Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


joesatriani

Giovane Amico

  • "joesatriani" started this thread

Posts: 193

Activitypoints: 789

Date of registration: Nov 26th 2011

  • Send private message

1

Sunday, May 5th 2019, 2:06pm

Frase del mio psicologo

Sono seguito da uno psicologo che non è psicoterapeuta ma ha fatto la scuola di Nardone e quindi può fare terapia breve strategica.
Mi ha detto che dai problemi che ho è impossibile cancellarli tutti, cioe' imparerò a gestirli.
Pero' io anni fa ero guarito completamente e di questi problemi ci ridevo sopra...

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,373

Activitypoints: 3,517

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

2

Sunday, May 5th 2019, 2:42pm

Quindi adesso, visto che eri assolutamente guarito, ti sei ''ammalato'' di qualcos'altro, o almeno di qualcosa causato da altro rispetto al passato. Nella vita, se una persona si rompe un braccio, non è detto che non si possa rompere ancora lo stesso braccio, non necessariamente nello stesso punto. Il medico, probabilmente, intenderebbe dire che, nel qual caso si presentassero problemi simili nel tempo, conoscendo le situazioni precedenti, si potrebbe gestire meglio un disagio nuovo che crea un disturbo. Non esiste una pillola che risolve tutti i problemi; cerchiamo di affrontarli secondo le nostre possibilità, man mano che si propongono e, dove possibile ovviamente, cercare di prevenire facendosi aiutare, se necessario, qualora non si sia in grado di aiutarsi da soli. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,373

Activitypoints: 3,517

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

3

Sunday, May 5th 2019, 2:45pm

Chiedo scusa, ho risposto in una sezione per gli psicologi. Mi era già successo, non l'ho fatto di proposito a sbagliare.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

  • "Dott. Alessio Congiu" is male

Posts: 121

Activitypoints: 360

Date of registration: Apr 10th 2017

Location: Verona

Occupation: Psicologo clinico

  • Send private message

4

Tuesday, May 7th 2019, 12:10pm

Gentile joesatriani,

in casi simili a quelli da lei citati, trovo di grande utilità riflettere sulla famosa poesia della serenità del teologo protestate Reinhold Niebuhr:

« Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscere la differenza

Al di là dei richiami religiosi intrinseci al componimento, trovo questa poesia molto utile per comprendere la logica sottesa al cambiamento: ci impegniamo con coraggio a cambiare qualcosa di noi stessi soltanto laddove ciò potesse essere effettivamente cambiamento. Per tutti i casi in cui invece ciò non fosse possibile, sarebbe più utile disporsi in un atteggiamento di accettazione (non rassegnazione), in quanto il motivarsi al cambiamento non sarebbe diverso dal lottare contro i mulino a vento, rivelandosi una battaglia già persa in partenza e potenzialmente dannosa per il nostro già precario equilibrio psico-emotivo. Vero è, tuttavia, che non è cosa semplice riuscire a comprendere che cosa effettivamente sia o meno modificabile. Neanche il più competente dei professionisti ha simili certezze, ed è per questo che si limita a dare indicazioni in relazione a quanto emerso dagli studi. Come tutte le persone, si ha bisogno di tempo per convincersi, provando dapprima varie strade, toccando con mano. La domanda che pone in questo forum, dunque, assolve proprio a tale funzione di messa in discussione.

Il tempo e l'esperienza, in questi casi, sono sempre i migliori alleati.



P.S: la terapia strategica breve è una forma di psicoterapia che può essere svolta unicamente da professionisti che hanno completato una formazione quadriennale post-lauream in psicoterapia, siano essi psicologi o medici. E' comunque possibile per simili specialisti condurre terapie seppure non ancora abilitati all'esercizio dell'attività di psicoterapeuta laddove fossero iscritti ad una scuola di psicoterapia e fossero opportunamente supervisionati da uno psicoterapeuta esperto.

  • "Dott. Alessio Congiu" is male

Posts: 121

Activitypoints: 360

Date of registration: Apr 10th 2017

Location: Verona

Occupation: Psicologo clinico

  • Send private message

5

Tuesday, May 7th 2019, 12:18pm

Gentile windrew,

il suo benevolo errore ci è da esempio per ricordarci uno dei principali diritti dell'essere umano: la possibilità di sbagliare.

Qualora nel far questo si riuscisse ad assumere al contempo la responsabilità per i propri errori, ci si disporrebbe a vivere in modo più accogliente con noi stessi e con gli altri. Mi sembra che così lei stia facendo. Sono io quindi che la ringrazio per il buon esempio che da a me come pure agli utenti del forum.

joesatriani

Giovane Amico

  • "joesatriani" started this thread

Posts: 193

Activitypoints: 789

Date of registration: Nov 26th 2011

  • Send private message

6

Tuesday, May 7th 2019, 9:52pm

Grazie, si confermo lui e' supervisionato da Giorgio Nardone.