Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

avantitutta

Utente Attivo

  • "avantitutta" is female

Posts: 118

Activitypoints: 368

Date of registration: Apr 3rd 2012

Location: Lombardia

  • Send private message

61

Sunday, May 29th 2016, 8:03pm

Gally per curiosità, tu hai una sorella? Minore o maggiore? Quanti anni di differenza? Come è composta la tua famiglia?
Azzardo di brutto (come sempre) e ipotizzo che la ragazzina che tu ti precipiti a salvare possa essere lei.
Cosa nel passato, può averla stesa a faccia in giù?
Vorresti soccorrerà, aiutarla a "vedere meglio" con il cannocchiale qualcosa -piuttosto che niente tu cerchi di fornirle un binocolo, in modo che letteralmente debba "chiudere un occhio" al riguardo...
Mi sento di dire che il tema del sogno precedente, "La missione", gira sicuramente ancora intorno al primo che riportarsi qui (l'ambulatorio e il piccolo cadavere, le due donne piangenti -ora diventate più specificatamente le due cugine e tu stesso, nelle tue parole "non torni vivo").

avantitutta

Utente Attivo

  • "avantitutta" is female

Posts: 118

Activitypoints: 368

Date of registration: Apr 3rd 2012

Location: Lombardia

  • Send private message

62

Sunday, May 29th 2016, 8:33pm

.......ponendo idealmente a confronto i due sogni, è interessante notare come all'inizio, nel sogno riportato 5 anni fa, c'era perlopiù solo la constatazione dell'insieme (l'ambulatorio, simbolo di cura di qualcosa, che è mancata) mentre ora sembra che si tratti piuttisto di affrontare con coraggio la "missione" appunto, di compiere questo viaggio metaforico a ritroso nel tempo (l'Egitto, simbolo di antico ma anche di moderno, attuale).

gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

63

Saturday, June 4th 2016, 9:06am

Gally per curiosità, tu hai una sorella? Minore o maggiore? Quanti anni di differenza? Come è composta la tua famiglia?



Ho una sorella maggiore, quattro anni più grande, sposata, con due bambini.
La mia famiglia è composta da me, mia moglie, il gatto, la tartaruga e sette pennuti.
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

This post has been edited 1 times, last edit by "gally99" (Jun 4th 2016, 9:23am)


gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

64

Monday, August 22nd 2016, 11:54am

La Bomba

Un bizzarro uomo vestito da clown fece il suo ingresso nella sala. I pantaloni a quadri, più simili a quelli di un pigiama che a quelli di un abito elegante, abbinati malissimo alla giacca viola, alla camicia arancione e al foulard azzurro, portarono più di uno dei presenti a pensare che il termine appropriato fosse "buffone", ma l'espressione dell'uomo, distorta in un folle ghigno che si presentava come qualcosa a metà tra uno sfregio e una paralisi, dissuase chiunque dall'esprimere tale opinione ad alta voce. Trascinando dietro di sé un traballante e colorato baule di lucido metallo, l'uomo raggiunse il centro della sala, declamando: "signore e signori, vi presento LA BOMBA!". Premette quindi un pulsante sulla cassa, che tra vibrazioni, fumo e scintille, si aprì, mostrando una rudimentale sfera, anch'essa di metallo. "Questo gingillo", proseguì lo sconosciuto, "esploderà tra pochi minuti, ma per dimostrarvi il mio buon cuore, vi concedo una possibilità: quattro di voi dovranno portare il qui presente ordigno all'esterno, così da permettere agli altri di avere salva la vita. Fate molta attenzione, però: l'innesco al centro è molto instabile! Servirà perciò un quinto volontario che lo tenga allineato, nel caso, durante il trasporto, dovesse esservi qualche piccola scossa... altrimenti...BOOM! Buona fortuna!". Con un profondo e plateale inchino, l'uomo lasciò cadere un petardo e mentre la sua risata riecheggiava nella sala, svanì in una nube di fumo azzurrognolo.
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

65

Tuesday, November 14th 2017, 11:31am

L'urlo

Una stanza poco illuminata, un armadio vicino la parete, una ragazza passa in rassegna delle fotografie attaccate all'armadio con del nastro adesivo. Si volta, guarda fisso davanti a se', borbotta qualcosa riguardo alla scomparsa di uno dei soggetti ritratti in foto. Poi si mette a urlare, urla da spaccare i timpani. Buio.
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

66

Monday, October 15th 2018, 5:26pm

Il cobra, la finestra, il gatto.

Da un ripiano della cucina di una casa presso la quale sono stato inviato a cena, un minuscolo rettile mi osserva immobile. Riconosco la specie: "è un mini-cobra, poco diffuso, velenosissimo", declamo alle persone presenti, dando sfoggio di capacità da erpetologo che nella realtà non ho mai avuto, soprattutto se si tratta di rettili che non esistono se non fuori dal mio mondo onirico.
Tornato a casa, mi metto subito a letto, ma non riesco a dormire, perché sotto la finestra della camera da letto, una comunità bulgara (non chiedetemi come facessi a conoscere la loro etnia) ha deciso di fare bisboccia. Qualcuno di loro si arrampica anche sulla parete ed entra in casa mia dalla finestra. Verso l'alba, l'ultima visita: una ragazza con un vestito a bretelle e una gonna vaporosa entra dalla solita finestra e, con passo leggerissimo, (sembra che fluttui) sale sul letto e dice: "belle lenzuola", poi si volta e con lo stessa andatura se ne va senza dire altro.
Ormai il sole è sorto e mi affaccio per controllare che durante i lazzi notturni i miei rumorosi visitatori non abbiano abbandonato rifiuti: sono ancora lì, intenti a dare da mangiare al mio gatto. Furioso per il mancato rispetto del piano alimentare del felino (è sterilizzato, maledizione! ingrassa facilmente!) lo afferro per la collottola e lo tiro su in casa. Nel fare questo mi accorgo che ha la pancia aperta e gli organi esposti, tenuti insieme da quella che sembra una rete di plastica. Lui sta bene, non perde nemmeno un goccia di sangue e si comporta normalmente, ma io sono inorridito. "Chi può averti fatto una cosa del genere?". Cerco di chiamare il veterinario, ma non so usare il telefono: so che devo premere il simbolo della cornetta, ma non so come richiamare il numero in rubrica. "Chi è stato farti questo?".

Sveglia.

Fuori casa non c'è nessuno, dalla finestra della camera da letto è impossibile entrare: prima della finestra c'è un balcone, piuttosto in alto, e prima del balcone, una ringhiera. Il gatto dorme, non è mai sceso in strada, la sua pancia è a posto.
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

67

Wednesday, November 21st 2018, 10:52am

Una madre nella tempesta

Mia madre deve assolutamente raggiungere la casa di mia nonna (sua madre). Il tragitto è breve, ma un acquazzone rende difficile percorrere la distanza che la separa dalla sua destinazione. Faccio di tutto per convincerla che non vale la pena rischiare, ma lei non si arrende: deve assolutamente andare. A rendere le cose ancora più difficili è la grandine, che cade in gran quantità, solamente nel punto in cui si trova mia madre, curva, con con le mani strette intorno al manico dell'ombrello. Appena fa un passo, la grandinata si sposta con lei ed i chicchi già caduti si sciolgono all'istante. Il vento la spinge all'indietro, mentre io, completamente asciutto nonostante la pioggia, la prego di aspettare che torni il sereno.
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.

gally99

Giovane Amico

  • "gally99" is male
  • "gally99" started this thread

Posts: 125

Activitypoints: 437

Date of registration: Jul 8th 2011

Location: Massafra

Occupation: schiavo

  • Send private message

68

Monday, February 18th 2019, 11:00am

Incrocio lo sguardo di tutti

Mio nipote perde i sensi: lo chiamo, lo scuoto, ma non apre gli occhi, né mi risponde. Il suo volto, ovviamente, non è quello di mio nipote. La sua età nemmeno. Mio nipote ha undici anni, mentre il bambino tra le mie braccia avrà non più di un anno. Un esorcista si presenta alla porta: è qui per aiutarmi, anche se non ho idea di chi lo abbia chiamato. Il bambino apre gli occhi; lo mostro all'esorcista, che ad avvicinarsi non ci pensa nemmeno. Decidiamo di riportarlo da sua madre ed usciamo in strada. Il suo volto si gira in tutte le direzioni possibili, come se il collo non avesse articolazioni a limitarne i movimenti e al mio passaggio la gente si affaccia a guardare. Dalle labbra del bambino prorompe, con una voce profonda, la frase: "incrocio lo sguardo di tutti".
Nessuna buona azione resta impunita. La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.