Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

daltan75

Nuovo Utente

  • "daltan75" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Sep 15th 2019

  • Send private message

1

Sunday, September 15th 2019, 5:19pm

Trasferirci con figli grandi

Salve, sono Giuseppe ho 43 anni (come mia moglie) e ho due figli adolescenti, 17 il maschio e 12 la femminuccia. Volevo porvi una questione che seppur non si tratta di una cosa negativa, ci ha sconvolti, mi spiego. Sono operaio in un'azienda familiare che a mio (nostro, anche del resto degli operai) avviso non ha futuro, versa da anni in condizioni precarie e tra l'altro non sono nemmeno inquadrato. Da tempo sto cercando lavoro, anche al nord (io sono della provincia di Napoli) per svoltare, e per dare quel qualcosa che qui non vedo, un futuro per i miei figli. Sapete quando vi arriva a casa una bolletta dell'enel altissima? A me è successo, e mi ha sconvolto, ma mai come ti può sconvolgere una bella notizia. Ieri un mio caro amico mi ha fissato un colloquio nell'azienda dove lavora lui, in un ufficio, il mio sogno che si realizza, si ma.. . . A Padova. Ok, ho inviato curriculum in tutta Italia, ma sempre senza speranza, adesso che invece, per una volta che sembra voler girare nel verso giusto siamo angosciati dalla prospettiva di cambiare città. Per me e mia moglie ma soprattutto pensando ai nostri figli che perderanno (?) gli amici, perché in un'altra città "non conosciamo nessuno", per stare lontano dalla famiglia ecc. Già insomma solite cose da immigrati (odio questa parola quando si tratta di lavorare). Gli uomini sono così poco abituati a ricevere belle notizie che quando ti arrivano fanno più paura di quelle brutte, perché come questa ti insinua 1000 dubbi. Secondo voi ha senso tutto questo? È davvero giustificata la paura, soprattutto per i miei figli, del "distacco" dalla propria città natale? Come si può approcciare un discorso se durante il colloquio (lunedì) avrò la famosa proposta irrinunciabile?

daltan75

Nuovo Utente

  • "daltan75" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Sep 15th 2019

  • Send private message

2

Tuesday, September 17th 2019, 2:53pm

mmmm nessuno risponde? Nessuno con la mia stessa esperienza?

robyper

Utente Attivo

  • "robyper" is male

Posts: 80

Activitypoints: 275

Date of registration: Sep 4th 2019

Location: Roma

  • Send private message

3

Tuesday, September 17th 2019, 3:26pm

ciao!
non ho la tua stessa esperienza ma credo che cambiare città possa avere molti aspetti positivi e di crescita anche per i tuoi figli.
Per curiosità, di dove sei? (per capire l'entità dello spostamento).

4

Tuesday, September 17th 2019, 5:39pm

non posso parlare per esperienza diretta ma solo per le tante tantissime persone che ho conosciuto, venute "al nord" per lavorare.
alcune si trovano bene, altre meno ovviamente, dipende da mille circostanze. per quanto riguarda i ragazzi non mi farei grossi problemi perché frequentando la scuola o gruppi sportivi si trovano ad essere quasi costretti a fare amicizia e ci riescono veramente in maniera veloce.
i vostri figli cosa dicono in merito?

a proposito...il colloquio come è andato?
namasté

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,634

Activitypoints: 4,394

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

5

Tuesday, September 17th 2019, 8:16pm

Passato il primo periodo, potreste trovarvi bene ...
Se fai questo passo, e le cose vanno male, potrai dire di averci provato, con il supporto emotivo di tua moglie, suppongo.

Se non lo fai e resti dove sei, e davvero non c'è futuro, quale futuro avranno i tuoi figli?

Penso che la paura e l'ansia siano più che comprensibili. Ma se hai una donna che ti ama affianco e una condivisione di intenti, di progetti, riuscirai anche grazie al suo aiuto, e viceversa, a passare i momenti bui.

Ti faccio i miei migliori auguri, qualunque cosa decidi.

:)

Used tags

lavoro