Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

briciola85

Utente Attivo

  • "briciola85" è una donna
  • "briciola85" ha iniziato questa discussione

Posts: 39

Activity points: 166

Data di registrazione: lunedì, 24 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 26 gennaio 2012, 12:11

a 26 anni ancora alla triennale

Salve a tutti... è da quasi 1anno ke non scrivo su questo forum e non credevo che dopo tanto tempo mi sarei ritrovata a descrivere nuovamente più o meno lo stesso stato d'animo di allora... vi riporto il mio post di alcuni mesi fa:



"sono una ragazza di 25 anni, iscritta alla facoltà di psicologia di caserta (ormai fuori corso)... questo per me è un periodo un po' difficile, che in realtà si protrae da quasi 6mesi... il problema? l'università... sono una delle tante ragazze iscritte all'università convinte e sicure della scelta fatta, con tanti sogni, convinzioni e certezze... che pian piano però si sono indebolite...ho frequentato per i primi tre anni circa anche con buoni risultati, vari esami con una media alta... per due anni però mi sono fermata, a causa di un periodo difficile familiare... ho ricominciato con difficoltà e sempre più lentamente... ho iniziato a chiudermi sempre di più in casa, allontanandomi dalla vita universitaria e più il tempo passava più non riuscivo a seguire i corsi e frequentare... più avvertivo in me un senso di inadeguatezza e insicurezza... fino ad ora sono sempre riuscità però a superare quei momenti di stallo che un po' tutti gli studenti hanno... sono riuscita a dare parecchi esami, 22 su 30... il punto però che si tratta ancora della triennale... ora mi sono totalmente bloccata... non riesco a fare più niente... sono in un blocco totale... apro i libri e scoppio in lacrime... leggo e non capisco... ripeto e non riesco a memorizzare... tutto è cominciato quando ho iniziato ad assistere pian piano alle sedute di laurea delle persone che hanno iniziato con me questo percorso... o vedevo i miei amici o parenti laurearsi... è più vedevo gli altri andare avanti più io mi bloccavo... più mi sentivo una stupida, incapace... sono sempre andata bene a scuola, sono sempre stata una delle migliori della classe... mi piaceva studiare... ho iniziato l'università davvero carica, ho combattuto contro tutti che non volevano che scegliessi psicologia... ma io ho proseguito per la mia strada... ho provato i test di ingresso a napoli e non sono riuscita ad entrate, ho tentato a caserta ed è andata bene... che fine ha fatto quella ragazza che si alzava anche alle 5 del mattino per andare a seguire i corsi, che studiava fino a sera tardi, che sì aveva i suoi momenti di sconforto ma si è sempre rialzata ed è sempre riuscita ad ottenere i risultati che voleva... non è rimasto nulla di lei?! credo di essere entrata in un circolo vizioso: più non studio, più mi blocco, più mi sento in colpa e più mi privo di uscire o di altre cose che potrebbero farmi stare bene... ho vergogna di parlare con qualcuno dell'università, molto probabilmente perchè rifletto su di loro la considerazione che ho di me e credo che il loro pensiero sia come il mio... eppure ho superato momenti peggiori nella mia vita, credetemi, ma non so perchè non riesco ad essere di nuovo "padrona" di me stessa... è come non ne valesse più la pena..."



Cosa è successo da allora? insomma ad aprile dell'anno scorso ho deciso di farmi aiutare e sono andata da uno psichiatra... sono stata in cura per circa 8 mesi.... con la speranza che nel tempo mi avesse aiutata a superare il momento difficile e a riprendere in mano la mia vita... ma è servito a ben poco...
ora mi ritrovo peggio di prima.... demoralizzata, stanca di combattere con le mie solite insicurezze e demotivata al massimo... i pensieri ricorrenti sono sempre gli stessi: senso di fallimento, inappropriatezza e profonda insicurezza... penso che tra qualche mese farò 27anni e sono ancora alla triennale...mi sento una stupida e un'incapace... ogni volta che apro i libri per studiare la mia mente viene affollata dai soliti pensieri e mi dico "ormai non ne vale più la pena, sei e rimarrai una fallita"... non so più che fare!

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" è un uomo

Posts: 2.504

Activity points: 7.771

Data di registrazione: mercoledì, 10 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 26 gennaio 2012, 12:14

Hai pensato all'idea di accantonare temporaneamente l'università e trovare qualche lavoretto con il quale ricominciare a vedere la propria vita in modo più "concreto"?
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" è un uomo

Posts: 819

Activity points: 2.537

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

Località: Italia

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 26 gennaio 2012, 14:23

quanto ti manca per completare la triennale?

briciola85

Utente Attivo

  • "briciola85" è una donna
  • "briciola85" ha iniziato questa discussione

Posts: 39

Activity points: 166

Data di registrazione: lunedì, 24 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 26 gennaio 2012, 14:37

fin'ora ho fatto 22 esami su 30... anche con una media alta... ma me ne mancherebbero ancora 8...

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" è un uomo

Posts: 819

Activity points: 2.537

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

Località: Italia

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 26 gennaio 2012, 15:10

20 esami solo per la triennale? mi sembrano tanti... comunque non preoccuparti briciolina, io sono già laureato è vero, col V.O., ma ora sto rpendendo una triennale in tutt'altro, mi mancano 3 esami, e sono più grande di te...

briciola85

Utente Attivo

  • "briciola85" è una donna
  • "briciola85" ha iniziato questa discussione

Posts: 39

Activity points: 166

Data di registrazione: lunedì, 24 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

6

giovedì, 26 gennaio 2012, 16:55

Purtroppo si sono 30 esami solo per la triennale in psicologia....

Stefano84

Asociale del Cazzo

  • "Stefano84" è un uomo

Posts: 290

Activity points: 901

Data di registrazione: venerdì, 16 ottobre 2009

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 26 gennaio 2012, 23:14

Guarda qui c'è poco da fare secondo me.
Ti devi svegliare.
Inizia dall'esame più semplice che hai leggi studia impara confrontati con qualche amica studente..l'università è piena di ragazze che studia ripassa ripete all'infinito..altrimenti fai tutto da sola.
Inoltre credo che psicologica non possa essere una materia di intralcio da un punto di vista intellettuale..non ci saranno cose in cui mi dirai non ci arrivo..non stai facendo fisica quantistica..o chessò..matematica..

Ogni giorno che passa è si un giorno perso.
8 esami non sono poi tanti e no ha alcun senso buttarne via 22 visto che l'università costa.
Accetta anche i 18 ma prendili una laurea è sempre una laurea anche se poi farai un lavoro che non centra nulla con quello che hai studiato..tanto lo fan quasi tutti..
Mi piace essere diverso, la vista è migliore guardando da fuori (cit)

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" è un uomo

Posts: 819

Activity points: 2.537

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

Località: Italia

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 27 gennaio 2012, 16:37

Avevo battuto male il tasto, ma avevo letto fossero 30. i voti bassi non li prenderei così a cuor leggero, perché poi quando arriva il voto di laurea, e si vede che è basso anche quello nonostante ci si aspetti tanto, si rimane delusi.
Però è vero, le università sono piene soprattutto di ragazze che studiano in biblioteche ed aule vuote ore ed ore, più raramente si vedono maschi, chissà perché. Mi viene da pensare che le donne abbiano maggiore bisogno di memorizzazione piuttosto che di capire effettivamente i concetti, per sentirsi sicure per poi ripeterli a richiesta.

gabrielle

Utente Attivo

  • "gabrielle" è una donna

Posts: 14

Activity points: 49

Data di registrazione: lunedì, 16 gennaio 2012

Località: Puglia

Lavoro: Studentessa Lettere e Filologia

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 27 gennaio 2012, 17:20

Avevo battuto male il tasto, ma avevo letto fossero 30. i voti bassi non li prenderei così a cuor leggero, perché poi quando arriva il voto di laurea, e si vede che è basso anche quello nonostante ci si aspetti tanto, si rimane delusi.
Però è vero, le università sono piene soprattutto di ragazze che studiano in biblioteche ed aule vuote ore ed ore, più raramente si vedono maschi, chissà perché. Mi viene da pensare che le donne abbiano maggiore bisogno di memorizzazione piuttosto che di capire effettivamente i concetti, per sentirsi sicure per poi ripeterli a richiesta.

o sarà che studiamo di più? :D



veraeMENTEme

Utente Attivo

Posts: 36

Activity points: 122

Data di registrazione: giovedì, 12 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

10

domenica, 29 gennaio 2012, 00:23

mi sento solo di dirti FORZA E CORAGGIO. pensa cosi, non me ne mancano 8 ma ne ho fatti 22.
Pensa: se ho superato l'esame 22 riuscirò anche a superare il 23...il 24...
Io non ti conosco e non conosco la situazione in cui ti trovi emotivamente, e mi non piace che neanche si giudichi con cosi tanta facilità, una situazione di difficoltà che necessita comunque rispetto.
Io non ho una formula magica purtroppo, ma mi sento di spronarti, io penso che ognuno sa come fare con se stessi, non te lo posso dire io come non lo può fare nessun altro. trova secondo me delle motivazioni, il perchè vuoi la laurea.
Per esempio io ho preso la mia vita universitaria come una sfida nei confronti di me stessa, nel momento in cui nessuno intorno a me credeva in me, io ho lanciato la sfida...

Non pensare alla tua età, non pensare al giudizio degli altri. non ci pensare e basta.
vai avanti...non guardare indietro
buon lavoro :hi:

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "veraeMENTEme" (29/01/2012, 00:28)


Rainbow Warrior

Utente Attivo

Posts: 8

Activity points: 59

Data di registrazione: martedì, 19 febbraio 2013

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 01 marzo 2013, 13:55

come è andata a finire?

ciao
è passato un po di tempo da quando hai scritto in questo forum, non so se lo frequenti ancora, ma siccome mi trovo in una situazione analoga se non peggiore volevo sapere come fosse andata a finire la tua esperienza.
un abbraccio
ciao

elinor

Utente Fedele

Posts: 294

Activity points: 1.017

Data di registrazione: mercoledì, 02 dicembre 2009

Località: Campania

  • Invia messaggio privato

12

domenica, 03 marzo 2013, 01:45

ciao Briciola85,
mi ha colpito molto ciò che hai scritto perchè conosco bene lo stato che descrivi e credo che molti si siano rispecchiati nelle tue parole.
Hai una media alta e hai superato 22 esami, perchè ti senti inadeguata? E' il confronto con i tuoi coetanei che ti fa sentire un fallimento?
Io credo che la professione che svolgerai, più di una votazione brillante e una giovane età, richieda sensibilità, introspezione e capacità empatica.
Credi di non esserne dotata? Pensa all'obiettivo che vorresti raggiungere, immagina chi vorresti essere tra 10 anni...cosa potresti fare per realizzare i tuoi desideri? Spero davvero che tu riesca a superare questo impasse

limbo

Utente Fedele

Posts: 398

Activity points: 1.394

Data di registrazione: venerdì, 26 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

13

domenica, 03 marzo 2013, 04:01

Anche io avevo vissuto ai tempi dell'universitá una siruazione come quella descritta: ho,interrotto gli studi e sono andato a lavorare... Ora la mia vita è molto migliorata!

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 2.012

Activity points: 6.657

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

14

domenica, 03 marzo 2013, 13:24

Credo che i periodi di stallo e crisi capitino a tutti, in università è normale, si prefiggono obbiettivi, si fanno promesse a se stessi, ma ci si accorge strada facendo che bisogna investire tempo e i risultati arriveranno con molti sacrifici.

Io ho terminato la triennale a 30 anni, con calma, ma ho sempre lavorato e mi pesava parecchio fare la doppia vita.

Con il senno di poi non avrei fatto l'università, per come mi è servita, è solo un pezzo di carta in bacheca e un appellativo sulla carta di identità, nulla più!

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite