Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Finnicella

Utente Attivo

  • "Finnicella" started this thread

Posts: 31

Activitypoints: 142

Date of registration: Jul 18th 2020

  • Send private message

1

Wednesday, July 29th 2020, 6:06am

immagini del passato

Stanotte ho fatto un'intensa sessione di sogni. Come mio solito, erano una serie di immagini sconnesse.
In una ballavo danza classica nella stanza, chiudevo le tende, ma per un gioco di luci si proiettava all'esterno l'ombra di me che ballo (da piccola ho studiato danza classica, ma ero una frana).
Poi volavo per la stanza e sopra gli armadi trovavo scritte varie fatte da me da piccola.
Poi sono su un'altalena. Continuo ad andare avanti e indietro e dall'alto vedo i miei compagni di scuola delle elementari che stanno organizzando una festa di compleanno e penso che loro hanno continuato ad organizzarle in questi anni (nella realtà non li ho mai visti né sentiti, non ho idea di cosa abbiano fatto) e io non sono stata invitata. Poi l'altalena si abbassa verso terra, loro scompaiono e compare una ex compagna di classe del liceo. Lei si avvicina e mi dice che capisce quanto fosse difficile il lavoro che facevo qualche tempo fa perché fa lo stesso ora.
Poi sono in università (nella realtà ci ho lavorato per alcuni anni). Sto uscendo dalla porta e mi imbatto in alcuni professori che entrano. Sono la mia prof. della tesi di laurea (quella che mi aveva sconsigliato di tentare il dottorato perché aveva già assegnato i posti), il mio coordinatore del dottorato e un altro professore presso cui avevo fatto un periodo di tirocinio professionale (senza essere pagata). Saluto il mio coordinatore, lui mi saluta, ma velocemente perché è occupato. Penso che sembra molto più giovane della sua età, mente la prof. è invecchiata.
Esco e mi metto a parlare con una signora che mi dice di essere appena stata ad un convegno. Mi fa notare che il prof. mi ha appena appena salutato. Io le racconto come funziona l'univ. in Italia. La signora diventa una ragazza e parliamo degli argomenti del convegno: per lo più sono cose di cui non so un tubo.
Poi compare la Merkel ubriaca. Cammina un po' sbilenca ed è senza scarpe, ma ha delle calze colorate. Io dico a qualcuno che non è grave perché spesso anche io ho perso le scarpe. Infatti mi guardo i piedi e non le ho e mi chiedo dove sono finite le mie scarpe da ginnastica. Devo rientrare in un albergo che sembra elegante e non so come farò senza scarpe. Poi guardo meglio e sono di nuovo ai piedi.
Poi sono stata svegliata dalla gatta che voleva il suo cibo.

Similar threads