Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Crobatus

Utente Fedele

  • "Crobatus" started this thread

Posts: 487

Activitypoints: 1,503

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

1

Tuesday, March 12th 2019, 7:50pm

la morte più terribile

l'aereo caduto in Etiopia mi ha fatto ricordare del famoso volo Air France che cadde ormai quasi dieci anni fa, l'1 giugno 2009, in mezzo all'atlantico...

se vi ricordate non si seppe nulla se non che era scomparso dai radar...scomparve dalle notizie, perchè non si trovava, troppo grande l'area, troppo profondi i fondali oceanici...

ora per curiosità sono andato a leggermi gli sviluppi, e pare che ritrovarono i resti ben 2 anni dopo, tramite un'azienda americana, spendendo oltre 35 miliardi ..!

ora immaginatevi su un aereo in mezzo all'oceano atlantico, che nel giro di 4 minuti perde quota a una velocità incredibile, 4 minuti di terrore fino allo schianto sull'acqua, nella completa oscurità (alle 2 di notte)

qualcuno sarà anche sopravvissuto allo schianto, morendo affogato...

ma i particolari più scabrosi si trovano su un articolo del 2011, quando finalmente localizzarono i resti a 4 km di profondità:

Quoted

Molti corpi sono stati filmati da un sottomarino robotico virtualmente intatti. Ma gli esperti dicono che i corpi sono stati preservati, come imbalsamati dal freddo estremo, dall'oscurità, dalla pressione dell'acqua e dalla mancanza di pesci. Probabilmente si sbriciolano se spostati.
Giovedì scorso, in un'operazione di prova, un sottomarino telecomandato con le braccia del robot ha sollevato un corpo in superficie. Ma il corpo si disintegrò in acqua più calda. Secondo un resoconto dato al quotidiano Le Figaro da esperti patologici e funzionari di ricerca, i tessuti grassi dei corpi sono stati probabilmente trasformati dal freddo e dal buio in una forma di "sapone" o cera. Sono fragili e non sopportano l'esposizione al calore, alla luce o al movimento. Molte delle fotografie dei morti sono così inquietanti che alcuni esperti hanno chiesto di essere ritirati dalle indagini quando li hanno visti per la prima volta


la morale della storia è: non lo so, ma guardando alcune foto delle vittime non vi nascondo che mi è venuta una tristezza infinita...difficile immaginare una morte peggiore...

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1,406

Activitypoints: 4,481

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

2

Tuesday, March 12th 2019, 8:32pm

Inquietante, sempre meglio morire subito, l'aereo del resto ti lascia ben poche possibilità di sopravvivenza.

Ci fu un unico sopravvissuto ad un incidente aereo che vidi qualche anno fa ed era completamente ustionato, sembrava Freddy Krueger, piuttosto che finire così mi auguro la morte sul colpo, o di saltare per aria.
Ma non pensarci troppo, pensa ad argomenti più lieti.

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 461

Activitypoints: 837

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

3

Tuesday, March 12th 2019, 10:11pm

Certo è meglio la morte sul colpo piuttosto che una lunga agonia. A proposito di morti terribili, un professore che avevo alle medie non è morto in un incidente aereo, ma ha avuto una morte che non auguro a nessuno, indipendentemente da cosa abbia potuto fare.

Crobatus

Utente Fedele

  • "Crobatus" started this thread

Posts: 487

Activitypoints: 1,503

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

4

Wednesday, March 13th 2019, 1:09am

Ci fu un unico sopravvissuto ad un incidente aereo che vidi qualche anno fa ed era completamente ustionato, sembrava Freddy Krueger


quello dell'aeroporto di Linate del 2001? lo vidi in tv poveraccio, fece decine di interventi per ricostruire il viso...

un professore che avevo alle medie non è morto in un incidente aereo, ma ha avuto una morte che non auguro a nessuno


ci sono morti più dolorose, ma in questo caso c'è l'elemento macabro della sepoltura in fondo all'oceano, coi cadaveri ritrovati ancora intatti con la cintura allacciata...
terribile......

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 461

Activitypoints: 837

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

5

Wednesday, March 13th 2019, 8:12am

Oltre che per loro terribile anche per i parenti

Crobatus

Utente Fedele

  • "Crobatus" started this thread

Posts: 487

Activitypoints: 1,503

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

6

Wednesday, March 13th 2019, 7:42pm

i parenti ho letto che non volevano neanche recuperarli i cadaveri, per dare una degna sepoltura.

i costi e l'entità delle ricerche, soprattutto i tempi fanno vedere quanto ancora sia piccolo l'uomo di fronte alla natura..

This post has been edited 1 times, last edit by "Crobatus" (Jul 10th 2019, 12:32am)


gloriasinegloria

Colonna del Forum

Posts: 1,858

Activitypoints: 5,742

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

7

Sunday, December 15th 2019, 6:55pm

Ho visto ora questo thread, che rafforza il mio terrore dei voli aerei (tra l'altro in me è subentrato da adulta, senza nessuna ragione particolare, mentre da ragazza viaggiavo in aereo e non mi faceva nessun effetto...bah...).

La cosa che condivido di più è il "pensiamo al altro" di Andrea...
Nel senso : verissimo tutto quel che volevi significare, Crobatus, ma...almeno...lì il passaggio all'altro mondo è immediato e nei voli intercontinentali ci sono anche buone possibilità che i passeggeri siano colti nel sonno...

Non è che dobbiamo fare la graduatoria, ma dopo l'Hotel Rigopiano e tanti terremoti, sinceramente mi fa molto più terrore e Pietà l'idea di chi ha avuto anche giorni per realizzare che stava morendo, prima di morire, stando schiacciato sotto macerie, e nel caso del Rigopiano anche patendo temperature da assideramento.
E che dire dei militari di tutto il mondo che muoiono in mani nemiche?

:thinking:

8

Monday, December 16th 2019, 6:08am

Oddio, essere interrato da vivo mi spaventa di più. :-WD
Perlomeno in quel disastro aereo, ovviamente per come lo immagino, la morte arriva in maniera relativamente in maniera breve e in una situazione di forte shock.

Mi spaventa di più il finire i miei anni di vità disabilitato nel fisico incapace di autodeterminarmi.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll