bisogno di esprimerti quindi devi cambiare comportamento e accettare le nuove conseguenze....

Poi guarda forse gli altri se ti mostri per come sei ti vedono più simile a loro e casomai si avvicinano se rimani immobile, e te lo dio per esperinza personale diventano diffidenti e avrai rapporti solo superificiali e formali.

E poi guarda le persone sono stupide, troverai immaturi e coglioni....purtroppo non viviamo in un mondo perfetto...

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,281

Activitypoints: 4,655

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

9

Thursday, March 12th 2015, 10:03am

Guarigione, ironia della sorte, il tuo discorso è identico a quello fatto dalla mia terapeuta proprio nella seduta di ieri: parole diverse (ovviamente), ma il concetto espresso è il medesimo, prezzo da pagare incluso.

guarigione

Giovane Amico

Posts: 135

Activitypoints: 454

Date of registration: Aug 24th 2014

  • Send private message

10

Friday, March 13th 2015, 9:40am

beh allora mi devi 80 euro
xD

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 502

Activitypoints: 1,363

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

11

Friday, March 13th 2015, 10:34am

o
beh allora mi devi 80 euro
xD

Mi raccomando la fattura però :prrr:

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,281

Activitypoints: 4,655

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

12

Friday, March 13th 2015, 10:51am

o
beh allora mi devi 80 euro
xD

Mi raccomando la fattura però :prrr:

Azz...siete più cari della mia terapeuta! :D

Comunque sia, l'ultima seduta mi è servita proprio per analizzare l'aspetto di cui ho discusso qui: ho aperto una sorta di discussione specifica a riguardo: cliccate qui per vederlo.

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Mar 13th 2015, 11:07am)