Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


16

Sunday, November 20th 2011, 3:13pm

Tu che rifiuti la società .....dimmi, vivi isolato su una montagna a cacciar cervi a mani nude ?

Oppure, sotto sotto, ti sottometti volentieri anche tu alla società ? ^^

Magari sei contento (quando stai male) degli ospedali creati da questa società, della sicurezza creata da questa società, dalla distribuzione alimentare creata da questa società , usi anche tu le strade, le auto e tutte le altre vie di comunicazione create dalla società.
Scommetto pure che usi internet, un altro prodotto di questa società :D


Ognuno è liberissimo di non sottomettersi ...ma deve anche esser coerente col proprio pensiero.

Ma stiamo andando un po' fuori tema :P

pensiero libero

Giovane Amico

Posts: 189

Activitypoints: 588

Date of registration: Jun 10th 2011

  • Send private message

17

Monday, November 21st 2011, 6:32pm

Intendi dire che non hai le risposte all'ultimo commento che hai messo? Per quello hai scritto quel commento, sul mondo fantastico? Sta lì il problema del pessimismo? Oppure se rispondo pure a queste domande, non ti cambia nulla?
E' una questione di conoscenza o di ribellione?

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" is male

Posts: 819

Activitypoints: 2,537

Date of registration: Feb 27th 2011

Location: Italia

  • Send private message

18

Monday, November 21st 2011, 8:32pm

E' vero tutte cose vere, da giovani se non si è spinti o indirizzati bene, si fanno grosse, enorme, immense cavolate. Io a 26 anni mi sono trovato con una laurea e un diploma nei quali non mi riconoscevo, ma entrambi li ho presi sempre per questo mantra che tutti abbiamo di trovare un lavoro, fare il mercenario a qualsiasi costo. Ho vinto due concorsi, fatti diversi lavori da privati, da tutti mi sono o licenziato o aspettato ansiosamente lo scadere del contratto (tremo al pensiero che vogliano abolire i contratti a termine, è chiaro che da certi lavori di mierda, con la sicurezza di poterti licenziari SE l'azienda va male, non ti lasciano andare tranne che se ti dimetti, perdendo quindi tutti gli ammortizzatori sociali), e da tutto ciò ho ricavato un profondissimo senso di unitilità e di spreco della mia vita e delle mie attitudini.

Sono vecchio? Forse... me lo hanno detto anche varie volte. Eppure a 29 anni mi sono reiscritto all'università, mollato un lavoro da 1550 euro al mese più varie produttività annuali, ed ho cominciato finalmente a studiare ciò che mi appassiona, ciò per cui sto sveglio la notte con piacere pur di proseguire ad imparare. Questo non ha prezzo, e se alla fine non lo farò fruttare in soldoni... be' pazienza, anche la società, io penso, senza voler sembrare troppo superbo, perderà qualcosa se non potrà esplicare al massimo le mie energie intellettuali nella materia a me più consona. Detto questo, bisogna campare, e per campare lavorare, bene, ma non si mi chieda di lavorare oltre il minimo per sopravvivere, che è ben inferiore al minimo sindacale, se si vuole.

Lavagna

Nuovo Utente

  • "Lavagna" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Aug 24th 2011

  • Send private message

19

Wednesday, November 23rd 2011, 4:44pm

Perchè ho tirato dritto col pullmann mi chiedete? Beh è che " con l'aria che tira " non è tanto facile rifiutare un lavoro, specie se cosi professionalizzante. Ciò che mi ha spinto a tirare dritto è stata la totale assenza di appagamento che quel posto mi avrebbe offerto per i prossimi mesi a venire: mi sarei dovuto trasferire, prendendo una stanza, e mi avrebbero offerto solo 400 euro al mese. Il titolare mi disse "...quando io mi sono laureato ho lavorato gratis per 2 anni!".
Direi che si commenta da solo, no? tirare dritto non è stato cosi difficile, anche perché materialmente parlando, i fondi per sostentarmi in quegli ipotetici 6 mesi di stage non li avevo, né io né la mia famiglia. E poi basta con questa storia della famiglia, pure se fossero stati miliardari non possono mettere le toppe quando aziende con fatturati si rifiutano di raccimolare almeno almeno 600 euro per una copertura decente delle spese.

Il discorso " nessuno l'ha costretto, l'ha accettato togliendo opportunità ad un'altra persona " lo trovo incommentabile e anche un pò offensivo, quindi pur segnalandolo lo lascerò passare così. Chi non è in grado di capire che quando ci si trova in stati confusionali non si è in grado di prendere decisioni coerenti....

Si è vero, non possiamo ritirarci dal contesto in cui ci siamo andati a cacciare o abbiamo avuto la sfortuna di nascere.

Da aprile ho cercato lavoro, qualsiasi tipo di lavoro mandando centinaia di CV in modo da poter seguire i miei sogni, magari studiando anche cose che mi interessano di più. Io non voglio fare l'ingegnere, e come ho scritto nell'ultimo post, mi sono rimesso a studiare in modo da cercare una via d'uscita. E nonostante questo sto studiando veramente in questi giorni.


Secondo voi, si può seguire quello che dice Chaplin?

" Don't give yourselves to brutes — men who despise you — enslave you — who regiment your lives — tell you what to do — what to think or what to feel! Who drill you, diet you, treat you like cattle, use you as cannon fodder. Don't give yourselves to these unnatural men — machine men with machine minds and machine hearts! You are not machines! You are not cattle!"

Used tags

università