Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


136

Friday, December 20th 2019, 10:08am

Quoted

Guarda devo essere sincero, mi e' un po difficile rispondere a tutto quello che dici, d'altronde uno che dice che potrebbe essere dio per chi legge quello che scrive e' un pochetto difficile rimanere lucidi.


Mamma mia che pesantezza... mi pare ovvio che non intendevo in senso religioso o metafisico non facciamo della retorica spiccia e che è solo triste.

Quoted

Che dirti a quanto ho capito tu sei su questo forum per dare dei preziosissimi consigli a persone deboli che resteranno deboli per sempre.


LoL ora sei tu a fare di tutta l'erba un fascio. Anche su questo forum ci sono persone che meritano e con cui confrontarsi arricchisce. Nel tempo ho anche conosciuto persone che ho voluto aiutare. Non è che che siccome molti non meritano allora si abbandona tutti. Alla fine anche i diamanti li trovi in mezzo a tonnellate di semplice terra.

Quoted

Mi hai detto che tu ti alzi ogni mattina non per guadagnare o per migliorare il tuo benessere, ma per migliorarti e spostare il tuo limite perche' preferisci morire con dignita' piuttosto che essere il famoso "medio", a me hai invece detto questo "Te pensi a stare dove si sta meglio, al carro del vincitore", pero' poi te stai sempre un passo dietro al vincitore e sopratutto stai all'ombra del cavallo del momento. Come al solito la coerenza in quello che scrivi e' palese.


Guarda che è perfettamente coerente. Io devo essere efficiente ma mai essere sotto i riflettori perché ad apparire dev'essere sempre qualcuno di sacrificabile. Al tempo stesso solo un illuso può sperare di essere avanti a tutti e quindi devo intessere relazioni con i "vincenti" per essere sempre sul carro giusto. Non apparire ma guadagnarci (non intendo soldi prima che mi fai la solita retorica o meglio non per forza solo soldi), essere invisibile ma essere sempre indispensabile. Amico di tutti ma intimo di nessuno. Il segreto sta proprio nel gestire tutto questo coerentemente, di non essere mai troppo legato ma al tempo stesso abbastanza vicino. Non so se riesco a renderti l'idea e capisco che possano sembrare argomentazioni in contrasto tra loro ma non lo sono.

Quoted

te dovresti puntare ad essere il vincitore se intendi migliorarti giorno dopo giorno.


Nessuno che ci capisce qualcosa vuole essere sotto i riflettori perché ricordati non c'è nessuno che sta sotto i riflettori che conta sul serio. I vari politici sono quasi sempre carne da macello con alle spalle gente più potente di cui né io, né te, né nessuno saprà mai nemmeno come si chiamano. Il vero potere sta proprio nell'essere nell'ombra del vincitore più alto che riesci a raggiungere e sia chiaro io sono un piccino in piccole ombre e non avrò mai le risorse necessarie per arrivare a certi poteri ma c'è gente a livelli tali che potrebbe senza mai risultare in nessun documento disporre fin anche della vita di persone.

Ma poi anche così non fosse apparire, essere famosi è una cosa veramente becera. Non vorrei mai essere famoso o riconoscibile. Vorrei avere potere quello certo ma mai che fosse riconducibile a me. Solo le persone povere (di ego e anima) hanno bisogno della fama. Pensa che anche in azienda sulla porta dell'ufficio non ho voluto il nome ma solo "Direzione" proprio perché reputo che essere quanto più invisibile possibile sia proprio una delle prerogative per ottenere anche nel piccolo una qualche forma di potere.

137

Friday, December 20th 2019, 11:53am

Mamma mia che pesantezza... mi pare ovvio che non intendevo in senso religioso o metafisico non facciamo della retorica spiccia e che è solo triste.


Non riporto tutto quanto senno alla fine entrera' un solo messaggio in una pagina.
Facciamoci a capire le parole per me hanno un significato, se tu sei abituato a parlare usando parole a cui tu dai un significato tutto tuo sara' difficile che ci capiamo. Prima usi il termine "medio" ma dicendo che non ha il significato che ha ma un significato tutto tuo, poi usi la parola dio, ma anche qua' dici che non intendevi il significato della parola ma altro, qui non si tratta di essere pesanti ma di dare un significato preciso ad una parola.
Poi piu' scrivi e piu' viene fuori questo tuo sentirti superiore, e questo post sta andando verso il tuo autoincensamento e non credo che questo era il significato del post.
Il post parlava delle sardine, quindi credo che dovremmo ritornare a parlare di questo, altrimenti si va off topic e non credo interessi a qualcuno.
Il mondo e' pieno di pazzi

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 2,066

Activitypoints: 6,212

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

138

Friday, December 20th 2019, 3:05pm

...in effetti... torniamo a parlarne un attimo, per esporre la propria Weltanschaung (per chi ce l'ha) si può creare un altro topic eventualmente :D

...che ne pensate delle critiche di Barbara Spinelli al manifesto sardinesco?
a parte il fatto che non contiene un'idea politica - programmatica che sia UNA, e a parte il fatto che sulle "regole di comunicazione" ci sarebbe molto da sanzionare anche ad alcune sardine ...oltre agli insulti fisici alla Meloni, anche un bell'incensamento del terrorismo e dell'antisemitismo da un'ospite che doveva insegnare la civiltà alla Meloni... per dirla con la Sora Lella... "annamo bbene, proprio bbene!"

139

Friday, December 20th 2019, 4:05pm

Quoted

Il post parlava delle sardine, quindi credo che dovremmo ritornare a parlare di questo, altrimenti si va off topic e non credo interessi a qualcuno.


Ti faccio la risposta breve: se il post parlava delle sardine semplicemente parlava del nulla inteso come nulla. Sono i soliti bifolchi che pur di non studiare fanno qualsiasi altra attività gli capiti a tiro e periodicamente (è già successo anche in passato) uno dei tanti movimenti ha per un po' di tempo una ribalta mediatica.

Fra qualche mese ad esagerare un anno dureremo fatica a ricordarci chi o cosa sono le sardine a parte il pesce. Quindi che altro vuoi dire sull'argomento?

Quoted

a parte il fatto che non contiene un'idea politica - programmatica che sia UNA, e a parte il fatto che sulle "regole di comunicazione" ci sarebbe molto da sanzionare anche ad alcune sardine ...oltre agli insulti fisici alla Meloni, anche un bell'incensamento del terrorismo e dell'antisemitismo da un'ospite che doveva insegnare la civiltà alla Meloni... per dirla con la Sora Lella... "annamo bbene, proprio bbene!"


Come ho risposto a Pazzo e son solo degli sbarbatelli che hanno avuto una ribalta mentre studiavano un modo per non studiare per la prossima lezione universitaria. Anche solo il fatto che qualcuno si aspetti un seppur vago progetto politico da gente del genere mi fa solo riflettere su come a questo mondo si possa trovare persone che credono alle cose più disparate e assurde.

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" is female
  • "Elettra" started this thread

Posts: 3,403

Activitypoints: 9,662

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

140

Friday, December 20th 2019, 11:42pm

Prima di tornare a parlare delle sardine, e quindi del nulla come giustamente ci fa notare Ryoma :D
Volevo precisare alcune cose.

Innanzitutto non fate discussioni e chiaritevi privatamente, detto ciò aggiungo una riflessione su alcuni commenti fatti...


No no guarda non c'è proprio niente da illuminare semmai uno furbo ecco quello magari sì ma illuminato no di certo. Io non sono né più intelligente né chissà che di tanti altri ma più furbo quello sì.


Infatti non è necessario essere intelligenti per essere furbi.
Probabilmente hai usato questo termine impropriamente, perché sembri una persona intelligente, non furba!

Furbo dal francese: fourbe, ladro
L'etimologia è inequivocabile e il suo uso non può essere che dispregiativo.

La furbizia non è un'intelligenza costruttiva, il furbo è quello che in macchina salta la fila passando per la corsia preferenziale o che usa l'auto dell'anziana madre per parcheggiare nei posti riservati agli handicappati, quello che si "scorda" di farti la ricevuta....

L'Italia, purtroppo, non solo sembra essere la patria del furbo ma vi è anche una sorta di "accettabilità sociale" un fenomeno, forse, volutamente trascurato e che, a mio avviso, risulta essere di ostacolo per il nostro paese.

Sto dicendo che il forum riflette l'Italia e che l'Italia è decadente...
... come molti che vengono sul forum credendo che con qualche post si possa trovare la pace dei sensi ma che se gli consigli di agire e come agire non vogliono fare niente per se stessi che non sia prendere qualche goccina per dormire. Questo sto a dire..."


Credo che, prima di sparare giudizi o sentenze, dovresti tenere conto delle problematiche importanti che caratterizzano gli utenti di questo forum, e non puoi generalizzare parlando di goccine o di trovare un semplice sfogo nella scrittura (perché anche per quello ci vuole coraggio)!
Credo sia fondamentale ricordare che prima di intervenire o esprimere un giudizio sia necessario riflettere. Dobbiamo avere comunque un senso di rispetto e responsabilità, nella nostra libertà di espressione verso i nostri interlocutori, nei confronti dei quali (quando interveniamo) assumiamo un “impegno”.

Resta indiscusso che nell'interazione dobbiamo tenere conto delle nostre idee, nei limiti, però, delle caratteristiche e delle problematiche dei probabili interlocutori, per selezionare e realizzare i nostri possibili comportamenti e i nostri interventi.
È importante fornire strumenti necessari e non giudizi, che vanno solo ad alimentare proprio quegli stereotipi e quei luoghi comuni di cui spesso parli.

Linguaggio e comunicazione creano le condizioni strutturali per interagire e rapportarsi con chi viene riconosciuto ed etichettato come “Altro da noi”.
In tal senso, tutte le forme di conflitto e incomprensione si realizzano, ad un primo livello, proprio attraverso il linguaggio e la comunicazione (semantica, concetti, parole ed i loro possibili utilizzi)
Quindi facciamo attenzione!!!

È una questione di cultura!!! E tu dimostri di averne, tranne quando te ne esci con queste affermazioni!

Cultura e intelligenza e non "furbizia”, che porta ancora a riconoscere, nelle regole e nei sistemi normativi, gli ostacoli per la propria autoaffermazione.

141

Monday, December 23rd 2019, 9:03am

Ti rispondo dopodiché rimango a disposizione di tutti privatamente seguendo appunto quello che dici:


Quoted

Probabilmente hai usato questo termine impropriamente, perché sembri una persona intelligente, non furba!

Furbo dal francese: fourbe, ladro
L'etimologia è inequivocabile e il suo uso non può essere che dispregiativo.

La furbizia non è un'intelligenza costruttiva, il furbo è quello che in macchina salta la fila passando per la corsia preferenziale o che usa l'auto dell'anziana madre per parcheggiare nei posti riservati agli handicappati, quello che si "scorda" di farti la ricevuta....

L'Italia, purtroppo, non solo sembra essere la patria del furbo ma vi è anche una sorta di "accettabilità sociale" un fenomeno, forse, volutamente trascurato e che, a mio avviso, risulta essere di ostacolo per il nostro paese.


Direi che hai fatto una descrizione puntuale anche se limitata. La differenza principale è che io sono un furbo un po' più dinamico rispetto a quelli che descrivi nel senso che se domani per X motivi la società premiasse che sto in fila e che faccio un altro tipo di furbizia io semplicemente mi adatterei. Per farti un esempio allo stesso modo con cui se ho un cliente tifoso io sono un tifoso e se un cliente odia il calcio anche io odio il calcio.

Infine non parlerei di "accettabilità sociale" perché questo significherebbe che viene semplicemente tollerato ma che ne viene percepita la negatività. Piuttosto parlerei proprio di idolatria. Non a caso alcuni dei maggiori politici sono dei "furbi" conclamati. Alcuni pure processati.

Quoted

Credo che, prima di sparare giudizi o sentenze, dovresti tenere conto delle problematiche importanti che caratterizzano gli utenti di questo forum, e non puoi generalizzare parlando di goccine o di trovare un semplice sfogo nella scrittura (perché anche per quello ci vuole coraggio)!


Esiste una differenza fondamentale tra chi ha problemi ma vuole veramente curarsi che ha il mio rispetto. E chi ha problemi ma usa i problemi perché vuole attenzione e non ha nessuna intenzione di curarsi. Sono in questo forum da anni e perdonami ma negare che esiste una massa importante di gente che ci marcia sarebbe negare la realtà.

Quoted

Dobbiamo avere comunque un senso di rispetto e responsabilità, nella nostra libertà di espressione verso i nostri interlocutori, nei confronti dei quali (quando interveniamo) assumiamo un “impegno”.


Questo è scontato ma rispetto o impegno e tutto il resto non è che lo si deve dare in generale... in stile politicamente corretto che ha reso parlare impossibile perché qualsiasi cosa dici offende qualcuno. Ripeto quello che ho scritto prima... chi lotta davvero ha il mio massimo rispetto. Tutti gli altri e sono la maggioranza non vedo perché dovrei rispettarli.
Faccio un esempio fisico che rende l'idea:
Se io ingrasso e vengo a lamentarmi sul forum e mi rispondono che in assenza di problemi di altra natura devo mangiare meno e fare sport e io invece continuo a ingozzarmi e non fare niente se la gente non ha più rispetto di me fanno bene e forse è proprio quello di cui ho bisogno invece che l'ennesima carezza che magari mi convince che continuare a mangiare farà si di avere attenzioni. Ho reso l'idea?

Quoted

È una questione di cultura!!! E tu dimostri di averne, tranne quando te ne esci con queste affermazioni!


Io sono una persona dura e burbera. Qualcuno l'ho salvato e altri li ho affossati. Non posso farci niente ma come diceva qualcuno "non puoi salvare chi non vuole esser salvato". Detto ciò ci conosciamo ormai e lo sai che sono brutale tante volte ma mai gratuitamente.

Quoted

Cultura e intelligenza e non "furbizia”, che porta ancora a riconoscere, nelle regole e nei sistemi normativi, gli ostacoli per la propria autoaffermazione.


Purtroppo o per fortuna non saprei dirlo questa è solo un'utopia. Se hai abbastanza soldi o potere non c'è regola né sistema normativo. I nostri politici ma anche casi di cronaca di famiglie molto più vicine a noi dimostrano che se hai sufficienti risorse la fai franca o pagando pochissimo a fronte anche di reati molto gravi. Mi spiace ma sono completamente disilluso su tutto questo. Se mai si applicassero veramente norme e regole tutta la classe dirigente (anche dirigenti di basso livello) e ad andar bene metà della popolazione dovrebbe andare in galera per reati penali.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests