Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


1

Monday, June 20th 2016, 9:35am

I Miei Sogni.

Salve a tutti,
era inevitabile che finisse così, avendo un'attività onirica molto intensa e vivendo più nel sogno che nella realtà, ho deciso che questo post, da oggi in poi, sarà il contenitore in cui scriverò i miei sogni, quelli più significativi e che meglio ricorderò. Buona lettura.


SOGNO N.1 - 20/06/2016

Mi trovavo su una nave, una nave molto grande, che navigava in mare aperto; non ero da solo, ma in compagnia di una donna che non ho mai visto prima.
Il motivo per cui ci trovavamo su questa nave non era una vacanza di piacere, ma c'era una precisa missione che dovevamo compiere, ovvero, trovare a bordo le prove di qualcosa (anche se non ricordo cosa). Per questo motivo, entrambi ci sentivamo dei clandestini, infiltrati in una situazione molto rischiosa. Infatti, sulla nave doveva esserci un equipaggio che, se ci avesse trovato, sarebbe stato noi ostile.

Ci ritroviamo all'interno della nave; percorriamo camere buie, corridoi angusti, sempre attenti a non farci individuare dalle guardie e alla ricerca di queste "prove scottanti", finché la donna mi dice che siamo in pericolo e che dobbiamo subito abbandonare la nave.
Inizia una corsa verso il ponte. Arrivati all'esterno, ci rendiamo conto che l'unico modo per andare via di lì era tuffarci in mare, ma oltre all'altezza considerevole, le acque erano molto agitate e ci trovavamo in mare aperto, senza alcun punto di riferimento e di approdo a vista.

La donna è la prima a tuffarsi, invitandomi a fare altrettanto e a non avere timore. La osservo immergersi nelle acque, risalire e a nuoto allontanarsi.
Con le gambe che mi tremano dalla paura, prendo coraggio e decido di fare altrettanto. Cado in acqua, vado a fondo, riemergo, le onde mi sovrastano e cerco di restare a galla, mi agito e nuoto con tutte le mie forze e l'adrenalina in corpo.
Finalmente riesco a vedere qualcosa all'orizzonte, una striscia di terra. Cerco di avvicinarmici aiutato anche dalle onde impetuose che mi spingono a riva. Riesco a toccare terra e... ciò che mi ritrovo davanti è quanto di più inatteso potessi aspettarmi: anziché le dune di sabbia di un arenile desolato, ci trovo un villaggio di capanne, pieno di gente che era lì ad aspettarmi, qualcuno di loro mi invita a riscaldarmi e a bere un sorso d'acqua, ora mi sento molto sollevato.
Mi spiegano che questa è una comunità indipendente, in cui tutti vivono in serenità rispettando il prossimo, senza le imposizioni della società.
Qui si può scegliere di vivere in due tipi di gruppi: il primo composto da uomini e donne che vivono in simbiosi, il secondo, da uomini e donne che vivono indipendentemente gli uni dalle altre.
Cerco con lo sguardo la donna che era in mia compagnia e che mi aveva condotto fin lì, ma non la trovo.

Fine.

2

Friday, August 12th 2016, 10:11am

SOGNO N.2 - 12/08/2016

Questa notte ho fatto un sogno davvero brutto. Infatti ho sognato che una bomba atomica veniva sganciata su una città vicino casa.
Ero per strada che camminavo e all'improvviso vedevo il siluro attraversare il cielo e poi schiantarsi all'orizzonte. Sentivo il fragore dell'esplosione in lontananza, la terra che vibrava e poi vedevo l'enorme fungo atomico di fiamme che si sollevava in cielo.
Capivo dove il siluro avesse colpito, temevo per le vittime. Così salgo su un autobus e raggiungo la città.
Giunto a destinazione vedo gli edifici avvolti dal fumo dell'esplosione, la gente scossa e impaurita, le fiamme, alcuni edifici crollati, ma la bomba aveva fatto molti meno danni di quanto credessi.
Volevo aiutare quelle persone. Il sogno finisce all'improvviso con me che corro da una parte all'altra della città non capendo bene dove andare e cosa poter fare.

Fine.

3

Monday, February 11th 2019, 12:13pm

SOGNO N.(ho perso il conto) - 11/02/2019

Stanotte ho sognato che insieme ad un amico scoprivamo un portale, attraversato il quale, era possibile viaggiare indietro nel tempo. Così ci passammo all'interno, il mio amico non so dove fu teletrasportato, io mi ritrovai a casa mia nell'anno 2010. Questa situazione era assai particolare, perché non solo ero tornato indietro nel tempo di 9 anni, ma da quanto avevo capito quella era una dimensione spazio-temporale parallela a quella dalla quale provengo. Insomma, in questo sogno c'era anche mia sorella maggiore, la incontro in cucina, non sembrava sorpresa di vedermi lì; a questo punto lei mi dice una cosa: "Dal documento XXX (purtroppo non ricordo come lo chiamava) risulta che anche in questa linea temporale sei INUTILE.". Io ci resto un po' male, ma continuo a muovermi per la casa perché avevo il desiderio di rivedere la mia vita passata, purtroppo a questo punto mi sveglio e non posso andare oltre.

Fine.

mayra

Utente Attivo

  • "mayra" is female

Posts: 311

Activitypoints: 387

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

4

Monday, February 11th 2019, 6:05pm

Io pochi mesi fa ho sognato che una persona ( ci siamo persi di vista da molti anni ) mi regalava delle chiavi e mi diceva che servono per aprire una porta per accedere ad un universo parallelo al nostro. Ma questo universo non sono riuscita a vederlo nel sogno perchè mi sono svegliata di soprassalto.

5

Tuesday, May 21st 2019, 2:39pm

21/05/2019

Stanotte ho sognato ancora una volta di tornare nel passato, ma questa volta è stato diverso, perché si è trattato di un sogno lucido, ovvero riuscivo a prendere decisioni in tempo reale sul da farsi. Infatti non ha avuto molta importanza il contenuto nel sogno, quanto le emozioni che esso mi ha suscitato.
Non so come, mi trovavo nel 2009, ero consapevole del fatto che non sarei dovuto essere lì, che quello era il passato e non avevo idea di come ero riuscito a tornare indietro nel tempo e di cosa poteva accadere, ma cercavo di atteggiarmi il più possibile come se fosse la normalità e allo stesso tempo ero fortemente emozionato di trovarmi lì. Comunque, il sogno iniziava nel momento in cui mi trovavo a bordo dell'autobus che a quel tempo prendevo per tornare a casa dall'università (e qui anche l'emozione di rivivere quei tempi, il rimpianto per aver lasciato gli studi...). Poi, mi trovavo a casa (purtroppo la memoria ha già perso alcuni pezzi del sogno) e ricordo che mi trovavo sul pianerottolo di casa e guardavo le scale che portavano giù da mia nonna (a quel punto mi sono reso pienamente conto che si trattava di un sogno lucido) e preso dall'emozione volevo scenderle per andare a salutarla (perché ormai mia nonna non c'è più dal 2012), purtroppo però, proprio mentre scendevo le scale, sentivo che mi stavo svegliando dal sonno e nella mente ripetevo: "No, proprio ora no!!" e cercavo di continuare a sognare, ma non ci sono riuscito, perché subito dopo mi sono svegliato.

Similar threads