Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


asulpere

Nuovo Utente

  • "asulpere" started this thread

Posts: 4

Activitypoints: 26

Date of registration: Nov 10th 2014

  • Send private message

1

Sunday, April 12th 2015, 2:31pm

Insicurezza, blocco, ansia riguardo il percorso intrapreso

100%

ho superato, ricominciando da zero cambiando completamente strada. (1)

0%

ho superato, e continuato sulla strada intrapresa.

0%

non ho superato.

Ciao a tutti,

Sono un ragazzo di quasi 21 anni, frequento l'università (studio fuori sede),
facoltà di medicina, primo anno.

Spero di scrivere cose che diciamo possano essere argomento
di discussione e utili.

Quello che vorrei raccontare/discutere è piuttosto personale, perchè non l'ho mai detto a nessuno, ma anche condivisibile poichè sono certo sia già stato provato da altri, che spero intervengano.

Partiamo dal punto: mi sembra che la mia vita abbia preso una piega che
non fa per me, come se non fosse mia, non mi sento "io", quello di
sempre, che ero.

La paura la fa da padrona, mi sta letteralmente accompagnando nei giorni.

Prima dell'università -al liceo- stavo bene e
mi sentivo vivo nel senso di carico di energia e vitalità,
caratteristica che mi ha sempre contraddistinto e che ora è più debole. è
come se con il passare del tempo si fosse consumata, mi sto riducendo a
sentirmi frustrato, insoddisfatto, incerto, ma soprattutto,
profondamente inadatto a tutto questo.

Provenendo dal liceo scientifico ordinario, avevo sempre pensato che medicina facesse per me, mi
vedevo solo in quello, anche ora che ho cominciato mi piace; ma il problema
è: io ho altre passioni, non sono mai stato un amante dello studio,che ho sempre vissuto
semplicemente come il mio 'dovere'. Ora che sono all'università, anche se al
primo anno, la paura di non avere tempo da dedicare a ciò che mi piace
mi sta distruggendo. (al liceo ovviamente era diverso, il tempo si trovava/gestiva meglio)


Lo scontro più grosso è stato quello poi di vivere durante i giorni
feriali in un'altra città, ogni fine settimana che torno a casa non
vorrei ripartire più, i miei amici, quelli veri, la mia famiglia, le mie
passioni, il mio sport, tutto è nella mia città natale e dove ho sempre vissuto; ogni volta ripartire è peggio
della volta prima, ma nella mia città alla fine non ci sono molte
opportunità, è una città prevalentemente turistica... Sono stretto in
questa morsa, la paura anche di deluledere la famiglia, che ha sempre
creduto in questa mia scelta e mi ha sempre supportato, dirgli ora "no
guardate ho sbagliato, non fa per me, voglio fare qualcosa di diverso"
da un lato non me la sento, perchè ripeto, mi sono sempre visto nei
panni di uno studente di medicina (al liceo non pensavo ci fosse altro per me); dall'altro vorrei credere al fatto che ci sia anche altro per me, vivere serenamente e quindi ricominciare da zero; ma temo che la mia
percezione sia sbagliata, a guardarsi in giro moltissimi giovani sono a 'piedi', nonostante abbiano studiato una vita. Sono davvero in tilt... mi affido alla vostra esperienza e buona volontà di condividere consigli, opinioni e quanto altro possibile.

basilico86

Utente Attivo

Posts: 22

Activitypoints: 80

Date of registration: Mar 7th 2015

  • Send private message

2

Tuesday, April 14th 2015, 8:20am

Secondo me devi capire se il tuo problema è
- non ti piace quello che studi
- hai nostalgia di casa

Nel primo caso dovresti valutare alternative universitarie, nel secondo forse dovresti aspettare di farti una vita (amici, passioni, sport, un lavoretto part-time) nella città dove studi

asulpere

Nuovo Utente

  • "asulpere" started this thread

Posts: 4

Activitypoints: 26

Date of registration: Nov 10th 2014

  • Send private message

3

Tuesday, April 14th 2015, 1:46pm

Secondo me devi capire se il tuo problema è
- non ti piace quello che studi
- hai nostalgia di casa

Nel primo caso dovresti valutare alternative universitarie, nel secondo forse dovresti aspettare di farti una vita (amici, passioni, sport, un lavoretto part-time) nella città dove studi
Credo sia una mescola di entrambi, forse non sono così disposto a sacrificare alcune cose per fare
medicina, nonostante può essere che seriamente mi
piaccia.


Sono molto confuso, quest'anno è stato tostissimo, molto più di
quanto mi aspettassi e anche le rinunce hanno pesato molto più di quanto
previsto...

Vorrei tanto rimanere nella mia città, trovare qualcosa da fare, ma dall'altro non ho opportunità, col diploma che ho...

Poi ho avuto un trascorso un po' particolare, a causa del quale diciamo che
ho dovuto ripensare il mio futuro negli ultimi anni di liceo, senza un
vero e proprio sogno da inseguire, così ho fatto una scelta molto basata
su: cosa preferivo come materie a scuola, come fosse messo il
post-laurea occupazionale, la combo di queste due cose ha dato medicina;
qualcosa che invece mi prende, alla quale non riesco a togliere tempo è
l'attività fisica/sportiva, non mi importa neppure più di tanto come
fatta, l'importante è farla, ma: mi sono interessato a questo ambito
solo negli ultimi due/tre anni per scopo personale, cioè praticarla per
me ecco, e non saprei proprio da dove per partire per costruirmi
eventualmente un futuro realizzabile, solido, concreto e affidabile su
questo...

This post by "asulpere" (Tuesday, April 14th 2015, 1:51pm) has been deleted by user "Simona C." (Tuesday, April 14th 2015, 8:41pm) with the following reason: doppio