Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" has been banned
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,822

Activitypoints: 4,840

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

1

Sunday, November 12th 2017, 9:17am

ansiolitici alternativi ad alprazolam?

Buongiorno, premetto che con questo thread non cerco una prescrizione nè una diagnosi, ma un consiglio di prima istanza in base al quale decidere se rivolgermi ad uno psichiatra o se non ci sono alternative.
La mia situazione è la seguente: soggetto fortemente ansioso, sto affrontando una psicoterapia che sta scavando su traumi del passato e mi ritrovo a 40 anni a prendere atto di situazioni che avevo rimosso, e a dover ristrutturare completamente la percezione di me che ho avuto fino a ieri. In questo contesto la mia ansia è fortemente aumentata tanto da rendermi difficile svolgere le azioni quotidiane, come il lavoro, che non posso permettermi di lasciare nemmeno temporaneamente. Mi aspetteranno dei mesi difficili e sono molto spaventata da questo, ma ho fatto la scelta di non assumere antidepressivi (ssri e simili) , scelta in parte dovuta alla mia ansia stessa, e non riesco a cedere su questa convinzione.
Sto assumendo alprazolam al bisogno, il che nelle ultime settimane significa quasi tutti i giorni e iniziano a venirmi dubbi. I medici mi dicono che per qualche tempo (mesi? settimane? non capisco) posso assumerlo quotidianamente. Poi avrò problemi a sospenderlo? l'effetto ansiolitico diminuirà col passare dei mesi? (il farmaco lo conosco da tanti anni, ma solo ultimamente lo uso così spesso)
La domanda principale è: esistono ansiolitici (benzodiazepine o altro) diversi dall'alprazolam, che hanno maggiore efficacia, o che possono essere presi quotidianamente senza effetti di assuefazione?
vorrei sentire uno psichiatra, mi frena la paura che mi prescriva una lunga cura con antidepressivi, quando invece sono fiduciosa di poter risolvere il mio problema in qualche mese, e quindi lo vorrei solo rendere meno faticoso "tamponandolo" con ansiolitici.

Dr. Vassilis Martiadis

Utente Avanzato

Posts: 656

Activitypoints: 1,968

Date of registration: Jun 29th 2010

Occupation: Specialista in Psichiatria - Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Send private message

2

Sunday, November 12th 2017, 6:06pm

Gli ansiolitici sono farmaci e come tutti i farmaci va usato per precise indicazioni, con obiettivi definiti e sotto controllo medico. Se crede di poter gestire il suo problema di ansia con l'uso di ansiolitici per qualche settimana è libera di farlo ma comunque l'assunzione, i tempi, il dosaggio e la sospensione vanno gestiti assieme ad uno specialista. Nessun ansiolitico di tipo benzodiazepinico è esente dai problemi di assuefazione e potenziale dipendenza. Per l'alprazolam il rischio di fenomeni di dipendenza è correlato al dosaggio usato e ai tempi di assunzione. in genere è fortemente sconsigliato l'uso per periodi superiori alle 8-12 settimane.
Per tutti questi motivi sarebbe opportuno che prendesse le decisioni sulla sua salute assieme ad uno specialista e non da sola.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis

Specialista in Psichiatria


www.psichiatranapoli.it

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" is female
  • "mademoiselle_moi" has been banned
  • "mademoiselle_moi" started this thread

Posts: 1,822

Activitypoints: 4,840

Date of registration: Jul 7th 2017

  • Send private message

3

Sunday, November 12th 2017, 6:59pm

La ringrazio dottore per il chiarimento. Non farei mai di testa mia, e l'avevo ben specificato all'inizio del thread. Chiedevo solo se ci fossero alternative all'alprazolam che avessero meno effetti collaterali. Non quali, ma se ci fossero, e nel caso mi sarei poi rivolta ad uno psichiatra per farmele prescrivere.
Se, come ho ben capito, le benzodiazepine sono tutte simili, continuerò ad usare ciò che sto usando e che, voglio precisare, non mi sono autoprescritto.