Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


shyness

Utente Attivo

  • "shyness" started this thread

Posts: 19

Activitypoints: 78

Date of registration: Jan 3rd 2012

  • Send private message

1

Saturday, February 15th 2020, 1:25pm

Domanda su comportamento della psicoterapeuta

Buongiorno,

Ho solo bisogno di condividere la mia esperienza con la mia psicoterapeuta e capire se tutto cio' e' normale. Sto attraversando un periodo molto difficile, in quanto il mio compagno da 7 anni e mezzo, nel giro di poco tempo ha iniziato a soffrire di depressione, cambiato personalita' e deciso di prendere un periodo di pausa.

Quando questo e' successo, ho chiamato la psicoterapeuta che mi aveva seguito per un po' circa un anno fa. Al tempo la contattai perche' soffrivo di angoscia e crisi di pianto. Dopo poche sedute mi aveva liquidato dicendo che non avevo nessun motivo per essere depressa e che lei piu' di cosi non poteva dirmi.

Questa volta, essendo disperata e non volendo ricominciare tutto daccapo, ho ricontattato lei. Durante le sedute, mi sono fondamentalmente sentita dire che lui si e' stancato perche' io mi sono sempre comportata da "principessa", non mostrandogli il mio amore come si deve, quindi il risultato e' che io ora mi sento estremamente in colpa per la fine del rapporto. Non abbiamo mai affrontato la mia situazione personale, come gestire la disperazione e la solitudine, come investire su di me, niente di tutto cio'. Le sedute erano piu' una dispensazione di consigli e alcune critiche che non mi hanno portata da nessuna parte.

Tra una seduta e l'altra mi chiede di mandarle degli aggiornamenti, ai quali ha sempre risposto con una frase di circostanza. L'ultima e' stata "mi dispiace, il suo fidanzato e' ormai perso e sta chiaramente pensando ad un'altra". Poi e' sparita, nonostante il mio messaggio in cui le dico che sto malissimo e che non so cosa fare. Per di piu', che lui stia pensando a un'altra e' una sua ipotesi, che potrebbe essere anche vera, ma non basata su fatti concreti.

Mi chiedo se questo comportamento e' da considerarsi professionale? E' normale che uno psicoterapeuta mandi un messaggio del genere ad un paziente che sta male e non si preoccupi delle conseguenze?

Per me e' stata un'altra mazzata e la voglia di ricominciare con un altro terapeuta mi e' totalmente passata.

Grazie

dottdistefano

Utente Attivo

  • "dottdistefano" is male

Posts: 23

Activitypoints: 73

Date of registration: Aug 19th 2017

Location: Roma

Occupation: Medico Psicoterapeuta

  • Send private message

2

Wednesday, March 4th 2020, 7:17pm

Cara Shyness
io non posso fare altro che crederle.

SE,SE quello che racconta fosse anche la metà della verità, ovviamente il giudizio sarebbe molto severo.
Non lo dò, perché forse la sua terapeuta si è spiegata male. O lei ha capito male, quello che vuole.
Non le sembri sfiducia, ma non riesco a pensare che quello che dice sia proprio così.
E naturalmente, dare giudizi su una terapeuta sentendo solo una campana, non va bene.
Quindi, il mio NON è un giudizio sul suo caso specifico.

Una cosa però è molto importante dire.
Nel nostro lavoro, l'ULTIMA cosa che dobbiamo fare è dispensare consigli.
Le risposte, quelle vere, le deve sempre dare la paziente - o il paziente, naturalmente.

Detta in modo semplice, se io metto a posto la testa, poi la testa trova il modo di risolvere i problemi.
E le assicuro che è sempre così. Come dicono i buddisti, cambia te per cambiare il mondo.
Mai e poi mai mi azzarderei a suggerire un determinato comportamento a chiunque stia davanti a me in seduta.
Lo considero poco professionale, anche se il consiglio è eccellente.

Un affettuoso saluto e tantissimi auguri.
Dottor Michelangelo Di Stefano, medico e psicoterapeuta
Certificato EMDR, Training Autogeno e Psicoterapia
sito web email


shyness

Utente Attivo

  • "shyness" started this thread

Posts: 19

Activitypoints: 78

Date of registration: Jan 3rd 2012

  • Send private message

3

Friday, March 6th 2020, 7:12pm

Gentilissimo Dottor Di Stefano,

La ringrazio moltissimo per avermi dedicato del tempo nel rispondere alla mia domanda.

Capisco benissimo la sua posizione e il non poter dare un giudizio senza aver sentito le due campane. In ogni caso, la Sua risposta mi ha aiutato a capire che il dispensare consigli non e' quello che ci si dovrebbe aspettare da uno/a psicoterapeuta.

Per fortuna non ho dovuto affrontare il disagio di dire alla mia terapeuta che non sarei piu' andata alle sedute, visto che la decisione l'ha presa lei ed e' sparita dopo il suo l'ultimo messaggio.

Ora credo che mi rivolgero' ad un altro/a terapeuta. Sono fiduciosa del fatto che l'approccio sara' diverso.

Grazie mille di nuovo per il suo aiuto.

Cordiali Saluti