Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Gigio.89

Nuovo Utente

  • "Gigio.89" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jan 30th 2020

  • Send private message

1

Thursday, January 30th 2020, 9:27pm

Confusione sul lavoro. 32 anni e non sapere ancora che percorso intraprendere

ciao a tutti, sono nuovo di qui e volevo avere un confronto sulla situazione frustrante che sto vivendo. Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

Mi sono laureato un pò in là con gli anni. Ho interrotto un percorso universitario a 23 anni per intraprenderne un altro e a 29 anni ho preso la triennale al conservatorio musicale perchè ho sempre amato scrivere musica di ogni genere. Ahimè, quando ho sbattuto la faccia con la realtà ho capito che le cose stavano molto diversamente da quello che immaginavo. Clienti che di punto in bianco scompaiono, molti lavori fatti gratuitamente, periodi senza richieste. In questo periodo ho finalmente instaurato dei contatti ma anche qui i pagamenti arriverebbero con molto ritardo.

Avevo messo in conto che sarebbe stato principalmente un lavoro da freelance ma, da un anno a questa parte molti miei amici e anche i miei genitori spingono per farmi prendere la specializzazione e tentare il concorso per insegnare nella scuola pubblica. Tutto questo per avere un'entrata sicura e dedicarmi comunque all'attività freelance nel tempo libero.
Non ho mai sentito la vocazione all'insegnamento o meglio, ho pensato che se proprio avessi dovuto farlo, lo avrei fatto nelle scuole private o privatamente dove la gestione dei programmi e degli allievi è molto diversa.

La mia paura è di intraprendere un percorso che mi porterà via tempo ed energie il cui unico scopo è quello della "certezza" del posto (se di certezze si può parlare, visto che esiste il precariato). Iniziare a 32 anni un biennio per poi abilitarsi, fare tirocini..Insomma, ho l'ansia di ritrovarmi a 40 anni senza niente, senza un lavoro.

Spero mi possiate aiutare a schiarirmi le idee o comunque sarebbe già tanto scambiare diversi punti di vista.

Un abbraccio a tutti!

cicogno

Utente Attivo

Posts: 30

Activitypoints: 104

Date of registration: Dec 19th 2019

  • Send private message

2

Friday, January 31st 2020, 4:48pm

in tempo di crisi anche il panettiere e un lavoro

in tempo di crisi anche il panettiere e un lavoro

3

Friday, January 31st 2020, 4:57pm

Anch'io sono un musicista ma ho lasciato la musica come hobby e ho scelto di fare altro come lavoro, in Italia è troppo, troppo difficile vivere con la musica...

Io fossi in te proverei la strada dell'insegnamento...