Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


svmmvs

Utente Fedele

  • "svmmvs" started this thread

Posts: 481

Activitypoints: 1,386

Date of registration: Jul 20th 2017

  • Send private message

16

Sunday, February 11th 2018, 1:38pm

@Amoreperduto, per me da 1000 in su è accettabile per adesso. Pur di fare esperienza inizialmente accetterei anche meno.

Tutte le persone che sono andate all'estero che conosco, se ne sono tornate indietro anche se non stavano male economicamente perché la vita che facevano era insostenibile.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,456

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

17

Sunday, February 11th 2018, 3:12pm

Un mio vicino di 23 anni, perito commerciale, ha fatto tanti lavori, ma non trovandone uno continuativo, con un gruppetto di conoscenti, manco amici, conoscenti, è partito per l'Australia ormai due mesi fa. Ci saranno pure pugliesi che lavorano nel turismo, nel commercio tra Albania, Ex Jugoslavia, Grecia e Puglia, informati anche in facoltà, chiedi ad altri studenti, che faremo? E se si tratta di attraversare il mare per finire sull'altro lato, cosa pensi di perdere...l'Italia?
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

svmmvs

Utente Fedele

  • "svmmvs" started this thread

Posts: 481

Activitypoints: 1,386

Date of registration: Jul 20th 2017

  • Send private message

18

Sunday, February 11th 2018, 3:44pm

Insomma, non è che facessero una vita così diversa da quella che svolgono adesso in Italia. Guadagnavano di più, ma non avevano famiglia, amici e conoscenti. Tra l'altro dove sono stati (Londra) aveva un costo della vita molto alto quindi tanto vale 1200 sterline che prendevano valevano i 600-700 euro di qui.

In Albania c'ho pensato. Potrei rimanere fuori fino al venerdì e poi ritornare a casa nel weekend. Sono due ore di traghetto da qui a Tirana. Lì però i contributi pensionistici non esistono e dovrei cmq fare la pensione integrativa qui.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,456

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

19

Sunday, February 11th 2018, 4:15pm

Ah, perché esiste ancora la pensione? Per gli statali e politici sì, i privati da un pò si versano i contributi nei fondi pensione.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

svmmvs

Utente Fedele

  • "svmmvs" started this thread

Posts: 481

Activitypoints: 1,386

Date of registration: Jul 20th 2017

  • Send private message

20

Sunday, February 11th 2018, 4:35pm

I dipendenti pubblici sono equiparati ai privati nel trattamento pensionistico.

A me non ritorna niente nel dirlo, ma è così. E i fondi privati esistono anche nel pubblico, lo so perché le colleghe più giovani di mio padre ne hanno sottoscritto uno da tempo ormai.

Poi girano storie strane sul lavoro pubblico in Italia, l'unica cosa su cui concordo è che si è fatta ricadere sui giovani la razionalizzazione del settore pubblico in Italia col risultato che abbiamo pochi statali e quasi tutti anziani.

zibibbo

Utente Fedele

Posts: 378

Activitypoints: 1,227

Date of registration: Dec 15th 2014

  • Send private message

21

Sunday, February 11th 2018, 4:52pm

Se sei laureato in economia sei messo bene. E' una laurea spendibile.
Per fare una classifica stai dietro ingegneria e professioni sanitarie mentre sei avanti a tutte le altre.

Sugli stipendi non mi so pronunciare.

Per quanto riguarda i tuoi amici che sono stati a Londra.. sono dei tonti perchè gli UK non sono solo Londra e Londra costa.
Se prendevano 1200 sterline ci credo che gli conveniva tornare però è strano, 1200 negli uk li prendi se fai un lavoro non qualificato!

Io comunque un anno negli UK me lo spararei fossi in te poi puoi tornare, non cè da avere paura perchè è pieno di italiani e il mercato del lavoro è scorrevole e scevro di pregiudizi legati al sesso, età e nazionalità e io amo il sistema inglese per questo: cercare lavoro pur balbettando l'inglese non ti fa sentire un pezzente.

Fonte: lavorato un mese a Brighton e girato alcune città.

svmmvs

Utente Fedele

  • "svmmvs" started this thread

Posts: 481

Activitypoints: 1,386

Date of registration: Jul 20th 2017

  • Send private message

22

Sunday, February 11th 2018, 5:44pm

commessa, pizzaiolo non qualificato e cameriera. In effetti è come dici tu.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,456

Activitypoints: 3,773

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

23

Sunday, February 11th 2018, 7:54pm

L'età pensionabile tra dipendenti pubblici e privati sarà unificata da quest'anno, la Fornero esiste da 4 anni e nel privato è andata subito a regime. Ma non è di questo che scriviamo, ed avevi scritto che gli statali sono pochi. Prego, visto che sono così pochi, immagino appunto che è perché sono troppo pochi anche gli statali che stanno, stavo scrivendo lavorano ma correggo in stanno, nei centri per l'impiego a cercare lavoro per i disoccupati. Quindi, deduco che abbiano così tanto lavoro, perché gli statali sono pochi, da non riuscire a trovarne uno per te stesso e per noi altri. Applausi.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

This post has been edited 1 times, last edit by "windrew" (Feb 11th 2018, 8:24pm)


svmmvs

Utente Fedele

  • "svmmvs" started this thread

Posts: 481

Activitypoints: 1,386

Date of registration: Jul 20th 2017

  • Send private message

24

Monday, February 12th 2018, 7:20pm

tu avevi citato, giustamente, infermieri, medici, insegnanti ecc... guarda che il grosso degli statali sta tra sicurezza, scuola e sopratutto sanità. Paesi europei della stessa grandezza dell'Italia hanno più dipendenti pubblici e anche se consideriamo il loro costo sul totale del PIL è appena sotto la media.

Poi a me non frega niente del discorso se non fosse che il loro ridimensionamento è stato effettuato bloccando il turnover, che, dopo la riforma Fornero, secondo me è stata la causa più importante della disoccupazione giovanile.

Ogni tanto è bene precisare dato che viviamo in un paese dove Berlusconi dice di aver trovato 270 mld di coperture per le sue coglionate.

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" is male

Posts: 1,453

Activitypoints: 4,619

Date of registration: Mar 16th 2016

  • Send private message

25

Monday, February 12th 2018, 7:47pm

Non credo. La disoccupazione giovanile sarà stata incentivata dalla riforma, ma è problema sistemico di origine sistemico. Troppo ingente per essere assorbito solo nel pubblico.